NEWS

Lancia Ypsilon 2024: le prime foto spia

Pubblicato 04 dicembre 2023

La nuova generazione della Lancia Ypsilon sarà presentata a febbraio del 2024 per essere nelle concessionarie a giugno. Intanto i fotografi hanno intercettato un primo prototipo.

Lancia Ypsilon 2024: le prime foto spia

ANTICIPAZIONE DEL FUTURO - Dopo aver intravisto un tavolino (qui la news), filtrano online (sul sito di AMS) le prime immagini degli esterni e dell’abitacolo della prossima generazione della Lancia Ypsilon. Il nuovo modello sarà presentato a febbraio del 2024 e arriverà in concessionaria a giugno, anticipato da diversi teaser che la casa torinese rilascerà nelle prossime settimane, e rappresenterà la prima vettura elettrica del marchio. Ci sarà però anche una variante micro-ibrida, che sfrutterà il nuovo 3 cilindri 1.2 turbo con un motore elettrico integrato nel cambio automatico a doppia frizione. La Ypsilon farà debuttare soluzioni di stile e tecnologiche che verranno riproposte anche sui due modelli più grandi che fanno parte del Piano Strategico Decennale della Lancia. 

SUPERA I 4 METRI - In una delle immagini pubblicate su internet, la nuova Lancia Ypsilon è parcheggiata fra una Peugeot 208 e una Opel Corsa. Nonostante la livrea dell’italiana sia pesantemente camuffata (ma si intravedono i fanali posteriori tondi), si nota subito che le dimensioni sono molto simili a quelle delle altre due citycar del gruppo Stellantis. Viene quindi smentita la possibilità che la Ypsilon potesse diventare una crossover compatta. Di contro ci sarà indubbiamente un importante aumento delle dimensioni: l’attuale modello è lungo 384 cm, mentre sia la Corsa che la 208 superano i 4 metri di lunghezza, arrivando entrambe a 406 cm. Dalle forme nascoste di intuisce un lievissimo accenno di coda e uno spoiler posteriore. 

IL TAVOLINO AL CENTRO - Raccontano qualcosa in più le foto degli interni, che mostrano il tavolino già anticipato nel primo teaser della scorsa settimana (qui per saperne di più). Il tavolino circolare è posizionato al centro della plancia: al di sopra di esso ci sono una serie di tasti fisici (ripresi da quelli della Fiat 600) e il display del sistema infotainment. Il volante sembra piuttosto tradizionale. Balzano all’occhio i sedili, rivestiti in un tessuto a coste che richiama il velluto delle più lussuose Lancia degli anni passati. Sui poggiatesta si nota la scritta Lancia, in lettere maiuscole. La presenza del tavolino indica che si tratta di una Lancia Ypsilon in edizione limitata Cassina, che verrà prodotta in 1.906 esemplari numerati e solo con motorizzazione elettrica. 



Aggiungi un commento
Ritratto di Maurino004
4 dicembre 2023 - 18:07
1
Vista così è indistinguibile da una 208 o corsa, essendo fari e paraurti coperti completamente
Ritratto di giocchan
5 dicembre 2023 - 00:24
Ma no, si distingue per il tavolino!
Ritratto di AndyCapitan
5 dicembre 2023 - 16:48
4
....si vede benissimo che e' una 208 con interni citroen....bello schifo...e questa sarebbe una Lancia?...bhaaaaaaaaa
Ritratto di Challenger RT
5 dicembre 2023 - 20:23
Gli italiani non hanno voluto Lancia su base Chrysler che per storia ed eleganza era un marchio molto simile ed ora si attaccheranno a Lancia su base Peugeot! La legge del contrappasso di dantesca memoria è sempre valida.
Ritratto di bangalora
6 dicembre 2023 - 19:07
Ma mi scusi, mi tolga una curiosità, ma lei ha la vista a raggi x ? No perché io non mi azzarderei nel qualificare un auto non vedendola totalmente nella sua completezza. Ho letto che sarà pure inserita nel campionato mondiale rally, che sia la volta buona? Speriamo.
Ritratto di chinaobbrobri
7 dicembre 2023 - 06:50
Andy ma tu hai mai visto gli interni di una DS? Visto che parli tanto per di Citroen e dei suoi interni?
Ritratto di manuel1975
4 dicembre 2023 - 18:08
il solito copia e incolla
Ritratto di giocchan
5 dicembre 2023 - 00:25
Altro che copia e incolla... qui c'è il Progresso in piena regola! Quante auto conosci con un tavolino dentro!
Ritratto di gainfranco
4 dicembre 2023 - 18:10
assomiglierà alla 600 ed avrà pure quel motore ferrovecchio tricilindrico di 1199cc e costerà dai 22000€ in su.
Ritratto di Volandr
5 dicembre 2023 - 10:33
Penso che l'obiettivo sia quello di fare concorrenza a vetture tipo la smart, quindi secondo me si andrà oltre i 30.000 euro per il termico e i 45.000 per l'elettrico.
Ritratto di Flynn
4 dicembre 2023 - 18:21
Bhe..che sia meglio dello scafandro attuale, sia per design che per motori è ovvio, anche perché é impossibile fare peggio.. comunque non sembra male!
Ritratto di giocchan
5 dicembre 2023 - 00:26
Flynn, sappiamo tutti e due benissimo che la venderanno a un prezzo drasticamente diverso da quello attuale - che era 17.5k. Per me, partirà da almeno 22k (anzi, 23k vista la presenza del tavolino)
Ritratto di Flynn
5 dicembre 2023 - 07:53
Si però ... però .. ecco lo so che è brutto da dire ,ma tant'è: loro come costruttori hanno tutto il diritto di provare a rilanciare un marchio poco produttivo, il cliente al limite ha ia libertà di scelta
Ritratto di giocchan
5 dicembre 2023 - 10:01
Secondo me sono convinti di poter applicare la "ricetta Peugeot" ad altri marchi del gruppo: ovvero, tramite il design (soprattutto degli interni), riuscire a nobilitare un marchio e a farlo percepire come semi-premium anche se non lo è (aumentando di conseguenza anche il listino). Io sinceramente un paio di dubbi li avrei, però oggettivamente ciò che hanno fatto con Peugeot non me lo sarei mai aspettato...
Ritratto di Flynn
5 dicembre 2023 - 21:15
Assolutamente sì. Forse in tanti sono ( siamo ) rimasti con le francesi di un decennio fa. Io le ho sempre detestate, ma devo ammettere che le ultime hanno fatto passi enormi. Certo danno sempre l'aria delle scooter plasticoso però capisci che se ne vendono tante non è perché la gente è totalmente suonata. Io la vedo una bella sfida piazzare sul mercato un'altra "premium" ,staremo a vedere .
Ritratto di Kevin Alv
4 dicembre 2023 - 18:30
"immagino che filtrano online" , diciamo pure : “immagini diffuse da stellantis”! Persino i fari sono ancora pellicololati (in queste condizioni questo prototipo non può essere stato fotografato casualmente per strada) , la foto degli interni poi... è realizzata direttamente dal sedile del passeggero, senza nemmeno un tentativo di mascherare l'illuminazione o la presenza di un finestrino! - detto questo , davvero discutibile la scelta del "tavolino" ma , almeno, bisogna dare merito di aver collocato l'immancabile schermo sulla plancia con un minimo di integrazione (rispetto ai diffusissimi tablet appoggiati senza un perché!)
Ritratto di FollowMe
5 dicembre 2023 - 17:24
Infatti, sono proprio immagini "rubate" :-)))) e poi quella di fianco sembra la stessa carrozzeria non camuffata. Per favore dai non prendete in giro la gente che non vi crede più nessuno
Ritratto di Gordo88
4 dicembre 2023 - 18:31
1
Parliamo del tavolino dove giocare a carte perchè del resto c' è ben poco da dire.. che brutta fine anche la y
Ritratto di forfEit
4 dicembre 2023 - 18:53
Ops scusa. Intanto che avevo caricato la pagina e poi mi sono deciso a scrivere, te avevi postato e non visualizzandoti ho finito per dire simile :) :) Mi sa che, se già qua in 2 abbiamo avuto la stessa idea, potrebbe essere proprio quello l'uso :) :) :)
Ritratto di Gordo88
4 dicembre 2023 - 19:14
1
Per forza subito a questo viene in mente..:)
Ritratto di Mike135
4 dicembre 2023 - 18:32
Ma è ovvio: Opel, Peugeot, Citroen, Fiat, Jeep, Alfa, Lancia usano ormai la stessa base che fa capo a Stellantis.
