NEWS

Aldo Brovarone: una vita per il design

Pubblicato 15 ottobre 2020

È morto il celebre designer biellese Aldo Brovarone, che lavorò per la Pininfarina ad alcune auto indimenticabili, fra le quali la Ferrari Dino.

Aldo Brovarone: una vita per il design

COSÌ PARLÒ - Aldo Brovarone, celebre designer biellese “papà” di alcune fra le più belle auto italiane della storia, a partire da Maserati A6 GCS e Ferrari F40, è scomparso lunedì all’età di 94 anni. Per omaggiarlo, vi riproponiamo (nel video più in basso), l’intervista concessa ad alVolante nel corso dell’edizione 2018 del Salone di Torino Parco Valentino.

IL DISEGNO, LA SUA PASSIONE - Nato nel 1926 a Vigliano Biellese, Brovarone fu avviato agli studi tecnico-commerciali e sembrava destinato a lavorare nel settore tessile, ma a causa della II Guerra Mondiale non portò a termine la scuola. Dopo la fine del conflitto, Brovarone si dedicò alla grande passione, il disegno, e ottenne l’attenzione di Piero Dusio, industriale di origine astigiana con interessi nel mondo delle auto: nel 1944 fondò la Cisitalia e sei anni dopo la Autoar, prima fabbrica argentina di auto. Brovarone venne ingaggiato dalla Autoar e si trasferì in Sud America.

GLI ANNI D’ORO - La carriera di Brovarone decollò a partire dagli Anni 50, quando Dusio lo richiamò in Italia per farlo lavorare alla Cisitalia. La casa torinese navigava però in cattive acque e poco dopo arrivò la bancarotta, ma Brovarone si trasferì dal 1953 alla Pininfarina e qui mise in mostra il suo talento: nel corso della sua attività per la carrozzeria torinese, il designer biellese lavorò alle celebri Maserati A6 GCS del 1953, Ferrari Dino del 1965 e Lancia Gamma Coupé del 1976, oltre alla Ferrari F40 del 1987, diventando un nome di punta dello stile automobilistico in Italia. 

DOPO LA PENSIONE - Dopo esserne diventato capo dello stile, Brovarone lasciò la Pininfarina nel 1988. Negli anni seguenti collaborò con la Stola e la Studiotorino: fra i suoi ultimi lavori c’è la Ruf RK, sportiva derivata dalla Porsche Boxster e offerta nelle varianti coupé e spider.

VIDEO




Aggiungi un commento
Ritratto di Sprint105
15 ottobre 2020 - 11:37
Un grande. Ha disegnato auto magnifiche.
Ritratto di lucaconcio
15 ottobre 2020 - 13:09
2
Mi associo. Un grande.
Ritratto di gio71
15 ottobre 2020 - 17:13
Un gigante della storia automobilistica...
Ritratto di Kranio71
15 ottobre 2020 - 14:04
1
Solo per il fatto che ha contribuito alla creazione della Dino e della F40, bisognerebbe dedicargli una piazza con tanto di monumento.
Ritratto di 82BOB
15 ottobre 2020 - 15:07
La Gamma Coupé è veramente splendida!
Ritratto di Giuliopedrali
15 ottobre 2020 - 18:28
Invece a me non è mai piaciuta la gamma Coupè, piuttosto datata, capolavori le Ferrari Superfast e 330 GT e quasi tutte le sue auto, di designer così oggi non ne fanno più.
Ritratto di Challenger RT
15 ottobre 2020 - 18:45
Un grande designer italiano. Conservo con cura il bel libro a lui dedicato anni fa "Stile & Raffinatezza. Le creazioni di Aldo Brovarone".
Ritratto di Giuliopedrali
15 ottobre 2020 - 18:49
Bel libro, io i più preziosi libri che ho sullargomento sono su Pietro frua e il più bello un enorme tomo sulla Carrozzeria Touring Superleggera, quello che disegnò questa carrozzeria prima e dopo la Guerra è veramente da non credere.
Ritratto di Challenger RT
15 ottobre 2020 - 19:22
Quello costosissimo "Carrozzeria Touring Superleggera" di Giovanni Bianchi Anderloni?
Ritratto di Giuliopedrali
16 ottobre 2020 - 16:27
Si si del figlio di Bianchi Anderloni Carlo Felice, costosissimo ma lo trovai da giovane a 50.000 lire, il libro è del 1985 circa in una libreria qui a Venezia, forse il più bel libro di carrozzerie mai visto, centinaia di foto di carrozzerie stratosferiche a cui mi ispiro ancora adesso per i miei disegni. Tra Pinin, Giugiaro, Michelotti e questo c'è da copiare per l'eternità...
Pagine