NEWS

In Germania 535 milioni di multa alla Porsche 

08 maggio 2019

La casa di Stoccarda è stata sanzionata per non aver messo in pratica ciò che le era stato richiesto in materia di dispositivi antinquinamento per le diesel.

In Germania 535 milioni di multa alla Porsche 

PROVVEDIMENTI DELLA MAGISTRATURA - I giudici tedeschi hanno inflitto una sanzione di 535 milioni di euro alla Porsche per non aver attuato quanto le era stato intimato di fare per regolarizzare gli scarichi di sue auto diesel che perciò sono state immesse sul mercato nonostante non rispondessero agli standard di legge. La stessa magistratura ha anche precisato che la multa non fermerà i procedimenti penali nei confronti delle persone coinvolte nella vicenda delle pratiche illegali a proposito delle emissioni diesel.

LO STOP AL DIESEL DELLA CASA - Da parte della Porsche si è voluto sottolineare che la casa non ha mai sviluppato direttamente motori diesel, forniti dal gruppo VW, ma che i suoi dirigenti non hanno prestato la necessaria diligenza nel controllare i motori che venivano adottati sui modelli Porsche. Oltre a questa precisazione la Porsche ha ricordato di aver già deciso e ufficialmente annunciato che non produrrà più vetture diesel, per concentrarsi invece sul miglioramento dei motori a benzina, sull’ibrido e sull’elettrico. La sanzione alla Porsche è l’ultimo capitolo in ordine di tempo della ormai quasi quadriennale vicenda chiamata Dieselgate, scoppiata negli Stati Uniti nel settembre del 2015 e costata al gruppo Volkswagen la bellezza di 30 miliardi di euro per le varie sanzioni subite. In Germania, l’anno scorso la Volkswagen è stata sottoposta a una sanzione di un miliardo di euro mentre altri 800 milioni sono stati pagati dall’Audi. 

SANZIONI E PROCESSI PENALI - Come già accennato, restano comunque aperte le posizioni personali delle persone ai posti di responsabilità nel corso della vicenda. Anzitutto l’ex ceo del gruppo Volkswagen, Martin Winterkorn, ma anche con quello attuale Herbert Diess la cui posizione deve essere ancora definita dai giudici assieme a quella del presidente Dieter Poetsch. L’accusa nei loro confronti è quella di non aver informato tempestivamente gli azionisti di ciò che stava accadendo. Aperto resta anche il fronte delle azioni legali aperte dai clienti e dagli azionisti, da cui potrebbero derivare altri pesanti provvedimenti nei confronti del gruppo e delle società controllate, come Porsche e Audi. Da aggiungere infine che la stessa Procura di Stoccarda sta anche occupandosi di questioni simili interessanti la Bosch e il gruppo Daimler.



Aggiungi un commento
Ritratto di Probabilmente
8 maggio 2019 - 11:27
Niente da fare, ci cascano tutti. Se ricordate la Panamera 4.0l diesel restò sul mercato pochissimo, fu ritirata in men che non si dica. Si aspettavano qualcosa del genere forse?
Ritratto di AMG
8 maggio 2019 - 12:46
Già un peccato perché era un motore fantastico il 4.0 della nuova Panamera.
Ritratto di Probabilmente
8 maggio 2019 - 15:24
Un gioiello quel motore. A mio parere superfluo per il modello, direi addirittura superfluo per praticamente qualunque modello. Però un gran bel pezzo di tecnologia!
Ritratto di impala
9 maggio 2019 - 05:45
un motore a gasolio ... un gioiello ??? ma voi ormai siete ciechi a questo punto
Ritratto di Probabilmente
9 maggio 2019 - 08:43
Perché, un diesel non può essere degno di nota? Quel motore porta 20 quintali di auto a 100km/h in meno di 4 secondi consumando in media 7,5 l/100km. Tiene testa alla Panamera II 4S a benzina emettendo la CO2 di un 2.0l aspirato a benzina. Io non tifo per niente, e anzi le Porsche non mi sono mai piaciute (e probabilmente mai mi piaceranno). Però va dato atto che le tecnologie ci sono e le usano tutte.
Ritratto di impala
9 maggio 2019 - 06:06
bene, loro hanno pagato le multe allo stato tedesco, ma in Europa, chi ha datto i soldi a tutti i poveri proprietari di vw audi ect ...che hanno dovuto rimapare la macchina e che, dopo questo, si sono ritrovati con un sacco di problemi .... nesssuno !!!! e poi siete tutti a tifare questo marchio di delinquenti ... ma dai
Ritratto di impala
9 maggio 2019 - 05:39
... poi loro dicono che gli Italiani sono dei mafiosi, ma sono peggio di noi. per non parlare dell lobbying che ha fatto la Merkel a bruxelles per difendere ad ogni costo il diesel, dell dieselgate, dell intesa tra i costruttori, le scimmie e le cavie umane gasate ... ect, ect
Ritratto di ForzaItalia
8 maggio 2019 - 11:30
Poverina non se lo merita... basti pensare le porcilate che ha fatto fiat... loro si che dovrebbero chiudere... =( truffe ai clienti in tutto il mondo, quote verdi rubate a tesla e peggio di tutto han messo in giro auto oscene tipo la 500 abart XD
Ritratto di Gwent
8 maggio 2019 - 14:14
L' ultima auto da te menzionata è per caso quella preferita dalle ragazzette svampite col Chiuhauha sul sedile passeggero? Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di ForzaItalia
8 maggio 2019 - 18:03
Esattamente, ma anche dai figli di papà risvoltinati che si ribaltano alla prima curva... ovvio che comunque è (sarebbe) un prodotto per il pubblico femminile...
Pagine