NEWS

Formula 1 2016: “la Ferrari F16-H va ancora scoperta”

29 giugno 2016

Il presidente della Ferrari, Marchionne, indica le difficoltà riscontrate nello sviluppo della Ferrari F16-H, che i tecnici devono ancora scoprire del tutto.

Formula 1 2016: “la Ferrari F16-H va ancora scoperta”

GARA IN SALITA - Domenica 3 luglio si correrà in Austria il nono gran premio della stagione 2016 di Formula 1. La Ferrari non parte con i favori del pronostico, ma i due secondi posti consecutivi hanno regalato un po’ di ottimismo ad una squadra ancora a secco di affermazioni: le velocissime Mercedes di Lewis Hamilton e Nico Rosberg hanno vinto finora in sette occasioni su otto. La superiorità delle Frecce d’Argento e le difficoltà accusate fin qui dalla Rossa sono due fra i temi affrontati da Sergio Marchionne (nella foto) nel corso di un’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport. Marchionne è presidente e amministratore delegato della Ferrari e non ha mai risparmiato critiche molto dure al team, il cui ultimo titolo risale al 2008.

IDEE NUOVE PER L’AUTO DEL 2016 - Marchionne esordisce considerando ancora possibile la vittoria del titolo piloti 2016 (a 12 gare dal termine Vettel è lontano 45 punti da Rosberg) ed evidenzia il principale segreto dei successi ottenuti dalla Mercedes: il team ha raggiunto la stabilità tecnica e non deve più mettere in conto rivoluzioni o continui azzardi. “La Ferrari SF16-H è nata con idee nuove rispetto al 2015” le sue parole. Una volta messa in pista “ha portato a conseguenze diverse da quelle che erano attese”, tanto che gli ingegneri devono ancora capirla fino in fondo: Marchionne rivela infatti che “stiamo cercando di domare la macchina per capire di che cosa ha bisogno per essere produttiva a livello prestazionale”.

PIÙ SPAZIO AI GIOVANI - Il manager riflette poi sulla gestione del team, sottoposto ad un profondo rinnovamento in occasione del suo arrivo. Marchionne spiega che “gran parte del problema è come dare la possibilità di crescere a chi è sotto l'attuale primo livello”, esprimendo le difficoltà nel dare spazio e fiducia a talenti non ancora affermati, più giovani, che sappiano fornire idee nuove. “Intendiamo dare loro la possibilità di andare avanti per vedere di cosa sono capaci”, rivela il numero uno della Ferrari, ma per questo obiettivo serve il tempo che la Formula 1 non concede. Pertanto si è scelto di ingaggiare persone competenti ed esperte, come il nuovo direttore dell’ingegneria Jock Clear, il cui innesto serve per “completare la squadra nella maniera ideale”.

KIMI A RISCHIO - Le aree in cui oggi l’azienda si trova più in difficoltà sono il telaio e l’aerodinamica, confessa Marchionne, “cose essenziali su cui noi abbiamo sempre dichiarato di avere deficienze tecniche interne. La Ferrari deve ‘internalizzare’ queste deficienze, facendole diventare la propria forza”. Il manager smentisce poi di essere un datore di lavoro troppo severo (“Non ho mai chiesto a nessuno qualcosa che non sarei disposto a fare io”) e mette in guardia Kimi Raikkonen, autore di un campionato molto inferiore alle aspettative: per Marchionne “la sua continuità alla Ferrari dipende da come guida. Altrimenti credo che sia anche scelta sua di non continuare”.

Aggiungi un commento
Ritratto di F4ust
29 giugno 2016 - 18:55
Lasciando stare tutto il commento che condivido una domanda sorge spontanea : dove l'hai visto l'albero di natale ? O è una qualche metafora ?
Ritratto di Eleganza e Emozioni siamo noi
29 giugno 2016 - 19:16
Io penso che questa ferrari sia competitiva.Ha molti margini di miglioramento,vorrei solo dire due cose a marchionne:serve una macchina da qualifica forte da pole per intenderci e assumere adrian newey.Ciao e sempre forza ferrari e crederci sempre anche in questa stagione.
Ritratto di luigi sanna
29 giugno 2016 - 20:33
5
Non so se lui sia un bene o un male, bene x quanto riguarda il profitto di tutto il gruppo e il voler fortemente una vera Alfa (vedi Giulia), "male" secondo me, nel reparto corse... vedo troppa tensione, anche queste sparate con una Mercedes imbarazzante.... sembra di vedere un Gatto e tanti topini. Il vantaggio delle frecce d'argento è sotto gli occhi di tutti, az schiacciano un bottone e 6 decimi a tutti. Quindi fare questi proclami non portano a nulla, meglio fare che parlare... az parlo come Yoda.
Ritratto di Gasswagen
29 giugno 2016 - 20:34
sono due anni che mi chiedo e chiedo: chi, come, quando sono fatte le verifiche sui motori. Sono rispettati i limiti? Chi controlla tutto? Non riesco ad ottenere una risposta. Può AV fornirmela oppure vengo bannato senza una ca@@o di giustificazione? Un amico avvocato mi dice che posso fare un esposto alla procura la quale si attiverà nelle sedi opportune per appurare se le regole sono rispettate da tutti, in primis da un motorista molto famoso e forse un po' sopra le righe.
Ritratto di caronte
29 giugno 2016 - 22:36
Forza Ferrari sono sicuro che Raikkonen ritorni ai livelli del 2007.
Ritratto di Mattia Bertero
30 giugno 2016 - 08:32
3
FERRARI. Il problema è che in Ferrari continuano a sperare che la gara dopo vada meglio intanto però il campionato va avanti e gli avversari si allontanano... ormai ci stiamo avviando verso lo sviluppo della macchina del 2017 e quindi lo sviluppo di quella attuale rallenterà... La macchina di quest'anno è si veloce ma a momenti alterni e con diverse mescole di gomme, la Mercedes lo è sempre in qualsiasi condizione. Ecco la proverbiale differenza tra le due. Da Ferrarista convinto affermo che per quest'anno, almeno di clamorosi scivoloni dei tedeschi, il mondiale è ormai perso nuovamente. Nel 2017 cambiano per l'ennesima volta le regole e si riparte nuovamente da zero, sarebbe una bella occasione per progettare un'auto più competitiva.
Ritratto di monodrone
30 giugno 2016 - 10:47
Un budget faraonico con anni di risultati mediocri. Una vera debacle su tutti i fronti. È ora di ritirarsi.
Ritratto di dv867
30 giugno 2016 - 16:49
Penso che raikkonen sia ancora da preferire al resto dei piloti, penso che la ferrari deve migliorare ed ha margini di miglioramento, poi, quando la ferrari sarà efficiente come la concorrenza avranno spazio , se necessario, per criticicare uno o più piloti
Ritratto di fbdrago
2 luglio 2016 - 18:03
Ad oggi, dopo le qualifiche direi che la Ferrari è smarrita, prende quasi 2 secondi da i primi, Honda passi avanti... Il problema della Ferrari è l'effetto suolo che è inferiore e aderenza in accelerazione in curva. ( cosa ovvia ). I tecnici Ferrari brancolano nel buio... speriamo che il prossimo anno trovino la luce..:-((

PROSSIMO GP

Circuit of the Americas F1 2018
Circuit of the Americas
ORARI
Venerdì 19 Ottobre
Prove 117:00 - 18:30
Prove 221:00 - 22:30
Sabato 20 Ottobre
Prove 320:00 - 21:00
Qualifiche23:00 - 00:00
Domenica 21 Ottobre
Gara20:00

NEWS FORMULA 1