PROVATE PER VOI

Renault Scénic: dà un taglio al molleggio

Prova pubblicata su alVolante di
settembre 2009
  • Prezzo (al momento del test)

    € 24.500
  • Consumo medio rilevato

    14,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    138 grammi/km
  • Euro

    4
Renault Scénic
Renault Scénic 1.5 dCi 110 CV Dynamique
L'AUTO IN SINTESI

È una grande monovolume a sette posti più a buon mercato delle concorrenti, ha prestazioni discrete e non consuma troppo gasolio. Rispetto al modello precedente ha sospensioni più rigide.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
3
Average: 3 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Un piacere di guida da condividere

La Renault Scénic offre un ottimo rapporto fra prezzo (concorrenziale rispetto a quello delle rivali) e dotazione. In dimensioni da famigliare media offre sette posti e un grande baule, soprattutto se si viaggia in cinque abbattendo la terza fila di sedili. Piacevole il motore, relativamente piccolo di cilindrata eppure capace di una spinta più che adeguata, silenzioso nel funzionamento e poco assetato. Peccato che sia ancora omologato Euro 4. La guida è sicura e gratificante, grazie a sospensioni dure che senza compromettere più di tanto il comfort favoriscono precisione e tenuta di strada.

La Renault Scénic è la versione lunga della recentemente rinnovata monovolume francese, quella che prima si chiamava Grand Scénic: ha sette posti e si affianca alla X-Mod (la versione a cinque posti, che ha il passo più corto). È lunga poco più di quattro metri e mezzo ed è studiata per risolvere le esigenze delle famiglie numerose e di chi ama viaggiare con tanti amici: offre un’ottima abitabilità e ha un baule grande e versatile.
Quasi a sottolineare il passaggio generazionale, sono state profondamente riviste anche le sospensioni, ora quasi “sportive” e quindi meno “tenere” sui fondi irregolari. In cambio della perdita di una piccola aliquota di comfort (che resta comunque discreto) ne hanno guadagnato le qualità di guida: a dispetto della carrozzeria alta la vettura non è affatto impacciata sui percorsi misti, si corica poco in curva e tiene bene la strada. Di buon livello anche il funzionamento dei freni.

Il motore è un 1.5 turbodiesel da 110 cavalli, che nonostante la piccola cilindrata (almeno se rapportata alla stazza della vettura) risulta discretamente brioso e fluido nel funzionamento. Inoltre, si fa apprezzare per la silenziosità, a tutto vantaggio del comfort, e dei consumi, sufficientemente contenuti. Peccato soltanto che sia ancora Euro 4, quindi potenzialmente “a rischio” in caso di blocchi della circolazione; quella con motore Euro 5 non sarà disponibile prima della fine dell’anno.
L’allestimento Dynamique è quello più completo, ma ha un prezzo comunque concorrenziale rispetto a quelli delle rivali. Il rapporto fra prezzo e contenuti è favorevole, e la dotazione completa sotto ogni profilo: di serie ci sono otto airbag, il controllo elettronico di trazione e stabilità, il cruise control e i fari fendinebbia. Per risparmiare si può scegliere la versione Comfort, che ha il clima manuale (anziché automatico) e rinuncia ai cerchi in lega.

 

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Un abitacolo curato e configurabile su misura

In cinque si viaggia da pascià, ospitati su poltroncine singole. Meno rosea la situazione in sette, perché in terza fila sta comodo solo chi non supera i 175 cm. L’abitacolo è curato, con una plancia semplice ma anche elegante e un cruscotto “tecnologico” e ben leggibile; nessun problema per riporre i piccoli oggetti: ci sono 40 vani per 92 litri di capacità complessiva. Il bagagliaio della Renault Scénic è modulabile a piacimento: è appena sufficiente se le due poltroncine della terza fila sono in uso, ma diventa decisamente abbondante se si viaggia in configurazione “cinque posti” e offre un vano enorme qualora si reclinino anche i sedili centrali.
 

