NEWS

La Fiat è sponsor della Nazionale italiana di calcio

30 maggio 2011

Il gruppo torinese sarà il partner principale degli “azzurri” che saranno accompagnati dalle vetture del Lingotto agli Europei in Polonia del 2012 e ai Mondiali del 2014 in Brasile.

SPONSOR PER 4 ANNI - Nei prossimi 4 anni, il gruppo Fiat sarà sponsor principale della Nazionale italiana di calcio (nella foto il commissario tecnico Prandelli con la Freemont). Il connubio tra il Lingotto e gli “azzurri” partirà con la partita Italia-Estonia che si terrà il prossimo 3 giugno a Modena, valida per le qualificazioni agli Europei dell’anno prossimo.

POLONIA E BRASILE - La sponsorizzazione da parte di Fiat è legata anche agli eventi in cui parteciperà la Nazionale. Infatti, nel 2012 si terranno gli Europei in Polonia, mentre i prossimi Mondiali saranno nel 2014 in Brasile. I due Paesi sono molto importanti per il gruppo torinese, dato che è leader nelle vendite ed è anche presente con propri impianti di assemblaggio.
 

fiat_freemont_03.jpg
Fiat Freemont.

PARTNER TECNICO DAL 2000 - La Fiat era già partner tecnico della Nazionale italiana di calcio dal 2000 ed ha accompagnato gli azzurri ai Mondiali di Giappone e Corea del Sud nel 2002, agli europei di Austria e Svizzera nel 2008, nonché ai Mondiali in Sud Africa dello scorso anno. Nel 2006, anno della vittoria ai Mondiali in Germania, il partner automobilistico degli “azzurri” fu la Volkswagen.

Aggiungi un commento
Ritratto di TurboCobra11
30 maggio 2011 - 18:13
speriamo non porti sfi..sfortuna, abbiamo vinto solo quando non ci accompagnava la Fiat!!! No vabbè non ci credo a queste cose ma la coincidenza è proprio strana!!! Comunque lo fanno per farsi pubblicità in Brasile e Polonia, facendola con la nazionale italiana perchè fare lo sponsor del mondiale o europeo costava troppo, ma se l'italia esce subito non sarà un buon affare.
Ritratto di tomkranick
30 maggio 2011 - 18:19
Giusto così!
Ritratto di fogliato giancarlo
31 maggio 2011 - 03:25
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di geko88
31 maggio 2011 - 12:08
ma quali soldi deve restituire allo Stato italiano? di cosa parli?
Ritratto di fogliato giancarlo
31 maggio 2011 - 20:09
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di geko88
31 maggio 2011 - 22:17
Quelli non sono assolutamente prestiti. Negli anni '80 FIAT ha avuto aiuti di Stato per la costruzione di stabilimenti al Sud, non prestiti, ma finanziamenti a fondo perduto e certo non puoi imputarli a Marchionne e neppure ad Agnelli, ma semmai ai politici che li hanno concessi. Fu uno sbaglio enorme, perché contro il mercato non si può andare: prima o poi si pagano le conseguenze. Gli incentivi non sono né prestiti, né aiuti solo per la FIAT, ma sono stati aiuti per tutto il settore auto e sono stati fatti in tutta Europa, non solo qui. La FIAT, così come le altre case, NON deve rimborsare un bel nulla.
Ritratto di fogliato giancarlo
1 giugno 2011 - 00:02
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di geko88
1 giugno 2011 - 00:49
le mie non sono convinzioni, ma conoscenze verificabili da chiunque si voglia informare sul serio, senza richiamare fantomatici e personali alberi genealogici familiari; trovo sciocco ed anche disonesto l'atteggiamento di chi pretende di conoscere chissà quale segreto e lo presenta come tale ai più sprovveduti, mentre sta raccontando solo balzane invenzioni in completa malafede: per fortuna basta poco per smascherarlo.
Ritratto di fogliato giancarlo
1 giugno 2011 - 01:19
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di fogliato giancarlo
1 giugno 2011 - 01:50
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Pagine