Le nuove Giulietta e MiTo Quadrifoglio Verde

27 febbraio 2014

Caratterizzate da particolari che ne aumentano la sportività, Alfa Romeo Giulietta e MiTo Quadrifoglio Verde saranno in vendita da maggio.

Le nuove Giulietta e MiTo Quadrifoglio Verde
CON IL 1750 DELLA 4C - Recentemente rinnovate, le Alfa Romeo Giulietta e Alfa Romeo MiTo si arricchiscono delle nuove versioni sportive “Quadrifoglio Verde”, il simbolo che dal 1923 identifica i modelli ad alte prestazioni del Biscione. Entrambe saranno presentate in anteprima al Salone di Ginevra e raggiungeranno i mercati nel maggio 2014. La Giulietta prende in prestito dalla coupé 4C il nuovo motore tutto in alluminio 1750 turbo benzina da 240 CV (+5 CV rispetto al precedente) con iniezione diretta, abbinato al cambio TCT a doppia frizione e sei marce. L’accelerazione da 0 a 100 km/h, coperta in 6,6 secondi, taglia due decimi alla versione precedente con cambio manuale mentre la velocità massima supera i 240 km/h. 
 
 
SPUNTANO I CANNONI - La Giulietta Quadrifoglio Verde si distingue all’esterno per alcuni particolari verniciati in antracite lucido (specchietti, maniglie, griglia e cornici fendinebbia), per i cerchi in lega da 17 o 18 pollici ma soprattutto per gli enormi scarichi specifici che restituiscono un sound rinvigorito. L’impianto frenante Brembo prevede pinze rosse a 4 pistoncini e dischi maggiorati di 320 mm. L’abitacolo, di cui non sono state ancora diffuse le immagini, prevede un volante sagomato con cuciture bianche, sedili sportivi con poggiatesta integrati in pelle e alcantara, pedaliera in alluminio, tappetini e strumentazione specifici. Impianto di scarico a parte, lo stesso trattamento estetico viene riservato al pack “QV Line”, disponibile per gli allestimenti Distinctive ed Exclusive con gli altri motori in gamma (ad eccezione del 1.4 TB da 105 CV e del 1.4 TB GPL da 120 CV). 
 
 
SERIE SPECIALE - Ancor più “cattiva” la Giulietta Quadrifoglio Verde Launch Edition (nelle foto), serie in tiratura limitata a 500 esemplari che aggiunge spoiler e calotte degli specchietti in carbonio, minigonne laterali, cerchi in lega da 18 pollici, Dam anteriori e posteriori e l’esclusiva vernice Grigio Magnesio opaco (disponibili anche il Rosso Alfa e il Rosso Competizione).
 
 
PICCOLA PESTE - Confermato per la nuova MiTo Quadrifoglio Verde il 1.4 Multiair turbo benzina che, abbinato al cambio TCT, eroga 170 CV per una velocità massima di 219 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 7,3 secondi (-2 decimi rispetto alla precedente versione). Migliorate anche le emissioni di CO2 (-11%) e i consumi di carburante (-10%).  Allo spoiler posteriore, al paraurti sportivo con estrattore e doppio terminale di scarico cromato, al trattamento brunito di numerosi particolari (calotte, griglia,maniglie, cornice dei fari e cerchi in lega da 17 pollici), il compito di donare alla Mito QV un look sportivo. Come per la Giulietta Launch Edition è disponibile l'inedito colore Grigio Magnesio opaco (nelle foto). Caratterizzano gli interni il volante sagomato in pelle con cuciture bianche a contrasto, la nuova strumentazione, la plancia competizione con trattamento "carbon look" e i tappetini specifici. Anche per la Mito sarà disponibile il Pack QV Line, esclusivo dell’allestimento Distinctive in abbinamento a tutti i motori (escluso il 1.4 da 70 CV).
Aggiungi un commento
Ritratto di PariTheBest93
27 febbraio 2014 - 18:54
3
Sono curioso di vedere (e sentire) come va la Giulietta con questo motore, già i 6,6'' sono il tempo del "vecchio" motore, questa deve far meglio...
Ritratto di cris25
27 febbraio 2014 - 19:02
1
e ancor di più in questa versione Quadrifoglio Verde, che a quanto sembra promette prestazioni mozzafiato con questo nuovo motore già montato sulla 4C. La MiTo invece non mi è mai piaciuta né in questa né in altre versioni, e credetemi non riesco a spiegare perchè mi ha sempre fatto quest'effetto!
Ritratto di Franck Dì
27 febbraio 2014 - 19:39
forse perchè non ti piacciono i fari anteriori ma nel complesso è una bellissima auto con quella carrozzeria davvero sportiva... peccato che non hanno fatto una MiTo a 5 porte...
Ritratto di Pablo
27 febbraio 2014 - 20:06
Auto proprio non direi, e i risultati di vendite parlano chiaro. Una 5 porte non ha senso visto che c'è la Giulietta. Caro Franck hai perso una bella occasione per tacere!
Ritratto di fabri99
27 febbraio 2014 - 21:06
4
Non ti offendere, ma l'occasione per tacere la hai persa tu. Lasciando perdere il discorso Giulietta, la MiTo 5 porte non avrebbe senso perchè c'è la Giulietta!? Ma che ragionamento è!?
Ritratto di PariTheBest93
28 febbraio 2014 - 08:51
3
Allora stando a questo ragionamento tutte le seg B dovrebbero avere esclusivamente 3 porte, mentre le seg. C solo 5? Guarda caso esistono le varianti a 3 e 5 porte per entrambi i segmenti !! In più la carrozzeria a 5 porte è la più richesta in europa, una MiTo cosi avrebbe perfettamente senso e non ruberebbe alcun cliente alla Giulietta, poiché si rivolgono a diversi segmenti...
Ritratto di Blade Runner
4 marzo 2014 - 03:01
Con aggiunta di peperoncino. E' la politica dI Marpionne, tenere in caldo la zuppa, e riciclarla con qualche spezia piccante, zenzero, peperoncino ed ecco che si risvegliano i sensi assopiti, quello che era ormai vetusto e superato sembra nuovo e non è neppure più italiano. Ognuno fa quello che gli pare con i propri gusti e i propri soldi, ma con oltre 7500 modelli di 48 marchi che si vendono in Italia, mi pare che da scegliere ci sia tanto, ma veramente tanto.
Ritratto di Frantz
27 febbraio 2014 - 19:09
Wow -.- le rivali della giulietta partono da 270 cavalli...e arrivano anche a 300 alcune...per la mito vedo che la mania fiattara di riciclare i progetti non è passata di moda visto che monterebbe lo stesso motore che monta la bara 595 ... ma per piacere RESTITUITE LA VERA ALFA AGLI ALFISTI!!!
Ritratto di Rikolas
27 febbraio 2014 - 21:50
Secondo, la Giulietta ha come concorrente principale la Golf GTI che di cavalli ne ha solo 220 e sia al Nurburgring che a Vairano l'Alfa è andata molto meglio delle concorrenti e non aveva ancora le ultime novitá dell'ultimo modello...quindi? Cos'è che non va? Una vettura con motore interamente in alluminio e un cambio favoloso, spiegami cos'è che non va sta volta! Non se ne può più di leggere castronerie in questi commenti! Per favore, se non vi piacciono le Fiat, evitate commenti inutili e passate oltre...
Ritratto di wesker8719
27 febbraio 2014 - 22:33
cambio favoloso è un parolone poi può avere anche il motore in alluminio ma è comunque inferiore alle sue dirette concorrenti e non parlo dei top di gamma nettamente più potenti !!
Pagine