NEWS

Jeep Compass: ora è made in Italy

Pubblicato 22 febbraio 2020

Nella fabbrica della FCA di Melfi è iniziata la produzione delle Jeep Compass destinate al mercato europeo.

Jeep Compass: ora è made in Italy

I PRIMI ESEMPLARI - Nello stabilimento della FCA di Melfi, in Basilicata, è iniziata la produzione della Jeep Compass per il mercato europeo. Gli esemplari destinati al resto del Mondo continueranno ad essere fabbricati in Brasile, Cina, India e Messico. Le prime due unità uscite dalla linea nei giorni scorsi sono state una di colore Colorado Red e l’altra di colore Jetset Blue (nella foto). La Jeep Compass prodotta nell’impianto lucano sarà alimentata da nuovi motori benzina e diesel, che, nei prossimi mesi, saranno affiancati anche dall’ibrida plug-in con batterie ricaricabili all’esterno (qui per saperne di più).

ANCHE L’IBRIDA - Le versioni ibride plug-in della Jeep Campass, necessitano di un 10-15% di tempo in più per l'assemblaggio in virtù della maggiore complessità dovuta al più alto numero di componenti. Il sistema ibrido, dove il 4 cilindri da 1.3 lavora in sinergia con il motore elettrico, sviluppa una potenza complessiva di 190 o 240 CV. La trazione è integrale perché il 1.3 trasferisce il moto alle ruote anteriori (attraverso un cambio automatico a sei marce), mentre il motore elettrico (con circa 60 CV) si occupa di muovere quelle posteriori.

UNA FABBRICA IMPORTANTE - Dopo l’avvio della produzione a Melfi, nel 2014, delle Fiat 500X e Jeep Renegade, per le quali è stato investito circa 1 miliardo di euro, la fabbrica ha visto crescere la sua importanza all’interno del gruppo FCA, e oggi impiega 7.300 addetti (4.000 solo per il montaggio delle auto), 860 robot per la lastratura, 278 stazioni automatiche di avvitatura e 54 robot per la verniciatura.

Jeep Compass
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
195
96
61
51
71
VOTO MEDIO
3,6
3.618145
474




Aggiungi un commento
Ritratto di andrea120374
22 febbraio 2020 - 19:22
2
Auguri...buon lavoro
Ritratto di BioHazard
22 febbraio 2020 - 20:01
La Compass è tra le 50 auto più vendute al mondo e anche in Europa ha fatto bei numeri.
Ritratto di Andrea Ford
23 febbraio 2020 - 12:05
Beh considerato che il RAV4 è 1st dei SUV e terza auto in assoluto più venduta al mondo oltreché in costante ascesa, il risultato della Compass, la quale peraltro viene acquistata in prevalenza da americani (i quali sono talmente tanti da mandare in seconda posizione veicoli acquistati solo da loro come l'F-Series) e italiani (di default perché viene considerata una FCA) non mi sembra un granché essere tra le top 50, bisognerebbe vedere analiticamente dove si trova, se nella top 20, 30, 40 o dopo le prime 40 però questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un abbraccio. Il Gwent.
Ritratto di Road Runner Superbird
23 febbraio 2020 - 12:54
Anche le Toyota sono comprate di default in Nord America, Giappone, molti paesi dell'Asia Pacifico. Il punto è polarizzare determinati mercati e hanno fatto bene con Jeep a focalizzarsi su USA, Italia e Brasile, dove FCA viene considerato produttore nazionale.
Ritratto di Andrea Ford
23 febbraio 2020 - 15:54
Corretto, fino a un certo punto però: Negli USA le Toyota come le Lexus non sono considerate prodotto nazionale anche se alcuni modelli molto popolari quali la Camry vengono prodotti in loco tuttavia gli americani sono ben al corrente del fatto che quando compri giapponese, indipendentemente da dove viene prodotto, i soldi vanno in Giappone, non restano in America, magari sarà buono perché si dà lavoro agli americani ma questa non è considerata una cosa tale da far pro
Ritratto di Andrea Ford
23 febbraio 2020 - 15:58
propendere un cittadino americano a comprare nipponico mentre un marchio americano si, a prescindere a chi appartenga. Anche in Europa va più o meno così con la Yaris prodotta in Francia tuttavia vende più in Italia o la CH-R prodotta in Turchia che non mi pare faccia numeri sconvolgenti li anche se ammetto di non conoscere bene i dati precisi delle vendite fatte da CH-R in Turchia. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di Road Runner Superbird
23 febbraio 2020 - 19:34
In realtà gli americani, considerano Camry, Accord ecc prodotti locali, che poi la Toyota sia giapponese ancora meglio, ma in USA oltre alle fabbriche hanno anche centri di sviluppo e design, tuning e reparti sportivi, modelli nati esplicitamente per quel mercato. Quando Trump ha annunciato i dazi, la comunicazione Toyota US, ha rimarcato molto la loro presenza americana e quanto fosse radicata come presenza. Oltre ai centri produttivi, c'è anche la filiera dei componenti di aziende USA sul posto, in zone del Sud dove vivono di manifattura industriale (agglomerati in Alabama, Tennessee, Kentucky...) contrapposte a quella dei produttori nazionali tradizionalmente nel Michigan. Lexus in quanto premium sarà considerata exotics, ma i prodotti mass market sono considerati alla stregua di marchi nazionale se non di più (che producono in Canada e Messico).
Ritratto di Sepp0
24 febbraio 2020 - 12:07
Le giapponesi sopravvivono sostanzialmente granzie ai numeri in USA. Non solo Toyota, anche Honda, Mazda, Subaru e le altre fanno numeri importanti lì.
Ritratto di mariofiore
24 febbraio 2020 - 22:26
La Toyota vende quasi tutto negli Stati Uniti e in Giappone, realmente poco in Europa. La Compass viene considerata Fca perché é prodotta dalla Fca.
Ritratto di Sepp0
24 febbraio 2020 - 12:08
Peccato per le dimensioni, fosse più lunga di 10 centimetri avrebbe fatto ancora più il botto.
Pagine