NEWS

Il gruppo PSA spinge sulla guida autonoma

21 aprile 2016

Due Citroën C4 Picasso hanno raggiunto Amsterdam da Parigi in maniera autonoma: il primo passo verso la completa automazione della guida.

Il gruppo PSA spinge sulla guida autonoma
IMPEGNO EUROPEO - Due Citroën Grand C4 Picasso hanno viaggiato in modalità del tutto autonoma per 300 chilometri, da Vélizy (Francia) ad Amsterdam (Paesi Bassi), confermando in tal modo i progressi dell’azienda nel perfezionare la tecnologia di guida senza conducente. Il test si è svolto martedì 12 aprile ed ha avuto un forte contenuto simbolico, perché le vetture hanno raggiunto l’evento europeo a margine del quale è stata firmata la cosiddetta Dichiarazione di Amsterdam, ovvero il documento che impegna l’Unione Europea a favorire l’arrivo e la diffusione delle automobili guidate dall’elettronica. Al vertice erano presenti i Ministri dei Trasporti dei ventotto paesi dell’Unione.
 
 
TERZO GRADO DI SVILUPPO - Le due Citroën montavano un sistema di livello 3, definito “eyes off”, che consente al guidatore di distogliere lo sguardo dalla strada: si tratta del penultimo stadio prima della guida del tutto autonoma. Quest’ultima viene identificata in base al grado di automatizzazione (vedi disegno qui sotto con la classificazione internazionale). I sistemi di livello 1 sono denominati “hands on” (mani sul volante) e assistono il guidatore solo in alcune situazioni, quelli di livello 2 automatizzano la guida in alcune situazioni consentendo di non impugnare il volante (“hands off”) e quelli di livello 3 consentono di distogliere lo sguardo dalla strada in determinati frangenti (“eyes off”). Gli ultimi due livelli si avvicinano all’idea comune di guida autonoma: il livello 4 assume la denominazione “mind off” e consente al guidatore di distrarsi dalla guida per dedicarsi anche ad altre attività, mentre il livello 5 (“driverless”) non prevede nemmeno più la presenza di un guidatore.
 
 
TEST CONTINUI - Il gruppo PSA ha ottenuto nel luglio 2015 le autorizzazioni necessarie per effettuare collaudi su strada pubblica e gestisce al momento quattro veicoli di prova, che hanno percorso 20.000 chilometri in modalità autonoma sulle tratte autostradali Parigi-Bordeaux e Parigi-Vigo. La PSA ha già annunciato di voler introdurre dal 2018 più avanzati sistemi di ausilio alla guida e dal 2020 funzioni di guida autonoma di livello 2, compatibili con le norme che entro quella data dovranno essere introdotte. La Dichiarazione di Amsterdam svolge anche questa finalità: i Ministri dovranno lavorare per rimuovere le barriere legislative che oggi impediscono ad un’automobile di guidare senza il controllo diretto di una persona.
Citroën Grand C4 Picasso
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
30
28
27
9
21
VOTO MEDIO
3,3
3.32174
115
Aggiungi un commento
Ritratto di anarchico2
21 aprile 2016 - 13:27
Immagino le obiezioni da parte dei nostri politicanti...
Ritratto di PAPERO76
21 aprile 2016 - 14:13
come faranno un domani poco prossimo a fare cassa senza i proventi delle multe per guida in stato di ebrezza o altre infrazioni??
Ritratto di niko91
21 aprile 2016 - 17:33
Anche la mia Xsara Picasso a forza di fare sempre il medesimo percorso l'ha imparato e lo fa da sola. :)
Ritratto di onlyroma
21 aprile 2016 - 18:59
Una domanda semplice . Ha cosa servono? Forse i tassisti devono preoccuparsi,come gli autisti pubblici? Ma ci metto dentro anche le assicurazioni. Dato che una vettura autonoma,non avrà incidenti (se tutti viaggiamo con questi cosi) le assicurazioni non serviranno più,al massimo saranno le stese case automobilistiche ad assicurarle x malfunzionamenti che causano incdenti. Ancora bruciamo petrolio,carbone e usiamo centrali nucleari x creare energia,ma investiamo in auto che guidano da sole. Ma non sarebbe il caso di spendere in sviluppo di energie pulite? poi possono fare anche le auto volanti.
Ritratto di AlexTurbo90
21 aprile 2016 - 23:17
Shhhh! Zitto! Non dichiarare così apertamente che hai diverse perplessità sulla guida autonoma! Altrimenti sai che succede su questo sito? Che arriva la Gestapo dello Pseudo-perbenismo demagogico e ti etichetta come "nemico del progresso e dell' umanità"! :D
Ritratto di AlexTurbo90
21 aprile 2016 - 23:27
P.S: Infatti ormai mi astengo dal commentare TUTTE le notizie riguardanti auto a guida autonoma/semi-autonoma! Ho fatto una piccola eccezione solo in questo caso, per metterti in guardia.
Ritratto di anarchico2
22 aprile 2016 - 12:44
Non capisco la correlazione fra guida autonoma ed energia pulita. Chi sviluppa tecnologia per la guida non si occupa di pannelli fotovoltaici o eolico. Si può pensare che produrre energia pulita sia più urgente che incentivare la guida autonoma, ed è esattamente ciò che è successo in tutti i paesi. Ti risulta che siano stati concessi incentivi pubblici per evitare migliaia di morti sulle strade? No, perché dagli incidenti e dalle multe ci campa molta gente.
Ritratto di veronicars
21 giugno 2016 - 23:44
Per quanto riguarda questo argomento mi trovo molto contraria. L' auto autonoma possiede svariati vantaggi quali guidare e parcheggiare autonomamente, identificare un ostacolo come un pedone o un segnale stradale avvisandoti per tempo. Può essere utile: eliminando i problemi del traffico e raggiungendo con molta più facilità e velocità il luogo desiderato, riuscendo a cambiare lo stile di vita abituale delle persone. Ma anche innumerevoli difetti, il principale è la tecnologia presente in essa che a volte può risultare inesatta e dare falsi allarmi. A mio avviso però non riesce ad equivalere l' auto classica e parlando in qualità di grande appassionata di queste vetture, perderei l' emozione e l' ebrezza della guida reale dell' automobile che non ha paragoni.