PROVATE PER VOI

Suzuki S-Cross: beve i km, non il gasolio

Prova pubblicata su alVolante di
novembre 2013
  • Prezzo (al momento del test)

    € 30.100
  • Consumo medio rilevato

    17,5 km/l
  • Emissioni di CO2

    114 grammi/km
  • Euro

    5
Suzuki S-Cross
Suzuki S-Cross 1.6 DDiS Star View Start&Stop 4WD
L'AUTO IN SINTESI

Con i suoi 430 cm di lunghezza la Suzuki S-Cross non è impegnativa da guidare nemmeno in città, ma lo spazioso abitacolo (che, tuttavia, evidenzia qualche risparmio nella qualità delle plastiche) e il capiente bagagliaio la rendono adatta alla famiglia. Il 1.6 a gasolio, anche se un po’ rumoroso, assicura prestazioni vivaci e consumi da record, ancor più se si considera che la versione in prova è quella con trazione 4x4. Sebbene non basso in assoluto, il prezzo è motivato dalla ricca dotazione di serie e dai tre anni di garanzia.

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Versatile, e ricca non solo di spazio
Davvero accogliente in rapporto alle dimensioni della carrozzeria, la Suzuki S-Cross è una crossover piacevole da guidare su strada e versatile dove l’asfalto finisce: la trazione integrale All Grip può essere regolata in base al tipo di fondo. Valido il 1.6 turbodiesel, che è brioso e consuma poco; l’insonorizzazione, però, è migliorabile. La Star View è la versione più costosa e ricca: ha di serie addirittura i sedili in pelle e il tetto apribile in vetro.
 
 
Filante e moderna senza essere rivoluzionaria, la Suzuki S-Cross è una crossover dalla linea piacevole, con una nota di grinta aggiunta dalle protezioni (in stile suv) della parte inferiore della carrozzeria e dei paraurti. In rapporto alle dimensioni, adatte anche alla città (la carrozzeria è lunga 430 cm), questa giapponese offre un’ottima abitabilità e ha un bagagliaio adatto alle esigenze della famiglia; la qualità delle finiture, tuttavia, non è eccelsa.
 
La versione in prova è mossa da un 1.6 turbodiesel da 120 CV di origine Fiat, provvisto di Start&Stop e abbinato alla trazione 4x4 All Grip: il primo aiuta a contenere i consumi in città, la seconda permette di regolare la trasmissione in funzione del fondo, migliorando il comportamento della vettura sia su asfalto, sia su fango o neve. In ogni caso, la vettura è disponibile anche senza Start&Stop e con la sola trazione anteriore.
 
Su strada alla Suzuki S-Cross il brio non manca, soprattutto se si fa lavorare il motore ai regimi medio alti. E a rendere gradevole la guida ci sono anche buone caratteristiche di maneggevolezza; ok anche la tenuta di strada e la stabilità (che nelle manovre brusche viene garantita dalla prontezza dell’Esp). Di positivo ci sono anche i bassi consumi (abbiamo rilevato ben 17,5 km/l di media), mentre il comfort è penalizzato dall’insonorizzazione poco curata.
 
L’allestimento Star View è quello al top e non costa poco, tuttavia è effettivamente ricco e, di fatto, “lascia fuori” soltanto la vernice metallizzata. Volendo risparmiare un po’ c’è la Top, che fa rinunciare ai rivestimenti in pelle dei sedili e al tetto apribile in vetro, ma non al “clima” bizona, ai fari bixeno e ai sensori di parcheggio anteriori e posteriori. Da rimarcare anche la presenza dell’airbag per le ginocchia del guidatore, e la garanzia di tre anni (contro i due di legge).
VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Non perfetta, ma spaziosa
Grazie al tetto in vetro gli interni sono luminosi, nonostante il nero la faccia da padrone sia per quanto riguarda plancia e consolle, sia per i sedili in pelle. Apprezzabile la praticità, anche perché i portaoggetti non mancano; tuttavia, la posizione di alcuni comandi è da rivedere. Inoltre, le plastiche non hanno un aspetto “ricco”. Quanto allo spazio, ce n’è parecchio e si viaggia comodi anche in cinque, sebbene nella zona posteriore l’aria sopra la testa non abbondi. Funzionale il bagagliaio, la cui capacità è più che adeguata alle esigenze di una famiglia. 
 