Ritratto di Ronbo
4 dicembre 2023 - 18:42
VW ha una piattaforma dove costruisce Golf, Scala, Leon e altre, tutte diversissime tra loro. Stellantis usa una piattaforma per 208, Corsa e Y e fa tre auto uguali: stesso giro porte stesso parabrezza, stesso lunotto. I poggiatesta sono uguali per tutte e tre. Perchè dovrei pagare una Y di più? Per il tavolino al posto del cambio? O per due metri di velluto qua e là?
Ritratto di Spock66
4 dicembre 2023 - 18:45
Mah..una delle principali doti della Y erano le dimensioni mini che in città aiutano, pur con interni da auto superiore. Persa questa caratteristica diventa una delle tante...interessante la presenza, ormai immancabile, del "ma anche"..cioè doveva era solo elettrica, invece poi "ma anche " col benzina, poi forse "ma anche " col diesel..bene bene tutto Maalox in più nelle ZTL ..
Ritratto di capobutozzi
5 dicembre 2023 - 08:42
Spock ma in italia elettrica chi la comprava a 40k?
Ritratto di forfEit
4 dicembre 2023 - 18:47
Il tavolino, imho, è geniale in virtù della versione elettrica (e in previsione delle ricariche extra-casalinghe che si potrebbero dover affrontare durante l'uso). Io ci aggiungerei anche un mazzo di carte*
Ritratto di forfEit
4 dicembre 2023 - 18:48
* SI scherza, eh: Sempre W l'Elettrico (in particolare dal 2035)
Ritratto di Flynn
4 dicembre 2023 - 18:51
Urca, ho pensato la stessa cosa.. ora però non so se sia una cosa positiva o meno
Ritratto di forfEit
4 dicembre 2023 - 18:57
:) e 3 (pure Gordo sopra)
Ritratto di Venom73
5 dicembre 2023 - 10:58
+1
Ritratto di Beppe_90
4 dicembre 2023 - 18:48
Cambio automatico doppia frizione su una ypsilon ??? Hahah…Se già la mettiamo così mi sa che anche la ypsilon sarà un lusso per poche..io provo a buttare lì due prezzi… Prezzo di partenza la ibrida 21900€ .. elettrica 35900€..
Ritratto di Tistiro
4 dicembre 2023 - 19:09
Solo per il tavolino la ggiente spenderà un millino in piu della 208
Ritratto di giocchan
5 dicembre 2023 - 00:28
Pensato la stessa cosa, parte da 21.9k (secondo me, nemmeno ibrida...)
Ritratto di Volandr
5 dicembre 2023 - 10:36
Penso molto di più.
Ritratto di gbvalli
4 dicembre 2023 - 18:50
1
Che tristezza.. un tempo si costruivano auto, adesso semplicemente si rimarchiano.. Va bene che hanno bisogno di investire sull'elettrico, ma tra riduzione e unificazione delle produzioni e aumento dei prezzi, secondo me gli utili delle case stanno andando alle stelle.
Ritratto di Trattoretto
4 dicembre 2023 - 19:18
Sembra grandicella
Ritratto di puccipaolo
4 dicembre 2023 - 19:20
6
Molto più interessanti le foto dell'auto accanto che mstrano la prossima Y senza camuffature....che furboni!!!
Ritratto di BZ808
4 dicembre 2023 - 19:57
Qualcosa di concreto... incredibbbile!!!
Ritratto di Lele_1998
4 dicembre 2023 - 20:06
2
Copia e incolla di un progetto già invecchiato male, con un nuovo cestino dell'umido abbastanza visibile. Calcolando che avrà quella inculat di PureTech è da cestinare autonomamente. Ma io mi chiedo una sola cosa: ma come mai tutto ciò che tocca Stellantis diventa spazzatura? VW con una piattaforma fa uscire auto differenti. Qui abbiamo il solito design che ha già stancato. Senza contare che molto probabilmente non avrà il puretech 3gen. Lancia continuava ad esistere perché economica, con sconti reali a concessionario. Onestamente sarò felice quando, tolti i primi 6 mesi di risvoltinati e fessi, venderà meno della precedente.
Ritratto di Rav
4 dicembre 2023 - 21:02
4
Le auto "differenti" sono Polo/Ibiza/Fabia oppure Tiguan/Ateca/Karoq? Perchè mi sembra che siano differenti tra loro alla stregua di una 208 e una Corsa, sinceramente.
Ritratto di Lele_1998
4 dicembre 2023 - 21:10
2
MQB nettamente superiore al CMP. 2008/DS3/Mokka sono molto più simili rispetto Tiguan/Ateca/Karoq, per esempio. Questa ha porte uguali, stesso lunotto+parabrezza, poggiatesta... il punto è quello, la sostanza di queste auto è letteralmente la stessa a differenza di quello che faceva e fa VW. Il punto è: perché spendere in più per questa Lancia?
Ritratto di Rav
4 dicembre 2023 - 23:48
4
Ho capito quello che intendi ma credo sia una questione soggettiva. Francamente le stesse differenze tra i marchi Stellantis io le vedo anche nel gruppo VW. In ogni caso per una volta che lanciano modelli per stare sul mercato, ben venga.
Ritratto di giocchan
5 dicembre 2023 - 00:29
Perchè spendere di più per una Lancia. Ti rispondo con una parola: T-A-V-O-L-I-N-O... (non ti ho convinto?)
Ritratto di Oxygenerator
5 dicembre 2023 - 08:59
:-)))))
Ritratto di Lele_1998
5 dicembre 2023 - 13:05
2
Immagino l'incontro Tavares-Napolitano: "posso mettere il Firefly?", "no mettici il magnifico puretech con cinghia a bagno d'olio, tanto gli acquirenti Lancia hanno sempre comprato la macchina perché attenti alla manutenzione e ai costi", "ok, posso farla più corta?", "No napolita', chest'è, la devi fare 4 metri in modo tale da perdere tutti i clienti che avevi", "Posso mettere l'icockpit?" "ma si scem? vuoi farmi concorrenza? Nel gruppo stellantis peugeot e citroen sono intoccabili, se vuoi puoi mettere un tavolino..." "grazie papà"
Ritratto di Sherburn
5 dicembre 2023 - 13:09
Mi sa che è andata così...
Ritratto di Gianni.ark
4 dicembre 2023 - 22:41
La VW fa auto differenti??? UAAAHHAAHHAAHH...mi sto rotolando dalle risate...
Ritratto di Lele_1998
4 dicembre 2023 - 23:22
2
Ripeto, è una questione di cosa è più simile a cosa. Nel gruppo stellantis le auto si distinguono solo ed esclusivamente per paraurti ant+post, con qualche linea messa per bellezza e non per CX. Copri paraurti e loghi di una 208 e di una Corsa e una persona normale fa fatica a distinguerle :). Stellantis non fa assolutamente niente per creare delle reali differenze, a partire dalla lunghezza delle auto. La vecchia Y era il segmento B più intelligente per grandezza esterna ed interna. Ora è uguale a 208 e Corsa, con la differenza che dentro sono claustrofobiche. Lo negherai, ma se vuoi essere onesto devi ammettere la Y e la Punto erano il top della categoria per abitabilità interna.
Ritratto di Ronbo
5 dicembre 2023 - 08:51
Concordo e l'ho scritto anch'io più sopra.
Ritratto di Goelectric
4 dicembre 2023 - 20:29
Alfila del fatto che state parlando molto del tavolino, che io trovo "particolare" la cosa che piu mi incuriosisce, è capire che forma avrà l anteriore, ammesso che abbia una mascherina, sperando vivamente che sia diversa dal concept. Per ora, si capisce la derivazione 208 nonostante la pellicola, vedremo, non mi stupisce sapere che è una peugeot, tanto non la comprerò.
Ritratto di Alsolotermico
4 dicembre 2023 - 20:53
Quanto siamo caduti in basso!!!. Ad occhio si vede già che è un riccarrozzamento della 208. Lancia 208...
Ritratto di mika69
4 dicembre 2023 - 20:56
Povera Italia...avevamo tutto. Una storia automobilistica importantissima, cucita su stile ed eleganza. Tutto perso.
Ritratto di Oxygenerator
5 dicembre 2023 - 09:00
Avevamo tutto. Ma siamo falliti.
Ritratto di Rav
4 dicembre 2023 - 21:00
4
Sono effettivamente curioso di vedere come salta fuori. Delle sinergie me ne frega il giusto, non è nè la prima nè l'ultima. Però quella padella a centro plancia mi piace proprio poco.
Ritratto di Volandr
5 dicembre 2023 - 10:38
Ricorda la padella verticale della Smart.
