PROVATE PER VOI

Seat Ibiza: riesce a divertire con pochi cavalli

Prova pubblicata su alVolante di
maggio 2009
Pubblicato 01 maggio 2009
  • Prezzo (al momento del test)

    € 13.605
  • Consumo medio rilevato

    13,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    139 grammi/km
  • Euro

    4
Seat Ibiza
Seat Ibiza 1.2 60 CV Reference

L'AUTO IN SINTESI

Non è fra le utilitarie più a buon mercato, ma ha una dotazione completa. E il suo 1.2 a tre cilindri da 69 CV riesce a divertire anche con una potenza tutt’altro che esuberante.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
3
Average: 3 (1 vote)
Ripresa
3
Average: 3 (1 vote)
Cambio
5
Average: 5 (1 vote)
Frenata
5
Average: 5 (1 vote)
Sterzo
5
Average: 5 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÉ COMPRARLA

Per lo spazio, la guidabilità e la dotazione

Ha una linea originale e aggressiva, e non le manca certo la personalità. L’abitacolo è comodo per quattro e anche il bagagliaio è ampio. Piacevole da guidare, è anche piuttosto sicura, ma l’ESP si paga a parte. Il motore non consente scatti brucianti, vista la potenza a disposizione, ma si difende bene: i rapporti “corti” garantiscono prontezza e ripresa vivace, con l’effetto collaterale di causare una certa “sete” di benzina sul misto e in autostrada. La dotazione di serie è completa ma il prezzo è alto.
 

La Seat Ibiza è da sempre un’auto pensata per la famiglia. L’ultima serie, apparsa nel 2008, rimane fedele a questa “filosofia”, che si traduce in un abitacolo spazioso e in un bagagliaio capiente. La grande novità risiede nella linea personale e non priva di grinta, con i fari allungati che ricordano gli occhi di un rapace: per questo piace anche ai giovani. Di impronta sportiva anche la marcata modanatura sotto i finestrini laterali, che tende a salire verso la coda.

Cresciuta nelle dimensioni rispetto alla serie precedente, ha un autotelaio di nuova concezione che ha migliorato la tenuta di strada e il piacere di guidare senza penalizzare il comfort. Il 1.2  a 3 cilindri da 69 CV è un buon motore, anche se non ci si può aspettare uno scatto “da felino”. Tuttavia, fornisce una buona ripresa grazie anche al contributo dei rapporti “corti” del cambio: una scelta che ha, però, la controindicazione di far salire i consumi in autostrada (in media, nel nostro test, 11,2 km/litro).

Il prezzo è piuttosto alto, ma la dotazione di serie è abbastanza completa: l’unico neo è costituito dalla mancanza dell’ESP, che si paga a parte. Sono inclusi nell’equipaggiamento standard, i fendinebbia che fanno anche da luci di svolta (a velocità inferiori a 40 km/h), la radio con lettore di cd,  il “clima” manuale e il sedile del guidatore regolabile in altezza.

Per chi vuole risparmiare qualcosa, nella gamma ci sono le versioni Free e Reference, che impongono alcune rinunce: fanno, infatti, pagare a parte il “clima”, i fendinebbia e la radio; inoltre, sono optional anche il regolatore di velocità e la disattivazione dell’airbag del passeggero.

VITA A BORDO

3
Average: 3 (1 vote)
Ti accoglie bene, con qualche “caduta di stile”

La forma del tetto fa sì che persino i passeggeri di maggior statura si trovino bene sul divano posteriore. Tuttavia, dietro si sta comodi soprattutto in due, mentre sono più ospitali i sedili anteriori, che trattengono anche bene il corpo nei percorsi tortuosi. La strumentazione ha un’impostazione sportiva, ma come ormai accade per molte vetture dell’ultima generazione è priva del termometro dell’acqua. L’abitacolo è semplice ma assemblato con una certa cura: semmai sono criticabili le plastiche usate per rivestire la parte bassa del cruscotto. Il bagagliaio è ampio ma ha una forma irregolare.

