Pubblicato il 22 marzo 2020
Darracq Versailles

Darracq Versailles

di Giuliopedrali
La Darracq che non esiste più da 100 anni, esattamente dal 1920, fece poi parte del gruppo anglo-francese Sunbeam Talbot Darracq S.T.D poi Rootes e quindi Chrysler Europa, oggi starebbe in pieno all'interno di FCA-PSA, era un marchio di un certo prestigio ma anche molto generalista, cioè spaziava come accadeva spesso all'epoca da auto semi utilitarie ad auto imponenti. Questa Versailles (nome preso dalla SIMCA altro marchio di Chrysler Europe) è un auto appunto imponente ma sportiveggiante, crossover con l'eleganza delle berline francesi di un tempo, piuttosto bassa è alta solo 154 cm, ha un passo di 284 cm ed è lunga 472 cm. ha impostazione generale da SUV coupè e particolari da berlina, una vera crossover.
Aggiungi un commento

I VIDEO

  • Le linee nette e personali sono quelle di sempre ma nei contenuti la suv di medie dimensioni Mazda CX-5 si è aggiornata. Abbiamo guidato la più potente delle versioni diesel con il 2.2 da 184 CV abbinato al cambio automatico e alla trazione integrale. L'allestimento è il più ricco Signature che, a un prezzo ragionevole, include una dotazione completa. Tutti dettagli nel nostro video test.

  • Miataland è un luogo unico dove un collezionista italiano ha radunato decine di esemplari di Mazda MX-5 molto speciali. Lo abbiamo visitato a bordo della spiderina giapponese.

  • Innovativa media elettrica a 5 porte, la Volkswagen ID.3 vanta un ottimo comfort e una guida facile, assistita da tanti dispositivi elettronici. Però meriterebbe qualche dettaglio interno più raffinato. Qui per saperne di più.