Ritratto di AZ
4 dicembre 2023 - 21:11
Interni plasticosi ed economici (non da Lancia), esterni che potrebbero essere mozzafiato.
Ritratto di Quello Li
4 dicembre 2023 - 21:41
SCOPA O TRESSETTE COL MORTO? IL MORTO LO FA LA LANCIA!
Ritratto di Quello la
4 dicembre 2023 - 23:00
Il famoso tavolino è troppo posticcio. Cambiatelo! Siete ancora in tempo! Ascoltate quello là!
Ritratto di ziobell0
4 dicembre 2023 - 23:11
per 4 lamiere appiccicate su una 208 fanno aspettare altri 7 mesi???
Ritratto di Road Runner Superbird
4 dicembre 2023 - 23:45
Ho ancora una Y del '98 in famiglia, mi fa piacere che il nome vada avanti, mentre la Fiesta che ho è l'ultima della serie. Paradossale, considerando che Lancia doveva chiudere anni fa...
Ritratto di giocchan
5 dicembre 2023 - 00:31
Ho paura che questo nuovo corso Lancia ci farà rimpiangere le Chrysler rimarchiate...
Ritratto di Lorenz99
5 dicembre 2023 - 01:35
ASPETTO CON TREPIDAZIONE LA NUOVA LANCIA 2Y8. HANNO STUFATO CON STO REBRANDING, SEMPRE LA STESSA ROBA, E CON L'ELETTRICO SEMPRE PIÙ UGUALI L'UNA ALL'ALTRA ,ORMAI PER DISTINGUERLA DALLA CAPOSTIPITE E DAL CLONE CON LOGHETTO TEDESCO, CI VUOLE IL TAVOLINO .... PER ME STELLANTIS IN BLACK LIST COME LE CINESI.FANNO A GARA A CHI FA CHIUDERE LE FABBRICHE ITALIANE. ELKANN NON NE AZZECCA UNA NE CON LE AUTO NE CON LA F1 NÈ CON LA JUVE,INFATTI DEL PRESTIGIO DEL NONNO ZERO, LUI HA PRESO SOLDI PUBBLICI MA HA FATTO LAVORARE TANTI ITALIANI DA TORINO ALLA SICILIA, QUESTI SANNO SOLO VENDERE LE DITTE EREDITATE.
Ritratto di Al Volant
5 dicembre 2023 - 07:42
Scusate se passo per maniaco, ma io intravedo il triangolino nero davanti......Abbastanza simile all'attuale. Dietro invece non capisco. L'articolo dice fanali posteriori tondi. Cioè tipo Mito? Il posteriore mi ricorda la vechhia opel astra G, del 1998 credo...
Ritratto di Al Volant
5 dicembre 2023 - 07:46
..che con i fari tondi, diventa quasi una megane coach che abbiamo ricordato nell'altro articolo..Insomma una mezza coupè nostalgica.. Vabbè, è troppo presto..Vedremo..
Ritratto di capobutozzi
5 dicembre 2023 - 08:38
La domanda è ma una ypisolon grande come una fist tipo prima generazione e che costerà più di 20k chi la comprerà? Ai posteri l'ardua sentenza
Ritratto di Sherburn
5 dicembre 2023 - 13:11
Mah, se fosse 21/22, lo stesso che ora guarda DR/Evo. Certo se partono da 27/28...
Ritratto di Paolo Secondo
5 dicembre 2023 - 09:02
Una bella e lussuosa Lancia! Finalmente. Se la base sara' la 208 sara' certamente ottima.
Ritratto di Oxygenerator
5 dicembre 2023 - 09:05
Una lancia Mi-To ? Comunque è sempre un’elettrica non nativa. È il solito miscuglio stellantis elettrico/ termico. Auguri
Ritratto di ALBARCA
5 dicembre 2023 - 09:06
1
NON chiamiamola Lancia. Gli sciagurati Agnelli hanno distrutto e venduto quel meraviglioso marchio. Chapeau a Peugeot , sempre ottime auto, ma non confondiamo con le vere Lancia che , purtroppo, non esistono più.
Ritratto di Nonmenefreganiente Dellevostreopinioni
5 dicembre 2023 - 09:16
creare aspettative con manichini futuristici PU+RA ecc.. e poi uscire con una minestra riscaldata è veramente da campioni... notevole anche il vaso per i fiori posto sotto la televisione, utilissimo per vomitarci dentro dopo averne apprezzato i contenuti
Ritratto di Spock66
5 dicembre 2023 - 09:27
Osservazione azzecatissima..altra che PU+RA..questi di casa Elkann credono che siamo tutti rincoglioniti e ci beviamo tutte le st*nzate senza fiatare..mica siamo tutti lettori di Repubblica e LaStampa, eh
Ritratto di preda
5 dicembre 2023 - 09:38
Quindi e' una 208 col tavolino e la pago 5000 euro in piu perche ha il tavolino in pelle di pato..za? Fico
Ritratto di Pinuccio62
5 dicembre 2023 - 09:41
Avrà il pianale della 208 (come 600 , avenger , e 10000 altre auto ) motore peugeot , prodotta chissà dove nell' est europa , costera carissima e sarà venduta in italia spacciata per Lancia
Ritratto di Snom 320
5 dicembre 2023 - 09:51
Poi dice perchè Stellantis ha deciso di vendere solo in Sud America. Macchina indistinguibile, totalmente camuffata, ma già piovono fischi e critiche a valanga.
Ritratto di Giribildo
5 dicembre 2023 - 09:51
Mi aspetto un prezzo di 28 - 29 k per la versione ibrida automatica è un prezzo di circa 40 per quella elettrica (tavolino incluso però)
Ritratto di Sherburn
5 dicembre 2023 - 10:35
Sì, anche io.
Ritratto di Volandr
5 dicembre 2023 - 10:41
Io penso di più. Lo vogliono proporre come marchio premium, non semipremium. Più in alto di Wolkswagen e più o meno appaiato con DS e Alfa Romeo.
Ritratto di iv7007
5 dicembre 2023 - 09:52
Difficile giudicare gli esterni camuffati in questa maniera, riesco ad intuire la forma della coda con il "gradino" sul baule che mi lascia un pò perplesso.! invece sugli interni nulla di nuovo, cose già viste a parte il "tavolino" che era meglio non vederlo. Come sempre avevano creato un bel prototipo che poi puntualmente viene stravolto per renderlo "commerciale" trasformandolo in qualcosa di banale. Sento odore di Flop.!!
Ritratto di LavAsciugaTrekking
5 dicembre 2023 - 09:56
Ed ecco a voi la nuova PeugeOpeLanCitroen! Che tristezza il tavolino: la fa sembrare lo studio di un dentista...
Ritratto di Tistiro
5 dicembre 2023 - 13:10
Volevi dire PeugeOpeLanFiaTroen? :)
Ritratto di LavAsciugaTrekking
5 dicembre 2023 - 14:22
;)
Ritratto di AlphAtomix
5 dicembre 2023 - 10:15
208 e via, bah. Ma sotto i 4 metri non faranno più niente?
Ritratto di Biondi stefano
5 dicembre 2023 - 10:18
Ok il petit table,ma spero che nel cassetto passeggero ci sia un petit frigobar. O macchinetta x caffè con relative tazzine. Sai che figata. :-)))
Ritratto di Tfmedia
5 dicembre 2023 - 10:44
1
Per essere completa mancano 2 mini sedie con seduti Barbie e Ken. Verrà svelato con le prossime foto spia. La mascheratura di carrozzeria è ruote in realtà è il colore definitivo con cui non passerà certo inosservata, alla faccia di chi critica la scarsa originalità delle vetture moderne. Nota personale: con quel esagerato motore termico passerà come muscle car perdendo la sua natura di utilitaria. Comunque da comprare (ad occhi chiusi) nella vasta rete di concessionarie a qualsiasi costo, brava Stellantis.
Ritratto di Gasolone xv
5 dicembre 2023 - 11:37
Lancia Corsa
Ritratto di Er sentenza
5 dicembre 2023 - 11:58
Giustamente, il cesso c'è già....mancava il tavolino...lol!
Ritratto di John V
5 dicembre 2023 - 12:24
Sta a vedere che la fanno veramente bella... Promettere promette, per quanto poco si veda.
Ritratto di Lus
5 dicembre 2023 - 12:48
2
Beh...in quanto a vedere, non si vede niente. Ma l'incipit dell'articolo "dopo aver intravisto un tavolino" mi ha fatto veramente ridere. Secondo me più che da gioco di carte, il tavolino, mi da' l'idea di "aperitivo al volante" (ovviamente...sconsigliatissimo). Ma magari una volta che ne capiremo la funzione rimarremo stupiti.
