NEWS

Dalla Honda il cambio a tripla frizione a 11 rapporti

23 agosto 2016

La Honda avrebbe depositato il brevetto di un nuovo cambio automatico ancora più efficiente e veloce.

Dalla Honda il cambio a tripla frizione a 11 rapporti

PRIMATO TECNOLOGICO - Secondo alcune indiscrezioni Honda sta lavorando ad una trasmissione automatica a tripla frizione e 11 rapporti. L’azienda giapponese, che già ha in listino una cambio a doppia frizione a 9 rapporti sulla sportivissima Honda NSX, sarebbe la prima a mettere in produzione un cambio di questo tipo. Soprattutto dopo che la Volkswagen ha cancellato il progetto del cambio a doppia frizione a 10 rapporti (qui per saperne di più). La notizia è stata diffusa dal sito Autoguide, che avrebbe ottenuto lo schema depositato il 27 maggio presso l’ufficio brevetti giapponese (qui sotto).

SENZA INTERRUZIONI - Lo schema lascia intendere che il nuovo cambio a tripla frizione a 11 rapporti disponga di tre alberi sui quali vengono istallati i gruppi di ingranaggi che costituiscono le varie marce. Fino ad oggi, sui doppia frizione (QUI per sapere come funzionano), gli alberi utilizzati erano due. Lo scopo ultimo di un cambio come questo è quello di rendere praticamente nulla la caduta di giri nel passaggio tra un rapporto e l'altro facendo lavorare il motore all’interno di un regime sempre ideale, minimizzando i consumi e aumentando il comfort. In questo modo l’automobile risponde ai comandi del gas senza ritardi o indecisioni, anche mentre viene effettuato il cambio marcia. Non è ancora chiaro se e quando la Honda porterà in produzione questo cambio, che appare più adatto ad un'auto votata al comfort: su una sportiva, infatti, l'elevato numero di rapporti renderebbe la guida in modalità manuale troppo frenetica e quindi poco piacevole.



Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
23 agosto 2016 - 17:20
E poi dicono che la meccanica tradizionale sia giunta al limite dell'evoluzione. Comunque trovo sempre più bella questa Civic.
Ritratto di hulk74
23 agosto 2016 - 17:47
Beh, penso che serva soprattutto a permettere velocità autostradali a regimi di giri ottimali... sinceramente credo sia meglio un cvt, arrivati a questo punto
Ritratto di slvrkt
23 agosto 2016 - 20:58
3
il CVT non e' mai meglio, mai. E' un cambio da scooter, non da auto.
Ritratto di Zot27
23 agosto 2016 - 23:34
Escluso il non cambio delle ibride Toyota/Lexus, il miglior cambio in assoluto è il cvt, perchè è come avere marce infinite
Ritratto di steves
24 agosto 2016 - 22:25
...e consumi infiniti, con ritardi infiniti. E' la prima volta che sento elogiare un cambio a variazione continua. Le lexus sono macchine ibride, dove un motore elettrico collabora col benzina ottimizzando rendimento e consumi e quindi ha senso il cvt ma per le altre? Perchè un CVT dovrebbe essere meglio di un DSG? illuminami
Ritratto di Zot27
25 agosto 2016 - 15:46
Perchè consumi e ritardi infiniti? Non capisco. Il cambio esiste, visto che i motori endotermici hanno potenza che sale con l'aumento dei giri e coppia che prima aumenta e poi diminuisce, per avere il più possibile un rendimento del motore accettabile al variare della velocità dell'auto. Più marce si hanno e più il motore può lavorare meglio. Il non cambio delle ibride T/L o il cvt permette di avere il massimo di potenza in qualsiasi momento, basta premere a fondo il pedale dell'acceleratore. Un esempio può essere un tornante stretto in salita: qui è difficile con un cambio a rapporti limitati trovare il giusto regime. Per quanto riguarda i consumi, soprattutto con i motori a benzina, con i rapporti praticamente infiniti che permette il sistema hsd o il cvt, a velocità costante si viaggia sempre al regime più basso possibile, con evidenti vantaggi anche sul piano acustico
Ritratto di steves
25 agosto 2016 - 23:42
Io mi riferivo al classico "effetto scooter" dei cvt. Schiacci forte sull'acceleratore, il motore aumenta il numero di giri ma non la spinta. Aumenta il rumore del motore ma l accelerazione è relativamente lenta, i consumi aumentano e la guida non è sportiva. Guidando in souplesse, il discorso cambia. Ad ogni modo, per quello che sapevo io, il CVT appartiene alla vecchia generazione di cambi automatici. E poi, alla potenza massima, la coppia non raggiunge il livello massimo ma cala un bel po', quindi io tutta sta sportività nei tornanti non riesco a vederla. Un motore lavora al meglio in coppia, cioè al numero di giri in cui si ha la massima spinta, i consumi si ottimizzano e la guida ne beneficia. Davvero non riesco a capire...può anche darsi che io mi stia confondendo ma convieni con me che i consumi del CVT sono più alti di un robotizzato o doppia frizione? O è sbagliato anche quello?
Ritratto di Zot27
27 agosto 2016 - 23:39
Io ho la Prius con cui ho fatto quasi 150k km, e non mi pare che quando affondo sull'acceleratore la spinta non c'è, basta guardate il tachimetro che sale abbastanza rapidamente, ma in modo costante senza l'inerzia che hanno gli altri senza questo sistema. Ho letto di confronti fatti qualche anno fa con una Golf 140cv con cambio manuale, nella suddetta situazione di tornante e la Prius ne usciva totalmente vincente. Poi in teoria con un cambio a marce praticamente infinite si ottiene sempre il miglior consumo. In pratica con l'Hsd sicuramente, con il cvt quasi pure
Ritratto di Zot27
27 agosto 2016 - 23:47
http://www.alvolante.it/da_sapere/funzionamento-cambio-automatico-cvt-variazione-continua-347659 verso la fine si parla del rendimento del motore
Ritratto di steves
28 agosto 2016 - 05:19
Grazie per il link, io ti riporto un estratto della prova di alvolante della yaris ibrida, alla voce "come va fuori città": ...Il meglio, comunque, si ottiene guidando tranquilli, senza chiedere troppo in fatto di grinta (quando si accelera a fondo, il cambio CVT fa sì che il regime del motore s’impenni, mentre la velocità cresce lentamente). La spinta aggiuntiva del motore elettrico, in ogni caso, aiuta nei sorpassi e tiene bassi i consumi (22,0 km/l), e nelle discese si può utilizzare la posizione B del cambio per aumentare il freno motore. Quello che c'è scritto nel link che mi hai segnalato tu sembra dire l'opposto di questo della prova della yaris ibrida. Dov'è l'inghippo? Io penso che sia merito del motore elettrico e della cubatura superiore del motore a benzina della tua prius quello che fa la differenza. E infatti le prius che vedo per strada scattano sempre bene al semaforo (tassisti), le yaris ibride, invece, vanno lentamente.
Pagine