NEWS

L’Audi rinnova la gamma dei modelli a metano

02 aprile 2019

La versione dell'Audi A3 Sportback a metano è ora disponibile con il motore 1.5 TFSI da 131 CV mentre la A4 e la A5 sono dotate del 2.0 TFSI da 170 CV.

L’Audi rinnova la gamma dei modelli a metano

MOTORE PERFORMANTE ED EFFICIENTE - L’Audi, che già dal 2014 offre ai propri clienti una variante a metano della sua berlina compatta A3, ha annunciato il rinnovo della gamma Audi A3 Sportback con la versione g-tron, ora dotata del propulsore 1.5 litri TFSI sovralimentato da 131 CV e 200 Nm di coppia (già equipaggiato da diversi modelli del guppo Volkswagen). Il propulsore dell'Audi A3 Sportback g-tron adotta il ciclo miller (il rapporto di compressione è più elevato rispetto alla media) ed è dotato di una turbina a geometria variabile; secondo la casa, anche gazie al cambio automatico a doppia frizione S tronic a 7 rapporti, l'Audi A3 Sportback g-tron 1.5 TFSI può scattare da 0 a 100 km/h in 9,4 secondi ed è in gado di raggiungere la velocità massima di 211 km/h. Sempre secondo i dati dichiarati dall'Audi, i consumi dell'Audi A3 Sportback g-tron 1.5 TFSI si attestano intorno a 14,7-15,6 km/l e le emissioni non superano 114-122 g/km di CO2.

3 BOMBOLE DI METANO - A differenza della versione 2018, l'Audi A3 Sportback g-tron 2019 dispone di 3 serbatoi di gas anziché 2; è stata aggiunta una piccola bombola in acciaio, dalla capienza di circa 3.3 kg di metano, sotto i sedili posteriori. Le bombole principali, invece, vantano una capienze complessiva di circa 14 kg e sono realizzate in materiale plastico rinforzato con fibra di carbonio e fibra di vetro; queste sono posizionate sotto il fondo del vano bagagli, anche se, secondo la casa tedesca, incidono in maniera marginale sulla capacità di carico. L’autonomia a metano dell'Audi A3 Sportback g-tron 1.5 TFSI, secondo i dati dichiarati dalla casa tedesca si attesta intorno ai 400 km; è presente anche un piccolo serbatoio di 9 litri per la riserva di benzina.

AUDI A4 E A5 - A partire dal 2017 l’offerta dei modelli Audi con una variante a metano si è ampliata con l'Audi A4 Avant g-tron e l'Audi A5 Sportback g-tron; anche per questi modelli l'Audi ha annunciato delle novità: entrambi sono ora equipaggiati con il propulsore 2.0 litri TFSI da 170 CV e 270 Nm di coppia, e sono dotati del cambio automatico a doppia frizione S-tronic a 7 marce. Secondo quanto dichiarato dalla casa tedesca, l'Audi A4 Avant g-tron è in gado di accelerare da 0 a 100 km/h in 8,4 secondi e raggiungere la velocità massima di 221 km/h, con consumi di circa 13-14,5 km/l ed emissioni di 123-138 g/km di CO2. Per quanto riguarda l'Audi A5 Sportback g-tron, la Casa dei Quattro Anelli dichiara una accelerazione da 0 a 100 km/h in 8,4 secondi ed una velocità massima di 224 km/h; i consumi si attestano intorno ai 13,3-14,3 km/l e le emissioni non dovrebbero superare i 125-134 g/km di CO2.

4 SERBATOI DI METANO - l'Audi A4 Avant g-tron e l'Audi A5 Sportback g-tron possono contare su 4 bombole di metano realizzate in materiali compositi e rinforzati con fibra di carbonio e fibra di vetro, con una capienza di 17,3 kg; è presente anche un piccolo serbatoio di benzina dalla capienza di 7 litri. Secondo la casa tedesca, l'Audi A4 Avant g-tron e l'Audi A5 Sportback g-tron vantano una autonomia a metano, rispettivamente, di circa 380 km e di 390 km. 

I PREZZI - l'Audi A3 1.5 TFSI g-tron ha un prezzo di partenza di 30.300 euro; con l’allestimento Business il prezzo è di 31.290 euro, per l’allestimento Sport occorrono 31.900 euro, mentre il top di gamma Admired costa 33.690 euro. L'Audi A4 Avant g-tron con l’allestimento base ha un prezzo di 43.900 euro, mentre negli allestimenti Sport e Design costa 45.800 euro; per l’allestimento Business occorre spendere 45.400 euro, per il Business Sport 47.300 euro, mentre con l’allestimento S-line il prezzo arriva a 49.150 euro. L'Audi A5 Sportback in allestimento base costa 46.900 euro, mentre gli allestimenti Sport e Design richiedono una spesa di 48.600 euro. L’Audi A5 Sportback g-tron  con l’allestimento Business costa 48.830 euro, mentre per l’allestimento Business Sport occorre spendere 50.530 euro.