Plancia e comandi
Semplice ed elegante, la plancia della Renault Scénic concede qualcosa alla leziosità solo nelle superfici color alluminio che “spezzano” il rigore dell’insieme. I comandi sono ben disposti, anche se quelli dietro il volante (per radio e telefono) non sono ben visibili. Richiede abitudine anche la manopola, contornata da una tastiera, con cui si programma il navigatore Gps (optional): è davanti al bracciolo e distrae dalla guida. Il cruscotto è tutto digitale e usa la tecnologia TFT, la stessa degli schermi dei computer: oltre a essere molto nitido e leggibile (un’ampia palpebra lo ripara dalla luce diretta), permette di personalizzare grafica e funzioni.

Abitabilità
L’abitacolo è largo e di questo ci si rende conto osservando la distanza fra le poltrone anteriori, ampiamente regolabili e separate da un bracciolo scorrevole che nasconde un profondo portaoggetti (nell’abitacolo ci sono 40 vani per 92 litri complessivi di capacità, e il cassetto di fronte al passeggero, di 11 litri, è refrigerato). Ci sono poltroncine singole anche dietro: chi siede al centro non sta peggio degli altri, considerato pure che non c’è il tunnel e il pavimento è piatto. Diversamente, è un po’ sacrificata la terza fila di questa Renault Scénic: viaggia comodo chi è alto meno di un metro e settantacinque, e a patto che le poltrone centrali (che scorrono di 17 cm) siano in posizione avanzata.

Bagagliaio
Se si viaggia in cinque, con le poltroncine della terza fila “nascoste” nel fondo del baule, ci stanno bagagli a sufficienza per tutti gli occupanti. Diversamente, nella configurazione a sette posti, il volume a disposizione si riduce notevolmente, e si creano anche degli spazi sotto le poltrone, dove inevitabilmente finiscono gli oggetti abbandonati nel bagagliaio... Se, infine, si reclina (o addirittura si rimuove) la fila centrale, e volendo anche lo schienale anteriore destro, si ottiene un vano di carico degno di un furgoncino. Ma in questo caso si forma un pozzetto profondo 23 cm proprio dov’era la seconda fila di sedili: è fastidioso quando si caricano oggetti lunghi.

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
L’assetto è “giusto” e il piccolo turbodiesel se la cava

In città la Renault Scénic richiede impegno soltanto nei parcheggi, perché dal lunotto non si vede molto (e i sensori di distanza sono optional), ma per il resto la vettura è agile, con la posizione di guida rialzata che aiuta a “dominare” il traffico. Sul misto si apprezzano le sospensioni rigide: in curva c’è poco rollìo e la tenuta di strada è elevata. Il motore, a dispetto della piccola cilindrata, è piacevolmente brioso (anche se per fare un sorpasso in salita, specie a pieno carico, è meglio scalare marcia) e non alza mai la voce: una qualità che s’apprezza in autostrada, dove la Scénic si rivela pure una buona passista.

In città
Davanti e di tre quarti la visibilità è corretta, e la posizione di guida rialzata aiuta a percepire gli ingombri: nel traffico la Renault Scénic ci si muove con relativa agilità, oltretutto coadiuvati da uno sterzo piacevolmente leggero (è ad assistenza variabile). Si soffre, semmai, per qualche sobbalzo di troppo, visto che le sospensioni sono “durette”. Delle reali dimensioni della vettura ci si rende conto solo quando si tratta di parcheggiare, un po’ perché la carrozzeria è larga ben 185 cm, e un po’ perché dietro, dal lunotto, non si vede poi molto. Consigliabili i sensori di distanza, inclusi nel pacchetto “City” (optional) assieme ai retrovisori ripiegabili.

Fuori città
Nei percorsi extraurbani sorprende il comportamento del “piccolo” turbodiesel, molto vivace considerando il tipo di vettura che deve “muovere”. Le prime tre marce abbastanza corte ne favoriscono lo sprint, ma è anche capace di brillanti riprese in sesta marcia; gli viene il fiato corto soltanto a pieno carico, soprattutto se la strada non è pianeggiante. L’assetto è rigoroso, in particolare con i cerchi di 17” del pacchetto Sport (optional, assieme ai vetri posteriori scuri), e permette di procedere di buon passo: le sospensioni dure limitano il rollìo e fra le curve l’auto, a dispetto dell’altezza, è agile e tiene bene la strada. Promossi anche i freni, potenti e tenaci nell’uso intenso.