 
Plancia e comandi
Nel ponte di comando della Suzuki S-Cross prevale il nero, con profili color alluminio che, assieme ai sedili rivestiti in pelle parzialmente traforata, danno un tocco di lusso all’ambiente; tuttavia, la qualità delle plastiche non convince del tutto. Seppure esteticamente male integrato nel complesso, il touch screen di 6,1” al centro della consolle è di uso intuitivo: controlla radio, Bluetooth e navigatore (tutto di serie). Funzionali anche la manopola nel tunnel che serve a selezionare la risposta del sistema di trazione 4x4 e i tasti (collocati in prossimità della leva del cambio) per riscaldare i sedili, mentre resta nascosta la pulsantiera a sinistra nella plancia (dove si trova, fra gli altri, il bottone con spia che attiva i fendinebbia). Il cruscotto è gradevole, ben leggibile e completo, ma il tasto del computer di bordo è scomodo da raggiungere.
 
Abitabilità
L’ambiente è arioso e, complice la presenza del tetto in vetro (che si apre in dieci secondi), anche la luce abbonda. Le poltrone anteriori sono avvolgenti e comode, ma al volante sensibilmente inclinato in avanti (e, comunque lo si regoli, anche in rapporto all’altezza del sedile, sempre piuttosto basso) si deve fare l’abitudine. Ben studiato il bracciolo centrale, che scorre e ospita al suo interno un vano con presa Usb; sempre a proposito di portaoggetti, quello nella plancia è ampio (ma privo di refrigerazione) e due portabibita sono ricavati nel bracciolo del divano. Quest’ultimo è abbastanza largo per tre persone, anche se lo spazio sopra la testa non è molto: chi è alto più di 185 cm sfiora il soffitto con la testa.
 
Bagagliaio
In tema di bagagliaio la Suzuki S-Cross è fra le migliori della sua classe, anche in considerazione degli ingombri della carrozzeria. I 440 litri disponibili con i cinque posti in uso sono facilmente sfruttabili grazie ad accorgimenti come lo schienale del divano regolabile nell’inclinazione e il piano di carico posizionabile su due livelli: rialzandolo di 10 cm si ottiene un doppiofondo e si evita, nel contempo, che a divano reclinato si formino gradini nel piano di carico (che, in tal caso, raggiunge i 182 cm di profondità, per 1269 di capacità del vano). Agevole anche l’accesso, dato che l’imboccatura è ampia, la soglia dista dal suolo soltanto 78 cm e la cappelliera può essere sollevata anche dall’abitacolo.
COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Una valida tuttofare
Non particolarmente ingombrante e alquanto agile, è una crossover che si presta anche alla città, tanto più che al momento di parcheggiare si può far conto su sensori e telecamera. Sebbene rigide sulle buche profonde, le sospensioni – fra le curve – non riescono a neutralizzare il rollio, ma la maneggevolezza non ne risente troppo e anche la tenuta di strada è buona; impostando la trazione All Grip su sport, inoltre, migliora la precisione in traiettoria. Valido il 1.6 turbodiesel, che è vivace e consuma pochissimo in tutte le condizioni, ma in autostrada dovrebbe essere insonorizzato meglio. Da buona 4x4, la S-Cross è adatta anche ai fondi a bassa aderenza, ma la luce a terra non è abbondante, fatto che limita la mobilità sui fondi piuttosto accidentati.
 
 
In città
Salvo che sulle buche più profonde, le sospensioni rispondono bene e il motore – appena oltrepassati i 1500 giri – reagisce con prontezza all’acceleratore: piuttosto comoda e tutt’altro che impacciata, la Suzuki S-Cross nel traffico si lascia guidare con facilità, grazie anche alla leggerezza dello sterzo. Ok anche le manovre di parcheggio: gli ingombri non sono esagerati, e si può contare su sensori di distanza e telecamera posteriore. Lo Start&Stop dà una mano a contenere i consumi (abbiamo rilevato ben 15,2 km/l) ma il suo funzionamento non è del tutto scevro da vibrazioni.
 