Ritratto di IloveDR
5 dicembre 2023 - 12:49
3
solita minestra riscaldata, ormai fanno più notizia le Auto che stanno per uscire di produzione, che le nuove proposte...tranne Duster, CyberTruck
Ritratto di NITRO75
5 dicembre 2023 - 13:53
Guardate la Opel Corsa di fianco..........il rivestimento della portiera interno è davvero pessimo lucido così....
Ritratto di LINARRoma
5 dicembre 2023 - 16:28
quindi fino a due anni fa FCA era una potenza italiana e adesso Fiat, Alfa e Lancia sono delle Peugeot? Un'Alfa b suv con un frullino 1.2 peugeot non si puo' sentire
Ritratto di Oxygenerator
6 dicembre 2023 - 08:24
FCA due anni fa era in crisi. Esattamente FCA è nata in crisi. Una mossa disperata di marchionne per rendere il gruppo, appetibile a qualcuno. E cercava compratori ovunque.
Ritratto di Oxygenerator
6 dicembre 2023 - 08:26
Quindi intendo, quale potenza ? Dove l’ha mai vista la potenza ? Un insieme di marchi in crisi e quasi senza modelli e lei la chiama potenza ?
Ritratto di Un Italiano
8 dicembre 2023 - 01:49
Beh, perché non potenza? Stellantis è, di fatto, il quarto gruppo nel settore dell'automotive a livello globale. In Brasile, Fiat è il brand più venduto in assoluto. Inoltre, e solo a titolo esemplificativo: di Panda nell'ultimo decennio, nella sola Italia, sono state immatricolate una media di 110.000 vetture all'anno; della nuova Fiat Tipo, (voluta in Italia da Altavilla e venduta finanche negli Emirati Arabi Uniti come nuovo Dodge Neon), lanciata nel dicembre 2015, è stato raggiunto (a novembre 2022), il traguardo ragguardevole di oltre un milione di esemplari commercializzati e immatricolati in oltre 40 Paesi del mondo, con risultati inimmaginabili, da vera world-car (scusate se è poco), e meno male che non si vedono e non si vendono auto Fiat in giro per il mondo. Di Fiat 500 in tutto il 2023, nella sola Germania ne sono state immatricolate 39.000 unità, seconda solo alla Tesla model Y, nella classifica delle elettriche BEV, (e oltre 30.000 anche in Italia), e la 500 è stata la vettura elettrica più venduta in Germania con immatricolazioni pari, nel solo mese di ottobre 2023, a 5.401 unità (termiche+elettriche), con una crescita in quel paese di circa il 17% rispetto al mese precedente, riuscendo a superare addirittura la VW Golf e posizionando la 500e al primo posto nella top ten delle auto più vendute in Germania, unica vettura straniera tra le prime dieci. Mi domando: ma di cosa stiamo parlando? Un risultato del genere è stato definito storico e non era stato mai raggiunto da Fiat, specie in un paese d'oltralpe, neppure in Francia, visto l'acceso nazionalismo che caratterizza questi due paesi in cui si acquistano solo (o quasi) auto, rispettivamente, solo tedesche (in Germania) o solo francesi (in Francia). Al contrario, l'Italia è sempre animata da Italioti esterofili (dallo spiccato carattere anti-Italiano) che, anziché favorire i propri brand e le vetture costruite nelle proprie fabbriche (la 500e a Mirafiori, la Panda a Pomigliano, la 500X e le Jeep Renegade e Compass a Melfi) non solo denigrano l'Italia, gli Italiani e il Made in Italy e acquistano auto straniere, ma negano anche dati oggettivi e inconfutabili come quelli forniti dall'Unrae e dall'ANSA: https://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2023/11/10/la-fiat-500-e-la-piu-venduta-in-germania-a-ottobre_a9f78400-d574-4ee5-b253-60fe4e9e1068.html nonché, da: https://motori.corriereadriatico.it/economia/sorpresa_fiat_500_ottobre_auto_piu_venduta_germania_quota_segmento_sfiora_45-7749862.html
Ritratto di Oxygenerator
8 dicembre 2023 - 10:35
Nessuno nega niente ma lei fa un melting pot di tutto. Parlavamo di FCA. Non delle vendite di Stellantis. Sono cose diverse. Stellantis arriva dopo con buone vendite e si piazza con l’unione di 15 marchi provenienti da stati diversi, come USA, Italia, Germania, Francia, al quarto posto come potenza industriale automobilistica. Ma Fiat prima ed FCA poi erano ben altra cosa. Fiat ha dovuto assorbire tutte le perdite e i lavoratori provenienti da altri aziende fallite, italiane, come Innocenti, Autobianchi, Lancia ed infine anche di Alfa Romeo. Quando Marchionne ha preso in mano Fiat, la stessa era in piena crisi. Prese a zero costi e con la benedizione di Obama, il gruppo americano in piena crisi anche lui e creò FCA. Ma FCA non è mai stata florida. L’unione con l’azienda americana è servita solo per avere accesso al mercato americano e rendere così più appetibile il gruppo. Perché la prospettiva è sempre stata quella di venderlo. Han dovuto aspettare parecchio prima di trovare un’azienda più piccola ma che fosse interessata all’acquisto. Da lì l’unione con Peugeot e la nascita di Stellantis, che ha oggi, buoni numeri di vendita.
Ritratto di Oxygenerator
8 dicembre 2023 - 13:41
Inoltre 1 milione di Fiat Tipo costruite in Turchia vendute sono un discreto traguardo se la consideriamo per quello che è. Un’auto low cost. Ma ad esempio, restando in casa Fiat, la prima Fiat Tipo. Innovativa e col cruscotto digitale, dal 88 al 95 ha venduto esattamente il doppio, e tutto era, tranne che una low cost al tempo. Quindi se facciamo un paragone con lo stesso costruttore sulla stessa tipologia di auto, puó vedere che quello che sembra un successo oggi, in realtà non lo è.
Ritratto di Un Italiano
8 dicembre 2023 - 19:59
Definire la Fiat Tipo un'auto low-cost è riduttivo, ingeneroso e denigratorio, come denigratori, da sempre, sono i toni utilizzati da alcuni utenti di questo sito nei confronti dei marchi Lancia, Fiat e Alfa Romeo. La Fiat, Fabbrica Italiana Automobili Torino, (visto che qualcuno va a sottilizzare sulla differenza tra Fiat, FCA- Fiat Chrysler Automobiles e l'odierna Stellantis), fu fondata l'11 luglio 1899 ed ha rappresentato per generazioni, sino ai primi anni duemila, (prima della gestione di tale Romiti che la stava trascinando sull'orlo del fallimento nel 2003-2004) la principale Casa automobilistica Italiana, di cui il prossimo 11 luglio 2024 ricorrerà il 125° dalla Fondazione. Fiat non può e non deve in alcun modo essere assimilata a Dacia, sottomarca low-cost rumena di Renault. E' una questione di onestà intellettuale; è improprio assimilare il brand Fiat ed i suoi modelli a quelli prodotti oggi da Dacia. I motori della Fiat sono stati sempre progettati da ingegneri italiani e vi assicuro, un'auto Fiat non ha mai lasciato a piedi nessuno. Le vetture sono sempre state uniche in termini di affidabilità e richiedevano pochissima manutenzione (vedasi il collaudautissimo Fire 1.4, il motore più longevo mai esistito e montato in casa Fiat, da cui sempre gli ingegneri di FCA hanno derivato nel 2022 il FireFly 1.5 T4 (quattro cilindri) - 130 CV GSE (Global Small Engine) che equipaggia Fiat 500X, Tipo (per l'appunto), Jeep Renegade e Compass e la stessa nuova Alfa Romeo Tonale, propulsore che, abbinato all'e-motor nel cambio automatico a 7 rapporti DCT, rende le vetture dei mini full-Hybrid o middle-Hybrid (vetture provviste di un ibrido avanzato o rafforzato diverso da quello che conosciamo, montato su Fiat Panda, Fiat 500 e 500C) consentendo il funzionamento delle stesse in modalità BEV, a bassi regimi, per il 47% del tempo totale di utilizzo (da cui il nome di mini Full-Hybrid). E' la Dacia che, al contrario, spesso ha equipaggiato o equipaggia i suoi modelli con propulsori obsoleti dismessi da Renault, quali quelli montati sulle Clio prima serie, ad esempio. E, dunque, mi sembra che ci sia una gran bella differenza. Peraltro, la meccanica e i motori di Tipo (2016) sono italiani al 100%. L'auto viene semplicemente assemblata in Turchia, così come avviene per alcuni modelli di Audi, solo per dirne una, senza che nessuno abbia mai battuto ciglio al riguardo. La stessa Fiat Tipo fu eletta "Best Auto of the year in Europe in 2016" ad AutoBest2016 da una giuria composta da esperti del settore dell'automotive, provenienti da tutte le principali nazioni del mondo e ricevette apprezzamenti vivi per l'originalità del design (messo a punto dagli ingegneri del Centro Stile Fiat di Torino- gruppo FCA) e per i motori (Fire 1.4 e Multijet 1.6 - 120 CV, ora 130) anche da esperti del settore di nazionalità tedesca e francese, come testimoniato poi dalle vendite anche in quei paesi (dati: unrae.it - Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri). Infine, la comparazione tra le due generazioni di Tipo (la I: 1988-95 e la II 2016-2023/24) è quasi impossibile avendo la Tipo 2016 debuttato con la versione 4D - sedàn compatta a quattro porte appartenente al segmento C (rivolgendosi, dunque, ad un'utenza più ristretta, quasi elitaria), mentre la Tipo del 1988 in produzione sino al 95 era un'hatchback a cinque porte orientata ad un target di tipo più familiare in stile utilitaria, appartenendo al segmento B, come la Fiat Uno. In ogni caso i tempi erano diversi e la struttura del mercato completamente diversa rispetto ad oggi. Anche la successiva berlina hatchback (a 5 porte) prodotta un anno dopo la Sedàn (a 4 porte), resta pur sempre una segmento C, cosi come, per motivi fin troppo intuibili, l'ulteriore versione SW - Station Wagon, classificatasi spesso al primo posto in Italia, nella classifica delle vendite, sia nel segmento C, che nella tipologia station (v. dati mensili Unrae.it) superando, per unità complessivamente immatricolate in Italia, la VW Golf nel triennio 2017-2019 e sostanzialmente pareggiando la sfida (per unità vendute mensilmente) nel successivo quadriennio 2020-2023. Ritengo che gli Italiani che hanno acquistato e continuano ad acquistare mensilmente la Fiat Tipo dal 2016-17 in tali quantitativi, contrariamente a quanto asserito da altri utenti, non constatino questa grande differenza in termini di meccanica, prestazioni, tecnologia e ADAS rispetto al modello Golf o agli altri proposti dal principale competitor estero e dalle altre Case automobilistiche straniere.
