PROVATE PER VOI

Renault Clio: linea così così. E freni anche

Prova pubblicata su alVolante di
settembre 2010
  • Prezzo (al momento del test)

    € 17.250
  • Consumo medio rilevato

    16,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    116 grammi/km
  • Euro

    Euro 4
Renault Clio
Renault Clio 1.5 dCi 85 CV Luxe 5p
L'AUTO IN SINTESI

La linea è poco personale, ma finiture e materiali convincono. Elevato il comfort: le sospensioni sono morbide e il turbodiesel è fluido, e silenzioso. La “ricca” Luxe offre di serie anche il navigatore, ma il motore è ancora Euro 4 e per il filtro antismog c’è un sovrapprezzo.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
2
Average: 2 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
2
Average: 2 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Poco assetata e con un’ottima “dote”

La linea è stata rinfrescata nel 2009 ma il risultato è poco armonico: al frontale aggressivo si contrappongono una fiancata e una coda poco personali. Lo spazio a bordo è buono in rapporto alle dimensioni esterne, e le finiture curate. A favorire il comfort su strada ci sono le sospensioni morbide, che comunque non penalizzano la guidabilità, e la silenziosità dell’economo turbodiesel; peccato che i freni abbiano una risposta troppo brusca. Ricca la dotazione di serie, che comprende anche il navigatore con telecomando.

La Renault Clio unisce dimensioni da utilitaria, è lunga 403 cm, a un abitacolo piuttosto spazioso, peraltro realizzato con materiali di buona qualità e accuratamente rifinito. Tuttavia, il risultato del restyling del quale è stata oggetto nel 2009 non sembra particolarmente felice: l’imponente e grintoso frontale, che si ispira a quello della Mégane, mal si accorda con la scarsa originalità della fiancata e della coda.

Su strada l’utilitaria francese si fa apprezzare per il comfort determinato dalla buona silenziosità del motore e dalle sospensioni, morbide ed efficaci nell’assorbire le sconnessioni, eppure non abbastanza cedevoli da penalizzare l’agilità. Peccato che la perfettibile taratura della servoassistenza elettrica tolga sensibilità allo sterzo, e che i freni risultino poco modulabili: anche a causa del dispositivo che assiste nelle frenate di emergenza, talvolta rispondono in modo brusco.

Riuscito il 1.5 a gasolio: a dispetto della potenza tutt’altro che elevata (ha 86 CV), si dimostra pronto nel rispondere all’acceleratore e fluido nel funzionamento. È anche efficacemente insonorizzato e vanta consumi contenuti. Peccato che appartenga ancora alla generazione degli Euro 4 (anche se la versione Euro 5 è attesa a breve), e che per dotarlo del filtro antismog si debba pagare un sovrapprezzo (che, però, comprende il cambio a sei marce anziché a cinque).

L’allestimento Luxe è quello di punta e ha una ricca dotazione, che oltre al climatizzatore automatico, alla radio con cd e mp3, ai cerchi in lega di 16” e al regolatore di velocità, include anche un navigatore Tom Tom fisso, con schermo di 5,8” e telecomando. Ripiegando sulla Dynamique si risparmia senza rinunciare ai sei airbag e all’Esp (quest’ultimo di serie sin dalla base), ma il “clima” diventa manuale e i cerchi in acciaio.

VITA A BORDO
3
Average: 3 (1 vote)
Salottino per quattro

Sebbene gli  interni non colpiscano per originalità, finiture e materiali – a partire dal rivestimento in tessuto e pelle dei sedili, per arrivare alla morbida plastica che riveste la plancia – non deludono. Peccato che la collocazione di alcuni comandi sia poco razionale. Lo spazio per le gambe e sopra la testa non manca neppure dietro, ma sul divano si viaggia comodi soltanto in due. Il baule offre una capienza soddisfacente, ma quando lo si vuole ampliare ci si accorge che  abbattere il divano è complicato.
 

