NEWS

Formula 1 2014 Monaco: pole Rosberg. Griglia di partenza e orari tv diretta gara

24 maggio 2014

Formula 1 2014, risultato qualifiche gp Monaco. Alonso su Ferrari è quinto in griglia di partenza. Orari diretta tv su Sky e differita Rai.

Formula 1 2014 Monaco: pole Rosberg. Griglia di partenza e orari tv diretta gara
I SOLITI NOTI - Sole splendido sul Principato, e dunque nessuno spazio per grandi imprese propiziate dalla pioggia o qualcosa del genere. Unica alternativa allo strapotere Mercedes potevano essere i miracoli, ma Santa Devota - la santa con chiesa praticamente ormeggiata nel porto di Monte-Carlo - aveva altro da fare. Alla fine le due prime posizioni sono state appannaggio appunto di Nico Rosberg (foto sopra) e Lewis Hamilton, i due alfieri della Mercedes, questa volta con Rosberg “pole-man”.
 
GP ANCHE DI PAROLE - Del resto Rosberg a Monaco è di casa, nel senso letterale perché ci vive da sempre, e non nei giorni scorsi non aveva fatto mistero delle sue intenzioni di vittoria; Hamilton (foto qui sotto) dal canto suo non c’è dubbio che non abbia alcuna voglia di interrompere la serie positiva che sta vivendo: 4 vittorie consecutive su 5 gran premi disputati. Quanto a dichiarazioni Hamilton l’ha presa larga ma certo non è stato lieve: “io sono più veloce di Rosberg perché sono più affamato; sono nato povero; mentre Nico è nato tra gli yacht…”. E meno male che ha anche detto che l’unico accordo esistente nel team è sul rispetto reciproco!
 
 
DETERMINAZIONE ROSBERG - I giri di qualificazione sono iniziati con Rosberg capace di rimanere a lungo in testa alla classifica dei tempi, poi, verso la fine della seconda parte delle prove, Q2, Hamilton ha dato la zampata ed è andato ad affrontare il determinante Q3 con il miglior tempo. A quel punto ci sono state due sedute di qualifica: quella degli “altri” e quella delle due Mercedes. I due piloti hanno mantenuto incerta la situazione per tutti i venti minuti, con Rosberg che ha stampato il tempone 1’15”989 quasi alla fine, quando mancava più pochissimo tempo alla fine. Hamilton era lì a non più di 59 millesimi di secondo. 
 
BANDIERE GIALLE - All’ultimo assalto i piloti si sono lanciati in una sorta di fila indiana con Rosberg battistrada e proprio lì alla curva di Santa Devota ha fatto un “lungo”, innocuo per tutti ma sufficiente a imporre le bandiere gialle, quindi a rallentare tutti. Ergo: niente più possibilità di prestazioni super e pole position definitivamente nelle mani di Nico Rosberg. Subito sono iniziati i se e i ma circa la casualità o la volontarietà del “lungo”, con i commissari sportivi che hanno messo Rosberg “under investigation”. Fatto sta che le cose sono andate così, rivelando cosa aveva da fare Santa Devota, a cui c’è da crede che Nico Rosberg accenderà un cero…
 
 
FERRARI IN TERZA FILA - Poi le qualifiche dell’”altro” gran premio, quello degli altri team alle spalle delle due Mercedes. In terza posizione è finita la Red Bull-Renault di Daniel Ricciardo (foto qui sopra), che ha preceduto il compagno di squadra Vettel, campione del mondo in carica. Già significativi i relativi distacchi: 3,95 decimi per Ricciardo e 5,58 per Vettel. Dietro le due Red Bull-Renault in aria di ripresa, si sono piazzati Fernando Alonso (qui sotto) e Kimi Raikkonen con le loro Ferrari F14T; quasi 7 decimi il distacco di Alonso e 1 secondo e 4 decimi quello di Raikkonen. Appunto un’altra categoria. 
 