Ritratto di Oxygenerator
9 dicembre 2023 - 12:06
Certo che chi sceglie di comprarla non sente differenze. Son tutti quelli che han scelto di comprare altro, che invece, le han sentite. Mi spiace ma Fiat e Dacia sono auto low cost. È la mission del marchio. Basta sedersi all’interno di queste auto e poi su un altro marchio, qualsiasi generalista, come Toyota, e capirá la differenza all’istante. Considerare poi un successo un’auto che vende esattamente la metá della sua versione precedente, ( vero che era diversa ) ha un che di sensazionale. I premi sappiamo che servono a niente. Il vero premio per una vettura di un marchio low cost, sono le vendite. È il loro unico target. Che ad esempio Alfa e Lancia, non hanno essendo collocate in zona Premium. È il risultato di questa tipo è che ha venduto 1 milione di auto in meno della precedente versione. I fattori sono ovviamente tanti, che han contribuito a quello che a lei sembra un successo e invece a mio avviso è un flop, però di fatto, questo è se stiamo ai numeri. Esempio: Per fare un paragone con una diretta concorrente della Fiat tipo, la Honda Civic. Ogni giorno vengono acquistate 2mila Honda Civic nel mondo, nel solo 2019 ne sono state vendute 823.169. Come vede, in un anno, un marchio concorrente, generalista, ma che costa molto di più della tipo, ha venduto quasi quanto la tipo in 7 anni di commercializzazione. Ed è più o meno la stessa con le altre concorrenti della Tipo. Quindi in definitiva, un successo, non credo proprio. Nella classifica delle 50 auto più vendute al mondo, non appare nessuna Fiat, Alfa, o Lancia.
Ritratto di Un Italiano
17 dicembre 2023 - 17:13
Mi dispiace dover smentire per l'ennesima volta, ma non credo che 1.000.000 di vetture di Fiat Tipo (seconda generazione 2016-2023/24), prodotte e commercializzate in oltre 40 Paesi del mondo (tra cui gli Emirati Arabi Uniti) con record da vera world-car, possano definirsi un flop, specie di questi tempi, tutt'altro... A riprova di ciò, (con grande dispiacere dei detrattori), ci sarà, probabilmente, anche una terza generazione di Tipo già a partire dal 2025 in versione SUV (elettrica e non solo). Totalmente infondato quanto asserito circa la seduta, in particolare della postazione lato guida, dei modelli di Casa Fiat. Come risaputo da tutti, infatti, la seduta rialzata di vetture come Fiat Panda, Tipo o 500X, consentendo una visuale quasi a 360° per il guidatore, costituisce un grande punto di forza del brand Fiat (tratto comune a molte vetture di segmento molto più alto, oggi definite premium, ma costosissime e inaccessibili alla maggior parte delle persone). Fiat, si ribadisce, con i suoi 125 anni di storia alle spalle, non ha mai prodotto auto low-cost (avendo sempre progettato i motori e facendo disegnare le auto da ingegneri italiani presso il proprio Centro Stile Fiat di Torino), semmai modelli di vetture finalizzati a diffondere e rendere accessibile a tutte le fasce sociali della popolazione la mobilità urbana. Dunque, automobili, destinate al popolo (nel senso più genuino del termine), ovvero destinate a tutti; nè più né meno la stessa mission di VolksWagen (in Germania); VW, tradotto letteralmente, infatti, significa "auto del popolo". Infine, ulteriore smentita: nella classifica delle 100 auto più vendute al mondo, storicamente, compare, da sempre, la Fiat 500 (presente in quasi tutte le decadi dal dopoguerra ad oggi, nonostante la produzione, iniziata nel 1957 sia stata interrotta per alcuni anni per lasciare spazio ad altri modelli, sia stata ripresa successivamente (nel 2007, per volontà di Marchionne, nel 50° dalla nascita del primo esemplare: 1957-2007), e declinata in diverse versioni ovvero: 500C, 500L, 500X, 500e, 595 e 695 Abarth; mentre Panda, l'unica ad essere prodotta ininterrottamente da quasi 44 anni, ovvero dal 1980, ha raggiunto anch'essa (come la Tipo), il milione di esemplari prodotti e immatricolati già nel 2017. E mi sembra che di Fiat Panda tutto si possa dire, tranne che sia un flop (da febbraio 2024 sarà aggiornata con gli ADAS previsti dall'ultima normativa, per potere continuare ad essere commercializzata col nome: Fiat Pandina anche dopo il 1 luglio 2024, affiancando la versione elettrica della nuova Panda, di segmento B, che sarà presentata nello stesso mese). Un solo dato, per non annoiare: 6,7 milioni di Fiat 500 vendute dal 1957 ad oggi in tutto il mondo (100 Paesi) di cui 2,5 milioni di unità della seconda generazione (2007-ad oggi), dati: Unrae.it (Fonte: https://www.allaguida.it/articolo/fiat-500-da-record-2-milioni-e-mezzo-vetture-prodotte/349039/ Lo scorso 11 dicembre è stato inaugurato un nuovo stabilimento Fiat in Algeria in cui inizierà la produzione di alcuni modelli della Casa, tra cui proprio il mitico Cinquino in versione benzina/elettrica.
Ritratto di Oxygenerator
17 dicembre 2023 - 19:17
Lei mette insieme pere con le mele. 1 milione di Fiat tipo in 7 anni sono un flop se guarda le vendite delle concorrenti che fanno quasi 1 milione all’anno. Le auto fatte per tutto il popolo sono proprio le generaliste. Se costano poco, le generaliste diventano le low cost. Non è che c’è da inventarsi nulla. La panda viene venduta per lo più in Italia. Nel resto del mondo non sanno neanche cos’è. Qual’è il senso di mettere insieme i pezzi venduti da un’auto che si chiama sempre 500 ma sono di 7 auto diverse ? Allora il maggiolino della volks ha superato i 20 milioni di auto vendute. Di Toyota corolla ne son state vendute più di 40 milioni. Le vendite della mini sono più di 5 milioni solo da quando è bmw.se si considera dagli anni 50 ne deve aggiungere altri 6 di milioni per un totale di 11 milioni di esemplari. Le ho fatto solo qualche esempio di auto che costano il triplo della 500 e almeno il doppio della tipo degli ultimi 20 anni. Quello che lei non comprende è che guardare sempre il mondo attraverso lo sguardo “ Italiano “ le deforma la vista. Allargare gli orizzonti e togliersi la bandiera dagli occhi. E vedrà più chiaramente la realtà.