Plancia e comandi
Il design della plancia della Renault Clio è improntato alla semplicità e altrettanto vale per il cruscotto, con la coppia di strumenti analogici tanto facilmente leggibili quanto poco personali. Le finiture trasmettono buona impressione di qualità, e la parte superiore della plancia è rivestita in gradevole plastica morbida e antiriflesso. A portata di mano le regolazioni del “clima” automatico, un po’ meno il pulsante dell’hazard, collocato troppo in basso, e i comandi del cruise control, “annegati” fra le poltrone anteriori di fianco al freno a mano: il rischio è che il passeggero li tocchi senza volerlo. Richiedono pratica anche i pulsanti della radio ripetuti nel volante.

Abitabilità
I sedili e il divano sono rivestiti in tessuto nella parte centrale e in pelle nei profili laterali: appaiono eleganti e non compromettono la corretta traspirazione. La comodità non manca, anche se, dietro, lo spazio a disposizione in larghezza non è eccezionale e, dunque, si viaggia bene soprattutto in due: tre adulti, invece, stanno “spalla a spalla”. Pratico il cassetto davanti al passeggero, che ha finiture solo discrete, ma è capiente e refrigerato dall’aria del “clima”.

Bagagliaio
La capacità è nella media della categoria e l’ampia apertura facilita le operazioni di carico, con il gradino di 18 cm che separa il piano di carico dalla soglia (la quale, a sua volta, è poco distante troppo da terra: 67 cm) che non infastidisce eccessivamente. All’apprezzabile qualità dei rivestimenti interni si contrappone la scarsa praticità del sistema di ribaltamento del divano: bisogna smontare i poggiatesta (ma manca un alloggio per riporli) e ribaltare le sedute contro i sedili anteriori; fastidioso anche il dislivello di 14 cm che viene a crearsi nel fondo.

COME VA
3
Average: 3 (1 vote)
È morbida, ma non “dondola”

Compattezza, comandi leggeri e buona visibilità la rendono una valida cittadina, anche se la non eccezionale visibilità posteriore consiglia l’aggiunta dei sensori di distanza. Un contributo al comfort arriva dalle sospensioni morbide, che, comunque, non compromettono la guidabilità: fra le curve la vettura è maneggevole e sincera. Bene anche il motore, fluido sebbene non molto potente, e parco nei consumi; si rivela silenzioso anche in autostrada, dove farebbe comodo la sesta marcia (disponibile “in pacchetto” con il filtro antismog).

In città
Quando si transita sui fondi sconnessi le (morbide) sospensioni isolano bene, e la guida nel traffico risulta poco affaticante: oltre alla fluidità del motore, al risultato contribuiscono la leggerezza dello sterzo e il limitato sforzo richiesto per azionare frizione e cambio. Nelle manovre si è favoriti dalle dimensioni contenute, ma in retromarcia si patisce per l’insufficiente visibilità posteriore: i poggiatesta retrattili aiutano, ma data la forma del lunotto i sensori di distanza rimangono un optional consigliabile.

Fuori città
Fra le curve la tenuta di strada è rassicurante e il comportamento sincero e prevedibile: le sospensioni morbide non compromettono l’agilità e nel caso si esageri c’è l’Esp (disinseribile solo fino a 50 km/h) che rimette le cose a posto. Peccato che lo sterzo, servoassistito elettricamente, abbia una risposta un po’ “filtrata” e che si debba fare l’abitudine all’eccessiva prontezza dei freni. Il motore non ha molta grinta, ma vanta un funzionamento fluido e silenzioso; inoltre, risulta anche parco, visto che con un litro di gasolio si riescono a percorrere quasi 20 km.

In autostrada
A 130 orari, in quinta, il motore lavora a 3100 giri e non disturba con la sua voce: nonostante qualche fruscio provocato dagli specchi retrovisori, il comfort è più che soddisfacente. La vocazione autostradale può, comunque, ulteriormente migliorare con il cambio a sei marce (offerto in pacchetto con il filtro antismog), del quale dovrebbero beneficiare anche i consumi, che in autostrada sono meno favorevoli rispetto alle altre situazioni. Bene anche l’assetto: sebbene il servosterzo elettrico tolga un po’ di sensibilità, e le sospensioni siano tarate per privilegiare il comfort, nei curvoni la precisione è adeguata.

QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
Ha cinque pretensionatori

I crash test, effettuati sulla versione antecedente al restyling, sono stati superati con il punteggio massimo (cinque stelle) per quanto riguarda la protezione degli occupanti: la Clio è un’utilitaria sicura, che oltre all’Esp e a sei airbag offre di serie anche i pretensionatori per tutte le cinture, i fendinebbia e il cruise control. Sincero e affidabile il comportamento stradale.

La dotazione della Renault Clio prevede sei airbag, con quelli a tendina estesi a proteggere anche la testa di chi siede dietro, l’Esp e il sistema che assiste nelle frenate di emergenza (che, però, rende il comando troppo sensibile e incline a “inchiodare”: bisogna farci l’abitudine). Da rimarcare la presenza dei pretensionatori (che migliorano l’efficacia della ritenzione negli istanti immediatamente seguenti all’impatto) per tutte le cinture di sicurezza: sono doppi per quelle davanti e singoli per le tre posteriori. Inclusi nel prezzo anche i fendinebbia, il regolatore elettronico di velocità (che, però, ha comandi in posizione poco felice, accanto al freno a mano) e il comando di disattivazione dell’airbag frontale destro, cui ricorrere quando si trasporta un bimbo in un seggiolino contromarcia installato sul sedile anteriore destro. L’EuroNcap ha sottoposto a crash test la Clio pre-restyiling (quella che debuttò nel 2005, dalla quale l’attuale versione deriva), assegnandole il massimo punteggio (cinque stelle) per la protezione degli occupanti, quattro stelle per i bambini assicurati a seggiolini Isofix e una stella per la protezione dei pedoni in caso di investimento.

NE VALE LA PENA?
4
Average: 4 (1 vote)
I contenuti non mancano

Sedili parzialmente rivestiti in pelle, navigatore, cruise control, ma anche Esp e sei airbag: per quel che costa, questa “francesina” è effettivamente ben dotata. Va bene per chi desidera un’utilitaria comoda e ben rifinita, che si adatti anche a “macinare” chilometri: in questo senso può contare su un silenzioso, fluido e parco turbodiesel. Che ha, però, un difetto: è ancora Euro 4. Per questo il filtro antismog, proposto in pacchetto con la sesta marcia, è un optional consigliabile.

Nell’allestimento Luxe la Clio si fa apprezzare non solo per l’attenzione posta nelle finiture e nella scelta dei materiali, ma anche per la dotazione, che è ricca in rapporto al prezzo e che – oltre a quanto occorre per la sicurezza – comprende accessori che per le utilitarie solitamente si pagano a parte. Sebbene la posizione di alcuni comandi sia da rivedere, la praticità non delude: all’abitacolo accogliente per quattro persone si aggiunge un discreto bagagliaio. Le sospensioni morbide favoriscono il comfort e il comportamento stradale è piacevole e sicuro, sebbene il feeling trasmesso da sterzo e freni non sia il massimo. Il tranquillo 1.5 turbodiesel convince per silenziosità e omogeneità di funzionamento, ma è consigliabile aggiungere il filtro antismog: non solo mette al riparo da eventuali limitazioni alla circolazione urbana, ma è offerto “in pacchetto” con il cambio a sei marce che migliora comfort e consumi, soprattutto in autostrada.

PERCHÉ SÌ

Comfort
Si viaggia in un ambiente correttamente insonorizzato: il rumore del motore e i fruscii non infastidiscono nemmeno ad andatura elevata. Valide le sospensioni, che filtrano come si deve le asperità, e anche l’impianto di climatizzazione è efficiente.

Finiture
I dettagli sono realizzati con cura e le plastiche di buona qualità, in particolare quella (morbida) impiegata nella parte superiore della plancia. Gradevoli anche i tessuti dei sedili e i (robusti) rivestimenti del bagagliaio.

