NEWS

Auto elettriche: prima o poi bisognerà tassarle

Pubblicato 16 maggio 2024

L’Erario si interroga sulla transizione energetica, che potrebbe privare lo Stato delle preziose entrate derivanti dalle accise sui carburanti. Cosa fare in futuro?

Auto elettriche: prima o poi bisognerà tassarle

TANTI SOLDI - Si parla tanto di transizione energetica, con le vetture elettriche che progressivamente dovrebbero sostituire quelle con motore a scoppio alimentate da benzina e gasolio. Tuttavia, l’aumento della quota di mercato delle EV comporterebbe dei problemi di natura economica per lo Stato italiano che dovrebbe fare a meno delle accise sui carburanti. Dati alla mano, nel 2022 l’entrata maggiore per l’erario del comparto auto è risultata essere quella derivatane dalla vendita dei carburanti, per una cifra di circa 31 miliardi.

COMPENSARE IL GETTITO - Quindi, la massiccia diffusione delle elettriche comporterebbe un buco per l’Erario, che dovendo fare a meno delle accise sui carburanti, sarebbe quindi costretto a compensare questa mancanza. A parlare di questa spinosa questione, è il titolare dei conti pubblici, il ministro Giancarlo Giorgetti (nella foto qui sotto). Il Ministro ha aperto la riflessione su come adeguare la base imponibile, ossia su cosa si applicano le accise e le imposte.

CI STANNO GIÀ PENSANDO - Il ministro, intervenendo in video collegamento all'Automotive Dealer Day alla Fiera di Verona, ha rilasciato la seguente dichiarazione, riportata da la Repubblica: “Pensate all'effetto che avrà l'elettrificazione sullo spostamento delle accise del carburante alle nuove forme di alimentazione. E non si tratterà solo di una riduzione del gettito, ma di significativa traslazione. Si tratta di un ambito su cui il Mef ha già iniziato a lavorare anche in considerazione dell'aggiornamento della normativa europea sulla tassazione dei prodotti energetici”. Giorgetti ha confermato che all’interno dell’esecutivo si sta riflettendo sulla necessità di tenere presente l'evoluzione delle basi imponibili, considerando la trasformazione del sistema economico.

E L'EUROPA? - Il ministro ha concluso il suo intervento puntando il dito sulle politiche industriali adottate dell’Europa nel settore dell’auto, accusando il vecchio continente di scarso appoggio e di “mancanza di una strategia organica”. Queste le sue parole: “Al momento, i target di elettrificazione al 2035 non stanno dispiegando effetti risolutivi né sulla domanda ne sull'offerta di veicoli elettrici".

 



Aggiungi un commento
Ritratto di NITRO75
16 maggio 2024 - 11:41
E be mi sembra giusto. Così si che invogliano all'acquisto. E quale parametro useranno? I cv?
Ritratto di xtom
16 maggio 2024 - 12:23
E' come dire che bisogna tassare l'acqua, perché la gente sta smettendo di bere alcolici, o l'aria, perché stanno smettendo di fumare.
Ritratto di erresseste
16 maggio 2024 - 15:00
L'acqua la paghiamo, quindi è tassata
Ritratto di Dick1983
16 maggio 2024 - 19:04
Anche l energia è tassata quindi apparentemente non vedo il problema. Forse quello a cui ci si riferisce è il fatto che la benzina rispetto all energia è molto più tassata e quindi sarà necessario tassare molto più pesantemente l energia?
Ritratto di miclab
17 maggio 2024 - 08:49
Non è proprio così, paghiamo il trasporto dell'acqua nelle abitazioni compresa la depurazione
Ritratto di Santhiago
16 maggio 2024 - 17:53
Le ricariche. Era già stato preso in considerazione da tempo, ed è anche una cosa piuttosto ovvia (come potrebbero rinunciare al gettito delle accise dei carburanti? )
Ritratto di RaptorF22Stradale
16 maggio 2024 - 18:14
1
E un bel SUPERBOLLO per tutti quei cavallini green
Ritratto di 1995
17 maggio 2024 - 11:11
Le auto con piu consumo di energia per km pagheranno più tasse. É una scusa valida per migliorare le performances!
Ritratto di Ilmarchesino
18 maggio 2024 - 07:55
3
Questo è il dilemma che mi sono sempre posto..le elettriche hanno cavalli esagerati, noi con il termico paghiamo passaggio di proprietà,bollo e assicurazione in base ai cv o i kW .il giorno in cui tasseranno,e dovranno tassare,le bev o ibride voglio proprio vedere che parametro usano poi sapete attualmente quanto costa un passaggio di proprietà di un veicolo elettrico??
Ritratto di forfEit
16 maggio 2024 - 11:42
E' anche vero che già così, tolta poca elite (anzi eletissimma qui in zona commenti per lo più) non le compra nessuno, figuriamoci se poi ci si dovesse pure pagare il bollo...
Ritratto di Sherburn
16 maggio 2024 - 11:46
Penso si torni al dopoguerra, con la gente che al massimo aveva un motorino per tutta la famiglia. A quel punto tasseranno i telefonini, o le scarpe. O il pane costerà tantissimo. Insomma, qualunque cosa pur di dare tormento. E l'equazione tasse=servizi è una scusa, è solo un guinzaglio, un recinto per il bestiame. Comunque, a Milano ci sono famiglie che hanno eliminato la macchina. A me fa impressione, ma le spiegazioni che ho sentito erano più che razionali.
Ritratto di Andre_a
16 maggio 2024 - 12:46
Se la città è ben servita, la macchina è più una noia che altro
Ritratto di Santhiago
16 maggio 2024 - 22:31
Certo, se uno si limita a vivere in città, rinunciando a tutto il resto. Anche se forse, per molti, potrebbe essere più una noia che altro
Ritratto di pierfra.delsignore
17 maggio 2024 - 14:46
4
Dipende da che contesto sei, in una grande città non dovrebbe essere necessario avere un'auto e salvo le vacanze dove la puoi noleggiare, non ha senso avere un'auto di proprietà in una grande città, è cosi in tutta Europa, dovrebbe essere così anche in Italia, Genova, Milano, Roma, Napoli, avere un'auto deve essere uno sfizio non un obbligo come è a Malmo, Amburgo, Londra, Parigi etc. Poi ci sono tante altre realtà dove non hai la massa critica, ossia centinaia di migliaia di abitanti per pensare ad un traporto pubblico capillare come dovrebbe essere. Siamo realistici e lo dico da appassionato, l'auto è solo un mezzo di traporto per il 90% fai anche di più delle persone, molto più comodo prendere la metro o il tram vicino a casa, ti costa 1/10 non lo devi manutenere, cambiare, pagare bollo assicurazione, parcheggiare etc. Io sono appassionato ma tutte le volte che sono andato in una grande città o cercato di evitare come la peste prendere l'auto privata per spostarmici, non ci trovo niente di comodo, divertente a guidare nel traffico di Milano, Napoli o Roma, per me l'auto è un bel viaggio in strade poco trafficate di montagna o lungomare in periodi non di traffico estivo
Ritratto di Alfiere
16 maggio 2024 - 13:13
2
Vengo dal sud dove prendiamo la macchina per portare fuori la monnezza. 3 mesi a milano l'auto l'avevo solo per andare in cantiere fuori provincia.