MASSA SBATTUTO FUORI - Altri episodi particolare non ce ne sono stati. Giusto un contatto sfortunato di Felipe Massa e la sua Williams con Marcus Ericsson su Caterham. Per entrambi i danni sono stati tali da impedire la prosecuzione delle prove, con conseguente pessima posizione in griglia (Massa 16° e Ericsson ultimo).
 
 
DIRETTA SKY ALLE 14,00 - Il via del Gran Premio di Monaco è previsto domani alle 14:00. Le previsioni meteo danno per possibile la pioggia. La gara sarà trasmessa in diretta su Sky Sport F1, e in differita su Rai 2 alle ore 21:00.
 
I TEMPI DI QUALIFICA
 
1. Nico Rosberg (Mercedes) 1’15”989
2. Lewis Hamilton (Mercedes) 1’16”048
3. Daniel Ricciardo (Red Bull Racing-Renault) 1’16”384
4. Sebastian Vettel (Red Bull Racing-Renault) 1’16”547
5. Fernando Alonso (Ferrari) 1’16”686
6. Kimi Räikkönen (Ferrari) 1’17”389
7. Jean-Eric Vergne (STR-Renault) 1’17”540
8. Kevin Magnussen (McLaren-Mercedes) 1’17”555
9. Daniil Kvyat (STR-Renault) 1’18”090
1. Sergio Perez (Force India-Mercedes) 1’18”327


Aggiungi un commento
Ritratto di riccadome99
24 maggio 2014 - 17:54
Grandissima e bellissima la Mercedes !!!! La Ferrari un po' meglio ma fa sempre pena. Spero che la Mercedes vinca anche questa volta perchè il motore c'è e spinge moltissimo e i piloti sono veramente bravissimi quindi FORZA MERCEDES♡
Ritratto di Chromeo
24 maggio 2014 - 22:03
L'ho sempre detto
Ritratto di vinsex
25 maggio 2014 - 22:43
Hanno lavorato meglio in casa Mercedes non c'è nulla da dire... però Ferrari ce la sta mettendo tutta per tornare dove gli spetta... Conta anche il motore elettrico.... conta un pò tutto..... Ti ricordo come ha vinto i mondiali la red bull o la brawn... secondo me qualcosa sotto c'è perchè tutto questo divario è assurdo
Ritratto di onavli§46
24 maggio 2014 - 22:06
supremazia assoluta Mercedes, qualche passo avanti di RedBul, specialmente per Vettel, Ricciardo è sempre bravissimo, e d il Cavallino con la terza fila di Alonso e Raikkonen, è veramente grasso che cola, in una pista "univoca" come Montecarlo. Alonso, da indiscrezioni, sembra sempre più (possiamo dirlo..e diciamolo, la Redazione perdonerà..) scazzato di questa situazione di staticità della monoposto, e dei progressi quasi invisibili di tutto il team. Non credo che finirà la data del contratto...altre proposte sottobanco già arrivano, o perlomeno si ventilano. Vediamo domani, vicino all'azzurro mare di Montecarlo, se qualcosa di rosso, può attrarre l'attenzione e qualche soddisfazione.
Ritratto di MatteFonta92
25 maggio 2014 - 11:17
3
Premesso che quello di Montecarlo lo trovo il circuito più insensato e pericoloso del calendario di F1 (se fosse per me lo abolirei), Rosberg ieri ha dimostrato di avere quella malizia necessaria per poter contrastare il suo compagno di squadra; forse non avrà fatto una manovra correttissima, ma quando sei disposto a tutto pur di vincere ci sta. Forza Nico, oggi tifo per te! Riguardo agli altri... la Red Bull si dimostra ancora superiore alla Ferrari grazie ad un telaio migliore e di conseguenza una buona stabilità e trazione in uscita dalle curve lente, cosa fondamentale in un circuito come questo. Vedremo, ma credo che non ci saranno grandi sorprese oggi in gara.

NEWS FORMULA 1