Audi A3 Sportback
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
63
54
50
29
63
VOTO MEDIO
3,1
3.096525
259




Aggiungi un commento
Ritratto di 82BOB
2 aprile 2019 - 11:55
Il metano è l'unico motivo per cui prenderei un'Audi... Poi ci penso un attimo, ragiono... e continuo a preferire SEAT, Skoda e VW! :-D
Ritratto di Gwent
2 aprile 2019 - 14:38
2
Così sono davvero estremamente valide, decisamente più sensate di un auto di pari categoria (ma di prezzo superiore) elettrica. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Gwent.
Ritratto di Gordo88
2 aprile 2019 - 13:15
Bene la reintroduzione anche del 2.0 tgi sulla a4-a5
Ritratto di Fra977
2 aprile 2019 - 14:05
Scelta obbligata nel gruppo ad investire nel metano. Il diesel è al tracollo!
Ritratto di MarcoSalerno
2 aprile 2019 - 14:13
Scelta comprensibile ma e' distonica rispetto alla Clientela.Checco Zalone faceva 5 euro di gpl sulla Porsche,in un noto film.Ormai e' na barzelletta.Come immagine e' indecente.Come scelta e' comprensibile.Se Kia propone l'Ibrido onestamente poteva un marchio premium proporre qualcosa di piu' tecnologico.Sui prezzi,visto il nostro Pil,siamo in un pianeta che non esiste.Una persona benestante soffre per l'immagine.Una persona che vuole sforzarsi per l'auto,vive cmq nell'incertezza.Morale?Un possibile flop.Ma la questione e' da ricercare nel Mercato che manca non nell'Offerta.
Ritratto di Gwent
2 aprile 2019 - 14:44
2
Il fatto che Zalone mettesse 5€ di GPL alla 911 rispecchia la realtà di molti, moltissimi italiani, non tanto per il modello di auto, ma per il quantitativo di carburante in essa immesso. Un mio amico usa spesso mettere 5€ di nafta alla sua segmento C premium tedesca di circa tre anni di vita, perché sta sempre con l'acqua alla gola tra affitto,bollette e spesa settimanale. Si potrà obiettare sul fatto che, viste le sue condizioni economiche, poteva comprare qualcosa di più economico ma questo, anche se non del tutto, è un altro discorso. Naturalmente dal mio personale punto di vista. Un saluto. Gwent.
Ritratto di Gordo88
2 aprile 2019 - 22:47
Sei rimasto indietro di 20 anni.. i motori ibridi a metano vanno tanto bene quanto quelli a benzina ( anche come prestazioni). Ci possono essere diversi motivi per non sceglierlo ma se uno rinuncia al metano solo per una questione di immagine allora è proprio uno "sfigxxx"
Ritratto di lucios
2 aprile 2019 - 14:28
4
Ogni volta che leggo queste notizie, penso alle tante occasioni perse di FCA. Una bella Giulia a metano. Sport ed Economia no eh!?!?
Ritratto di 82BOB
2 aprile 2019 - 15:10
C'è ancora gente che pensa il metano sia da pezzenti... A parte questo, oltre a non puntare (FCA) sul metano, non consente nemmeno di montarlo aftermarket! Nello specifico della Giulia, che è una concorrente della A4 (anche se sicuramente la Giulia è 2-3 spanne sopra), non hanno fatto come con la 159 dove era saggiamente inserito come motorizzazione entry-level il 1.8 a iniezione indiretta (che in molti, se non tutti, hanno gasato o metanato), rendendo quindi impossibile per gli amanti delle berline Alfa interessati alle motorizzazioni alternative l'acquisto della Giulia! Però il puzzolio quello sì, quello non è da pezzenti, quello si può mettere... L'iniezione diretta, utilizzata da molti come panacea per il superamento dei protocolli di omologazione, ha sancito la fine o quasi degli impianti a metano aftermarket: ormai solo pochissimi modelli in pochissime versioni (quasi tutti iniezione indiretta) possono essere metanati. Il gpl ancora un po' resiste (i kit BRC sono tantissimi) ma per il metano a iniezione diretta c'è poco o niente. Solo VAG ha puntato su iniezione diretta e metano!
Ritratto di lucios
2 aprile 2019 - 20:03
4
Condivido pienamente. Io penso che con la Giulia abbiano voluto volare molto alt, per finire, alla fine, con volumi di vendita non proprio eccezionali. Avessero proposto una versione 2.0 diesel, una versione 1.8, una versione a metano o GPL, secondo me, a quest'ora a Cassino dovevano aprire una seconda fabbrica. Invece, questa politica di contenimento dei costi e allo stesso tempo di alti margini ha portato semplicemente ad avere sul mercato un prodotto ottimo, ma che ai più non è accessibile.
Pagine