NEWS

Formula 1, Gp di Abu Dhabi 2020: vince Verstappen. Classifica e calendario

Pubblicato 13 dicembre 2020

Formula 1, ordine d’arrivo del Gran Premio di Abu Dhabi: il pilota della Red Bull e vince davanti alle Mercedes di Bottas e Hamilton. Ferrari doppiate.

Formula 1, Gp di Abu Dhabi 2020: vince Verstappen. Classifica e calendario

ECCO IL BIS - Il campionato 2020 di Formula 1 è stato ancora una volta nel segno di Hamilton e della Mercedes: hanno dominato la stagione e, con largo anticipo, si sono portati a casa i titoli piloti e costruttori. Oggi però, nella gara conclusiva di Abu Dhabi, i mattatori di quest'anno non sono mai stati in lizza per la vittoria, fatto più unico che raro in stagione, e hanno visto trionfare Verstappen e la sua Red Bull, al secondo successo in stagione dopo quello in Gran Bretagna per il Gp chiamato del 70° Anniversario.

SEMPRE PRIMO - Verstappen, che partiva dalla pole position (la prima per lui in stagione), non si è lasciato scavalcare al via e ha subito distanziato le Mercedes di Bottas e Hamilton, a loro volta davanti a Norris della McLaren, Albon della Red Bull e Sainz Jr della McLaren. Tuttavia, il pilota olandese ha dovuto ricostruirsi tutto il vantaggio dopo l’undicesimo giro: a causa di un guasto alla sua Racing Point, Perez ha fermato l’auto in posizione pericolosa e il direttore della casa ha mandato in pista la safety car, ricompattando così il gruppo. 

GRAND CHELEM SFUMATO - Questo imprevisto non ha condizionato la gara di Verstappen: dopo il rientro ai box della safety car, il pilota della Red Bull ha impiegato meno di due giri per mettere 2 secondi fra sé e Bottas. E così, dopo aver nuovamente distanziato le Mercedes, il pilota olandese si è concentrato nella gestione del vantaggio e ha tagliato il traguardo senza correre rischi. All’ultimo però è ha ricevuto un dispiacere da Ricciardo della Renault, che gli ha soffiato il giro veloce: Verstappen ha visto sfumare così il primo Grand Chelem in carriera, il nome con cui si intende la vittoria, la pole position, il giro più veloce e gara in testa dal primo all'ultimo giro. 

GIORNATA NERA PER LA ROSSA - E le Ferrari? Leclerc e Vettel hanno disputato un Gp disastroso, in linea con l’andamento dell’intera stagione. I due piloti partivano rispettivamente dodicesimo e tredicesimo, ma non hanno compiuto alcun guizzo e sono arrivati al traguardo in tredicesima e quattordicesima posizione, dopo essere stati doppiati. Per Vettel, all’ultima gara con la Rossa, non poteva esserci modo peggiore per congedarsi. E così, con questo nuovo Gp senza punti, la Rossa ha finito la stagione al sesto posto in classifica generale: è il piazzamento peggiore dal 1980.