In autostrada
Il motore, che a 130 orari gira a un regime contenuto, è silenzioso, e neppure i fruscii disturbano gli occupanti: l’accogliente abitacolo della Scénic è ben insonorizzato e in autostrada si viaggia con piacere, confortati dallo sterzo che al crescere della velocità diventa più duro e preciso. La spinta è già buona superati i 1500 giri, e il turbodiesel – seppure non certo sovradimensionato rispetto alla vettura – conserva sempre una discreta riserva di coppia per trarsi d’impaccio. In salita, però, se bisogna concludere in fretta un sorpasso è meglio scalare marcia.

QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
“Cuscini d’aria” anche per chi sta in seconda fila

In attesa che la nuova Renault Scénic venga sottoposta alle prove di crash dell’EuroNcap, la valutazione sulla sicurezza può essere effettuata solo sulla dotazione di sicurezza, che è decisamente completa: di serie ci sono otto airbag, dal momento che quelli per la testa sono previsti anche per la fila centrale. Non mancano l’ESP, il controllo della trazione, il regolatore di velocità e i fendinebbia.

Si viaggia circondati dai “cuscini d’aria”: la dotazione di serie prevede, oltre a quelli anteriori, anche gli airbag laterali e per la testa, questi ultimi anche per la seconda fila di sedili. Oltre ad avere sospensioni valide, che garantiscono notevoli doti di tenuta di strada e di precisione di guida, la Renault Scénic monta di serie il controllo elettronico della stabilità e della trazione. Non mancano all’appello il regolatore di velocità e i fari fendinebbia. Per quanto riguarda la resistenza dell’autotelaio in caso di impatto, bisogna attendere: l’EuroNcap non ha ancora effettuato il crash test della vettura.

NE VALE LA PENA?
4
Average: 4 (1 vote)
La conquista dello spazio

La nuova Renault Scénic è  una monovolume grande, ma non enorme. Permette di muoversi nel traffico senza eccessivi problemi come pure di viaggiare “in comitiva” in tutta comodità e con i bagagli al seguito. Tiene bene la strada e si guida con piacere, con il motore che assicura prestazioni più che sufficienti e consumi contenuti. Conveniente il prezzo, considerato che la dotazione è completa e non è indispensabile ricorrere alla  lista degli optional, se non per sfizio.

Proposta a un prezzo allettante e ben dotata, la Renault Scénic è una buona soluzione per chi vuole trasportare… “persone e cose” senza problemi e viaggiando nel massimo comfort, ma senza impegnarsi nell’acquisto di una vettura troppo grande e costosa: la Scénic è poco più lunga di quattro metri e mezzo, e quindi perfettamente “compatibile” con l’uso cittadino, anche se dà il meglio quando si tratta di fare una gita fuoriporta o partire per le vacanze. È anche in grado di soddisfare il piacere di guida, perché è stabile e tiene bene la strada; il suo turbodiesel è brioso e consuma il giusto, per quanto non sia un “mostro” di prestazioni (chi tiene a questo aspetto farà bene a considerare il 1.9 da 131 CV o il 2.0 da 150 CV con cambio automatico)

PERCHÉ SÌ
 
 

Freni
L’impianto è davvero efficace, permette di arrestarsi in spazi contenuti e resiste bene alla fatica. L’assetto equilibrato aiuta a stabilizzare l’auto e a mantenerla “in linea” anche nelle frenate al limite.

Guidabilità
Segna un bel passo avanti rispetto al vecchio modello: a dispetto della sua stazza, è una monovolume agile fra le curve, facile e piacevole da guidare. Lo sterzo ha la servoassistenza variabile: è leggero in manovra e diventa più “resistente” in velocità.

Motore
In rapporto alle dimensioni e alla massa dell’auto sembrerebbe “al limite della sufficienza”, ma si difende con brìo e ha un funzionamento fluido e silenzioso. È anche abbinato a un buon cambio e non consuma troppo.

Prezzo
Su questo fronte sferra un attacco deciso alla concorrenza e gioca al ribasso; tuttavia, lo fa senza costringere a rinunce né ad acquistare optional a parte: la dotazione è completa sia per la sicurezza, sia per il comfort.

