NEWS

Dalla Jaguar una tecnologia salva-ciclisti

21 gennaio 2015

Il sistema Bike Sense localizza biciclette e moto e minimizza i rischi di collisione, funzionando anche in modalità proattiva.

Dalla Jaguar una tecnologia salva-ciclisti
TI DIFENDO IO - Pedoni, ciclisti (e motociclisti): sono queste le categorie deboli per antonomasia, che - da qualche tempo - i costruttori di auto puntano a fare diventare un po' meno deboli in virtù di tecnologie e soluzioni studiate per salvaguardarne l'incolumità. L'ultima mossa in ordine di tempo è di Jaguar Land Rover con Bike Sense (guarda il video in basso): un sistema che, in estrema sintesi, è equiparabile a un campanello d'allarme in abitacolo a salvaguardia delle due ruote.
 
SENTE LA PRESENZA - I sensori di presenza e di prossimità installati sull'auto riconoscono il mezzo e lo identificano come mezzo a due ruote, passando l'informazione all'elettronica di bordo: l'impianto audio riproduce un suono immediatamente identificabile dall'altoparlante più vicino alla bicicletta o alla moto, un campanello o un clacson. Oltre a questo, la localizzazione è favorita da una vibrazione percettibile del sedile guida, nella stessa direzione del soggetto debole, e dall'illuminazione di strisce di led posizionate su plancia e montanti dell'auto. Queste ultime cambiano colore, da ambra a rosso, a seconda della distanza, e senso di illuminazione a seconda della direzione del mezzo in avvicinamento.
 
FUNZIONA ANCHE DA FERMO - Nel caso, piuttosto frequente nelle situazioni reali, di più soggetti deboli in prossimità - si pensi solo a un centro urbano - l'elettronica di bordo si concentra su quello più vicino, per evitare di inviare una serie di segnali acustici e visivi che, anziché aiutare, distrarrebbero il guidatore. La logica di funzionamento del sistema Jaguar Land Rover Bike Sense prevede che, ove vengano ignorati gli avvisi, sia trasmessa una vibrazione sotto il pedale dell'acceleratore, ostacolandone la pressione e facendo alzare il piede a chi guida. Da ultimo, il campanello d'allarme rimane attivo anche ad auto ferma: se un ciclista o un motociclista sono in prossimità, Bike Sense emette un avviso specifico per evitare l'apertura della portiera, illuminando e facendo vibrare la relativa maniglia.
VIDEO
loading.......
Aggiungi un commento
Ritratto di mecner
21 gennaio 2015 - 10:46
Questo tipo di dispositivi dovrebbe essere reso obbligatorio su tutte le auto di nuova produzione. Oltre, anche al nuovo sistema d'illuminazione laser. Migliorare la sicurezza di TUTTI, guidatori e pedoni, ciclisti, ecc. NON è mai abbastanza. Ottimo.................
Ritratto di juvefc87
21 gennaio 2015 - 12:33
ma i pannelli si colorano davvero? cmq che bel sistema e stupenda la xj!!
Ritratto di Fr4ncesco
21 gennaio 2015 - 14:49
Secondo me non in quel modo, penso non sia realizzabile una cosa simile e serve solo a fare scena. Credo che ci saranno semplici luci a led sui bordi. Riguardo l'articolo pensavo che fosse abbastanza inutile come cosa, ma vedendo il filmato invece sembra efficace, soprattutto per quelle persone distratte.
Ritratto di francu
21 gennaio 2015 - 13:09
ma tutta questa tecnologia creata per la sicurezza alla fine non sara troppo invasiva ,se gli studi riferiscono che anche fumare in macchina distoglie l'attenzione alla guida di un 20%,tutti questi segnali non possono mandare in confusione il nostro cervello o si rischia che non siamo piu attenti alla guida sovrastati da impulsi trasmessi dall'auto ma..................
Ritratto di Ivan92
21 gennaio 2015 - 15:03
6
Detto ciò, il problema e che è sempre più la tecnologia "a fare attenzione", sarebbe ora di rendere i conducenti più sicuri e attenti. E in questo senso c'è un sacco di lavoro da fare.
Ritratto di francu
21 gennaio 2015 - 15:14
la mia paura e che si arrivi a cosi tanti impulsi che il cervello umano non puo gestirli,un conto e' abs o il controllo di stabilita altro un moltiplicarsi di segnali che invece di aiutare manderanno in confusione il guidatore
Ritratto di Flavio Pancione
22 gennaio 2015 - 00:30
7
i sistemi di sicurezza da te detti agiscono "sotto pelle" un'allerta visiva o fonica a mio avviso distrae oltre che fastidiosa. Già adesso quando entri in macchina c'è un beeb per sensori, un beep per la distanza di sicurezza, uno per la cintura, altri per il cellulare collegato all'auto..insomma che assurdità.
Ritratto di luigi sanna
22 gennaio 2015 - 15:22
5
Bel sistema.... Ma per i ciclisti che viaggiano in 3, coprendo l'intera carreggiata, non c'è nulla? Parla un ciclista, ci vorrebbe un po di buon senso, da entrambe le parti. Cmq. anche io penso che troppa elettronica, tolga parecchio nel piacere di guida, ma capisco la troppa disattenzione delle persone. Pedone, ciclo, e automobile, ma ho perso il conto delle imprecazioni date alla mia Polo, con il suo c..... di freno stazionamento, come ti fermi la macchina resta bloccata per alcuni secondi, un sistema assurdo fatto per imbranati....