Motore
Più che le prestazioni assolute, del piccolo turbodiesel si apprezza la piacevolezza del funzionamento: l’erogazione è fluida e regolare, e il discreto tiro permette di limitare il ricorso al cambio. Bene anche l’insonorizzazione e i consumi.

Prezzo/dotazione
La Renault Clio non è cara, ma non per questo risulta “avara” nella dotazione: sono di serie anche accessori che di solito si pagano a parte, come il cruise control, il navigatore con telecomando e la radio con prese Aux e Usb.

PERCHÉ NO

Divano
Il suo difetto sta nell’eccessiva laboriosità delle operazioni necessarie per reclinarlo quando si vuole aumentare la capacità del baule: oltre a smontare i poggiatesta (per i quali, poi, manca un ripostiglio), si devono sollevare anche le sedute.

Freni
La potenza dell’impianto, e di conseguenza gli spazi d’arresto, sono nella norma. Quel che non soddisfa è la modulabilità: soprattutto a bassa andatura la risposta è brusca, e anche la prontezza dovuta al sistema che assiste nelle frenate d’emergenza richiede abitudine.

Hazard
Il “bottone rosso” che in caso di emergenza consente l’attivazione contemporanea degli indicatori di direzione è collocato nella parte bassa della consolle: una posizione in cui risulta poco pratico da raggiungere.

Linea
Al frontale aggressivo, contraddistinto dall’ampia presa d’aria e dai fari che si prolungano sui parafanghi, si contrappone una fiancata piuttosto anonima: il risultato, oltre a mancare di armonia, non è né personale né accattivante.

