NEWS

BMW i3 e i8: partenza con il botto

26 novembre 2013

La BMW ha comunicato l’andamento positivo della prima fase delle vendite della i3 elettrica e della ibrida i8.

BMW i3 e i8: partenza con il botto
PIACE L’ELETTRICA PREMIUM - Che l’auto elettrica scelga la via della fascia “premium” del mercato per imporsi? Pare un paradosso ma c’è da chiederselo di fronte alle dichiarazioni fatte dal responsabile delle vendite della BMW Ian Robertson. Al salone di Los Angeles Robertson ha dichiarato all'agenzia Reuters che la BMW ha già un portafoglio ordine per la BMW i3 di circa 10 mila unità. Ciò mentre notoriamente altri modelli di fascia bassa, di altri costruttori, languono. O forse la cosa è un po’ più articolata.
 
E “FUNZIONA” ANCHE LA I8 - Lo stesso Robertson ha anche diffuso dati lusinghieri per la nuova BMW i8 ibrida plug-in, attesa sul mercato nella primavera del 2014. Senza fare numeri, il manager ha affermato che tutte le BMW i8 previste per il primo anno di produzione sono state già prenotate. Insomma, un altro successo. 
 
 
INVESTIMENTO DA CAPOGIRO - Ciò nonostante la valutazione economica del capitolo “elettrica” per la BMW è complessa, e per certi versi comporta qualche interrogativo. Gli investimenti della BMW per progettare e sviluppare la tecnologia dell’auto elettrica ammontano a circa 2,7 milioni di dollari, pari a 2 miliardi di euro. Tanti. Per arrivare alla soglia di pareggio economico occorreranno evidentemente molte vendite, sia pure considerando che i modelli elettrici sono utili per i costruttori per equilibrare il bilancio complessivo del CO2 emesso dall’intera gamma prodotta.
 
IMPEGNO TECNOLOGICO A 360 GRADI - Ma c’è del resto, appunto ancora avvolto da interrogativi. La BMW è molto impegnata nelle tecnologie legate alla realizzazione della BMW i3, come la scocca in carbonio (prodotta negli Usa da una società che per vie indirette è legata alla BMW) e le batterie agli ioni di litio. Proprio le batterie sono l’argomento centrale in tema di auto elettrica e hanno suscitato molto interesse le voci secondo cui le attuali batterie al litio starebbero per essere superate. Secondo indiscrezioni, la IBM starebbe mettendo a punto delle batterie capaci di garantire una autonomia di 800 chilometri, cosa che cambierebbe totalmente lo scenario “elettrico”.
 
 
SCOMMESSA GLOBALE - Essendo chiaro che chi arrivasse per primo a risultati del genere avrebbe un vantaggio competitivo enorme, è inutile attendersi conferme di studi del genere. Certo è che la BMW ha investito davvero tanto, e non solo nella messa a punto della vettura, ma appunto nella ricerca delle tecnologie più avanzate idonee a rendere possibile una vettura elettrica efficiente. Dunque, complimenti per le 10 mila i3 già ordinate, ma lecito anche pensare che forse la scommessa è ben più grande.
 
BMW i3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
186
134
70
45
151
VOTO MEDIO
3,3
3.27133
586


Aggiungi un commento
Ritratto di onavli§46
26 novembre 2013 - 19:55
questa BMW i3 e -compagna-,è una novità di elite, nel campo delle citycar di alto livello e nel campo dei veicoli a (quasi) zero emissioni. Il prezzo inizialmente fissato da BMW di 36.200€ + costosissimi optional sono già il primo elemento lampante. Certamente chi si può o potrà permettere d'investire in una citycar di lusso tale importante cifra, avrà sicuramente appagamento e soddisfazione. Le iniziali vendite in campagna promozionale (si fà per dire..) sembrano dare ragione agli alti investimenti ed all'avvio di progetto altamente tecnologico e di conseguente produzione della casa dell'elica, durato c.a 6 anni
Ritratto di flavio84
26 novembre 2013 - 20:01
sarà anche vero, ma nn credo ne vedremo tante in italia..
Ritratto di PariTheBest93
26 novembre 2013 - 21:18
3
Cosa avevo detto? La BMW sa quello che fà...
Ritratto di Rav
26 novembre 2013 - 22:45
3
per la piccola anche se premium. Che la i8 veda la produzione del primo anno già esaurita non mi meraviglia essendo praticamente una supercar. Però oltre alle belle parole mi piacerebbe sapere dei numeri, sia quelli che avevano previsto che quelli che poi hanno venduto così da farsi un'idea.
Ritratto di MatteFonta92
27 novembre 2013 - 00:45
3
Quello delle elettriche "premium" è un settore di nicchia... e come tale, anche molto prestigioso ed esclusivo. Per questo chi può permettersi questo genere di auto non ha esitato ad accaparrarsene i primi esemplari. E bisogna riconoscere che con la i8 la BMW ha fatto davvero un capolavoro, è una delle auto più belle che abbia mai visto. Davvero complimenti alla Casa bavarese!
Ritratto di Giuse90
27 novembre 2013 - 10:55
non vale più dell euro? 2,7 milioni di dollari missà che non equivalgono a 2 miliardi di euro...o sbaglio?
Ritratto di Boost
28 novembre 2013 - 13:17
Il dollaro non vale più dell'Euro; però il cambio è sbagliato perché a 2,7 MILIARDI DI DOLLARI corrispondono circa 2 MILIARDI di EURO (1.98655 con il cambio di oggi)
Ritratto di Mafiokizo
27 novembre 2013 - 11:02
stilisticamente credo che sia la bmw piu' brutta che abbiano mai disegnato. Speriamo solo che non venga in mente a nessuno in bmw di proporla con motore benza/diesel se no credo che sia veramente la fine.....
Ritratto di marco.stroppare
25 dicembre 2013 - 20:24
Avrei una domanda.....Nel listino prezzi si parla di motore sincrono per l'elettrica.... Ma è diverso (e più efficiente) dai classici trifase che utilizzano le auto elettriche? perchè 12,9 km/kW anche se dichiarati sono quasi la metà delle altre auto elettriche (vedi citroen Czero)!!!!!!