Ritratto di Ilmarchesino
18 maggio 2024 - 07:56
3
Sulle scarpe le tasse variano in base al numero..chi ha dal 45 in su. Paga di più
Ritratto di palazzello
16 maggio 2024 - 11:47
lo avevo già capito che lo stato non avrebbe rinunciato agli introiti derivanti dalle auto termiche figuriamoci se lo fa con le elettriche!!!!!
Ritratto di Quello la
16 maggio 2024 - 19:44
Caspita, caro palazzello: l'avevi già capito e non ci hai detto niente??? :-)
Ritratto di Miti
17 maggio 2024 - 10:13
1
Quello la ... ma la pianti ??? Vuoi darle un po' di corda?;))))))))))
Ritratto di Quello la
17 maggio 2024 - 10:16
Eh no, carissimo Miti! Bisogna sempre ascoltare chi sapeva già tutto molto tempo prima degli altri, perché c’è sempre da imparare nella vita.
Ritratto di Miti
17 maggio 2024 - 10:57
1
Sei tremendo!!!!!!)))))))
Ritratto di palazzello
17 maggio 2024 - 11:30
ti da fastidio che lo sapevo!!!! :) tremendo sei!!! un saluto
Ritratto di Quello la
17 maggio 2024 - 11:32
:-)) grandissimo Palazzolo! Sì, è vero, mi ha molto infastidito! :-P
Ritratto di palazzello
17 maggio 2024 - 11:34
mi dispiace :)) al prossimo commento e mi raccomando nun essi tremendo!!!
Ritratto di xtom
16 maggio 2024 - 11:47
Per mettere le mani nelle tasche degli italiani le pensano tutte, la prossima volta tasseranno l'aria.
Ritratto di Tistiro
16 maggio 2024 - 12:21
Se vuoi la scuola, gli ospedali, le strade, la polizia devi pagare.
Ritratto di Sherburn
16 maggio 2024 - 12:27
Mah, è una equazione che fa sempre più acqua.
Ritratto di xtom
16 maggio 2024 - 12:30
Peccato che questi per essere eletti avevano detto di voler ridurre le accise, poi una volta seduti sulle poltrone hanno tolto gli sconti sulle accise e vogliono mettere le tasse su mezzi che non inquinano o inquinano poco, quindi che ti fanno risparmiare soldi per la sanità. Dei geni da premio gnobel.
Ritratto di Tistiro
16 maggio 2024 - 12:34
Abbiamo un debito pubblico di quasi 3mila miliardi di euro. Ripeto 3mila miliardi. Lo scrivo in cifre: 3.000.000.000.000 e qualcuno pensa che si possono abbassare le tasse.
Ritratto di xtom
16 maggio 2024 - 12:38
E questi per recuperarli pensano di tassare la luce del sole, il vento e la pioggia ...
Ritratto di Tistiro
16 maggio 2024 - 12:48
Una ricetta diversa è quella di aumentare la produttività e la ricchezza, in questo caso si potrebbero abbassare le tasse. Ma siamo in italia con calo demografico preoccupante e aziende che chiudono.
Ritratto di Ilmarchesino
16 maggio 2024 - 15:11
3
Le aziende chiudono perché si guadagna di più importando dalla Cina e metterci la loro provvigioni sopra.come si dice nilrl lessico della strada.... è un passaggio di mano,nn mi costa niente e ci guadagno specie se la compri con l anticipo del cliente,no hai neanche rischi di impresa
Ritratto di Andre_a
16 maggio 2024 - 17:10
In Spagna fanno meno figli che in Italia, in Polonia pochissimi di più. Il calo demografico c'entra fino ad un certo punto, il problema è che l'Italia non è in grado di tenersi le proprie aziende e di attirare di estere. E aumentando la tassazione non puoi che peggiorare
Ritratto di Quello la
17 maggio 2024 - 10:25
Lo so che non hai detto questo, caro Andre_a, ma mi inserisco io a quarto punto: la tassazione italiana è più o meno in linea con le grandi nazioni europee equiparabili. Considerato che il costo del lavoro è più basso (non si dica che il “cuneo fiscale” altrove non esiste, perché non ci credo: le pensioni e le tasse si pagano ovunque), evidentemente se non si investe in Italia, anzi se si disinveste, il problema è altrove.
Ritratto di Andre_a
17 maggio 2024 - 10:44
@Quello la: sono d'accordo, il problema non è la tassazione (però aumentarla senza dare nulla in cambio non aiuterebbe gli investimenti) e non è il calo demografico. È altrove, esattamente dove non lo so. Nel mio caso è la burocrazia: lenta, incomprensibile, applicata un po' sì e un po' no...
Ritratto di Ilmarchesino
18 maggio 2024 - 07:59
3
Burocrazia e sindacati hanno innescato il tombale declino industriale in Italia
Ritratto di Santhiago
16 maggio 2024 - 22:32
No, le ricariche delle auto elettriche.
Ritratto di Natural Power
17 maggio 2024 - 07:16
Il vero problema non è aumentare o ridurre le tasse...MA FARLE PAGARE A TUTTI!!! Tanto per cominciare!
Ritratto di Miti
17 maggio 2024 - 10:15
1
Grandeeeeee... Natural Power
Ritratto di Andre_a
17 maggio 2024 - 10:49
@Natural Power: su quello siamo tutti d'accordo, ma come so fa? Io sarei per l'eliminazione dei contanti, potrebbe funzionare, ma non mi sembra che l'opinione pubblica sia d'accordo
Ritratto di Rush
17 maggio 2024 - 11:46
Specie chi non paga le tasse…-:))
Ritratto di Andre_a
18 maggio 2024 - 15:01
Si, ma non solo. Gli evasori sono stati bravi a convincere una buona fetta della popolazione che contanti=libbertà
Ritratto di Natural Power
19 maggio 2024 - 06:35
Grazie a tutti per le vostre risposte. Quello dell'eliminazione del contante è sicuramente un buon metodo, anche se non credo si possa eliminare del tutto, in quanto molti, soprattutto anziani, non sono in grado di usare i moderni sistemi elettronici di pagamento. Poi potrebbero non funzionare, si possono smarrire schede e quindi un po' di contante può essere sempre necessario. Certo è che con i pagamenti elettronici, fatturazioni elettroniche ecc...non dovrebbe essere troppo difficile trovare gli evasori. Oggi la tecnologia c'è esiste. L'oggetto che sto usando per scrivere, il mio smartphone, sa tutto di me...per esempio. Se vado ad informarmi per una crociera in nave, comincia a propormi viaggi di tutti i tipi. È solo un esempio. Secondo me i metodi per trovare gli evasori oggi ci sono. Poi però...la mattina al bar...se pago con la carta mi fanno sempre lo scontrino, se pago in contanti, a volte lo devo chiedere espressamente (appunto). E io faccio parte di quella piccola % di contribuenti che versa il 100% dell'IRPEF.