SCHEDA TECNICA
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 4050 giri   169,3 km/h 174 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 12,7   13,0 secondi
0-400 metri 18,4 118,4 km/h 18,6
0-1000 metri 34,4 146,1 km/h 34,4 secondi
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 34,5 143,7 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 33,1 144,8 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 13,6   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   16,1 km/litro 19,2 km/litro
Fuori città   19,6 km/litro 25,0 km/litro
In autostrada   13,7 km/litro non dichiarato
Massimo   8,8 km/litro non dichiarato
Medio   16,7 km/litro 22,7 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   40,1 metri non dichiarata
da 130 km/h   66,3 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   136 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,4 metri 10,4
Cilindrata cm3 1.461
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 63 (86)/3750
Coppia max Nm/giri 200/1900
Emissione di CO2 grammi/km 117
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 (manuale) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 403/171/149
Passo cm 258
Peso in ordine di marcia kg 1175
Capacità bagagliaio litri 288/1038
Pneumatici (di serie) 195/50 R 16
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 4050 giri   169,3 km/h 174 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 12,7   13,0 secondi
0-400 metri 18,4 118,4 km/h 18,6
0-1000 metri 34,4 146,1 km/h 34,4 secondi
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 34,5 143,7 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 33,1 144,8 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 13,6   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   16,1 km/litro 19,2 km/litro
Fuori città   19,6 km/litro 25,0 km/litro
In autostrada   13,7 km/litro non dichiarato
Massimo   8,8 km/litro non dichiarato
Medio   16,7 km/litro 22,7 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   40,1 metri non dichiarata
da 130 km/h   66,3 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   136 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,4 metri 10,4
Cilindrata cm3 1.461
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 63 (86)/3750
Coppia max Nm/giri 200/1900
Emissione di CO2 grammi/km 117
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 (manuale) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 403/171/149
Passo cm 258
Peso in ordine di marcia kg 1175
Capacità bagagliaio litri 288/1038
Pneumatici (di serie) 195/50 R 16
Renault Clio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
3
3
3
1
0
VOTO MEDIO
3,8
3.8
10
Aggiungi un commento
Ritratto di Alessandro
25 ottobre 2010 - 20:39
Sarebbe ultra elogiata...........Però ha stampato sul cofano la losanga allora.......Come per la vecchia Clio ricordo che c'era scritto sulla rivista "bruttino quel frontale spigoloso"..........Vabbè tanto si sa che!!!!!!!!!!!!La Fiat eeeeeeeeeeehhhhh Però non capisco questo lieve accanimento contro le Renault.
Ritratto di magnum
25 ottobre 2010 - 20:44
clio.. e' un'onesta macchona.. e cavolo se va bene!
Ritratto di magnum
25 ottobre 2010 - 20:42
clio.. e' un'onesta macchona.. e cavolo se va bene!
Ritratto di Alessandro
25 ottobre 2010 - 20:46
La mia e la seconda serie quella col"frontale bruttino e spigoloso".........Nulla da dire.......
Ritratto di magnum
25 ottobre 2010 - 20:49
era come auto aziendale e per quanto la trattassero male (leasing e quindi le si strapazza) non ha mai avuto un problema.. mi dispiace che la nuova serie da noi non abbia avuto il succcesso che meritava.. al contrario di alcuno mostri
Ritratto di Simov6
26 ottobre 2010 - 17:59
anche io ho la seconda serie come la tua..neanche un problema ne uno scricchiolio!il dci è un mulo e consuma poco!w la clio!
Ritratto di nello13
16 novembre 2011 - 20:30
7
c'era scritto sul listino di alVolante quella frase! Me la ricordo!! Io l'ho avuta fino a Giugno quella col frontale bruttino e spigoloso (che a me piaceva tantissimo)... e come auto solo soddisfazioni e regolare manutenzione,davvero un mulo,anche se avevo il 1.2 8V 58cv..e adesso ho la terza serie restyling 1.5 dCi...8.500 km finora!
Ritratto di simone81car
26 ottobre 2010 - 18:58
Giustissima osservazione!!!
Ritratto di Nico 87
6 dicembre 2010 - 21:14
Premetto....parlo da proprietario di una citroen ds3,quindi sono neutrale...però devo prendere le difese della fiat,che,non ha mai prodotto un auto brutta ed anonima come la renault clio...cioè insomma,ogni volta che la guardo sembra di fare un tuffo nel passato :S sembra un auto degli anni 80...e poi...17000 euro per un auto così...proprio non mi va di spenderli.Per quanto riguarda la qualità dei motori dci (diesel) nulla da dire,molto ho da dire invece sul design dell abitacolo e sulla qualità appena sufficiente dei materiali!
Ritratto di alessio trulio
26 gennaio 2011 - 02:00
ti do ragione nico sul fatto che la fiat sia una fantastica marca. mettiamo punto contro clio. io un anno e mezzo fa ho comprato una clio come quella in foto per un motivo, non perche sono convinto che sia meglio della punto, ma perche a parità di optional(anzi la clio ha anche il navi) la clio con sconti della rottamazione mi veniva quasi 3000 euro meno della grande punto. come macchina, la clio direi che va benone in superstrada col cruisecontrol a 88 fa 3.2 l/100km... come guida nei primi 20000 km era quasi sportiva, assetto abbastanza rigido, poi dopo 20000 un afflosciamento delle sospensioni. comunque per il mio utilizzo va più che bene e su un'utilitaria 3000 euro di differenza sono tanti, troppi. sinceramente avrei preso la punto se la differenza era al max di 1000 euro.. a 2000 euro meno del prezzo di quanto ho pagato la clio scontata la fiat offriva una panda diesel.. per me la fiat ha prezzi fin troppo alti, se li abbassasse di 1000 euro sono convinto che le vendite aumenterebbero molto.
Pagine
Annunci

Renault Clio usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Renault Clio usate 20126605.86040 annunci
Renault Clio usate 20136.5008.12027 annunci
Renault Clio usate 20146.8008.40051 annunci
Renault Clio usate 20156.2009.87063 annunci
Renault Clio usate 20167.00010.86059 annunci
Renault Clio usate 20173.60011.20086 annunci
Renault Clio usate 201819911.600161 annunci

Renault Clio km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Renault Clio km 0 20149.9009.9001 annuncio
Renault Clio km 0 201611.50014.8306 annunci
Renault Clio km 0 201712.50014.93033 annunci
Renault Clio km 0 201812914.470378 annunci