Ritratto di Un Italiano
18 dicembre 2023 - 01:55
Io ho una visione globale del mercato dell'automotive, chi non vede (o meglio, non vuole vedere) la realtà in modo oggettivo (con dati alla mano forniti da Unrae.it - Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri) e ne dà (o cerca di darne ai distratti) una visione falsata e deformata dalla lente dell'estorofilia (non a caso guidi una vettura straniera ovvero una Lexus, anziché un'auto italiana, quale potrebbe essere Alfa Romeo Giulia o Stelvio, o la Tonale se preferisci un'ibrida) mi sa che sei proprio tu. Infatti, se avessi letto attentamente, ho postato tre link con le 100 auto più vendute al mondo tra cui figura anche Fiat Panda. Tu (o, forse è meglio che ci diamo del Lei per mantenere le distanze) nel tuo post precedente hai esordito asserendo che Fiat, Alfa Romeo e Lancia non sono mai esistite come marchi del settore dell'automotive fuori dall'Italia. Ti informo che già prima della 500 e dello stesso Marchionne, negli anni Settanta, Fiat era già sbarcata negli Stati Uniti e la Fiat 124 Coupè aveva riscosso un grosso successo in termini di vendite e di gradimento del pubblico statunitense, tale che ancor'oggi il modello è conosciuto e ricordato negli States. Inoltre, ti avevo anche evidenziato, sempre per smentire quanto sostieni, che la Fiat 500 era entrata, in diverse annate, nella classifica delle 100 auto più vendute al mondo, già molti e molti anni fa. In ultimo, per tua opportuna scienza e conoscenza, l'unico modello di vettura al mondo che raggiunge oggi il milione di esemplari prodotti e commercializzati in un unico anno solare è proprio americano (e ti renderai conto da solo che la superficie degli Stati Uniti d'America pari a 9. 834.000 chilometri quadrati, non è, da sola, esattamente quella della minuscola Italia, ma neppure di tutta l'Unione Europea messa assieme, pari a 4.476.000 kmq, così come il numero degli abitanti potenziali acquirenti di auto), ed è la Toyota RAV4. https://www.alvolante.it/news/le-30-auto-piu-vendute-al-mondo-2022-388401#toyota-rav-4-25-phev-plug-in_23_29 Comunque, mi rallegra che nel profilo, tu abbia classificato la Fiat Ritmo come auto "stupenda" e le Fiat Topolino e Qubo come "niente male". Altrimenti avrei pensato che non fossi un connazionale (nato e cresciuto in Italia) ma un anti-Italiano. Saluti
Ritratto di Oxygenerator
18 dicembre 2023 - 09:28
Io non sono un anti italiano. Ma non mi piace raccontarmi favole. Ho comprato, anche la mia famiglia, auto italiane. Alcune buone altre meno. Ma non sono di certo le migliori che ho posseduto. Alcune anche abbastanza scarse. Le migliori, come affidabilità e qualità costruttiva ( e di auto ne ho comprate tante ), sono state le giapponesi e le tedesche, per la mia esperienza. Rimango dell’idea che 1 milione di Fiat tipo vendute in 7 anni siano poche, visto il prezzo a cui sono proposte e che gli unici veri successi all’estero delle auto italiane siano la 500 e la 127. Non bastano in 120 anni di storia industriale. ( Per mai esistite all’estero intendevo, come numeri importanti di vendita, non che non siano mai state vendute all’estero delle Fiat, Alfa o Lancia ). Non ho più la Lexus full hybrid, ma quando l’ho comprata 8 anni fa, di italiano non c’era niente di paragonabile. Ne della stessa qualità, ne della stessa tecnologia. Lo stesso dicasi per la Smart for two. O per le 2 Audi coupè 4x4. O per la BMW serie 3 coupè. O per la Megane scenic. O per l’Audi Q2. Niente al tempo di similare in Italia veniva costruito. Ho comprato 8 Audi di fila e la contropartita in Italia in quegli anni erano Fiat Regata, Marea, Croma o alfa 155, 156. L’unica italiana che mi è piaciuta in tutti quegli anni è stata la lancia delta, in tutte e due le sue versioni. La seconda non l’ho comprata solo per uno sconto monstre di audi, visto che ero un cliente affezionato. Anche oggi, che ho una BMW i3s elettrica nativa, di italiano paragonabile non c’è nulla. Lo stesso dicasi per l’altra mia auto, elettrica nativa anche lei, la Tesla model 3 highland. Alle volte la qualità e l’affidabilità e altre volte la mancanza di prodotti in vendita similari, mi hanno portato a comprare piú auto straniere che italiane. Ma non perchè sono anti italiano. Ammesso che non s’intenda con ciò il fatto di obbligarsi e accontentarsi di ciò che in Italia viene prodotto ed ignorare il resto del mondo. Non è il mio caso. O i prodotti italiani sono all’altezza della situazione, o non li prendo in considerazione. Pago di più, ma pretendo un prodotto affidabile e ben costruito.
Ritratto di Un Italiano
17 dicembre 2023 - 21:22
P.S. Confermo che anche nel 2022 Fiat Tipo è stata tra le auto più vendute al mondo, come potrai riscontrare aprendo il link appresso: https://it.motor1.com/news/631881/auto-piu-vendute-mondo-2022/ Inoltre, ad integrazione di quanto sopra evidenziato, il numero complessivo di Panda venduto era 1.000.000 (un milione) nel 2017, ma la seconda generazione ha ora raggiunto i 2.168.000 (oltre due milioni), fonte: https://www.allaguida.it/articolo/fiat-500-da-record-2-milioni-e-mezzo-vetture-prodotte/349039/nel marzo 2021 e nel 2019 anche Fiat Panda (come Fiat 500 in altri anni), si è classificata tra le 100 automobili più vendute al mondo (al 99° posto), basta che apriate il link seguente per verificare: https://www.automoto.it/news/la-classifica-delle-100-auto-piu-vendute-al-mondo-la-toyota-corolla-ancora-una-volta-leader.html articolo da cui si evince che la Fiat Panda è l'auto più venduta in Italia nel 2022 con 105.384 unità; la Fiat Tipo (detta Fiat Aegea) in Turchia con 68.779 unità immatricolate (paese in cui viene semplicemente assemblata, come del resto molte Audi, essendo la meccanica e i motori completamente italiani 100%), così come il modello Fiat Strada in Brasile (paese in cui Fiat è brand leader incontrastato da 3 anni con diversi modelli) con 112.456 unità prodotte e immatricolate e Fiat Cronos in Argentina con 39.769 unità vendute.
Ritratto di Oxygenerator
17 dicembre 2023 - 22:00
Lei continua a dare numeri, ma i numeri finali sono quelli che già le ho dato. E non sono numeri sufficienti neanche per la sopravvivenza. Infatti ne Fiat, ne FCA sono state in grado di sopravvivere da sole, con il passo, non ultimo, a mio avviso, di vendersi ai francesi. O crede che sia stato fatto perchè FCA fosse florida ? Lei celebra 1 milione di tipo in 7 anni. Per me è un insuccesso. L’avessero vendute all’anno, potrei capire, ma le concorrenti dirette in 7 anni ne han vendute 5/6 milioni. Motivo per cui Volks group e Toyota group sono ben vive e con ottime vendite, mentre Fiat è confluita come Alfa Lancia e Maserati in un gruppone di 16 marchi europei, come Stellantis, eterodiretto dai francesi. Fosse stato il contrario esisterebbe il Fiat group o l’FCA group. Non è così. Esiste Stellantis. Capisco alterare la realtà per i propri voleri, ma vendere insuccessi ( con auto a a basso costo, peraltro ) per successi è quello che è stato fatto per anni in Fiat, ma anche in Italia, come ad esempio ( Alitalia ) ed è quello che ha condannato queste compagnie a morte certa. Anche se, per anni e anni, mantenute artificialmente in vita, con bugie e soldi pubblici a valanga. Abbiamo capito che questo atteggiamento non funziona spero, e quindi la smetteremo di spacciare per successi, quelli che non lo sono. E guarderemo in faccia la realtà che attualmente è Stellantis, che mantiene 4 fabbriche sul nostro territorio. Che non è da confondersi con Fiat che controlla il mondo automotive. Le ricordo inoltre che Stellantis comunque è il quarto gruppo per vendite automobilistiche. Ne il primo, ne il secondo. Il quarto. Che è comunque un ottimo risultato.
