NEWS

Le Dacia diventano Brave. E ritocchi per Dokker e Lodgy

28 marzo 2017

Riviste nel frontale negli interni, le Dacia Dokker e Lodgy sono in arrivo nelle concessionarie ne weekend dell'8-9 aprile.

Le Dacia diventano Brave. E ritocchi per Dokker e Lodgy

SI SONO "RIFATTE IL VISO" - Dopo l’aggiornamento che ha riguardato la Dacia Logan MCV (disponibile anche in versione Stepway, da 13.300 euro per la 0.9 TCe), è il momento della multispazio Dacia Dokker e della monovolume Dacia Lodgy (in concessionaria in questi giorni). Anche per questi due modelli, le novità si concentrano frontale: la griglia della mascherina ha ora motivi trapezoidali (prima erano a listelli). Cambiano pure gli interni, diventati più pratici: i comandi degli alzavetro elettrici sono stati spostati dalla consolle centrale ai pannelli delle portiere, e dagli schienali dei sedili anteriori sono "spuntati" due tavolini reclinabili "tipo aereo” e una tasca portaoggetti. Inoltre, la telecamera di retromarcia, già presente sulla Lodgy, diventa disponibile pure per la Dokker. 

TANTO GRIGIO E UN PO’ DI RAME - In arrivo, poi, il nuovo allestimento Brave (in inglese, coraggioso), disponibile per tutti i modelli e caratterizzato da una nuova tinta grigio metallizzato (Grigio Islanda), cerchi in lega di 16”, anch'essi di colore grigio (per la Duster sono diamantati, e si aggiungono a passaruota e protezioni laterali nere e ai vetri laterali scuri). All'interno troviamo numerosi elementi color rame: impunture, scritta sullo schienale dei sedili anteriori, filetti che circondano le bocchette di aerazione e la consolle centrale. Per Dokker, Lodgy, Logan MCV e Sandero (la più economica della gamma, da 11.850 euro) rispetto alla più “semplice” versione Stepway (che rimane in listino) questa serie speciale ha un sovrapprezzo di 100 euro, e comprende pure i sensori di distanza con retrocamera e gli alzavetro elettrici posteriori.

NOVITÀ PER LA DUSTER - Per quanto riguarda la Dacia Duster, la serie speciale Brave va a sostituire la Black Shadow, e si colloca al vertice della gamma: costa 1.100 in più rispetto alla Lauréate (da cui deriva), ma offre in più il volante in pelle, il cruise control, gli alzavetro elettrici posteriori e i sensori di distanza con retrocamera. Infine, un'altra novità che riguarda solo la Duster: la 1.5 dCi da 110 CV (nelle versioni Lauréate e Brave, a trazione anteriore) è disponibile anche con il cambio robotizzato a doppia frizione EDC (1.400 euro). Già da ora è possibile ordinare la nuova serie Brave in concessionaria, ma per il "porte aperte", con la possibilità di vedere e provare le vetture, occorre attendere l'8 aprile.

