NEWS

BMW e Mercedes uniscono le forze per i servizi di mobilità

22 febbraio 2019

L'obiettivo della collaborazione è offrire servizi di mobilità condivisa che vanno dal car-sharing alla ricarica delle auto elettriche.

BMW e Mercedes uniscono le forze per i servizi di mobilità

ALLEANZA STRATEGICA - Il gruppo BMW ed il gruppo Daimler, che detiene il marchio Mercedes, hanno annunciato una collaborazione per offrire ai loro clienti dei servizi di mobilità sostenibile e condivisa, con l’obiettivo di creare un player globale in grado di rispondere alle nuove esigenze del mercato. Nello specifico, le due aziende investiranno più di 1 miliardo di euro in totale per sviluppare e collegare più strettamente le loro offerte di car sharing, ride-hailing (servizi sullo stile di quello offerto da Uber), parcheggi, tariffazione e trasporto multimodale. Secondo le due aziende questi nuovi servizi integrati saranno in grado di rispondere alle esigenze di 60 milioni di clienti.

SERVIZI A TUTTO TONDO - La cooperazione comprende cinque joint venture: Reach Now, che riguarda i servizi multimodali, ossia la possibilità, attraverso un’applicazione, di spostarsi da A a B utilizzando diversi tipi di mezzi (dall’auto in car sharing alla bicicletta), Change Now, un servizio di ricarica in grado di standardizzare l’accesso ed i pagamenti alle colonnine (sono oltre 100.000 i punti di ricarica in 25 paesi compatibili), Free Now, offre diversi servizi di mobilità integrati tra cui taxi, autisti privati con veicoli a noleggio e scooter elettrici e che attualmente serve già più di 21 milioni di clienti e oltre 250.000 autisti danno il loro contributo, Park Now per prenotare e pagare il parcheggio attraverso un’app e Share Now, con la fusione dei precedenti Car2Go e Drive Now, per il car-sharing di tipo free-floating (dove l’utente può prendere e riconsegnare le auto entro determinate aree).





Aggiungi un commento