Ritratto di Un Italiano
18 dicembre 2023 - 02:05
Quello che continua a scodellare numeri sei tu. Io ho una visione globale del mercato dell'automotive, chi non vede (o meglio, non vuole vedere) la realtà in modo oggettivo (con dati alla mano forniti da Unrae.it - Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri) e ne dà (o cerca di darne ai distratti) una visione falsata e deformata dalla lente dell'estorofilia (non a caso guidi una vettura straniera ovvero una Lexus, anziché un'auto italiana, quale potrebbe essere Alfa Romeo Giulia o Stelvio, o la Tonale se preferisci un'ibrida) mi sa che sei proprio tu. Infatti, se avessi letto attentamente, ho postato tre link con le 100 auto più vendute al mondo tra cui figura anche Fiat Panda. Tu (o, forse è meglio che ci diamo del Lei per mantenere le distanze) nel tuo post precedente hai esordito asserendo che Fiat, Alfa Romeo e Lancia non sono mai esistite come marchi del settore dell'automotive fuori dall'Italia. Ti informo che già prima della 500 e dello stesso Marchionne, negli anni Settanta, Fiat era già sbarcata negli Stati Uniti e la Fiat 124 Coupè aveva riscosso un grosso successo in termini di vendite e di gradimento del pubblico statunitense, tale che ancor'oggi il modello è conosciuto e ricordato negli States. Inoltre, ti avevo anche evidenziato, sempre per smentire quanto sostieni, che la Fiat 500 era entrata, in diverse annate, nella classifica delle 100 auto più vendute al mondo, già molti e molti anni fa. In ultimo, per tua opportuna scienza e conoscenza, l'unico modello di vettura al mondo che raggiunge oggi il milione di esemplari prodotti e commercializzati in un unico anno solare è proprio americano (e ti renderai conto da solo che la superficie degli Stati Uniti d'America pari a 9. 834.000 chilometri quadrati, non è, da sola, esattamente quella della minuscola Italia, ma neppure di tutta l'Unione Europea messa assieme, pari a 4.476.000 kmq, così come il numero degli abitanti potenziali acquirenti di auto), ed è la Toyota RAV4. www.alvolante.it/news/le-30-auto-piu-vendute-al-mondo-2022-388401#toyota-rav-4-25-phev-plug-in_23_29 Comunque, mi rallegra che nel profilo, tu abbia classificato la Fiat Ritmo come auto "stupenda" e le Fiat Topolino e Qubo come "niente male". Altrimenti avrei pensato che non fossi un connazionale (nato e cresciuto in Italia) ma un anti-Italiano. Saluti
Ritratto di Un Italiano
18 dicembre 2023 - 02:26
Per l'azionariato di Fiat e della famiglia Agnelli_Elkann in Stellantis rispetto alla quota dei francesi ti riporto il post di Mr. Magoo del 6 dicembre: "Al tempo dell'unione delle due società, la PSA era più piccola di FCA anche se con più dipendenti. Come quote azionarie la Exor (Elkan) è l'azionista di maggioranza con il 14% e Peugeot con 8,5%". Nulla è come sembra (o come si vorrebbe far apparire al fine di cercare di far decrementare le vendite di Fiat e Alfa Romeo in Italia e in Europa, favorendo le case automobilistiche straniere, tedesche o giapponesi che siano).
Ritratto di Oxygenerator
18 dicembre 2023 - 10:18
Ma che fissa ha ? Ma chi vuole, parole sue “ come si vorrebbe far apparire al fine di cercare di far decrementare le vendite di Fiat e Alfa Romeo in Italia e in Europa, favorendo le case automobilistiche straniere, tedesche o giapponesi che siano“. Ma chissene di favorire o sfavorire le vendite italiane o meno. Io mica mi guadagno da vivere con l’automobile italiana o straniera che sia. Io porto la mia esperienza. E non lavoro in Stellantis. Io riporto soltanto le parole di uno che in FCA e Ferrari ci ha lavorato tutta la vita, date durante un’intervista televisiva. Non solo un dirigente, ma un amico fidato degli Agnelli. Montezemolo. Che asserisce : “ Niente di italiano è rimasto in Fiat e di conseguenza in Stellantis. Tutto, dal design, alla tecnologia, alla progettazione, alla testa pensante dell’azienda, parla francese. Tutto è stato spostato oltralpe. In Italia sono rimaste solo 4 fabbriche. ” Ora, mi spiace, ma personalmente, tendo a credere piú alle parole di Montezemolo che ha sempre vissuto e lavorato in quell’ambiente, che alle sue. Questa fissa poi, che si voglia a tutti costi denigrare il prodotto italico ( se così ancora si può chiamare) visto che ad esempio l’ italianissima Giulia monta il 60% di materiale tedesco e che lo splendido albero in fibra di carbonio è giapponese. Insomma, forse lei è un po’ in ritardo sulla storia. I suoi argomenti potevano essere validi con Fiat. Già con FCA risultavano difficili da dimostrare. Con Stellantis è impossibile. Quello che ci possiamo augurare è che le 4 fabbriche rimaste in Italia che sembra, costruiranno prodotti solo premium, siano all’altezza delle aspettative e quindi mantenute sul territorio. Per l’italianità e il salvare la patria ha 20 anni di ritardo.
Ritratto di Un Italiano
21 dicembre 2023 - 04:23
Gentile amico, vista la distanza abissale dei nostri punti di vista, considerato che lei metteva financo in dubbio i dati di vendita di Fiat 500 in Germania negli ultimi mesi del 2023, posto di seguito un articolo sui dati di vendita relativi all Spagna, sperando che se ne faccia una ragione e non le crei eccessivo malumore. Non intendo replicare oltre anche perché non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. Buone vacanze https://www.clubalfa.it/478842-fiat-chiude-lanno-da-leader-nelle-vendite-di-veicoli-urbani-ed-elettrici-nel-segmento-a-in-spagna
Ritratto di Oxygenerator
21 dicembre 2023 - 07:50
Nessuno discute i dati di vendita in sé. O solo detto che mi fa strano che un auto non nuovissima faccia simili numeri all’improvviso. Poi tutto può essere. Poi a me che Fiat o no venda o non venda, non cambia niente. Le ho comprate anch’io le Fiat.
Ritratto di MrMagoo
5 dicembre 2023 - 16:58
Riassumendo: le macchine le decidono i francesi, il design i francesi, dove produrre i francesi, i prezzi i francesi, ma gli danno i nomi italiani. Questa mi sembra l'ennesima auto senza anima di questa azienda marmellata di marchi.
Ritratto di NITRO75
5 dicembre 2023 - 17:39
Questo succede quando lo Stato italiano, a differenza di quello francese, non ha voce in capitolo in azienda......Comunque le vetture sono sempre più francesi che non italiane.....
Ritratto di Oxygenerator
6 dicembre 2023 - 08:29
Essendo stati acquistati dai francesi è normale. Nessuno acquisisce un’azienda morente per farla continuare a dirigere a chi, l’ha resa tale. Sarebbe assurdo.
Ritratto di MrMagoo
6 dicembre 2023 - 14:47
Al tempo dell'unione delle due società, la PSA era più piccola di FCA anche se con più dipendenti. Come quote azionarie la Exor (Elkan) è l'azionista di maggioranza con il 14% e Peugeot con 8,5%, ma forse andrebbe cercato nello scarso amore per l'Italia dell'azionista di maggioranza le scelte contro l'Italia.
Ritratto di Oxygenerator
6 dicembre 2023 - 15:00
Non sono scelte contro l’Italia. Montezemolo è stato chiarissimo. Al di là delle marche italiane fallite in precedenza, anche in Fiat di italiano non è rimasto quasi più niente. Figuriamoci in Stellantis. FCA ha vagato per due o tre anni in cerca di un “acquirente”. Design, software , tecnica, AD, ingegneria, tutto parla francese. In Italia, di pensante non è rimasto più niente. La “testa” dell’azienda è francese. In Italia ci sono 4 fabbriche e stop. Non siamo vantaggiosi neanche come sito costruttivo. Tanto che qui, verrà assemblato il premium ed il luxury di stellantis. Tipologia di auto dove si prospetta un maggior ricarico, che possa quindi andare a coprire il costo più alto del “costruire in Italia”, sia in manodopera che in costi di energia.