Aggiungi un commento
Ritratto di Dario Visintin
13 dicembre 2020 - 18:35
1
ultimo atto si chiude il sipario. prima però un caro saluto a un genio del calcio che ci ha lasciato ,un ricordo indelebile i mondiali 82 ,in luna di miele in una splendida Venezia ,e i goal di Paolo Rossi, ti ricorderò sempre cosi.ma torniamo all'attualità il gp, però io voglio la verità voglio bianco su nero il perchè di questa stagione,non mi interessano i risultati, mi interessano le prestazione della macchina. oggi se avessi corso con la mia auto avrei scalato qualche posizione. le frasi di rito non mi interessano. la scuderia deve dire i perchè di questa stagione .
Ritratto di PongoII
13 dicembre 2020 - 18:47
7
Mi accomuno anch'io, come te ed i commentatori di Sky/TV8 al saluto all'indimenticabile Paolo Rossi (a margine, "fortunatamente" il viaggio di nozze nel 2002 lo feci ad Italia già eliminata.. sennò sarei tornato da solo...). La gara ha avuto poca storia, come comprensibile a giochi abbondantemente già conclusi. Si spera che l'imminente anno/bis il binomio Max/Red Bull possa togliere qualche altra vittoria alla Mercedes ed ai suoi piloti, tanto per far arrivare con più interesse al "fischio finale". Proseguendo con i riferimenti calcistici, se non proseguisse ancora altrove, Vettel sarebbe accomunabile all'ultima gara di Zidane... ma non si giudica la stagione delle Rosse solo oggi, purtroppo. Da Ferrarista "moderato" che ricorda gli anni bui di Maranello prima dell'avvento del Kaiser di Kerpen, mi sarei aspettato qualche "coniglio dal cilindro" da parte del team. Ma proprio su questa pista fu consegnato a Vettel ed alla Red Bull un Mondiale già vinto all'80% per miopia tattica. Beh, buone Feste e buon 2020/bis (ho perso troppi conoscenti e colleghi per Covid per voler chiudere l'anno senza che sia debellato)
Ritratto di Dario Visintin
13 dicembre 2020 - 19:13
1
ricambio gli auguri
Ritratto di Quello la
13 dicembre 2020 - 20:04
Temo che Ferrari non possa dire tante cose relativamente a quest'anno e al successivo, a seguito di accordi più o meno noti.
Ritratto di Lorenz99
13 dicembre 2020 - 18:47
IL VERO VINCITORE MORALE È RUSSEL, CHE PUR DI NON FARLO CORRERE, HAMILTON È SALITO IN AUTO SENZA TANTA ENERGIA, AL PUNTO DA ESSERE QUASI RAGGIUNTO DA ALBON.LO TEME MOLTO. A QUESTO PUNTO,VISTO CHE NON HA FIRMATO, PRENDEREI PEREZ, E CON 95% DI STIPENDIO VINCEREBBE IL MONDIALE CONTRO BOTTAS, SULLA AUTO PIÙ VELOCE.
Ritratto di Gordo88
13 dicembre 2020 - 20:56
Hamilton avrebbe volentieri lasciato il posto a russel ma se guarito dal covid e pagato fior di milionj mica si poteva rifiutare.. forse con Russel la gara sarebbe stata un po più entusiasmante nelle posizioni di testa ma di certo non su verstappen che oggi aveva un passo ben superiore a tutti.
Ritratto di Quello la
13 dicembre 2020 - 21:18
Dici che Ham avrebbe volentieri ceduto il posto a Russel? Io non l'avrei fatto. Comunque è vero che sarebbe stato più divertente.
Ritratto di Gordo88
14 dicembre 2020 - 13:28
Alla fine se non per la possibilità di aumentare il plafond di vittorie personali cosa doveva correre a fare?
Ritratto di Quello la
14 dicembre 2020 - 13:38
È un pilota. Corre.
Ritratto di PARRELLA GIOVANNI
13 dicembre 2020 - 19:38
A proposito di motori, vorrei fare alcune considerazioni. È ovvio che in F1 vince l'accoppiata telaio + motore, ma appunto è il caso di valutare quanto segue. Puoi avere la migliore accoppiata telaio/pilota al mondo ma con una power-unit non all'altezza per prestazioni ed affidabilità non vai da nessuna parte ed anzi ti scordi pure come sia fatto un podio. Appunto MOTORI: classifica motori 1) Mercedes 2) Honda 3) Renault (non male per un costruttore generalista che spazia dai motori per Tir alla F1). Ferrari deve lavorare con umiltà e rifondare la sezione corse. E' facile produrre motori collaudati per le proprie Granturismo di serie e se vogliamo neanche tanto stressati - altra cosa essere ai vertici nella competizione più al top al mondo per quanto concerne ingegneria meccanica applicata ai motori). Ho alcuni amici che decantano i propri benzina sulle loro "Teutoniche" (Gruppo Ww e Bmw - costruttori che non intendono rischiare la propria reputazione provando a "buttarsi" in F1) denigrando il mio turbo benzina Renault. Sarà una coincidenza, ma persino i tecnici Mercedes che stravincono da anni in F1 quandi hanno dovuto progettare l"ultimo turbo benzina per i propri modelli di serie hanno chiesto collaborazione agli ingegneri Renault. Ebbene, in Ferrari comincino a riflettere su queste strambe e strampalate (ai piu) argomentazioni.
Pagine

NEWS FORMULA 1