Audi RS 6 Avant: un po’ wagon, un po’ supercar

Pubblicato 13 settembre 2019

600 CV e uno scatto da 0 a 100 in 3,6 secondi: la nuova RS 6 Avant ha prestazioni “mostruose”, ma è pensata per l’uso quotidiano.

Audi RS 6 Avant: un po’ wagon, un po’ supercar

LARGA E CATTIVA - L’Audi RS 6 Avant non rischia di essere scambiata per una normale A6 Avant. Qui al Salone dell’auto di Francoforte, dove fa il suo debutto in pubblico, le differenze si notano anche da lontano perché la quarta generazione della wagon sportiva ha ruote di 21” (optional di 22”), la larghezza maggiorata di 8 cm su entrambi gli assi delle ruote e una lunga serie di personalizzazioni per la carrozzeria, a partire dall’inedito rigonfiamento nel cofano anteriore. Non mancano i due scarichi ovali, tipici delle Audi RS, l’ampliata mascherina anteriore e le rifiniture nere per la carrozzeria. Sono a richiesta i fari con luci laser ed i freni in materiale composito, più leggeri di ben 34 chilogrammi rispetto a quelli in acciaio, che aiutano a tenere a bada la RS 6 Avant quando si vuole fare sul serio, perché la wagon scatta da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi e raggiunge i 305 km/h (con pacchetto opzionale).

DUE FACCE - Il cofano bombato dell’Audi RS 6 Avant nasconde il motore benzina V8 TFSI di 4.0 litri, che eroga 600 CV e 800 Nm di coppia che può anche funzionare con soli quatto cilindri quando si va a spasso e integra un sistema ibrido leggero a 48 volt, che comprende una batteria agli ioni di litio e un motore-alternatore a cinghia (RSG) collegato direttamente al motore termico. Nelle fasi di frenata, l’RSG consente di recuperare fino a 8 kW di potenza, energia che viene immagazzinata nella batteria agli ioni di litio e successivamente veicolata nella rete di bordo. Questo sistema, che consente all’auto di “veleggiare” (cioè procedere in folle in fase di rilascio dell’acceleratore), permette di ridurre i consumi fino a 0,8 litri ogni 100 km.

PRESTAZIONI DA URLO - Il motore V8 TFSI dell’Audi RS 6 Avant è abbinato al cambio automatico Tiptronic a 8 marce, del tipo a convertitore di coppia, e alla trazione integrale permanente, che su fondi asciutti invia il 40% della coppia alle ruote anteriori e il 60% a quelle dietro. In caso di slittamenti, il differenziale centrale e il sistema elettronico di gestione fanno arrivare più potenza all’asse delle ruote con la migliore aderenza: quelle anteriori possono riceverne fino al 70%, quelle posteriori all’85%. Optional il differenziale sportivo, che in più ripartisce la potenza fra le ruote dello stesso asse, migliorando così le doti di guida della RS 6 Avant nelle curve strette e sui fondi sdrucciolevoli; sono a pagamento anche le sospensioni regolabili con molle ad aria e quelle sportive, dotate di ammortizzatori a controllo elettronico per attenuare rollio e beccheggio nella guida al limite. Di serie c’è lo sterzo ad assistenza variabile, più demoltiplicato a basse velocità e più diretto quando si va forte, mentre si pagano a parte le ruote posteriori sterzanti. 

VIDEO
Audi A6 Avant
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
59
31
18
14
22
VOTO MEDIO
3,6
3.631945
144


Aggiungi un commento
Ritratto di remor
13 settembre 2019 - 16:20
Con in particolare l'avvento delle elettriche oramai il concetto di supercar si è un po' spostato verso l'alto, in particolare se si guarda alle doti da sprinter come lo 0-100 e le riprese. Alla fine fa meglio, 3.4sec, una Model 3 Performance, prezzo di listino 65k euro, ossia lontano già da una S6 ed in pratica quanto circa una A6 tdi 230cv medio allestimento. Alla fine non penso in pista, poi, la Rs6 farà meglio di una M3 che solitamente non viene definita supercar
Ritratto di marcoveneto
13 settembre 2019 - 16:58
Discorso che vale per tutte le supercar a questo punto, in primis per la Giulia Quadrifoglio e la BMW M3, vere concorrenti nel segmento della Tesla Model 3 da te citata. PS io preferirei avere un V8 sotto al cofano, rispetto a un motore elettrico.
Ritratto di Roomy79
14 settembre 2019 - 14:25
1
Pure io neanche a parlarne per favore...per fai preferire una ariston model 3 a questa dovrebbero drogarmi pesantemente
Ritratto di remor
15 settembre 2019 - 08:15
Allora faccio una domanda mezzo provocatoria. E, escudendo la questione prezzo come lo si è fatto fra Rs6 e Model 3, invece fra una Rs6 e una Taycan Turbo S quale preferiresti?
Ritratto di marcoveneto
15 settembre 2019 - 10:33
Preferirei una rs7, una RS6 con abito più sportivo.
Ritratto di Roomy79
15 settembre 2019 - 19:03
1
Una rs 6 senza pensarci, il solo fatto di non sentire il motore rombare e salire di giri mi risolve il problema. Se parliamo di ambiente, ecologia, risparmio si apre un mondo. Se parliamo di passione nulla mi fara mai preferire un’elettrica, ti faccio l’esempio della F1, fino agli 8v andavo sempre a monza e montecarlo, dopo la prima volta dei 6 cilindri col kers, mosci e borbottanti ho smesso. La formula E è una assurdo tristissimo,,,
Ritratto di PRIMIANO DI NAUTA
16 settembre 2019 - 16:54
Rs6
Ritratto di remor
15 settembre 2019 - 08:12
Ma infatti era quanto intendevo ossia che nel parlare di M3 o Giulia Q o C Amg non si dice, o almeno non mi ricordo averne letto, che trattasi di supercar o che ad esse tendono. Sono delle berline sportive, volendo anche relativamente estreme per certi versi prestazionali, ma comunque lontane dall'intendersi supercar.
Ritratto di nifi3019
13 settembre 2019 - 19:03
Sono due auto diverse.. Non paragonabili
Ritratto di Road Runner Superbird
13 settembre 2019 - 23:53
La 3 è un'ottima sleepy car, però le prestazioni non sono l'unica discriminante ed RS6, M3, Giulia Q accompagnano con cambiate, sound, estetica.
Pagine