NEWS

Le BMW i3 e i8 resteranno senza eredi?

23 gennaio 2018

Costose e “uniche”, potrebbero lasciare spazio a modelli basati sulle piattaforme condivise delle BMW più diffuse.

Le BMW i3 e i8 resteranno senza eredi?

TANTE NOVITÀ - Nella relazione di fine 2017 la BMW ha messo in risalto le vendite delle auto ibride o elettriche BMW i, che hanno superato per la prima volta nella storia il traguardo delle 100.000 unità (insieme alla crossover ibrida Mini Countryman S E): l’utilitaria elettrica BMW i3 in particolare ha guadagnato il 23,3%. I numeri di vendita delle “i” dovrebbero crescere ancora nei prossimi anni, perché la BMW ha in programma di lanciare undici modelli elettrici entro il 2025 e dotare di un motore a batterie alcuni di quelli esistenti, a partire dalla suv media X3 fino alla nuova edizione della berlina a cinque porte Serie 4 GT. Secondo le indiscrezioni, questa strategia si potrebbe ripercuotere sulle i3 e i8 (nelle foto), che potrebbero non avere eredi.

MODELLI VETRINA - Le BMW i3 e BMW i8 sono modelli tecnologici e raffinati, dotati di un leggero telaio fabbricato con parti in fibra di carbonio: non condividono la piattaforma di base con altri modelli in vendita e quindi sono più costosi da fabbricare rispetto a quelli basati su auto già in vendita. In vendita dal 2013 e 2014, le i3 e i8 sono state fra le prime macchine ibride e elettriche della BMW e hanno fatto da “vetrina” per il costruttore, che grazie a loro ha fatto vedere le sue competenze con i motori a batterie. Ora la BMW ritiene che le due vetture abbiano svolto il loro compito e possano cedere il testimone a modelli più convenzionali e redditizi, basati cioè su piattaforme di maggiore diffusione non costruite ad hoc. 

QUALI EREDI? - “Per ora non pensiamo alle nuove i3 e i8” ha anticipato ad Autocar il responsabile dello stile per la divisione BMW i, Domagoj Dukec, “anche in futuro ci sarà spazio per una  sportiva ibrida come la i8, ma per la i3 decideremo al tempo debito”. Con queste parole Dukec ha lasciato intendere che la BMW potrebbe riproporre una nuova coupé ibrida, visto che i suoi clienti sono meno interessati al risparmio e possono permettersi di investire maggiormente all’acquisto, mentre non è detto che il costruttore riproponga una utilitaria elettrica o ibrida come la i3, modello sicuramente meno conveniente per la BMW di una sportiva da oltre 100.000 euro.

Aggiungi un commento
Ritratto di AMG
23 gennaio 2018 - 23:24
Scelta che non sorprende. L'i3 e la i8 sono sempre state dei prodotti veramente interessanti. Appunto per la raffinatezza del progetto sul quale si basano, la filosofia differente, il design innovativo, la cura dei dettagli e l'aria di freschezza pura che hanno dato ad una BMW ancora sulla cresta dell'onda. Adesso, con il nuovo stile (troppo) conservativo, da minestrina riscaldata, l'adozione della trazione anteriore su sempre più modelli, il costo sempre maggiore per modelli più economici da produrre dei precedenti (vedasi X1) non fa sorprendere che BMW dalla sua alta direzione e dal suo nuovissimo stile con il nome per esteso, decida di sopprimere la serie i. Che se prima se ne parlava come di una futura gamma di ibride raffinate da accostare alle ibride convenzionali quali X5, ora resta solo uno specchio pubblicitario iniziale. Poco male, non si parla di eredi? Spero che restino in gamma quanto più possibile, magari con un'altro aggiornamento di sostanza come quello che da poco ha coinvolto l'i3 o la variante roadster della i8. Sono qualcosa di ricercato, che va oltre la semplice apparenza e il marchio, sono quei modelli che non prendono sostanza dal marchio ma DANNO sostanza al marchio. Non so se mi spiego.
Ritratto di AMG
23 gennaio 2018 - 23:28
Io non davvero non vorrei sbagliarmi, ma da tempo da BMW non ho poi grandi notizie positive... solo tanti "ma" e "però", mi sembra aver perso molto rispetto anche solo a tre anni fa. Adesso si vedrà, X7, serie8 e Z4 sono tutte ottime possibilità di riscattare un immagine sempre più votata al profitto e sempre meno alla sostanza. (non per questo le BMW hanno perso in guida, sono sempre grandi auto, ma lo sono meno)
Ritratto di AMG
23 gennaio 2018 - 23:30
Parere OVVIAMENTE oggettivo. Personale. Non scrivetemi che non capisco niente, questa è la mia opinione. Così come ad esempio la serie 3 attuale non m'è mai piaciuta, mentre la generazione precedente sì. Così come la serie 7 attuale non mi dice nulla, e la sere 5 e X3 troppo poco, rispetto alle precedenti. Così come la serie 6 penso mi piacesse di più di quello che si è visto della 8.
Ritratto di LOL25
24 gennaio 2018 - 00:50
Secondo me la i8 è un vero capolavoro, vedendola per strada si ha l'impressione che venga dal futuro e ogni auto intorno a lei sembra preistoria. Peccato per il prezzo proibitivo e il motore non proprio da supercar.
Ritratto di neuro
24 gennaio 2018 - 05:55
meriterebbe in centinaio di cv in più... diciamo sui 450cv.
Ritratto di neuro
24 gennaio 2018 - 05:56
meriterebbe in centinaio di cv in più... diciamo sui 450cv.
Ritratto di marcoss
24 gennaio 2018 - 16:42
e intanto MERCEDES SPADRONEGGIA SUL MERCATO http://media.daimler.com/marsMediaSite/en/instance/ko/Mercedes-Benz-in-2017-Number-1-in-the-premium-segment.xhtml?oid=32692930
Ritratto di marcoss
24 gennaio 2018 - 16:54
notare Mercedes continua a sfornare modelli di alta gamma ed è leader, bmw smette di fare le top level e le prende anche con le serie 2 e monovolumi grand tourer.. beh per forza, anche se sono entry level fanno schifo.. come fanno schifo anche le serie 3 e serie 5, i dati di mercato lo confermano, bmw prende sonore sberle dai rivali!
Ritratto di Mattia Bertero
24 gennaio 2018 - 17:52
2
Peccato, specialmente per la i8 che considero un'autentico capolavoro dell'industria automobilistica, se avessi le possibilità economiche ne avrei presa una perché rappresenta un qualcosa di nuovo per tutti gli ambiti del suo progetto. Perfino Jeremy Clarkson in una puntata di Top Gear in cui doveva scegliere tra una M3 e la i8 quale delle due preferiva ha scelto la i8 nonostante lui sia sempre uno da vetture sportive tradizionali.