Fuori città
Lo sterzo – che è pronto e preciso – e il cambio assecondano la guida brillante, e il turbodiesel non si tira indietro: è davvero brillante, e nonostante questo anche piuttosto parco (facile superare i 20 km/l). A ricordare che la S-Cross non è una suv sportiva c’è un apprezzabile rollio che, comunque, non pregiudica né la maneggevolezza né la stabilità (soltanto esagerando con le manovre brusche si “sveglia” l’Esp, dall’intervento piuttosto incisivo). Sempre sicura anche la tenuta di strada, ma selezionando la modalità Sport è evidente il miglioramento della precisione in traiettoria.
 
In autostrada
Il 1.6 a gasolio della Suzuki S-Cross assicura una notevole souplesse di marcia ed è anche vispo nel riprendere velocità dopo i rallentamenti (a patto che lo si mantenga al di sopra dei 1500 giri); inoltre, si conferma morigerato nella richiesta di carburante, tanto da far registrare medie abbondantemente superiori ai 15 km/l. Nei lunghi trasferimenti, però, si soffrono le conseguenze dell’insonorizzazione poco efficace, che si riflette negativamente sul comfort. Sono adeguati anche i freni, discretamente potenti sebbene perfettibili in merito alle capacità di resistere all’impiego intenso, mentre è poco preciso il tachimetro: a 130 orari, indica i 140.
 
In fuori strada
Con la trasmissione All Grip regolata su Snow si sfruttano appieno le caratteristiche delle gomme M+S, ottenendo un’ottima trazione su neve e fango. In condizioni limite torna comoda la posizione Lock, che agisce sulla frizione centrale e blocca la ripartizione della coppia fra i due assi, ma questo non basta a fare della Suzuki S-Cross una vera fuoristrada: assenza delle ridotte a parte, sui terreni parecchio accidentati si pagano gli sbalzi pronunciati del muso e della coda (preziosa la corta piastra collocata sotto il paraurti anteriore, a riparo del radiatore e dell’intercooler), la non abbondante luce a terra e la scarsa resistenza agli strapazzi della frizione. 
QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
Inclusi anche i “bixeno”
Promossa con cinque stelle dall’Euro NCAP, la Suzuki S-Cross vanta una dotazione di serie davvero completa, che comprende anche l’airbag per le ginocchia di chi guida e i fari bixeno. Inoltre, la trazione integrale All Grip non serve soltanto a migliorare la motricità sui fondi difficili, ma anche – se si sceglie la modalità Sport – il comportamento in curva, riducendo il sottosterzo. 
 
 
Gli airbag sono sette: assieme alle coppie frontali e laterali, e agli elementi a tendina estesi a riparare la testa dei passeggeri posteriori, è di serie pure il “cuscino” dedicato alle ginocchia del guidatore; è prevista la possibilità di escludere quello anteriore destro qualora si utilizzi la poltrona per alloggiare un seggiolino per bambini. Non manca ovviamente l’Esp, e sono inclusi nel prezzo anche i fari bixeno e i fendinebbia. Alla sicurezza dinamica della Suzuki S-Cross contribuisce la trazione integrale All Grip: gestita elettronicamente, in modalità standard privilegia le ruote davanti, trasferendo la coppia al retrotreno solo se necessario (con questa logica vengono ridotte le resistenze meccaniche e di conseguenza i consumi). Ma selezionando il programma sportivo le ruote posteriori assumono un ruolo più “attivo” volto a ridurre il sottosterzo; previste pure la modalità Snow, per i fondi a bassa aderenza, e quella Lock che blocca il differenziale centrale (utilizzabile al di sotto dei 60 km/h). La scocca della Suzuki S-Cross, costruita per il 50% in acciai speciali, pesa una sessantina di chilogrammi in meno di quella della più “anziana” e compatta SX4, ma è più resistente. È anche per questo che, nei crash test Euro NCAP, la nuova crossover Suzuki ha fatto meglio della progenitrice: cinque stelle (ossia il massimo) invece di quattro per quanto riguarda la valutazione complessiva, e percentuali del 92% in merito alla protezione degli occupanti, 80% per i bambini trasportati su seggiolini specifici e ben 72% per i pedoni. Degni di nota anche gli 81 punti percentuali assegnati ai sistemi elettronici di assistenza.
NE VALE LA PENA?
4
Average: 4 (1 vote)
Non spendi poco, ma ottieni molto
La S-Cross turbodiesel con Start&Stop, trazione integrale e allestimento Star View è la più cara della gamma ma – nonostante le plastiche dell’abitacolo siano un po’ sottotono rispetto al resto – vale i soldi che costa: è una crossover davvero spaziosa in rapporto alle dimensioni esterne, con un bagagliaio pratico e una dotazione di serie che comprende più dell’indispensabile. Su strada va come una berlina di dimensioni e potenza simili, e in più si difende bene anche su neve e fango. Promosso pure il motore, un po’ rumoroso ma vivace e parco nei consumi come pochi altri.
 
