NEWS

Entro la fine dell'anno la Saab andrà alla Beijing

11 novembre 2009

L'acquisto di una quota di minoranza della Koenigsegg Group da parte della Beijing è solo il primo passo verso l'acquisizione completa della Saab.

ARRIVANO I CINESI - La Beijing, quinta Casa automobilistica cinese in ordine di vendite, attraverso le parole di un suo alto dirigente, ha reso noto di aver recentemente comprato una quota di minoranza della Koenigsegg Group, attuale proprietaria della Saab. L'intenzione è quella di completare a breve l'acquisizione della Casa svedese.

TUTTO A POSTO - I fondi provenienti dal Gruppo asiatico risolvono i problemi di liquidità che hanno impedito alla Koenigsegg di portare a termine l'acquisto della Saab dalla General Motors. Il procedimento aveva subito uno stop il mese scorso, quando il governo svedese aveva dichiarato che i 400 milioni di euro di prestito concessi alla Koenigsegg non sarebbero stati erogati nei tempi previsti.

“Stiamo concludendo l'affare e tutto sta procedendo secondo i piani”, ha dichiarato Wang Dazong, direttore generale della Beijing ad Automotivenews, senza fornire maggiori dettagli. “Le fusioni e le acquisizioni sono strumenti finanziari vitali per noi e ci stiamo muovendo sia in Cina che oltreoceano”, ha concluso.

La Koenigsegg e il suo nuovo alleato, cercheranno di portare le Saab (nella foto in alto la nuova 9-5, che sarà in vendita sul nostro mercato nell'estate del 2010) in tutti quei mercati dove la Casa svedese non è attualmente presente, tra cui la Cina.

ADDIO ANCHE A SAAB - Con la vendita della Saab un altro nome noto dell'automobilismo finisce in mano cinese. Ricordiamo che la Geely, anch'essa originaria della Repubblica Popolare, è in procinto di "mettere le mani" sulla Volvo (qui la notizia).



Aggiungi un commento
Ritratto di andrea lucangeli
11 novembre 2009 - 18:55
Proprio come il mitico personaggio Tafazzi l'occidente industriale si è preso da solo a bottigliate sulle palle aprendo alla Cina con il WTO di metà anni '90.- La Cina, un paese in cui gli operai sono schiavi (vedi "laogai"), che compete con l'occidente dove ci sono diritti sociali e sindacali, malattia e ferie pagate....- Risultato: i prodotti occidentali sono fuori mercato perchè costano troppo e i cinesi ci invadono con le loro porcherie, fanno i soldi e vengono a "scipparci" i marchi pregiati....- Un suicidio economico ed industriale dell'occidente che tra i padri (del suicidio) annovera anche (è bene ricordarlo) Romano Prodi, Presidente della Commissione Europea dal '99 al 2004....-
Ritratto di paso leon 89
11 novembre 2009 - 19:06
Bravo hai proprio ragione.... I cinesi son la nostra rovina
Ritratto di badman200
11 novembre 2009 - 20:14
avete ragione ragazzi...la superpotenza cinese sarà la rovina di quella occidentale...oltre tuto fanno solo robaccia...e io che sono appassionato di aereonautica posso confermare che anche in quel campo i cinesi non si smentiscono...
Ritratto di magnum
11 novembre 2009 - 20:23
anche questo si fregano i cinesi!!! finira' che un giorno pesteranno i piedi a qualcuno di troppo grosso.. e affari loro a quel punto!! vanno bene i ristoranti.. il resto no..
Ritratto di miana80
11 novembre 2009 - 20:30
un vero spreco in mano a i cinesi. questa fine non l'avrei augurata neanche alla fiat
Ritratto di Al86
11 novembre 2009 - 22:17
La speranza è che mantengano la progettazione e il design agli europei. Dal punto di vista politico sono contrario e non dobbiamo dimenticare che la Cina è praticamente una dittatura in cui non c'è nemmeno il diritto d'informazione figuriamoci quello dell'assistenza ai lavoratori o del diritto di riunirsi in un sindacato
Ritratto di Sprint105
12 novembre 2009 - 15:43
sono preoccupato per il futuro della Saab. Un marchio che ha dato un contributo alla storia dell'auto non merita di finire così. E fino ad oggi, i cinesi hanno fatto solo danni: si sono comprati la Rover e la MG dicendo che avrebbero riavviato la produzioone. Invece? Tutto tace, i due marchi sono morti forse definitivamente