NEWS

La plastica si ricicla (anche) nei sedili

Pubblicato 07 febbraio 2020

Con le nuove Fiat 500 e Panda Hybrid arriva per la prima volta sulle automobili il tessuto ottenuto riciclando la plastica ripescata dal mare.

La plastica si ricicla (anche) nei sedili

RIVESTIMENTO ECOLOGICO - Con il lancio delle varianti mild hybrid della Fiat 500 e della Fiat Panda la casa italiana ha ridotto consumi ed emissioni di due modelli molto popolari (in particolare, la Panda è da anni l’auto più venduta in Italia). Ma gli interventi per rendere più ecosostenibili le citycar torinesi hanno riguardato anche l’abitacolo. Le versioni speciali Launch Edition utilizzano infatti un rivestimento dei sedili in plastica riciclata.

COME È FATTO - Tutto deriva dall’accordo tra la Fiat e Seaqual Initiative, organizzazione spagnola impegnata dal 2018 nel recupero e nel riciclo della spazzatura gettata nel mare. Dai fondali marini arriva il 10% della plastica utilizzata per produrre il filato Seaqual Yarn, utilizzato per i sedili delle due utilitarie. Il restante 90% è sempre in plastica riciclata, raccolta però a terra. Attraverso la produzione di questo materiale, utilizzato, oltre che da Fiat, da aziende come Ikea, Epson e Jack Wolfskin, Seaqual Initiative ha finora liberato il mare da oltre 500 tonnellate di plastica; per il 2020, l’obiettivo è di raccoglierne oltre 450. Per ogni tonnellata raccolta, si stima che ne vengano rimosse dai fondali altre 6/10 di spazzatura di diverso tipo.

> IL PRIMO CONTATTO DELLA FIAT 500 HYBRID

> IL PRIMO CONTATTO DELLA FIAT PANDA HYBRID

Fiat 500
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
427
162
84
65
108
VOTO MEDIO
3,9
3.868795
846


Aggiungi un commento
Ritratto di zero
8 febbraio 2020 - 17:26
11
@remor Ti do una notizia: degli utenti che scrivono qui, un buon 90% non legge (né AV né altro). Da tempo, ormai, me ne sono ormai reso conto: i loro messaggi non sono affatto coerenti con i dati dei test e delle prove su strada di qualsivoglia testata di settore. Ciò che importa loro è sempre e solo ripetere le solite cose, magari con messaggini di tre parole privi di qualunque riscontro concreto.
Ritratto di littlesea
9 febbraio 2020 - 01:29
Zero, anch'io ti do una notizia...leggo al Volante da quando è stata stampata la prima copia; leggo 4 ruote da 35 anni; leggo altre riviste di auto e moto da altrettanto...Beh...non immagini quante volte sono rimasto basito nel constatare realtà diverse da quelle elogiate o magari criticate negli articoli, nelle prove si strada...Esempi? L'ultimo in ordine che ho poco sopra riportato, circa la supposta qualità eccellente delle finiture Mini e il rilevato consumo in prova del 3 cilindri 1.0 Ford montato sulla Focus. E se vuoi possiamo continuare...
Ritratto di zero
9 febbraio 2020 - 11:49
11
Littlesea, ti do un'altra notizia fresca fresca... Io mi sono fidato sempre più delle valutazioni coerenti tra loro delle riviste specializzate che di quelle di un qualsiasi utente, che si chiami piccolomare o cippirimerlo, che scambia l'automotive per uno stadio in cui tifare per la squadra del cuore. Non ti offendere, ma se Quattroruote o Al Volante mi dicono che una macchina è fatta bene, mi fido più di loro che di te. Anche perché poi tocco con mano e confermo.
Ritratto di littlesea
9 febbraio 2020 - 13:54
Zero, evidente ti fai suggestionare, cosa vuoi che ti dica? Io, per esempio, quando ho provato anni fa, intenzionato all'acquisto, Citroen C4 Picasso e VW Touran per sostituire la "prima" auto e VW Polo e Renault Clio per sostituire successivamente la "seconda auto" sono rimasto fortemente deluso date le aspettative che 4ruote e al volante mi prospettavano, sotto tanti punti di vista...Di contro, ho trovato tante altre prerogative sul vetture "denigrate". E su Ford, tanto decantata, posso confermarti che le rilevazioni sui consumi fatte da al volante sono totalmente sballate, dato che ne usiamo una al lavoro... Vorrà dire che abbiamo modo diversi di verificare quanto sparato dai media.
Ritratto di zero
9 febbraio 2020 - 23:33
11
@littlesea eh sì... sono sempre stato un tipo suggestionabile, io.
Ritratto di remor
9 febbraio 2020 - 08:18
Ci sta(rebbe). Nel senso che non tutti avremo lo stesso livello di passione per l'argomento, che ci porta a più o meno approfondire gli argomenti e informarci su come poi, e non potrebbe essere altrimenti, le situazioni e le gerarchie mutino nel tempo; in modo da rivedere le nostre eventuali convinzioni. Penso il continuare a sostenere assiomaticamente, e magari in giusto un paio di parole, una posizione (perché magari 10-15 anni prima effettivamente può darsi fosse giusta) sia un modo di voler intervenire per condividere un proprio apporto alla discussione ma poi con una tutt'altro che totale prospettiva e relativa convinzione sull'argomento, e allora ci si aggrappa alla frase cliché che mette al sicuro le proprie preferenze in tema di brand. Per fare un esempio, molto attinente al tuo discorso relativo al leggersi le prove delle varie riviste, diverse volte nel parlare della Giulia è venùta fuori la classica considerazione assiomatica del tipo "si va bene in strada ma è la più scomoda fra le concorrenti", laddove invece tutte (nb non una ma tutte) le riviste ne hanno elogiato il confort di bordo, con in particolare nella comparativa a 4 (le altre 3 ovviamente si sa di chi trattasi) nonostante essere la più dinamica in assoluto davanti alla 3er (al tempo era la versione precedente) era nel contempo anche la più confortevole assieme (4 stelle e mezza assieme alla C-class, le altre 2 invece mezza stella in meno). Eppure, ripeto, leggere a distanza di tempo cose (anche estreme) tipo -dopo mezz'ora che la guida scendi con la schiena a pezzi- è rimasto ancora un commento assiomatico tipo
Ritratto di Oxygenerator
9 febbraio 2020 - 19:30
@ remor Veramente su Giulia la prima lamentela è che per il prezzo, è una macchina premium, poi nei materiali e contenuti fino ad ora no. La seconda lamentela riguardava la mancanza di altre versioni ( SW - Coupè ) La terza, la mancanza di tecnologia moderna, led ed affini. La scomodità, se è una lamentela degli utenti, la scopro ora. Un motivo in più per evitarla. La Giulia.
Ritratto di Dani_070898
8 febbraio 2020 - 13:16
Similpremium...
Ritratto di Oxygenerator
9 febbraio 2020 - 19:21
@ remor Simil premium, vuol dire che simula di essere qualcosa che in realtà non è. Come la simil pelle finge di essere pelle, ma in realtà è plastica. Però guardi che la 500 di premium, simil premium, forse premium et similia, proprio non ha nulla. È una scatoletta furba e molto carina, che sfrutta l’idea di 60 anni fa e i nostri ricordi. Perfetta sotto questo aspetto. Ma basta. Niente di più.
Ritratto di andrea120374
10 febbraio 2020 - 12:08
2
Similpremium la 500 mi scompiscio dalle risate !!! Bevi meno !!!
Pagine