Plancia e comandi
La fisionomia sportiva della vettura, trova riscontro in un abitacolo dove volante e strumentazione mostrano chiari richiami ad auto “grintose”. Le tinte vivaci di alcuni particolari come le cornici degli strumenti e la consolle, legano bene con l’abitacolo e non stonano. Forse sono un po’ vistosi gli schermi in plastica lucida della radio e del “clima”. Nel cruscotto una pecca è costituita dalla mancanza del termometro dell’acqua: ma è un difetto comune a molti modelli di recente progettazione. Curati i montaggi ma un po’ rigide al tatto le plastiche usate per la parte bassa della plancia. Quasi nascosto dalla leva del cambio il pulsante delle luci di emergenza.

Abitabilità
Si apprezza soprattutto il livello di comodità offerta dai sedili anteriori, che rendono riposanti anche i lunghi viaggi e trattengono bene il corpo quando si affrontano percorsi ricchi di curve. Le possibilità di regolazione di quello del guidatore sono molte e si trova subito l’impostazione più corretta. Dietro due adulti stanno comodi, ma in tre lo spazio a disposizione è davvero poco. La dotazione di serie include anche i tre poggiatesta e gli alzavetro posteriori a comando elettrico.

Bagagliaio
La soglia di carico è a 73 cm da terra: si tratta di un valore che rientra nella media. L’apertura è abbastanza regolare, ma rubano centimetri preziosi gli “appoggi” del ripiano copri bagagli. Tra la soglia e il piano di carico c’è da superare un fastidioso scalino, alto ben 20 cm. E ribaltando gli schienali si forma sul pavimento un altro gradino che rende più difficile lo scorrimento dei bagagli e il carico di oggetti ingombranti. In compenso, lo spazio a disposizione in altezza con lo schienale alzato consente di caricare senza problemi anche due valigie rigide e svariate borse morbide.

COME VA

3
Average: 3 (1 vote)
Una guida davvero rilassante

In città questa moderna due volumi si trova a suo agio grazie al cambio morbido e alla frizione e allo sterzo leggeri e tutt’altro che affaticanti. Facile da manovrare, è valida anche fuori città in ragione dello sterzo preciso e della notevole tenuta di strada. In autostrada si apprezza il regolatore automatico di velocità, che aiuta a ridurre i consumi, sempre piuttosto elevati. Consigliabile ordinarla con l’ESP: un optional non proprio a buon mercato ma indubbiamente importante per la sicurezza

 

In città
A suo agio per lo sterzo leggero, il cambio morbido e la frizione che non affatica neppure nella marcia in colonna, consente manovre senza problemi grazie al ridotto diametro di sterzata e alla buona visibilità da ogni lato. Inoltre, le sospensioni assorbono bene il pavé e le asperità del fondo stradale, favorendo il comfort di marcia.

Fuori città
La Seat Ibiza rappresenta un buon compromesso tra guidabilità e comfort: sui percorsi tortuosi è realmente divertente, anche quando si spinge a fondo, grazie alla notevole tenuta di strada (peccato solo che l’ESP sia optional e si paghi a parte) e alla precisione dello sterzo. Per quanto tutt’altro che strapotente, anche in quinta il motore fornisce una risposta piacevolmente pronta.

In autostrada
Nei lunghi spostamenti autostradali si apprezzano soprattutto il comfort offerto dall’abitacolo, lo spazio a disposizione per quattro persone, nonché la precisione e la stabilità. Utile il regolatore di velocità (poche auto di questa categoria lo hanno di serie) che aiuta anche a controllare i consumi, che, però, risultano elevati a causa dei rapporti “corti”. In media nei nostri test abbiamo percorso 11,2 km/litro, una resa chilometrica piuttosto bassa per un’auto pensata per la famiglia.

