NEWS

Citroën C3: il modello per India e Sud America

Pubblicato 16 settembre 2021

Importante per l'espansione a livello globale della Citroën, la nuova C3 per i mercati emergenti punta su sostanza e stile.

Citroën C3: il modello per India e Sud America

PROGETTO DI ESPANSIONE - La casa francese presenta la nuova Citroën C3 destinata al mercato indiano e sudamericano. Basata sulla piattaforma CMP di PSA, è lunga 398 cm ed è un’utilitaria con un’impostazione ispirata alle suv. Si tratta di un modello molto importante per la Citroën, marchio destinato a diventare sempre più globale, nonché il primo del programma "C Cubed” lanciato nel 2019, che prevede l’uscita di tre modelli “internazionali” entro il 2024. Questo arriverà a metà del 2022.

COSTRUITA IN LOCO - Nello specifico, l'India è un nuovo mercato per la Citroën, con il potenziale per diventare il terzo al mondo. Può contare su una strategia di integrazione locale basata sulle due joint venture siglate tra Stellantis e le società del CK Birla Group, per assemblaggio e distribuzione e produzione di motori. Prodotta a Porto Real, in Brasile, la nuova C3 per il Sud America rappresenta un modello molto importante (il segmento B rappresenta quasi il 30% del mercato in Brasile e il 26% in Argentina).

STILE… CITROËN - Dal punto di vista estetico, la nuova Citroën C3 si distingue per un frontale dove trovano posto le due vistose cromature che si prolungano dal “doppio gallone” posizionato centralmente fino a terminare con i gruppi ottici suddivisi in due livelli. I fari si trovano invece incassati all’interno di piccole nicchie. Visto che si tratta di un modello concepito per il mercato indiano e sudamericano dove, soprattutto in India, sono presenti diversi chilometri di strade non asfaltate, l’altezza da terra è superiore rispetto a quella di un'utilitaria tradizionale (11 cm in più) e inoltre sono presenti diverse protezioni sul paraurti anteriore, sulla parte bassa delle fiancate e nel fascione posteriore. Ma la nuova Citroën C3, pur puntando alla sostanza, non rinuncia allo stile; al bianco della carrozzeria si alterna infatti l’arancione del tetto ed i profili neri e grigi delle protezioni anteriori e posteriori. In India saranno previste undici diverse combinazioni di personalizzazione, e 13 in Sud America.

LO SPAZIO C’È - Anche gli interni di questa Citroën C3 riprendono il look “sbarazzino” della carrozzeria dove centralmente trova posto lo schermo da 10” del sistema multimediale compatibile con Apple Car Play e Android Auto. Grazie al passo di 254 cm, gli occupanti anteriori e posteriori possono trovare ampio agio all’interno. Il vano bagagli è di 315 litri. Sono inoltre presenti diversi vani portaoggetti “furbi” e collocati in posizione strategica.





Aggiungi un commento
Ritratto di giulio21
16 settembre 2021 - 12:11
sembra la vitara brezza presente nel mercato indiano, le mega bocchette d'aria stonano e non poco ma essendo caldo in quei posti serve che esca molta aria quindi ci sta che siano così grandi
Ritratto di Check_mate
16 settembre 2021 - 12:29
1
Na roba allucinante, sembra la fusione tra Dacia Spring e C3/C3 AirCross...
Ritratto di Miti
23 settembre 2021 - 02:59
1
In più Check_mate ...con il volante dall'altra parte ...ma come si fa cambiare con la sinistra ?
Ritratto di ziobell0
16 settembre 2021 - 12:36
vado a vomitare
Ritratto di AndyCapitan
18 settembre 2021 - 20:28
1
ahahah....citroen sa sempre come peggiorare le proprie auto.....fin dall'inizio!!!....ma queste ultime degli anni 2000 proprio oltre a non avere nulla di innovativo sono degli incredibili plasticoni....manco Fiat usa cosi' tanta plastica....non comprero' mai e poi mai francese....
Ritratto di Ferrari4ever
16 settembre 2021 - 12:49
Per i mercati emergenti, va più che bene.
Ritratto di Quello la
16 settembre 2021 - 12:58
Quindi da noi farà furore!
Ritratto di Er sentenza
16 settembre 2021 - 14:28
Eh no! Il nostro e' un mercato "regredente"....tipo i ghiacciai
Ritratto di domila
16 settembre 2021 - 13:02
Bei tempi con la primissima C3...
Ritratto di Il bue
16 settembre 2021 - 15:12
6
Che io ho ancora, da 18 anni, diesel, e che non venderò MAI
Pagine