Ritratto di Francesco Pinzi
16 maggio 2024 - 11:50
Alla fine si tornerebbe alle solite condizioni del termico. Accise sui kw alle colonnine e bolli sui kw dell'auto. Dov'è la cosa strana? I soldi che entrano in tasca all'erario devono essere sempre quelli. Chi visse sperando, morì--
Ritratto di Tistiro
16 maggio 2024 - 12:22
Ma le elettriche le puoi ricaricare a casa. Il problema grosso è questo.
Ritratto di Francesco Pinzi
16 maggio 2024 - 12:31
Non ci vuole una centralina apposta? Non credo la possa attaccare alla presa da 220 per il telefono. Poi la scorpori dall'uso domestico.
Ritratto di MS85
16 maggio 2024 - 12:37
Puoi attaccarle alla semplice schuko (che è poi quello che fanno le smart wallbox, che di smart hanno poco). Solo che ti serve tanta pazienza e alla lunga ti friggi la presa. È sostanzialmente una soluzione d’emergenza.
Ritratto di MS85
16 maggio 2024 - 12:40
O forse ora le chiama an easy wallbox? Comunque sia, stesso accrocchio.
Ritratto di deutsch
16 maggio 2024 - 15:54
4
basta una presa industriale ed un cavo adeguato, non è necessaria una wallbox
Ritratto di MS85
16 maggio 2024 - 16:38
Certo, ma vista la domanda di Fabio ho dato per scontato che parlasse di un tipico contesto con box privato, dove la presenza di una presa industriale non è la più ricorrente.
Ritratto di deutsch
16 maggio 2024 - 16:40
4
ma infatti, occorre mettere una presa e vaco adeguato. niente di eccessivamente dispendioso. per esperienza indiretta diversi conoscenti usano una normale shuko tenendo basso la potenza di ricarica
Ritratto di MS85
16 maggio 2024 - 16:56
Eh, anche perché a piena potenza non è proprio consigliabile. Comunque bella pazienza che hanno. Io uso una wallbox vera e propria banalmente per comodità e perché almeno va a potenze decenti. Se dovessi ricaricare a 7 o addirittura 3 kW lascerei perdere una BEV (infatti in Italia uso una HEV).
Ritratto di deutsch
16 maggio 2024 - 17:01
4
considera che alcuni abitano in condominio e magari usano il contatore condominiale con contakw. e poi anche ricaricando 1kw allora in 12 ore ricarichi un 100 km che per molti sono ampiamente sufficienti. non tutti hanno le stesse esigenze
Ritratto di MS85
16 maggio 2024 - 17:13
Ah sicuro, semplicemente nel mio caso, lavorando, non potrei rinunciare ad avere una wallbox con una ricarica propriamente detta.
Ritratto di deutsch
16 maggio 2024 - 17:14
4
in che senso lavorando??? immagino lavori pure gli altri
Ritratto di MS85
16 maggio 2024 - 17:35
Ok ma prendi anche solo l’esempio che facevi: io non è che posso lasciare la macchina in carica 12 ore. Forse uno che fa il part-time o lavora alle poste, ok. E questo parlando di condizioni feriali normali. Poi ci sono banalmente i casi in cui vado fuori città per il weekend. Non è che se torno domenica notte posso sempre prendermi il lunedì di remote perchè devo aspettare che la macchina carichi a 1kW. L’aspetto positivo di avere una BEV è proprio poter ricaricare a casa, se devo farlo a velocità da criceto diventa solo una rottura. La macchina è uno strumento che mi deve facilitare la vita, se invece devo adattare la mia giornata e i miei tempi sulla base delle esigenze della mia macchina non ci siamo.
Ritratto di deutsch
16 maggio 2024 - 17:38
4
non entro nel tuo caso specifico che non conosco, ma tendenzialmente dalle 20 alle 08 più o meno è sempre in garage. ho fatto l'esempio di 1kwh ma poi uno si regola in base alle proprie esigenze che nella maggior parte dei casi non prevedono 100km al giorno tutti i giorni lavorativi. poi ripeto ognuno ha esigenze diverse e si regola di conseguenza
Ritratto di MS85
16 maggio 2024 - 17:55
Certamente. Il mio caso è un caso specifico e magari molto raro. Uscendo dall’ufficio verso le 7-8 non riesco sempre ad essere alle 8 a casa. Poi sono una persona un po’ particole, con esigenze strane, tipo avere una vita sociale. Quindi dopo il lavoro mi capita di non tornare immediatamente a casa. Stesso discorso per il weekend: se dovessi scegliere tra andare ad un concerto fuori città e rinunciare perché finisce troppo tardi e non riesco a tornare in tempo la casa mi darebbe un po’ fastidio. Finché avevo 16 anni e vivevo con mamma e papà il coprifuoco lo accettavo, se me lo impone la macchina a quasi 40 anni no. Poi oh, ripeto, sono esigenze molto molto strane eh. Immagino che ci sia pure tanta gente che non fa mai trasferte, stacca dall’ufficio alle 17, arriva a casa, mangia e alle 20 è già sotto le coperte. Io potendo preferisco avere una ricarica decente, se non fosse disponibile troverei un powertrain più pratico.
Ritratto di deutsch
16 maggio 2024 - 17:58
4
beh ma non è detto che chi ricarica a casa non uso mai quelle pubbliche quando ne ha necessità
Ritratto di MS85
16 maggio 2024 - 18:14
Boh sí, il masochismo ha molte forme immagino. Colpisce anche me dal punto di vista degli orari di lavoro ad esempio. Però almeno quando lavoro mi pagano, quando rimango fermo ad aspettare ad una colonnina pubblica sono io che devo pure pagare per il mio tempo. No thanks, sarebbe un altro disincentivo per vendere la mia BEV in quel caso.
Ritratto di Stolto
17 maggio 2024 - 10:19
questo scambio di opinioni è la classica fotografia che mi lascia senza parole...e non mi fa digerire le Bev...