Aggiungi un commento
Ritratto di jabadais
28 marzo 2017 - 22:07
A me la duster non dispiace... le basterebbe qualche attenzione in più alla sicurezza e sarebbe perfetta.
Ritratto di luperk
28 marzo 2017 - 22:18
dovrebbero venderle a 5000-7000 euro per quanto sono scadenti
Ritratto di ghighen
28 marzo 2017 - 23:32
Le Dacia hanno a mio avviso un livello costruttivo e rifiniture non molto dissimile da quello ad esempio di una Citroen Cactus che però costa mooolto di più. Quanto a motori la Dacia ha tre motori che ad esempio la Fiat si sogna ! Mi riferisco allo 0,9 turbo tre cilindri a benzina o Gpl che non è neppure lontanamente paragonabile al bicilindrico della Fiat che poi non ha la versione a Gpl. Il 1,5 diesel inoltre è un motore assolutamente eccellente sia per consumi che per affidabilità. Vogliamo parlare di accessori. Le Dacia dispongono di un display per l'infotainment da 7 pollici fornito dalla Lg che è fantascienza se confrontato con quelli che la FCA monta su Fiat Jeep e Alfa Romeo. In più le Dacia offrono retrocamera, interni in pelle, cerchi in lega e cambio automatico a poche centinaia di euro o già comprese nelle versioni più accessoriate. Il Gruppo FCA forse certi accessori non li ha nemmeno. La Duster 4x4 se impiegata in fuoristrada è seconda solo a poche altre vere fuoristrada. Vorrei vedere cosa fa una 500L Trekking in certe condizioni estreme: si rompe tutta e non va da nessuna parte !
Ritratto di luperk
29 marzo 2017 - 02:33
anche una uaz va benone in fuoristrada se è per questo. Il punto è che le francesi che hai citato, citroen nella fattispecie, sono ciò che di più scarso offre oggi il mercato italiano (escluse mahindra ed i pochi marchi cinesi qui presenti). Quindi hai ragione nel dire che la qualità fra le 2 è dissimile. Quanto a fiat, credo che sia l'affidabilità (di poco) che la qualità e le dotazioni funzionali e tecnologiche (di molto) siano entrambe superiori
Ritratto di gilrabbit
29 marzo 2017 - 16:41
Se per te la fantascenza è un visore Lg che sa tanto di specchio per allodole? Punto 1) Un duster che di per se è un buon mezzo costa a parita di motore, parlo dei diesel almeno 7 mila euro meno id una 500X o di quasiasi altra auto compresa la consorella Nissan QQ. 2) Il Duster,almeno appena uscito, utilizzava in larga parte avanzi di magazzino provenienti in gran parte da Scenic del 1997/2000 (vedi impianto elettrico e interruttori sul cruscotto).3) il duster è una buona auto ma come tutta la linea Dacia è un'auto destinata ad un mercato che preferisce un acquisto nuovo a pochi soldi accontentandosi di ciò che passa il convento. Vedi clienti Eurospin, Lidl e simili. Quanto a Fca non sarà al pari di Audi ma una 500X o Jeep Renegade non può essere confusa con una Dacia Duster e anche chi si fa un crossover Mercedes o Bmw o Audi anche se a 18 ruote motrici al massimo lo userà per andare a Cortina o per attraversare qualche pozzanghera in autostrada. Per il resto meglio la UAZ.
Ritratto di ghighen
29 marzo 2017 - 21:43
Il visore della Lg è fantascienza per i manager della FCA che sono ancora fermi ad un monitor per le loro bellissime auto che sembra il Tamagotchi di quando erano bambini; poi con la 500 X e la Renegade, fuoristrada ci vanno solo se trovano una piazzola comoda, a bordo strada per fare il pic nic con la famiglia.
Ritratto di gilrabbit
30 marzo 2017 - 08:09
Vedo che sai fare ironia ma non sai leggere. Ho scritto che l'unico vero fuoristrada tra tutte queste è solo la UAZ!!! Quanto agli specchietti per allodole (vedi visori e cazzeggi vari) nel mia MB 280 E 6 cil 3000 c.c., anche se costava come 10 Dacia, non c'è e nessuno ne ha mai sentita la mancanza. Il problema odierno è che i costruttori per far vedere che si rinnovano sfornano modelli su modelli con vita media di 4 anni che costano troppo e che devono essere pieni di gadget e luccichii poi se alla Dacia gli danno una vecchia Clio ricarrozzata a loro non interessa perchè in molti nemmeno sanno quante ruote girano e da che parte sta il motore. Comunque se a te sta macchina piace comprala, cerca di farci adepti e buon divertimento. Io mi vergognerei a metterci il cu+o sopra anche se fosse un taxi!
Ritratto di ghighen
30 marzo 2017 - 18:37
Meglio far finta di essere un signore mettendo il cu+o sopra un vecchio bidone come il tuo, però marchiato MB per buttare fumo negli occhi a chi non sa riconoscere i modelli vecchi da quelli nuovi ! Comunque io cerco di difendere le Dacia, come anche le Skoda perchè spesso sono meglio di quello che la gente ritiene. Spesso le cose vengono viste e codificate dalle persone, dopo averle filtrate e distorte da preconcetti e pregiudizi assolutamente errati
Ritratto di gilrabbit
3 aprile 2017 - 12:37
Non parliamo di fumo ma parliamo di macchine. Quando la mia auto era nuova costava quanto 10 Dacia nuove. Oggi se vuoi comprare la mia auto nuova il prezzo parte da 64.000 optional esclusi e cioè sempre come 10 Dacia nuove. Forse non è solo fumo. Forse c'è tanta gente che preferisce girare con vecchi bidoni che dopo 10 anni sono auto nuove visto che ai loro tempi erano anni luce davanti a auto generaliste come Dacia Fiat Renault e simili. Va aggiunto che la mia auto se la terrò benino tra 10 anni ancora gira mentre le altre saranno carne da sfascio. Quanto a Skoda, oggi può andare bene solo perchè è una Vw ricarrozzata ma, visti i prezzi che non sono bassi, perchè non prendere l'originale? Su ciò che è stato.....ultimamente sono passato da quelle parti e ho visto una grande fabbrica nella campagna circondata da palazzi, cinema, negozi e chiesa e tutti li appassionatamente a costruire auto ha 24 con stipendi per noi da fame a solo 250 kilometri dall'originale (Audi) dove prendono stipendi quintuplicati e premi annuali.
Ritratto di nicktwo
29 marzo 2017 - 21:43
secondo me con questa storia degli infoteinment ci si sta facendo prendere la mano... a breve uscira' uno smartphone da 100e munito di 4 ruote e per qualcuno sara' "automobilisticamente" meglio di una lotus... saluti
Pagine