Spazio
Ha sette posti veri, per quanto quelli della terza fila non siano adatti ad accogliere passeggeri particolarmente corpulenti. E se si viaggia in cinque si sta comodissimi, con tanto spazio per i bagagli.

PERCHÉ NO
 
 

Comandi 
Sono criticabili quelli del navigatore, che costringono a distogliere lo sguardo dalla strada perché sono posizionati fra i sedili anteriori, davanti al bracciolo.

Euro 4 
Il motore è Euro 4, e la versione Euro 5 si potrà avere soltanto a fine anno: trattandosi di un modello di recente presentazione, sarebbe dovuto essere adeguato da subito alle più recenti normative sulle emissioni.

Forma del baule
Il piano di carico presenta pozzetti (come quelli dove si “ripiegano” i sedili della terza fila, e che restano parzialmente aperti con i sedili in uso) che possono “inghiottire” piccoli oggetti; inoltre, abbattendo il divano si ottiene un piano di carico irregolare.

Sospensioni 
Sono un po’ troppo sportive per un’auto di questo tipo. Tarate per favorire la stabilità e la tenuta di strada, sui fondi sconnessi trasmettono qualche contraccolpo che va a discapito del comfort.

Visibilità 
Non si possono avere né i fari allo xeno né le luci di svolta, ma i maggiori problemi si riscontrano nei parcheggi in retromarcia, perché il lunotto è piccolo e i sensori di distanza fanno parte degli optional a pagamento.
 

