Ford S-Max Concept, cattiva fuori

28 agosto 2013

A Francoforte ci sarà il prototipo che anticipa la prossima generazione della S-Max, la monovolume della Ford dalla linea sportiva.

Ford S-Max Concept, cattiva fuori
GRANDE MA “LEGGERA” - La Ford presenterà a Francoforte la Ford S-Max Concept, che prefigura l’omonimo futuro modello e più in generale l’idea che la Ford ha delle monovolume di domani. La linea della concept è molto filante, capace di esprimere una forte dinamicità, con forme che si allontanano parecchio dagli schemi che hanno sempre accompagnato i modelli di questo tipo. Ciò pur avendo l’abitacolo a sette posti. La Ford non ha comunicato le dimensioni della S-Max Concept; nell’immagine appare comunque un equilibrato rapporto tra lunghezza, altezza e larghezza. Elemento forse più caratterizzante è la linea curva a scendere della parte posteriore del tetto. Si notano poi il minimo sbalzo posteriore e la notevole fluidità del design tanto da indurre a parlare di impronta sportiva. 
 
 
NON SOLO DESIGN - Nel presentare la Ford S-Max Concept la casa evidenzia non solo gli aspetti di stile, ma mette in evidenza i contenuti, basati su la cura delle finiture, l’adozione della tecnologia più moderna e il comfort interno, a cui contribuisce l’equipaggiamento in materia di connettività con il sistema SYNC con MyFord Touch, divenuto un po’ una bandiera per la casa americana.
 
UN PO’ AMBULATORIO - E sulla Ford S-Max Concept la casa americana amplia il panorama dei dispositivi che ritiene utile avere a bordo. La proposta di Francoforte comprende anche i sedili dotati dei sensori di controllo dei battiti cardiaci, oltre che dei rivelatori del glucosio nel sangue, in aiuto a chi ha problemi di diabete. La Ford ha presentato queste novità già due anni fa e indubbiamente rappresentano un nuovo scenario nel mondo dell’automobile, che sarà interessante vedere se si diffonderà.
 
 
COMFORT TRADIZIONALE - La Ford S-Max comunque non batte soltanto le strade della tecnologia. Il suo abitacolo pare anche voler essere una dimostrazione delle capacità della Ford in materia di allestimento, nel senso tradizionale del termine. I sedili, oltre che modernamente ergonomici, sono rivestiti in pelle rifinita a mano, così come una leggera pelle è utilizzata in abbinamento alla fibra di carbonio a vista per rifinire la plancia. 
 
S-MAX SICUREZZA AL MASSIMO - Modernissimi ma comunque rientranti in un ambito tradizionalmente automobilistico, sono poi i sistemi di assistenza alla guida presenti sulla Ford S-Max Concept. Ci sono infatti il dispositivo che monitora in continuazione la strada e predispone la dotazione di protezione quando i sensori rilevano l’imminenza di un urto, il display Dual View che è capace di mostrare immagini diverse contemporaneamente, a seconda dell’angolo di visuale: informazioni sulla vettura e sul viaggio per chi è al volante, film o altro per i passeggeri. E per le fasi di parcheggio è previsto l’Active Park Assist. La Ford S-Max Concept guarda poi al futuro con il sistema di comunicazione car-to-car, che viene considerata la nuova frontiera della guida e della sicurezza, con il veicolo che scambia informazioni con gli altri veicoli in maniera da prevenire ed evitare situazioni di pericolo.
 
 
C’È ANCHE IL MOTORE - Di fronte a tutta questa dotazione di dispositivi che creano la personalità del veicolo, finisce che il motore appaia un elemento secondario. Per la Ford S-Max Concept la Ford ha optato per il 4 cilindri 1.5 EcoBoost turbo di cui la Ford non comunica la potenza, ma trattandosi di una concept car la cosa non stupisce.
VIDEO
Aggiungi un commento
Ritratto di MAXTONE
28 agosto 2013 - 12:08
Mi voglio immaginare quella definitiva.
Ritratto di Erdadda
28 agosto 2013 - 12:27
1
Meglio le Toyota di oggi invece. Per me Toyota a livello stilistico è morta 10 anni fa
Ritratto di MAXTONE
28 agosto 2013 - 18:48
A favore di Toyota ovviamente, e le vendite lo dimostrano.
Ritratto di viva fiat
29 agosto 2013 - 20:13
Troppo aggressiva per essere una grande monovolume, non sarà un' auto funzionale
Ritratto di cris25
28 agosto 2013 - 12:53
1
ma scs maxtone, sono di nuovo io, ma come fai a definire questo prototipo anonimo??? mi sa che di stile non te ne intendi più di tanto, ti occupi solamente della toyota e all'infuori di essa sembra non esista nulla. Io invece spero davvero sia così , in modo possa diventare la più bella della sua categoria. Complimenti Ford!!
Ritratto di MAXTONE
28 agosto 2013 - 18:55
E cosi' stanno diventando sempre piu'anonime rispetto a quando quelle destinate all'europa avevano stili europei, la Focus è solo peggiorata da quando l'hanno uniformata a quella americana per non parlare della Kuga/Escape della quale tutti dicono che è molto più anonima della vecchia Kuga europea, la B Max poi la trovo orrenda con quel finestrino posteriore che pare il lunotto dell'Anglia e la silhouette tozza...la classica goccia è rappresentata dalle bocche aston martin...una cosa piu'trash, piu'vorrei ma non posso e piu' avvilente per chi la compra non la si poteva fare...le auto cheap che vogliono assomiglare a quelle di prestigio hanno sempre fatto ridere.
Ritratto di Fr4ncesco
29 agosto 2013 - 05:02
"il problema di ford è che le stanno americanizzando " E' divertente che nei blog americani dicano il contrario (sempre lamentandosi)
Ritratto di fabri99
29 agosto 2013 - 09:40
4
Ecco il problema per le Global cars, create per spendere meno e con la necessità di conciliare i gusti di tutti i mercati. A me queste nuove Ford piacciono, ma hanno un stile troppo americano, cattivo e muscoloso per l'Europa, mentre gli americani, giustamente, si lamentano perchè ora queste Ford sono troppo europee, sono a metà e perciò non accontentano nessuno.
Ritratto di Fr4ncesco
29 agosto 2013 - 10:49
Ahahah la cosa è divertente però, infatti oltre a leggere delle Ford ora troppo europee ho anche letto che le Dodge e le Chrysler hanno una linea troppo italiana... Cioè qui li chiamanano bidoni americani che non c'azzeccano niente con i nostri gusti, e li dicono che sono troppo europee, pazzesco! Bisogna fare un giro nei vari forum da entrambe le sponde dell'oceano per capire quanto questa politica non sia un gran che.
Ritratto di fabri99
29 agosto 2013 - 12:46
4
Non è che non funzioni, ovviamente così le auto sono meno apprezzate, ma costano meno da produrre e comunque non mi sembra non vendano, anzi, auto come la Focus sono tra le auto più vendute al mondo, certo anche perchè sono vendute in tutto il mondo praticamente. Anche io non apprezzo questa strategia, avrei preferito che avessero differenziato le Ford americane da quelle europee... Ciao!
Pagine