NEWS

Diesel in città: la ricetta francese per ridurre i consumi

10 giugno 2010

Il gruppo PSA Peugeot-Citroën presenta il primo sistema Stop&Start per motori diesel che per rimettere in moto sfrutta un alternatore. Col risultato di ridurre non solo i consumi, ma anche le vibrazioni.

SI DISTINGUONO PER DISCREZIONE - Si chiameranno e-HDi e saranno i primi motori a gasolio ad avere un sistema di spegnimento e riaccensione che utilizza uno speciale alternatore, anziché un motorino d’avviamento potenziato (come alcuni modelli Fiat e Volkswagen). Il vantaggio del sistema studiato dai progettisti del gruppo PSA Peugeot-Citroën è che l’accensione con l’alternatore, controllato elettronicamente da un inverter e collegato al motore tramite una cinghia, è più rapida e meno rumorosa rispetto a quella con un motorino d’avviamento. Inoltre, lo stesso componente è utilizzato anche durante lo spegnimento, sempre per ridurre vibrazioni e rumore. Così, nei continui “stop & go” tipici nel traffico cittadino, a bordo quasi non ci si accorge di quel che sta facendo il motore (o per lo meno non si viene disturbati dai ripetuti avviamenti). Intanto, però, non si sta sprecando carburante. Per fare un esempio, nel nostro test di 25 minuti negli ingorghi parigini, il motore è stato spento per oltre otto minuti (il dato è segnalato nel cruscotto): circa un terzo del totale. Questo, grazie al fatto che il motore viene spento non solo quando si sta fermi, ma anche quando la velocità del veicolo scende sotto una certa soglia: per vetture con cambio manuale, 20 km/h, ma solo mettendo in folle (per sfruttare bene il sistema, serve un po’ d’esercizio); 8 km/h, se l’auto ha il cambio robotizzato.

Citroen c4 nuova 2010 4 resize mod
La nuova Citroën C4 sarà la prima vettura del gruppo PSA ad utilizzare il motore e-HDi.


LA BATTERIA HA BISOGNO D’AIUTO
- Una soluzione con un principio di funzionamento analogo (ma tecnicamente meno evoluto) era già stata usata, in passato, dalla Citroën per le C2 e C3, ma solo per alcuni motori a benzina. Con i turbodiesel tutto si complica: lo sforzo necessario durante l’avviamento è molto più alto (circa il doppio) e, soprattutto, le vibrazioni aumentano. Ecco perché ci sono voluti tre anni di lavoro di 500 tecnici e 300 milioni di euro di investimento per sviluppare i nuovi e-HDi. Oltre a mettere a punto l’alternatore (sviluppato con la Valeo) e il sistema che lo controlla, i ricercatori del gruppo PSA Peugeot-Citroën sono dovuti ricorrere a una soluzione del tutto nuova per non utilizzare una batteria troppo grossa. Per avere sufficiente potenza nell’avviamento dei motori turbodiesel (anche con temperature di -5 °C) si utilizza un supercondensatore (messo a punto dalla Continental) che interviene in sostegno della batteria da 70 Ah: dà una scarica di corrente altissima per alcune frazioni di secondo.

Peugeot 308 e hdi 03
Anche la Peugeot 308 sarà disponibile con il motore diesel e-HDi.


L’ALTRO GRANDE VANTAGGIO
- Il sistema Peugeot-Citroën viene sfruttato anche quando l’auto è in movimento: controllando opportunamente l’alternatore si può ricaricare la batteria, recuperando l’energia cinetica del veicolo appena il guidatore toglie il piede dall’acceleratore. Così, si evita di “rubare” potenza al motore durante la marcia, sempre a beneficio dei consumi. È anche grazie a questa funzione (impossibile con i sistemi Stop&Start con il solo motorino d’avviamento) che il gruppo francese dichiara una riduzione dei consumi fino al 15% in città. 

SU QUALI MODELLI LO VEDREMO - La prima a montare i nuovi motori e-HDi (con cilindrata di 1,4 e 1,6 litri) sarà la nuova Citroën C4 che verrà presentata in ottobre al Salone di Parigi (qui per saperne di più). Poi seguiranno le altre auto della gamma Citroën (a partire dalle C5, C3 e DS3) e i modelli Peugeot, a cominciare da 3008 e 308. Invece, per le versioni a benzina i sistemi Stop&Start saranno disponibili solo a partire dal 2013. Il gruppo PSA Peugeot-Citroën ha preferito concentrarsi inizialmente sui motori più diffusi.  
 

Aggiungi un commento
Ritratto di fastech
10 giugno 2010 - 22:20
ma mi sembra un po' un controsenso visto che ormai i diesel attuali su tratti prevalentemente cittadini non si possono più usare a causa dei filtri antiparticolato che si intasano, per cui questo sistema quanto realmente potrà ridurre i consumi? 15% se si usa l'auto sempre in città forse che però se lo sommiamo ai consumi dovuti all'obbligatorio cazzeggio in statale per liberare il filtro otteniamo un risparmio reale nullo... ormai l'utente urbano è condannato al benzina, al massimo gpl se vuole veramente risparmiare...
Ritratto di Baf
11 giugno 2010 - 10:56
Infatti è vero quello che dici. Se uso l'auto prevalentemente in città e non faccio abitualmente tratte in cui mi è possibile rigenerare il filtro sto ogni settimana in officina. Leggete questo articolo: http://www.wroar.net/pages/fap-dpf.html
Ritratto di Peppe
10 giugno 2010 - 22:33
Prima l' Hybrid HDi (2.0 HDi 163 Cv + motore elettrico da 37 Cv= 200 Cv e trazione integrale) e ora l' e-HDi, un sistema molto all'avanguardia che sarà copiatissimo! Le tecnologie PSA sono avanzatissime e i motori diesel sono i migliori... Altro che turboair o multiairjet o come c***o si chiamano quelle porcherie fiat!
Ritratto di aleomega
11 giugno 2010 - 15:17
non vedo l'utilità di stare sempre a fare queste denigrazioni, invece di sani e costruttivi confronti, che mi sanno solo di bambini che fanno a gara a chi ce l'ha più lungo. a questo punto, visto che scrivi sempre le stesse cose, mi fai pensare che più per convincere gli altri questi post che lasci servano più a convinvere te stesso! Per quanto riguarda l'articolo, da quello che sò io i diesel con il fap o dpf cozzano un pò con i percorsi cittadini ma un modo per risparmiare carburante è sempre benvenuto quindi ottimo lavoro agli aviluppatori.
Ritratto di ziosante
11 giugno 2010 - 08:13
Sara la tecnica adotatta nel motore nuova, visto che il sistema start e stop l'ho già montato sulla mia freelander 2 ed e diesel!
Ritratto di P206xs
11 giugno 2010 - 09:15
hanno in cantiere delle belle cosine tra cui l'ibrido trazione integrale.....speriamo che si applichino con successo!!e che il nuovo corso stilistico peugeot si ispiri all'ultimo prototipo.
Ritratto di Pasquale_62
11 giugno 2010 - 10:40
sta avanzando sempre di più riguardo lo sviluppo di nuove tecnologie. L'Hybrid 4, ottimo sistema, anni addietro il FAP (questo non si intasa ma si cambia a 180.000 km) ora questo sistema. Ottimo lavoro !
Ritratto di Fede97
14 giugno 2010 - 21:00
se la citroen non esistesse, non ci potrebbe essere questa pensata, anzi, non la penserà nessuno!!!
Ritratto di gio_the_boy
30 giugno 2010 - 17:53
hai ragione