NEWS

Audi RS 6 Avant: una wagon dalle emozioni forti

16 settembre 2017

L’Audi RS 6 Avant non si limita a promettere prestazioni da capogiro, ma offre anche notevoli qualità di guida. Lo abbiamo verificato al Nürburgring. 

Audi RS 6 Avant: una wagon dalle emozioni forti

UNA FILOSOFIA TUTTA GERMANICA - Ai tedeschi piacciono molto le macchine apparentemente “normali” (berline, coupé e persino wagon) mosse da motori super-pepati, traboccanti di coppia e cavalli. È il caso delle BMW marchiate “M”, delle Mercedes AMG e delle Audi RS. Evidentemente li gratifica parecchio sfrecciare su autostrade in gran parte prive di limiti di velocità con vetture insospettabili (cioè dalla carrozzeria non troppo vistosa), ma in grado di dare del filo da torcere a supercar di razza come Aston Martin, Honda NSX, Nissan GT-R e Porsche 911. 

QUI C’È DAVVERO “TANTA ROBA” - Difficile trovare prestazioni così elevate in una wagon: solo la Mercedes E SW AMG può vantare caratteristiche analoghe. Nello specifico, per l’Audi RS 6 Avant (guarda il video qui sotto) sono ben 605 i cavalli che un raffinato 4.0 V8 scarica  a terra attraverso la trazione integrale quattro; li “amministra” il velocissimo cambio tiptronic. Le prestazioni sono semplicemente da capogiro, con una punta velocistica di oltre 300 orari, e soprattutto un’accelerazione mozzafiato: nello 0-100 km/h i nostri strumenti hanno addirittura rilevato un dato ancora più basso - 3,5” - dei già sorprendenti 3,7” ufficiali. Insomma, una vera supercar da famiglia, che nonostante si porti appresso un generoso baule si è dimostrata davvero efficace anche in pista. Senza dimenticare, però, che il suo motore “esplosivo” e la massa prossima ai 2000 kg consigliano di non prendersi mai troppe confidenze… Un esempio? Come si vede bene nella foto qui sopra, nelle lunghe e veloci curve in appoggio della Nordschleife si sollevavano entrambe le ruote interne. Ma l’Audi RS 6 Avant non ha mai perso aderenza a tradimento. 

LIMITI A PARTE “HA FATTO FAVILLE” - Corre l’obbligo di precisare che (per una serie di motivi tecnici e pratici) il giro documentato con le riprese video non rappresenta quello migliore in assoluto ottenuto con l’Audi RS 6 Avant nel corso della nostra trasferta in Germania. Al Ring, infatti, risulta sempre più difficile spuntare “tempi puliti”, senza, cioè, essere penalizzati dai sorpassi o dai restringimenti di corsia dovuti all’intervento dei mezzi di soccorso (gli incidenti si verificano quasi ogni ora). Per questo ci siamo appoggiati alla società belga “SkyLimitEvents”, che organizza giornate di prove libere aperte soprattutto agli appassionati esperti. A conti fatti, per quanto il pur eccellente tempo (8’03”1) relativo al video che pubblichiamo sia stato favorito dalla mancanza di traffico per più di metà giro, è pure vero che sia stato poi “penalizzato con gli interessi” dai laboriosi sorpassi effettuati nella seconda parte del tracciato, e che quasi verso la fine abbiamo dovuto calare il ritmo per un incidente segnalato dalle bandiere gialle. Appare evidente che, se potessimo detrarre i secondi persi, otterremmo un tempo persino più basso di quello pubblicato (7’59”2) nella prova del nostro mensile alVolante. 

VIDEO
loading.......
Audi A6 Avant
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
108
84
48
29
62
VOTO MEDIO
3,4
3.44411
331
Aggiungi un commento
Ritratto di twinturbo
16 settembre 2017 - 19:12
Probabilmente la più prestazionale SW sul mercato. Complimenti. P. S. Ovviamente ora arriverà di nuovo la teoria per qualcuno che queste sono auto non per essere stressate in pista ma per portare la famiglia in certezza sull' autobahn. Ma posso già anticiparlo che assolutamente non concordo e per me se una stessa auto la fanno con 200 e con 600Cv, beh un motivo prestazionale in quanto tale per la seconda ci sarà,, se la finalità è l' autostrada ci si prende la prima
Ritratto di Dirk
16 settembre 2017 - 19:31
Trovo strano che l'abbiano accostata ad auto come l'Aston Martin, Honda NSX, Nissan GT-R e Porsche 911 e non a certe auto che qualcuno cita sempre. Quel qualcuno ne sarà profondamente dispiaciuto. Che peccato...
Ritratto di twinturbo
16 settembre 2017 - 20:03
Seeee se questa in pista da fastidio alla GT-R allora io domani vado a battagliare nel Motomondiale, con la mia graziella (è una bici) monoscatto
Ritratto di Dirk
16 settembre 2017 - 20:05
Auguri per la gara... :-))
Ritratto di twinturbo
16 settembre 2017 - 20:11
Cioè finché in un segmento se la spicciano in interloro nella solita sfida a 3 allora segmento per segmento sì vabbèpuò prevalere l'una o l' altra per una manciata di secondi, ma nel momento in cui una Giapponese o una Italiana decide di entrare in campo di colpo le prestazioni in salsa teutonica diventano obsolete e a parità di prezzo i ritardi in pista diventano abissali. E ci siamo già capiti, non devo aggiungere altro
Ritratto di Dirk
16 settembre 2017 - 20:20
Eh già. Povera graziella (la bici, ovviamente) monoscatto...
Ritratto di tiknik80
17 settembre 2017 - 16:01
ti do ragione effettivamente accostare una giardinetta dopata con bestie da pista come la GTR non e solo strano ma anche ridicolo.
Ritratto di Leonal1980
18 settembre 2017 - 13:42
Twinturbo- Negli accostamenti detti, ASton martin, GTR ecc... intendeva in autostrada senza limiti non in pista
Ritratto di tiknik80
18 settembre 2017 - 21:43
quindi se gli avessero messo il motore della Chiron sarebbe stato lecito paragonarla alla bugatti ma solo sul dritto in autostrada.....
Ritratto di Black Ice
16 settembre 2017 - 20:34
1
Per evitare princìpi di flame da parte dei soliti evito di citare il nome della berlina dei record che al Ring fece 08:08:73 guidata dallo stesso pilota di questa rivista nelle stesse condizioni di traffico, mentre una semplice e noiosa station wagon (almeno così, sostengono alcuni ciaparat) ha girato in 08:03:12, nonostante offra un baule più grande, più confort, più spazio per i passeggeri, una qualità globale nettamente superiore e un accelerazione da 0-100 migliore. E ci siamo già capiti, non devo aggiungere altro
Pagine