Ritratto di deutsch
17 maggio 2024 - 10:28
4
ognuno ha le proprie preferenze ed esigenze, se un utente vuole farsi la ricarica ad 11kw a casa e può ben venga, l'importante è sapere che ci sono soluzione alternative e più economiche alla portata di tutti
Ritratto di MS85
17 maggio 2024 - 16:34
Giusto per dare una misura: l’installazione della wallbox è costata tipo 2k€ hardware compreso, pago 2 corone al kWh. Ci sono effettivamente soluzioni più economiche. Una prolunga per caricare da una presa condominiale mi sarebbe costata meno credo. Ma con quello che costano le auto diciamo che risparmiare su quello non aveva molto senso.
Ritratto di deutsch
17 maggio 2024 - 17:10
4
si però chiariamo che oltre alla wallbox da 11 devi avere anche il contratto da 11 che di solito è in trifase. lo dico per i meno informati
Ritratto di MS85
17 maggio 2024 - 21:49
Sí chiaro. Questa infatti è una delle cose che quando si parla di diffusione delle BEV in Italia vengon sempre dimenticate. Sento spesso grandi discussioni sulle colonnine come se fossero basilari. Il vero collo di bottiglia è la ricarica domestica. Finché non si arriva a capirlo pensare di replicare in Italia i risultati che sono stati raggiunti qui diventa puro esercizio di fantasia.
Ritratto di Andre_a
18 maggio 2024 - 15:33
@MS85: mi sono fatto due conti (che evito di condividere perché troppo noiosi, ma facilmente replicabili per chi vuole). Per l'italiano medio, la ricarica da casa a 1kw non è fattibile, ti avanzano 2 km al giorno, basta una deviazione, una coda una giornata particolarmente calda o fredda e sei a piedi. A 1,5 si, ma sei comunque molto al limite. È ok se: 1. è la seconda macchina, quindi oltre a casa-lavoro e un minimo di commissioni non fa nulla. 2. non si esce ogni singolo giorno, vuoi per smart working o perché non tutti i weekend si ha voglia: in tal caso, 24 e più ore consecutive ricaricano una bella fetta di batteria. 3 Si abita un po' più vicino della media dal proprio posto di lavoro: niente di estremo, se stai a 10-15 km di distanza va già bene. Insomma, niente di strano che tu non ritenga possibile ricaricare da normale presa domestica, ma non poche persone potrebbero senza problemi. E hai ragione, 2000€ rapportati al costo di una macchina non sono nulla, ma se la wallbox non mi serve preferisco tenermi i 2k in tasca.
Ritratto di MS85
20 maggio 2024 - 14:11
Si alla fine il problema è sempre lo stesso: dal momento che si è deciso che un singolo powertrain debba andare bene per tutti, qualsiasi argomento che includa espressioni come “utente medio”, “quasi per tutti”, “per molti”, rimane valido, ma al tempo stesso non rappresenta purtroppo una soluzione. E purtroppo l’Italia non si sta attrezzando adeguatamente nemmeno per “una buona parte”, figuriamoci per tutti. Stiamo ancora a discutere se abbiamo tante o poche colonnine pubbliche come se le colonnine pubbliche fossero una soluzione. (Che poi basterebbe anche solo farsi un giro nei paesi dove le elettriche veramente circolano e capire quali sono i presupposti, ma stiamo sempre a guardarci l’ombelico)
Ritratto di Andre_a
20 maggio 2024 - 15:13
@MS85: sono d'accordo, penso infatti che ad oggi l'elettrica sia per molti, ma non per tutti. Esattamente quanti non ti so dire, ma di sicuro una cifra tra il 100% e il circolante attuale :)
Ritratto di Newcomer
16 maggio 2024 - 23:07
Deutsch è obbligatorio per legge mettere una wallbox certificata
Ritratto di deutsch
17 maggio 2024 - 08:12
4
scusa dove?
Ritratto di deutsch
17 maggio 2024 - 08:59
4
a me non risulta, potresti citarmi la legge? a me risulta che è una facoltà dell'utente che non prevede l'autorizzazione del condominio ma la semplice comunicazione, un pò come i pannelli solari in condominio
Ritratto di Vinbroken
16 maggio 2024 - 12:47
No,non serve nessun apparecchio apposito, puoi usare una normale presa shucko 220 con un inverter che ti danno con l'auto,
Ritratto di Andre_a
16 maggio 2024 - 17:14
Se hai un impianto elettrico moderno non c'è problema ad usare la normale presa di casa, con la Tesla facevo così senza problemi. Ora abbiamo la wallbox semplicemente perché con la Honda e la regalavano
Ritratto di BobTheBear
16 maggio 2024 - 21:34
Io la mia BEV la ricarico ad una semplice presa schuco con il così detto carichino compreso tra gli accessori inclusi con l’auto. Per i più è tipo il juice booster.
Ritratto di Alsolotermico
16 maggio 2024 - 12:38
Non c'è nessun problema.. perché ti metteranno una bella tassa sulla proprietà legata alla produzione di energia volta anche ad alimentare un veicolo elettrico.. del quale sapendo la capacità della batteria è facile prevedere i consumi. Un bel F24 a giugno insieme a quello dell’IMU e Tari. Ma è giusto..perché chi guida un’auto elettrica non dovrebbe contribuire con le tasse al benessere del paese?...si sentono superiori agli altri?!..
Ritratto di Andre_a
16 maggio 2024 - 12:52
Sono d'accordo che anche chi compra elettrico debba contribuire. Meno ora, perché ne vogliamo incentivare l'utilizzo, ma lo stato non può certo regalare soldi per sempre. Spero solo che non utilizzino il sistema da te suggerito, la complessità del sistema tributario italiano è già fuori dal mondo, non lo complicherei ulteriormente.
Ritratto di Ilmarchesino
16 maggio 2024 - 15:14
3
Tasseranno la proprietà ed il possesso tipo ex bollo.pii la usi o meno sono fatti tuoi.mentre l accise la metteranno alle colonnine anche perché pochi possono caricare a casa
Ritratto di Vinbroken
16 maggio 2024 - 15:15
E come fai a prevedere i consumi? Se non la uso per un mese me la tassi uguale? Io non mi sento privilegiato e se mi mettono accise le pago, ma devono essere come con i carburanti, tot litri tot tasse(che poi anche li, se andiamo a misurare tutti i distributori voglio vedere quanti sono in regola) se però quei kw me li produco da solo allora me li devi tassare meno e pagarmi il kw in eccesso quanto lo pago io; e non è il mio caso che non produco nulla di energia
Ritratto di BobTheBear
16 maggio 2024 - 23:05
Non penso che uno che compri una BEV si sente superiore rispetto a chi compri una termica. Però sicuramente ha la consapevolezza che nell’usarla non intossica con i gas chi avrà nei paraggi con grande beneficio sui conti della sanità pubblica. Ha la consapevolezza che se possiede un impianto fotovoltaico e ricarica l’auto con l’energia auto prodotta allora non contribuisce ad arricchire i paesi esportatori di petrolio con grande beneficio sul bilancio di import/export. Ha la consapevolezza che visto l’immobilismo della politica ed industria nazionale ha dovuto dare parte di quei soldi che risparmierà ai cinesi per avere la sua BEV e il suo fotovoltaico ma allo stesso tempo sa che è un una tantum che è sempre minore a quello che avrebbe dato usando un’auto termica.