 

QUANTO È SICURA

4
Average: 4 (1 vote)
Bene nei crash test, ma la dotazione…

I crash test dell’Euro NCAP hanno documentato un elevato livello di protezione sia per chi viaggia sulla vettura, sia per i pedoni in caso di investimento. Peccato che la dotazione di serie per la sicurezza sia appena discreta: si debbono, infatti, pagare a parte l’ESP insieme agli airbag per la testa (ma sono comunque soldi ben spesi).

La Seat Ibiza ha superato brillantemente i selettivi crash test dell’Euro NCAP, ottenendo cinque stelle in fatto di protezione di guidatore e passeggeri, ben quattro per i bambini fissati agli appositi seggiolini con attacchi Isofix e tre per la tutela dei pedoni in caso di investimento. Anche per questo spiace sottolineare che rientrino fra gli optional sia l’ESP sia gli airbag a protezione della testa di chi siede davanti e dietro: due “voci” che per alcune rivali rientrano nella dotazione di serie.

NE VALE LA PENA?

3
Average: 3 (1 vote)
Meglio non andare spesso in autostrada

Guidarla è divertente ma quando le si chiede un po' di potenza i consumi si impennano. Con il regolatore di velocità, fornito di serie, si riesce a migliorare un po' il consumo. La città rimane il suo "terreno d'elezione".

Col motore 1.2 a 3 cilindri da 69 CV questa due volumi è consigliabile per chi la utilizza prevalentemente in città e nei viaggi fuori porta di corto e medio raggio, avventurandosi solo saltuariamente in autostrada. Da “casello a casello” infatti diventa sin troppo… amica dei benzinai a causa delle marce “corte” che penalizzano i consumi e riducono l’autonomia. Fortunatamente il regolatore di velocità è fornito di serie.
 

PERCHÉ SÌ

 
 

Cambio 
Morbido e facile da manovrare, è uno dei componenti migliori della Seat Ibiza, ed è quasi un peccato che l’elasticità del motore eviti di chiamarlo in causa frequentemente…

Freni
Gli spazi di arresto sono ridotti e non si originano mai oscillazioni neppure quando si deve “inchiodare” per un ostacolo improvviso. Inoltre, resistono bene anche agli strapazzi nelle lunghe discese.

Guidabilità
Rassicurante il fatto che l’auto segua sempre con precisione le traiettorie impostate. Nessun problema nemmeno alle velocità più elevate, ove ha reazioni sempre prevedibili.

Posto guida 
Le ampie possibilità di regolazione del sedile e del volante consentono di trovare rapidamente l’impostazione più adatta alla guida anche per piloti di stazza e statura elevata.

PERCHÉ NO

 
 

Comandi
Non si capisce perché alcuni comandi siano stati “nascosti” davanti alla leva del cambio: è il caso di quello, importante per la sicurezza, che aziona le quattro luci di emergenza.

Consumo 
Se non si va forte “beve” poco, ma se si spinge spesso sul pedale dell’acceleratore e se in autostrada si viaggia ai “canonici” 130 km/h si diventa troppo “amici dei benzinai”.

ESP
La tenuta di strada è notevole, ma il fatto che il controllo della stabilità si debba pagare a parte è una grave lacuna per un’auto pensata per la famiglia. In certe situazioni può evitare un incidente.

Strumenti 
Il cruscotto ha una gradevole impostazione sportiva, ma a volte si fatica a leggere i due quadranti  principali e i dati del computer di bordo: i numeri sono un po’ troppo piccoli e, oltretutto, manca il termometro dell’acqua.

SCHEDA TECNICA

Cilindrata cm31198
No cilindri e disposizione3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri51 (69)/5400
Coppia max Nm/giri112/3000
Emissione di CO2 grammi/km139
Distribuzione4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio5 + retromarcia
Trazioneanteriore
Freni anterioridischi autoventilanti
Freni posterioritamburi
  
Quanto è grande 
Lunghezza/larghezza/altezza cm405/169/145
Passo cm247
Peso in ordine di marcia kg999
Capacità bagagliaio litri292/938
Pneumatici (di serie)185/55 R 15

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA RilevataDichiarata
in 6a a 4300 giri 164,2 km/h163 km/h
    