SCHEDA TECNICA
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 4300 giri   184,1 km/h 180km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 13,5   13,3 secondi
0-400 metri 19,0 117,9 km/h non dichiarata
0-1000 metri 34,9 150,0 km/h 34,6 secondi
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 38,3 143,1 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 35 139,8 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 15,9   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   13 km/litro 15,4 km/litro
Fuori città   16,7 km/litro 21,7 km/litro
In autostrada   13,9 km/litro non dichiarato
Massimo   7,6 km/litro non dichiarato
Medio   14,9 km/litro 18,9 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,5 metri non dichiarata
da 130 km/h   64,1 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,9 metri 11,3
Cilindrata cm3 1461
No cilindri o disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 81 (110)/4000
Coppia max Nm/giri 240/1750
Emissione di CO2 grammi/km 138
Distribuzione 2 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 456/185/165
Passo cm 230
Peso in ordine di marcia kg 1498
Capacità bagagliaio litri 208/564-702/1863
Pneumatici (di serie) 205/60 R 16
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 4300 giri   184,1 km/h 180km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 13,5   13,3 secondi
0-400 metri 19,0 117,9 km/h non dichiarata
0-1000 metri 34,9 150,0 km/h 34,6 secondi
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 38,3 143,1 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 35 139,8 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 15,9   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   13 km/litro 15,4 km/litro
Fuori città   16,7 km/litro 21,7 km/litro
In autostrada   13,9 km/litro non dichiarato
Massimo   7,6 km/litro non dichiarato
Medio   14,9 km/litro 18,9 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,5 metri non dichiarata
da 130 km/h   64,1 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,9 metri 11,3
Cilindrata cm3 1461
No cilindri o disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 81 (110)/4000
Coppia max Nm/giri 240/1750
Emissione di CO2 grammi/km 138
Distribuzione 2 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 456/185/165
Passo cm 230
Peso in ordine di marcia kg 1498
Capacità bagagliaio litri 208/564-702/1863
Pneumatici (di serie) 205/60 R 16
Aggiungi un commento
Ritratto di bubu
13 novembre 2009 - 11:29
davanti sembra una rana come tutte le nuove renault mentre nel posteriore niente male.... abbastanza originsle.... cmq le ultime renault anche se a me non mi sono mai piaciute non è che hanno tutta sta grande bellezza....
Ritratto di Puglio
13 novembre 2009 - 14:48
6
.
Ritratto di Puglio
13 novembre 2009 - 14:47
6
La linea non è un grankè, come tutte le nuove Renault. Per il resto è davvero ben fatta.
Ritratto di TOMCAT
13 novembre 2009 - 22:36
la linea è piacevole, lo spazio non dovrebbe mancare La comprerei
Ritratto di maverick1980
14 novembre 2009 - 09:18
Appena mi deciderò a cambiare la mia Scenic Evo del 2003 , comprerò sicuramente la nuova. Devo solo decidere se a 7 posti o nuovamente a 5. Per il piacere di guida sarei più verso la xmod , ma per la capacità di carico e lo spazio interno opterei per la 7.
Ritratto di charlie65
16 novembre 2009 - 15:07
Ciao ragazzi, sono andato a vederla in concessionario e la macchina mi ha fatto una bella impressione, 7 posti,interni tutto sommato fatti abbastanza bene, il cruscotto non ha molta inventiva se non per lo schermo a colori, il motore se vuoi l'euro 5 devi salire di cilindrata,un bel bagagliaio. io devo sostituire la mia opel astra del 1999 e voglio passare su di una macchina che abbia un bagagliaio uguale o maggiore, così come voglio che l'abitabilità sia maggiore della mia auto attuale. Ieri però ho visto un Chrysler Voyager 2.8 del 07/2007, km 33000 e 15700 euro, mi sta tentando moltissimo, non so se fare un acquisto con il cuore (voyager) o con la ragione (renaut). voi che cosa mi consigliate? grazie dei vostri commenti.
Ritratto di gminna1973
16 novembre 2009 - 22:01
leggendo cio che hai scritto ti consiglierei ,prima di deciderti,di fare un salto in peugeot tra poco uscirà la 5008 e x me vale la pena darle un'occhiata anche xchè tra le due che hai preso in considerazione la chrysler è euro 4 e motore enorme e rumoroso ma soprattutto ingombrante ,l'altra siccome ti serve il bagagliaio enorme nn è come tu vorresti, si è grande ma nn sfruttabile a dovere ...se nn credi su internet youtube clicca peugeot 5008 e cerca il confronto in francese tra la 5008 e la renautl e poi trai le tue decisioni..spero di esserti un pochino di aiuto ..e infine la peugeot è meglio di questa anche se la renault è stata il precursore
Ritratto di amaze1
17 novembre 2009 - 23:37
Vengo da un'Astra SW del'96 ed ho ordinato una Scenic Xmod 1.5 dCi 105CV. In effetti l'Astra permette di caricare bene, per cui ho MISURATO il bagagliaio della Xmod e mi sono pure portato dietro la valigiona grande delle ferie il giorno che l'ho provata! (la faccia del concessionario ...) Ti posso garantire quindi che riesce a fare altrettanto e di meglio, non per niente l'ho presa. Anche io ho avuto una "sbandata", per una C4 Picasso, ma alla fine la "ragione" ha prevalso (costa e consuma troppo ...)
Ritratto di Alessandro
19 novembre 2009 - 19:00
Niente da dire la migliore della categoria, poi i motori Reanult sono fantastici,come la versatilità interna.Il rapporto prezzo qualità e ECCELENTE.La comprerei se avessi la necessità di grandi carichi. La Peugeot 5008:uno sgorbio tipico Peugeot che costa un patrimonio,e ti illudono che ha lo schermino della velocità e poi te lo fanno pagare un patrimonio.
Ritratto di cicozizzagna
19 novembre 2009 - 23:36
volevo dire al signore del'astra che ha sbagliato a comprare la 105 cv se andate in giro da solo va bene ma se solo caricate 4 o 5 persone non si muove piu.l'incentivo sulla rottamazione della 110 cv ve lo dava anche renault io ho preso 2500 euro su un auto del 1996 e 1600 euro di sconto.in totale la 110 cv 1500 x mode mi esce 20000 euro,con metallizzato bluethoot 210 euro 90 euro ruota di scorta sensori di parcheggio con telecamera 410 euro ipt ecc .... tutto compreso.
Pagine
Annunci

renault scenic usate

Prezzo minimoPrezzo medio
renault scenic usate 20124.2008.63037 annunci
renault scenic usate 20135.49910.38029 annunci
renault scenic usate 20147.30010.82039 annunci
renault scenic usate 20158.20012.24031 annunci
renault scenic usate 201612.00017.6709 annunci
renault scenic usate 201716.99920.37022 annunci
renault scenic usate 201828918.29011 annunci

renault scenic km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
renault scenic km 0 201718.70021.30023 annunci
renault scenic km 0 201814.00021.44027 annunci