Ritratto di Mbutu
17 maggio 2024 - 10:40
Bob, quando l'ho comprata no; ma in realtà a frequentare questo sito un po' mi ci hanno convinto di essere superiore. Perchè qua sopra ho letto che pianificare un viaggio, usare un'app per la ricarica, gestire dei cavi o addirittura rendersi conto che se mentre si ricarica sta piovendo si può usare un ombrello o risalire in macchina per non infradiciarsi sarebbero imprese titaniche. Io che lo faccio ormai da qualche anno tranquillamente, capiscimi, mi sento una specie di superuomo dalle capacità semidivine. Cioè, se loro che sono quelli furbi ed intelligenti hanno di questi problemi io devo essere un vero Top. Mi hanno innalzato l'autostima a livelli assurdi.
Ritratto di rv
16 maggio 2024 - 17:55
Tasseranno i pannelli solari un tanto al metro2. Facile da verificare con le foto da satelliti o droni.
Ritratto di Santhiago
16 maggio 2024 - 22:36
No, basterà monitorare i consumi per individuare l'utilizzo. Oppure utilizzare delle proxy. Non preoccuparti che quando vogliono raccogliere, il modo lo trovano
Ritratto di Norman_Pit
17 maggio 2024 - 22:43
+1
Ritratto di Spock66
16 maggio 2024 - 11:53
Elettriche o termiche dovrebbero essere tassate uguale. Gia' ci sono gli incentivi all'acquisto, mi sembra sufficiente. Sul tipo di tassa, continuo a sostenere che l'imposizione piu' giusta sulle auto (se proprio si vuole tassarle) e' sulla quota di suolo pubblico occupato, cioe' le dimensioni. Tassare la potenza e' pura invidia sociale di sinistra memoria unita a una piu' recente influenza dei benpensanti da ZTL, iperprotettivi e terrorizzati da qualunque azione minimamente non conformista, come avere un'auto sportiva. Gli stessi che richiedono a gran voce ogni sorta di repressione per gli altri che minano la loro sicurezza, salvo poi f@ttersene altamente quando col loro SUV da 3 tonnellate bloccano la circolazione con sosta in terza fila...
Ritratto di Francesco Pinzi
16 maggio 2024 - 12:23
Anche "a peso" potrebbe essere un bel parametro. Va sicuramente di pari passo con le dimensioni e sarebbe un ottimo incentivo per le aziende per sviluppare sistemi di accumulo più leggeri ed efficienti, sempre che sia possibile.
Ritratto di Tistiro
16 maggio 2024 - 12:25
Io ho l auto di 4.66 metri, 10mila chilometri annui, parcheggio in garage. Un auto di 4 metri che fa 30mila chilometri e parcheggia in strada dovrebbe pagare meno?
Ritratto di giocchan
16 maggio 2024 - 11:57
L'unica cosa sensata è spostare le accise nel bollo auto o nell'assicurazione auto... anche perchè c'è sempre chi ricarica con pannelli fv o con la corrente di casa (certo non puoi tassare quella per tutti), mettere le accise sulla ricarica alle colonnine non risolverebbe il problema (anzi, il prezzo della ricarica alle colonnine andrebbe calmierato - con la scusa del roaming gli operatori hanno di fatto messo su un bel "cartello"...). Detto questo, le accise (ma anche l'iva sul carburante) sono "eque" perchè colpiscono chi fa più km (consumando quindi l'asfalto, ecc...), se tassi bollo o assicurazione non fai distinzione tra chi fa 3000km l'anno come chi ne fa 60000... Una "soluzione" (magari un po' invasiva per la privacy) potrebbe venire dall'installazione di una scatola nera nel veicolo che tenga traccia dei km percorsi... in fondo tra due mesi tutte le auto nuove ne avranno una (anche se con finalità differenti)
Ritratto di Tistiro
16 maggio 2024 - 12:26
Anche secondo me è la cosa piu fattibile e corretta. Piu usi piu inquini piu paghi.
Ritratto di Oxygenerator
16 maggio 2024 - 12:54
Concordo
Ritratto di nialex
16 maggio 2024 - 15:06
Cosi non va bene, guadagnano poco. Mi sembra troppo corretto che chi fa più km è giusto che paghi di più. E' quasi come dire tu che in 20 anni non hai mai fatto un incidente dovresti pagare poco di assicurazione
Ritratto di Lele_1998
16 maggio 2024 - 16:26
3
Non lo faranno mai, è la stessa motivazione che spinge le assicurazioni a non dare peso al km dell'assicurato. O ne fai 5.000 o 25.000 per loro la differenza è minima. L'unica cosa è spostare tutto sul bollo; qualcuno si beve ancora oggi la stronzat dell'ambiente, ma il bollo è una tassa sul possesso. Prendendo i consumi medi e teorizzando ricariche da colonnine 1 su 2 i possessori BEV pagano le accise. Un modello del genere è l'unico applicabile senza girare troppo intorno. Tanto tra poco troveranno il modo di tassare l'installazione di wallbox, questione di tempo
Ritratto di Gordo88
16 maggio 2024 - 16:54
1
Concordo scatola nera e paghi per quanto jtilizzi l' auto.. già il bollo dovrebbe essere pagato su questo parametro visto che sono soldi che dovrebbero essere reinvestiti nella viabilità ( dovrebbero) ma anche per le accise va bene e così si disincentiva l' uso dell' auto per motivi futili.. ovviamente bisogna rapportare all' isee, non è che un pendolare che deve usare l' auto per lavoro può pagarsi lo stipendio in accise..
Ritratto di Mbutu
16 maggio 2024 - 12:16
Di questo passo qui in Italia prima che sia un problema passerà molto tempo. E non dovrà occuparsene il giorgy ma magari qualcuno capace. Ad ogni modo, è abbastanza facile tassare le ricariche alle colonnine; più complesso quelle domestiche. L'ideale sarebbe scatola nera e tariffa chilometrica; tra l'altro così si potrebbe anche incorporare il bollo e pagare tutto in base alle percorrenze.