ACCELERAZIONESecondiVelocità di uscitaDichiarata
0-100 km/h13,7 15 secondi
0-400 metri18,9114,8 km/hnon dichiarata
0-1000 metri35,5142,5 km/h36,5 secondi
    
RIPRESASecondiVelocità di uscitaDichiarata
1 km da 40 km/h in 4a

37,5

138,8 km/hnon dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a36,0132,1 km/hnon dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a18,7 non dichiarata
    
CONSUMO RilevatoDichiarato
In città 12 km/litro13,2 km/litro
Fuori città 17,9 km/litro20,4 km/litro
In autostrada 11,2 km/litronon dichiarato
Massimo 7,2 km/litronon dichiarato
Medio 13,7 km/litro16,9 km/litro
    
FRENATA RilevataDichiarata
da 100 km/h 37,3 metrinon dichiarata
da 130 km/h 63,1 metrinon dichiarata
    
ALTRI VALORI RilevatiDichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica 137 km/h 
Diametro di sterzata tra due marciapiede 10,1 metrinon dichiarata
Aggiungi un commento
Ritratto di 89peppe
22 settembre 2009 - 22:57
Io sono proprietario di una Seat Ibiza Style 1.4 86 cv Dual e volevo precisare una cosa circa l'Esp, che ovviamente essendo un accessorio secondo me indispensabile l'ho montato sulla mia Ibiza. E' vero che l'Esp non è di serie anzi non era di serie perchè ora è di serie anche se i prezzi sono leggermente aumentati, comunque volevo precisare che per il prezzo di 400€ circa la Seat non solo offre l'Esp ma insieme a questo utilissimo "accessorio" offre il sensore sgonfiaggio pneumatici, i quattro freni a disco ( elemento da non sottovalutare ) e l'anti arretramento in salita; tutto è compreso con l'Esp quindi credo che con tutti questi Gagets, per cosi dire, il suo costo sia veramente esiguo. Quindi non concordo quando nel'articolo ho letto: "Consigliabile ordinarla con l’ESP: un optional non proprio a buon mercato ma indubbiamente importante per la sicurezza ", ovviamente ripeto non concordo quando si parla del prezzo ma sulla sua utilità per la sicurezza non si discute.
Ritratto di nikoeimma
15 ottobre 2009 - 22:47
x me e una gran bella macchina l unica pecca e il di dietro che se si aggiunge l alettone della casa diventa sicuramente piu piacevole
Ritratto di salvospak
15 ottobre 2009 - 22:57
Bella linea (disegnata dallo stesso designer delle lamborghini murcielago), ma ke interni: penosi!
Ritratto di Puglio
18 ottobre 2009 - 21:34
6
La linea è fantastica!!! Originale e aggressiva. Gli inetrni sono piacevoli nonostante ci sia quanche caduta di tono. Finora è la mia auto preferita e difficilmente ci sarà qualcun'altra che mi farà cambiare idea. Un'auto per i giovani e non solo. BELLA, BELLA DAVVERO!!!
Ritratto di simonetto
24 ottobre 2009 - 17:41
la linea è discreta, questo motore provato noooo. ma gli interni sono una pecca fondamentale, troppo x essere tollerata
Ritratto di Paul_FR
27 maggio 2010 - 12:06
Preferisco la SC, la 3 porte come linea esterna. Io ho la FR e quindi inutile dire che il motore è una goduria però gli interni, mamma mia....nei modelli meno sportivi non si fanno guardare! E fossero almeno di qualità, invece no, plastiche scadenti a vista e pure scricchiolanti....alla faccia della "qualità tedesca"!
Ritratto di ciro26
17 settembre 2010 - 23:57
il motore non si discute....però gli interni quelli si..maggiore fantasia avrebbero fatto diventare quest auto la piu venduta della sua categoria...cmq....spero la migliorino in tal senso.... anche se io vorrei acquistare la seat altea 1.6 diesel...che grande auto!!!