 
La Suzuki S-Cross è un’invitante alternativa alle classiche berline da famiglia: agli ingombri “compatibili” anche con l’impiego cittadino associa un abitacolo accogliente e un baule di tutto rispetto, ma vanta un grado di versatilità indubbiamente superiore. In particolare in questa versione provvista di trazione integrale, che pur non avendo il “fisico” (inteso come distanza da terra) di alcune suv più votate all’off road, sui percorsi innevati o fangosi se la cava egregiamente. Questo senza nulla togliere alle qualità stradali, che sono notevoli sia per quanto riguarda la guidabilità in senso stretto, sia in merito al motore, che oltre a essere brillante vanta consumi eccezionalmente bassi (addirittura da record se si considera che sono riferiti a una 4x4); peccato solo per l’insonorizzazione, che alle andature superiori limita un po’ il comfort. Considerato quel che costa, la Suzuki S-Cross avrebbe meritato finiture più curate, ma i contenuti tecnici ci sono e la dotazione di serie – specialmente nel caso del ricco allestimento Star View – è molto più che completa. Per risparmiare all’acquisto, comunque, si può ripiegare sulle versioni meno riccamente equipaggiate (che non significa povere), sulle varianti con la sola trazione anteriore o, se non si prevedono percorrenze annue elevate, scegliere la 1.6 a benzina (la potenza è la stessa): in tutti i casi, si può contare sulla garanzia di tre anni, uno in più del minimo di legge.
PERCHÉ SÌ
Agilità
L’assetto e la taratura delle sospensioni sono studiati come si deve, e lo sterzo ha una risposta omogenea (oltre a non richiedere troppo sforzo sul comando): fra le curve non sembra di essere alla guida di una vettura con carrozzeria alta, e anche in città ci si muove con poco impegno.
 
Consumi
D’accordo che la S-Cross è piuttosto leggera (1305 kg non sono molti, per una crossover di queste dimensioni), ma in fatto di consumi siamo a livelli record: “beve” meno di molte utilitarie a gasolio, e questo nonostante abbia pure la trazione 4x4…
 
Dotazione
Oltre al navigatore con telecamera posteriore sono inclusi nel prezzo i sedili in pelle e il tetto apribile in vetro, e anche l’equipaggiamento di sicurezza (Esp, sette airbag, fendinebbia e fari bixeno) è completo.
 
Praticità
L’abitacolo è ampio e anche nel baule lo spazio non manca; inoltre, sono previste soluzioni pratiche come lo schienale del divano regolabile nell’inclinazione e il piano di carico posizionabile su due livelli.
 
Sprint
Una volta superati i 1500 giri, il 1.6 a gasolio sfodera una progressione robusta che permette accelerazioni davvero vivaci (abbiamo rilevato 10,4 secondi nello “0-100” a fronte dei 13 secondi dichiarati) e riprese vigorose anche in quinta e in sesta marcia.
PERCHÉ NO
Comandi
Il tasto che permette di scorrere le varie schermate del computer di bordo è in posizione infelice, e quelli (con relative spie) per accendere i fendinebbia e per escludere i sensori di distanza rimangono coperti dal volante.
 
Frizione
Non sembra incline a sopportare i ripetuti strapazzi, in particolare quelli a cui la si sottopone quando ci si muove a passo d’uomo nella guida in fuori strada (il comando perde precisione in fase di innesto e disinnesto).
 
Fruscii
L’insonorizzazione del 1.6 turbodiesel è lontana dall’essere impeccabile, e ad andatura autostradale si viene disturbati anche dai fruscii aerodinamici (che sembrano essere imputabili anche al tetto apribile).
 
Plastiche
Quelle utilizzate per la plancia e per i vari pannelli interni (da quelli nelle porte sino ai rivestimenti del bagagliaio) hanno un aspetto povero in rapporto al prezzo e alla categoria dell’auto, e sono rigide al tatto.
 