Ritratto di giocchan
16 maggio 2024 - 12:45
Sinceramente ho pensato la stessa cosa, scatola nera e stop. Cmnq è un problema "europeo", probabilmente verrà gestito "dall'alto". Tutte le nazioni hanno le accise sulla benzina... per dire, da noi sono 0.728e, secondi in europa dietro all'Olanda (0.821e). Ma poi, in una forbice fino ai 0.472e della Spagna, ci sono più o meno tutte le altre nazioni it.motor1.com/news/701434/tasse-prezzi-carburanti-europa/
Ritratto di Mbutu
16 maggio 2024 - 13:37
Scusa Giocchan, non avevo visto il tuo messaggio. E visto che citi l'Europa, aggiungo anche GPS in modo da pagare le accise anche nel paese di percorrenza.
Ritratto di Oxygenerator
16 maggio 2024 - 12:56
Sarebbe comodo e più equo così. Quindi non lo faranno.
Ritratto di Plk_123
16 maggio 2024 - 13:09
Equa o no, dubito che sarebbe accettata dall'opinione pubblica una scatola nera obbligatoria...
Ritratto di Gordo88
16 maggio 2024 - 16:56
1
Certo la privacy, come se ormai non ci fossero telecamere dappertutto
Ritratto di Plk_123
16 maggio 2024 - 17:12
Spiegalo all'opinione pubblica, ad esempio a quelli che si sono stracciati le vesti quando è arrivato sul proprio cellulare un messaggio di avvertimento della Protezione Civile contro i grandi rischi.
Ritratto di Andre_a
16 maggio 2024 - 17:18
Ma non dovrebbe arrivare a mesi la scatola nera obbligatoria sulle auto nuove?
Ritratto di Plk_123
16 maggio 2024 - 17:26
Sì, ma è un registratore di dati, non invia nulla a nessuno e raccoglie dati (accessibili solo via porta OBD) solo in forma anonima. Quindi nulla che possa servire a questo scopo.
Ritratto di Andre_a
16 maggio 2024 - 17:59
Grazie per la precisazione. Ma non penso sarebbe un dramma se introducessero un tipo diverso di scatola nera: certo la gente brontolerebbe un po' ma alla fine non si lancia una rivoluzione per questo...
Ritratto di Rush
17 maggio 2024 - 01:23
La scatola nera legata alla tassa in base ai km percorsi sarebbe un boomerang per il paese. Apparentemente equo porterebbe ad un rincaro delle merci fuori controllo dando un ulteriore assist a chi specula. Tutti i beni di prima necessità aumenterebbero automaticamente mentre i salari fermi nel loro immobilismo aumenterebbero la povertà. Meglio un’altra soluzione.
Ritratto di Gordo88
17 maggio 2024 - 01:46
1
Le merci girano su camion che non sono soggetti a vincoli di passare all' elettrico e comunque già ora le accise le paghi in base alle percorrenze quindi..
Ritratto di Mbutu
17 maggio 2024 - 09:14
Rush, non capisco il tuo discorso. Già oggi il prezzo delle merci è influenzato dalle accise sul carburante i cui consumi dipendono dalle percorrenze, domani sarebbe influenzato dalle accise chilometriche. Pensandoci, la centralina potrebbe calcolare direttamente i consumi e tassarti su quelli. Tra l'altro è un sistema che puoi applicare indipendentemente dal carburante usato. A quel punto togli anche le accise sui combustibili al distributore e fai pagare tutti col nuovo sistema. Certo, va studiata bene ma non è impossibile con i sistemi di oggi.
Ritratto di Rush
17 maggio 2024 - 10:34
Se si riuscisse a fare un distinguo potrebbe funzionare. Se sposto merci tipo alimentari sono esente. Se mi muovo per svago tipo viaggi vacanza la tassazione “corretta” sarebbe meglio digerita.
Ritratto di Andre_a
17 maggio 2024 - 10:47
Ma ad oggi se ti muovi per svago o per trasportare alimentari, il gasolio lo paghi lo stesso. L'unica eccezione è il gasolio agricolo per quello che gli alimenti li producono. E poi non capisco perché tassare solo lo svago, ne viene fuori un mondo triste
Ritratto di Rush
17 maggio 2024 - 10:53
Dovendo tassare per forza di cose… farei un distinguo tra necessità e superfluo… poi lo sappiamo bene che basterebbe che tutti facessero la propria parte per ridurre la tassazione.
Ritratto di Andre_a
17 maggio 2024 - 11:08
Certo, ed infatti è in parte già così, ma non esageriamo.
Ritratto di Newcomer
16 maggio 2024 - 12:24
Non saranno mai tante da garantire chissà quali entrate. Piuttosto andrebbero tassate oggi in modo da eliminare anche quelle poche che ci sono in giro
Ritratto di Alsolotermico
16 maggio 2024 - 12:30
Leggo spesso divertito.. i commenti di quanti avendo scelto un auto elettrica evidentemente solo per convenienza economica.. ora..a fronte di un semplice avvertimento..si sentiranno presi di mira dal governo di turno. Perché non dovreste pagare le tasse sotto forma di accise? Perché pensate di non inquinare? Perché non dovreste contribuire al benessere economico del paese come fa il pensionato che gira sulla sua euro 0 al Sud Italia ? Perché avete potuto acquistare un prodotto che vi esentava ( pro tempore ) dal contribuire alle casse dello Stato solo perché lo avete potuto fare? La coscienza ecologica non può prescindere dalla coscienza sociale...le accise...le tasse servono a pagare i servizi che lo stato eroga ai cittadini...a tutti...anche a quelli che non possono permettersi nemmeno la Panda odierna ( che paga le tasse ogni volta che viene accesa ). Su via!..siate degni della vostra scelta.. avete acquistato un ‘elettrica perché pensavate che non inquinasse ( o nel migliori dei casi che non inquinasse localmente ) non PERCHÉ COSÌ NON PAGAVATE IL BOLLO.. IL SUPERBOLLO..IL SUPERBOLLO DEL SUPERBOLLO E EL ACCISE OGNI VOLTA CHE FATE RIFORNIMENTO. Non vestite un abito sciatto..quello della convenienza...quello che si indossa quando nelle piazze si va a gridare crucifigge.. vestite l’abito della domenica..quello bello..quello che si indossa per farsi identificare come perfetti cittadini di uno Stato perfettibile. È ora che paghiate anche Voi!!!...
Ritratto di giocchan
16 maggio 2024 - 12:46
AlsoloBatman
Ritratto di Oxygenerator
16 maggio 2024 - 12:59
Forse prima le conviene leggere i messaggi. Perchè mi sa che non ci ha preso .