Ritratto di marco_89
18 ottobre 2010 - 11:07
1
in famiglia abbiamo una Seat Ibiza del 2005 allestimento Stylance, e devo dire che gli interni sono molto più belli di questi nuovi... è un peccato perchè come linea (solo la SC) è davvero azzeccata, ma con quel cruscotto proprio non si può guardare.. spero, anche se è difficile, che in Seat si accorgano di questo flop e facciano qualcosa per migliorare gli interni nei prossimi Model Year. Penso che le vendite, almeno in italia, stiano dimostrando che questo parere è comune a molti
Ritratto di Dragon 88
21 gennaio 2011 - 23:33
In famiglia abbiamo la nuova Ibiza 1.4 a benzina, acquistata nel 2008, un ottima auto da tutti punti di vista, solo il motore è sottotono. Il 1.4 ha il fiato corto e non da soddisfazioni, figuriamoci con il 1.2. Putroppo ora nel mercato delle auto i motori più interessanti vengono lanciati sempre in un secondo momento, infatti così è stato anche per l'Ibiza in cui il motore ideale 1.6 TDI è arrivato dopo quasi due anni dopo...
Ritratto di rossopeperone
6 luglio 2011 - 17:37
bella linea, motore volkswagen, grande baule ma abitacolo piccolo e soprattutto quanto mai non ho preso la diesel! A pieno carico non si muove più!
Ritratto di Sergino81
18 luglio 2011 - 20:22
Ciao a tutti,io ho un ibiza CUPRA,sono d accordo con voi e con l articolo per quanto riguarda le plastiche scricchiolanti,sopratutto sulle maniglie interne delle portiere e nel tunnel centrale...però del fatto che nel baule ci sia uno scalino,io non ce l ho. La macchina è stupenda,a livello di motore non si può dire nulla,io personalmente piuttosto che un 1.2 da tre cilindri in listino avrei lasciato un 1.2 da 4 cilindri aspirato e il 1.2TSI. I tre cilindri hanno sempre il fiato corto...
Ritratto di niko tsi
15 novembre 2012 - 16:41
ciao io la una ibiza 1'2 tsi acquistata nel 2011 e devo dire che e una vera bomba come qualità , guidabilità e motore!! quanto mi piacerebbe provare un giorno una cupra come la tua!! che colore l'hai presa?
Ritratto di CALABRIA73
23 maggio 2013 - 17:20
2
Ciao a tutti!!! Io ho preso la 1.2 Stylance 70 cv dual. Una gran bella vettura! Motore elastico e se non si sale troppo di giri ha buoni consumi. Ottima tenuta! Freni parecchio buoni a disco su tutte le ruote. Clima potente. Esp tarato bene. Autoradio ben fatta.
Ritratto di Mateoalvolante78
9 agosto 2013 - 22:11
per essere una "utilitaria" una 4 metri la Ibiza è un'auto interessante senza dubbio. la 5 porte è molto spaziosa, adatta anche ad un utilizzo familiare. I motori migliori sono senza dubbio quelli da 105cv. O il 1.2 Tsi o il 1.6 TDI. La Ibiza Sc Cupra da 180cv è una piccola bomba però sinceramente anche una FR 5 porte 1.4 122cv (che Seat e VW hanno già in casa) sarebbe MOLTO interessante...
Annunci

Seat Ibiza usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Seat Ibiza usate 20179.95013.7608 annunci
Seat Ibiza usate 20186.80013.13020 annunci
Seat Ibiza usate 201912.40015.43048 annunci
Seat Ibiza usate 202012.45014.93022 annunci
Seat Ibiza usate 202113.50016.92044 annunci
Seat Ibiza usate 202217.90019.3008 annunci

Seat Ibiza km 0

Prezzo minimoPrezzo medio
Seat Ibiza km 0 201813.90016.1002 annunci
Seat Ibiza km 0 201913.55013.5501 annuncio
Seat Ibiza km 0 202017.49017.4901 annuncio
Seat Ibiza km 0 202116.75017.08012 annunci
Seat Ibiza km 0 202215.00018.56021 annunci