Ruote
L’appunto non va alla loro funzionalità, ma riguarda l’estetica: data la misura dei cerchi in lega (17 pollici) e le gomme con spalla relativamente ribassata (205/50) appaiono piccole rispetto alla mole della vettura.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1558
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 88 (120)/3750
Coppia max Nm/giri 320/1750
Emissione di CO2 grammi/km 114
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 430/177/158
Passo cm 260
Peso in ordine di marcia kg 1305
Capacità bagagliaio litri 440/1269
Pneumatici (di serie) 205/50 R17

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 3500 giri   194,8 km/h 175 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 10,4   13,0 secondi
0-400 metri 17,3 128,5 km/h non dichiarata
0-1000 metri 31,8 162,4 km/h  
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 37,6 157,1 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 33,6 154,1 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 13,1    
da 80 a 120 km/h in 6a 11,2   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   15,2 km/litro 19,2 km/litro
Fuori città   20,2 km/litro 25,6 km/litro
In autostrada   15,6 km/litro non dichiarato
Medio   17,5 km/litro 22,7 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,2 metri non dichiarata
da 130 km/h   67,1 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   140 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,0 metri 10,4

 

 

Suzuki S-Cross
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
70
82
58
45
54
VOTO MEDIO
3,2
3.2233
309
Aggiungi un commento
Ritratto di 200mph
16 marzo 2014 - 17:49
abbastanza buona. Ideale per il fuoristrada e per i viaggi.
Ritratto di Moreno1999
16 marzo 2014 - 17:50
4
Mi piace. Molto buono il motore. Prezzo alto ma questa è la versione veramente full optional, quello di partenza è basso e la dotazione è già ottima!
Ritratto di 200mph
16 marzo 2014 - 17:53
Già, buona macchina! Io comunque preferirei un Opel Mokka
Ritratto di Moreno1999
16 marzo 2014 - 17:59
4
Comunque questa non è affatto da sconsiderare, anzi. Però per 30 mila € trovo una Mazda CX5 ben più grande e potente (e bella) quasi full optional...oppure una bella Kuga. Questa è un affare se presa a meno di 25000 € altrimenti diventa una perdita.
Ritratto di 200mph
16 marzo 2014 - 18:03
Beh, con 30000 euro ci si porta a casa una Land Rover Freelander II o una Bmw x1
Ritratto di supermax63
17 marzo 2014 - 19:24
Freelander o X1 sono forse a malapena acquistabili nelle versioni base al prezzo della qaule si acquista una gran macchina full optional e parlo con cognizione di causa.Ho personalmente provato la SX4 Cross e ne sono rimasto positivamente impressionato.Macchina esteticamente molto bella a mio parere,comoda, spaziosa,solida,rifinuture valide,ottimi interni,equipaggiamenti e motori.Questa vettura diventa un vero e proprio affare se ci orienta per la versione benzina o diesel nell'allestimento Style ovvero quello dopo la base.Prezzo e qualità innegabili soprattutto se a chi come me piacciono le giapponesi che in generale sono ottime macchine,concrete ed affidabili
Ritratto di giuliaemma
30 gennaio 2016 - 18:06
hahahahahah
Ritratto di PariTheBest93
16 marzo 2014 - 18:33
3
Una validissima crossover, forse fra le più interessanti sul mercato, la 2WD dovrebbe consumare (e costare) un po' meno...
Ritratto di 200mph
16 marzo 2014 - 18:38
Quoto al 100%
Ritratto di Mattia Bertero
16 marzo 2014 - 18:45
3
Interessante crossover per quel che offre. Una linea classica ma filante e bella da vedere. Quel navigatore nella plancia si vede lontano un chilometro che è mal integrato con il resto. Prezzo un po' alto.
Pagine
Annunci

suzuki s-cross usate

Prezzo minimoPrezzo medio
suzuki s-cross usate 201313.50014.1804 annunci
suzuki s-cross usate 20148.90012.35014 annunci
suzuki s-cross usate 201513.90014.4002 annunci
suzuki s-cross usate 201611.90013.6806 annunci
suzuki s-cross usate 201721.50021.5001 annuncio
suzuki s-cross usate 201814.70019.7309 annunci

suzuki s-cross km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
suzuki s-cross km 0 201620.50021.5002 annunci
suzuki s-cross km 0 201819.50020.0303 annunci