Ritratto di Oxygenerator
16 maggio 2024 - 13:04
Non ho letto commenti contrari. E comunque ciò non toglie che comunque, fino ad oggi, non abbiamo pagato niente.
Ritratto di Newcomer
16 maggio 2024 - 23:10
Oxy avete solo pagato “un’auto” a peso d’oro e anche di più riempiendovi di disagi quotidiani
Ritratto di Oxygenerator
17 maggio 2024 - 08:08
Ah si ? Io ho speso più o meno le stesse cifre che impegnavo con le termiche, per prendere le elettriche. Quali sarebbero i disagi “ quotidiani “ ? Metterla sotto carica la notte ? Non tutti le notti eh. Solo quando è necessario. 1 o 2 volte alla settimana. Sarebbe questo il disagio ? Io provo molto più disagio, nell’’andate a fare il self dal benzinaio, per non pagare più di 2€ la benzina e magari fare pure la coda dove è meno costosa. Provo molto più disagio nel portare e andare a riprendere l’auto in officina, per i tagliandi ogni 20.000 km o ogni anno o due a seconda dell’età dell’auto. Provo molto più disagio a dover portare la termica a fare i controlli dei fumi di scarico ad esempio etc etc etc. Anzi le diró, che la sensazione di autonomia gestionale che mi da l’elettrica, le termiche non me l’han mai data.
Ritratto di don diego
17 maggio 2024 - 09:02
ci risentiamo al cambio pacco batterie
Ritratto di Oxygenerator
17 maggio 2024 - 09:50
Avendo una garanzia estesa di 8 anni + 4 su una e di 4 con possibilità estensione sull’altra io non mi preoccuperei molto delle batterie. Poi mi regolerò al momento. Se dovró cambiarle a mie spese vi avviseró. Vero che raramente tengo un’auto più di 4 anni, ma per queste, vedremo.
Ritratto di fastidio
17 maggio 2024 - 13:18
8
@Oxygenerator Disagio fare un pieno per cui impiego forse 2 minuti e mi dura per 2 settimane? Disagio portare l'auto a fare il tagliando una volta all'anno? Io lo confronterei al disagio di trovare una colonnina libera se sono in giro lontano da casa, nel disagio di dover programmare i viaggi con soste obbligate, nel disagio di sperare che le colonnine funzionino. E poi...continui con questa storia delle di pagare la benzina a 2€, si vede che vai in elettrico perchè ieri ho fatto gasolio a 1,6€
Ritratto di Plk_123
17 maggio 2024 - 14:28
Possiamo discutere di dati oggettivi come potenza, autonomia, dimensioni, prezzi, prestazioni e chi più ne ha più ne metta, ma francamente faccio fatica a dare una dimensione oggettiva al disagio. Ritengo quindi che ognuno abbia il diritto di sentirsi comodo o disagiato per qualsiasi soluzione, per i motivi più disparati. Rimanendo nel caso specifico, avere sotto casa un benzinaio conveniente o una colonnina è molto più comodo che fare tanta strada per un pieno o avere solo poche colonnine pubbliche spesso piene, e così via. E idem per qualsiasi altro aspetto.
Ritratto di Oxygenerator
17 maggio 2024 - 14:34
Senza alcun dubbio. Io nelle vie intorno a casa ho 12 colonnine a disposizione già attive e altre 8 installate, da attivare . 4 sono sotto casa. Ma io ricarico nel mio box, che trovo la soluzione più comoda e ottimale. Non solo per me ma anche per le batterie. Perchè in box ricarico molto lentamente.
Ritratto di Oxygenerator
17 maggio 2024 - 14:30
Si disagio. Perchè ci devo andare dal benzinaio, oltre che farmi il pieno da me. Esattamente come devo portare l’auto in officina e poi andarla a riprendere. Disagio. Invece arrivo a casa e 2 volte alla settimana attacco un cavo che è già lì pronto lì ad aspettarmi, da collegare. Tempo 1 secondo. Chiudo il box e sono a casa. Quando viaggio lo so prima dove vado e dove eventualmente trovare la colonnina libera che posso prenotare ovviamente. Siccome si parlava del disagio quotidiano, per me è ora estremamente più disagiante dovermi recare in un posto per fare benzina che non attaccare il cavo a casa mia.
Ritratto di Andre_a
17 maggio 2024 - 20:50
Dopo il signore che sta spopolando in questi giorni sui social, se n'è aggiunto un'altro di fastidi! Almeno il cavo di ricarica nel mio garage sono sicuro che altri non lo toccano.
Ritratto di Gordo88
16 maggio 2024 - 17:00
1
Oggi è alsolopoeta..
Ritratto di Tistiro
16 maggio 2024 - 12:30
E pensare che qui dentro qualcuno sosteneva che i carburanti fossero una spesa per lo stato, stato che deve comprare petrolio da fuori. Invece ci incassa decine di miliardi dalla tassazione, è il cittadino che paga petrolio piu accise piu iva. Facile prevedere che una eventuale mancanza di auto termiche costerebbe miliardi di entrate in meno.
Ritratto di giocchan
16 maggio 2024 - 12:49
Le tasse si spostano, con grande fantasia... prima si tassava il possesso della tv, poi si è spostato la cosa al possesso di "un qualunque apparecchio in grado di vedere i canali radio televisivi". Infine, visto che era una tassa ignorata da un sacco di gente, mettiamola nella bolletta della corrente elettrica!
Ritratto di Tistiro
16 maggio 2024 - 13:01
Se i burocrati usassero tale arguta inventiva della tassazione anche sulla strategia per abbassarla saremmo i primi della classe
Ritratto di Rush
17 maggio 2024 - 01:35
Troppo impegnati ad andare su yacht a discutere quale parte avere…
Ritratto di Il Bavarese
16 maggio 2024 - 12:37
In Olanda, per esempio, le auto pagano il bollo (trimestralmente...) sulla base di peso ed alimentazione. Oggi le elettriche sono esenti, ma hanno gia' detto che dal 2025 lo inieranno a pagare anche loro. Giusto per dire che diversi paesi europei probabilmente si stanno gia' ponendo il problema, non siamo solo noi.
Ritratto di Vinbroken
16 maggio 2024 - 12:53
Ero rimasto che: il bollo lo pagavamo solo in Italia e che andava tolto perché ce lo chiedeva l'Europa; avrebbero tolto le accise con non ricordo quale scusa, e va be, pagherò anche quelle come pago il resto; (io sono un utente elettrico atipico: ho sia elettrico che diesel, non ho preso elettrico né per l'ambiente,né per il risparmio; ricarico quasi solo a casa, non sono un pilota e l'autonomia elettrico diesel non mi cambia niente perché comunque mi fermo ogni 250km)quindi a me va bene o male in ogni caso
Ritratto di giocchan
16 maggio 2024 - 13:02
Le accise sono in tutta europa... it.motor1.com/news/701434/tasse-prezzi-carburanti-europa/ Se uno mi dice che leva le accise è come se mi dicesse che gli asini volano. Anzi, ho paura che lo faccia per davvero, perchè vuol dire che vuole levare la sanità e/o la scuola pubblica (o più semplicemente stà per preparare una tassa grossa il doppio altrove...)
Ritratto di Plk_123
16 maggio 2024 - 13:11
Probabilmente l'ultima ipotesi è la più corretta. Per questo motivo sono sempre molto reticente quando qualcuno annuncia l'abolizione di qualcosa.
Ritratto di Mbutu
16 maggio 2024 - 13:39
Giocchan, uno dice che leva le accise perché gli asini non volano ma votano.
Ritratto di giocchan
16 maggio 2024 - 13:59
Anche tu hai ragione :)
Ritratto di Volpe bianca
16 maggio 2024 - 15:31
@Mbutu e infatti gli asini sono tra i mammiferi più intelligenti in assoluto. Senza volerlo hai classificato perfettamente tutti coloro che hanno votato questo governo. Da quello che hai scritto deduco che non lo sapevi, eri rimasto all'infantile equazione asino-ignorante...
Ritratto di Plk_123
16 maggio 2024 - 15:42
Asini o meno, rimane il fatto che qualcuno ha fatto campagna elettorale anche facendo questa promessa irrealizzabile, la gente l'ha votato applaudendo anche a questa promessa che ora stranamente non possono esaudire.
Ritratto di Volpe bianca
16 maggio 2024 - 16:38
@Plk_123 è chiaro che sia così, le campagne elettorali sono da sempre caratterizzate da promesse mai interamente realizzate successivamente. Perché i 10k a tutti i diciottenni era una promessa realizzabile? C'è mai stato un governo qui in Italia che è riuscito a realizzare tutte quello che aveva promesso? Mai. Quindi dare degli asini solo a chi ha votato per questo governo è proprio infantile, in tutti i sensi, per i motivi che ho già scritto.
Ritratto di Plk_123
16 maggio 2024 - 16:46
Purtroppo concordo. E dico anche che non vedo alcuna differenza in materia tra uno schieramento e l'altro: entrambi promettono, entrambi (a turno) vincono, ed entrambi poi fanno quel che riescono.
Ritratto di Volpe bianca
16 maggio 2024 - 17:13
Il nostro è un paese difficile da governare, io resto sempre dell'idea che l'unica soluzione sarebbe quella di diventare una Confederazione Italiana, come in Svizzera. E infatti, come modello di governo quello delle regioni è molto spesso superiore e più apprezzato dai cittadini rispetto a quello centrale.
Ritratto di Plk_123
16 maggio 2024 - 17:28
Usciamo un po' fuori tema, ma il mio unico commento è... mah... L'unica vera differenza è che i politici nazionali se vengono pizzicati con le mani nella marmellata sono noti a tutti e finiscono sui giornali nazionali; i politici regionali spesso sono semisconosciuti ai più e in caso siano pizzicati sono seguiti molto meno a livello nazionale. Non vedo molte altre differenze.
Ritratto di Rush
17 maggio 2024 - 01:45
Il problema più grave è che quando vengono pizzicati anche con prove schiaccianti nel breve ritornano. Nessuno di coloro che scelgono di entrare in politica è disposto a lasciarla. Soldi facili senza fare niente se non dire che è colpa dell’avversario. Se fossero seri fosse anche per aver sottratto una mela o favorito un conoscente dovrebbero avere il daspo a vita dai pubblici uffici. Se il reato commesso fosse più grave confisca dei beni ed esilio. Solo così si rimetterebbe in sesto il paese. Invece per il furbo di turno c’è sempre una sorta di assoluzione. Non sono per la galera dato che non credo serva un granché. Sono per l’esilio a vita.
Ritratto di giocchan
17 maggio 2024 - 10:31
L'esilio sarebbe un pena esemplare: "lei non è più il benvenuto nello stato italiano"... mi sembra appropriato per chi fa impicci ai danni dello stato (in fondo sarebbe una specie di "divorzio")
Ritratto di Rush
17 maggio 2024 - 10:51
Forse così si ridurrebbe anche parte dell’inquinamento…-:))) di certo quello sociale.
Ritratto di Giribildo
16 maggio 2024 - 12:46
Questa sarebbe la fine del mercato auto elettriche in Italia che già era agonizzante di suo. Il problema è che l'Italia è un paese turistico e se tutta Europa andrà verso l'elettrico fra qualche anno non verranno a fare le vacanze da noi dato che le infrastrutture per caricare le auto saranno obsolete o abbandonate e oltretutto carissime per via delle accise. Così andranno a soggiornare altrove con buona pace del nostro pil
Ritratto di Oxygenerator
16 maggio 2024 - 13:01
Anche questo è vero. Ma noi siamo lungimiranti :-))))))
Ritratto di Plk_123
16 maggio 2024 - 13:06
Mah, l'impatto sul turismo non mi pare così drammatico per vari motivi. Innanzitutto, l'Italia sta già facendo molto per convincere i turisti a visitare le bellezze... degli altri paesi. Con servizi da barzelletta e molti che accolgono il turista a pesci in faccia, la voglia di andare altrove cresce sempre di più. Inoltre, la ridotta autonomia delle auto elettriche e la diffusione capillare dei voli secondo me fa sì che sempre più gente si sposti con i mezzi pubblici (aereo) e usi l'auto, a noleggio, solo sul posto. Quindi certamente arriveranno turisti con l'auto elettrica, ma meno di quelli che arrivavano una volta con l'auto termica.
Ritratto di Sdraio
16 maggio 2024 - 13:40
non ti preoccupare... nessuno andrà sull'elettrico e noi italiani non rimarremo indietro... sarà l'europa intera a rimanere sul termico con bio carburanti o sintetici.
Ritratto di giocchan
16 maggio 2024 - 17:00
Sono indeciso le automobili a biocarburante e quelle a fusione nucleare.
Ritratto di Lele_1998
16 maggio 2024 - 16:35
3
Pochi turisti vengono in Italia con l'auto, figuriamoci con l'auto elettrica. Al massimo qualche tedesco/francese, ma vanno di dieselone. Per il resto l'impatto sul turismo sarà pressoché verso lo 0,0x.
Ritratto di Plk_123
16 maggio 2024 - 16:48
Mah, dipende dalle zone: sui laghi lombardi e presumo anche in alto adriatico le targhe straniere non sono affatto poche. E ricordo di aver visto in un campeggio sul Garda già parecchi anni fa un paio di Tesla danesi.