Ritratto di MrMagoo
6 dicembre 2023 - 15:19
Credo alle tue parole, però quanto a costi della manodopera no. Il costo orario italiano è €. 28 mentre quello francese ad esempio è €. 34 però loro producono in Francia, in Spagna è €. 25 e in Germania €. 31 (dati Eurostat). Se è il costo manodopera a decidere allora siamo competitivi. L'energia è solo una questione politica e di accordi tra Stato e Stellantis. Sarei più orientato, ma questa è la mia opinione, sulla conflittualità del mondo lavoro Italia, la Giustizia che da noi è un problema e la mancanza dello Stato italiano nell'azionariato che lascia le mani libere a chi interessa poco o nulla dell'Italia
Ritratto di Sherburn
6 dicembre 2023 - 17:01
Sì ma i sindacati italiani rispetto a quelli francesi o tedeschi sono un sogno (detto con la pronuncia di Briatore).
Ritratto di Un Italiano
8 dicembre 2023 - 02:07
@MrMagoo. Quoto al 100%. Non corrisponde a verità che l'azionariato italiano in Stellantis sia inferiore a quello francese. Più che dall'azionista, forse, l'attuale situazione dipende, a mio avviso, da "quel servilismo vigliacco, profondamente radicato nel popolo italiano, per cui tutto ciò che noi produciamo è pietra vile e falsa, mentre ciò che viene d'oltralpe o d'oltremare è gemma rara e preziosa", come diceva un noto scrittore e drammaturgo della letteratura italiana del secolo scorso (id est: siamo troppo esterofili, al contrario degli altri paesi). Comunque, la situazione complessiva del Gruppo non è affatto disastrosa come qualcuno vuole far credere. Guarda le sole vendite della Fiat 500 in Germania nel 2023 pari a 39.000 unità con la 500 unica vettura straniera, sempre in Germania, nella classifica delle auto più vendute nel mese di ottobre 2023 (addirittura al primo posto della top ten, evento definito dai vertici di Stellantis "storico" in casa Fiat, con 5.401 unità vendute scavalca la VW Golf, che si ferma a 5.000 unità) e si conferma complessivamente seconda auto BEV più venduta dopo la Tesla model Y, in Germania nel corso dell'anno. Leggi quello che ho scritto, più dettagliatamente nel post sopra.
Ritratto di Oxygenerator
8 dicembre 2023 - 16:38
No guardi, per l’errore di confondere i risultati di FCA con Stellantis le ho già risposta sopra. Qui non è questione di esterofilia. Le nostre marche han venduto sempre e solo in Italia. Solo Fiat è riuscita due volte, con la 500 e la 127 ad essere in cima alle classifiche europee. Nessun altro. Le nostre auto all’estero non si sono dimostrate all’altezza delle aspettative, purtroppo. Acronimi come Fix It Again Tony per FIAT sono americani. Alfa Romeo e Lancia non hanno mai sfondato all’estero. Per lo più non per il design, ma per la qualità. L’Alfasud al tempo apprezzata in Inghilterra, era l’unica auto che arrugginiva nei garage. Lancia gamma, inizialmente apprezzata in Inghilterra, fu poi abbandonata perché risultó essere un’auto molto problematica, anche sotto l’aspetto dell’assemblaggio oltre che al solito problema della ruggine. La fantastica per me 164 dell’Alfa, in America dal 90 al 95 vendette meno di 7.000 auto. Qui non è questione di esterofilia. È questione di non rendersi conto che le auto che van benino da noi, agli altri, o non piacciono o non sono state sufficientemente adeguate ai loro standard abituali. E non si sopravvive, vendendo solo in Italia o vendendo prodotti sorpassati in alcune zone del Sud America. Non è sufficiente. Senza contare che poi noi, a nostra volta, per proteggere il prodotto italiano, all’inizio abbiamo chiuso il mercato estero in Italia. Per quel che riguarda le vendite della 500 in Germania a ottobre 23 qualcosa non mi torna. Strano che un’auto venda così tanto, dopo parecchio tempo che è stata immessa sul mercato, e solo in un determinato paese. Oltretutto poco prima, del 2024 dove sarà d’obbligo montare gli Adas. Per l’elettrica invece un discreto successo di vendite c’è fin dalla sua apparizione, in tutta Europa peró. Non solo in un mercato.
Ritratto di Un Italiano
8 dicembre 2023 - 18:03
La Fiat Tipo ha raggiunto (come Panda nel 2017) il milione di vendite in oltre 40 Paesi del mondo lo scorso novembre 2022 (www.clubalfa.it/435215-fiat-tipo-prodotte-1-milione-di-unita-in-turchia) ed è commercializzata finanche come Dodge Neon negli Emirati Arabi Uniti, così come l'Alfa Tonale (commercializzata come Dodge Hornet in Canada ed in altri mercati); credo, pertanto, sia irrazionale e illogico asserire che Fiat non si venda all'estero. Perfino la 500 Hybrid 1.0 70CV, (che verrà aggiornata a breve con gli ADAS dal 2024 come l'attuale Panda che diventerà Pandina nei prossimi mesi per distinguersi dalla futura versione elettrica in uscita l'11 luglio 2024), come già evidenziato, è riuscita a permeare un mercato ostico e chiuso come quello tedesco con 5.140 immatricolazioni nel solo mese di ottobre 2023, vendute in Germania insieme alla versione 500e, (www.ansa.it/sito/notizie/economia/2023/11/10/la-fiat-500-e-la-piu-venduta-in-germania-a-ottobre_a9f78400-d574-4ee5-b253-60fe4e9e1068.html). I tempi sono cambiati e la tecnologia si è, frattanto, evoluta e migliorata anche in casa Fiat, già prima della fusione con PSA in Stellantis. Non siamo più ai tempi in cui l'acronimo Fiat negli States significava "fix it again Tony"; sono trascorsi 50 anni per chi non se ne fosse accorto. Ne è prova che anche la 500, la 500L e la 500X sono sbarcate negli anni addietro negli USA ed hanno riscosso un discreto successo tanto da apparire in alcune serie televisive americane. Ed a breve vi sbarcherà anche la versione full-electric di 500. Marchionne, con la fusione di Fiat con Chrysler in FCA- Fiat Chrysler Automobiles ha, indiscutibilmente, portato al brand una ventata di aria nuova e dato una visibilità al marchio Fiat, (prima del 2007 quasi sull'orlo del fallimento), facendole superare quel provincialismo e quella ristrettezza dei tempi del fix it again Tony, appunto. Operazione avviata da Marchionne e, successivamente, completata con l'ulteriore fusione di FCA con PSA in Stellantis, quarto Gruppo, a livello globale, nel settore dell'automotive, piaccia o non piaccia... Se poi , a prescindere, si deve sparare a zero su Fiat e Alfa Romeo per favorire le vendite delle tedesche in Italia, questo, ovviamente, è un altro discorso. Saluti e auguri a tutti i lettori, nonché alla redazione della testata online di alvolante.it che, gentilmente, ospita i nostri commenti.
Ritratto di MrMagoo
9 dicembre 2023 - 18:31
Molto interessanti le vostre analisi e grazie per aver messo le fonti, raramente questo avviene. Penso che più che la qualità delle auto e mercati, noi discutiamo sull'unione tra due società oserei dire obbligate per non morire. Questo ha permesso alla Francia di prendersi la leadership dell'azienda per i prossimi 5 anni. La domanda cruciale è perché la Stellantis in Francia produce circa un milione e mezzo di auto e in Italia sono settecento mila compresi i furgoni? Si può dire che da loro l'energia costa meno forse, non certo la manodopera come ho scritto qui precedentemente e qui veniamo al nodo della questione. Il Sig. Tavares (funzionario PSA) è il CEO e guida un consiglio di amministrazione di 11 membri con vice presidente e 5 membri francesi, con lo Stato transalpino assolutamente non disponibile e cedere quote di produzione. Il Sig. Elkan, che ricordo fa politica con i suoi quotidiani a differenza della famiglia Peugeot e non è questione da poco, non si preoccupa dell'Italia perché semplicemente non interessato. Possiamo dire che il fascino francese è sin dai tempi degli Agnelli che aleggiava su Torino. Gianni Agnelli preferiva la Francia all'Italia per le vacanze, gli investimenti degli Agnelli avvenivano in Francia, Gianni Agnelli e Marella Caracciolo andarono sposi nel castello di Osthoffen in Francia, nel sito di Strasburgo. Lo stesso Umberto Agnelli fu presidente di Fiat France, i fratelli, come il resto dei familiari, parlavano un fluente, perfetto francese, così come oggi John Elkann, il cui nonno, padre di Alain, Jean-Paul Elkann, parigino, banchiere e industriale rabbino, presidente di Caron e Christian Dior, ebbe rapporti professionali con il gruppo torinese. Contraccambio gli Auguri di Buon Natale e un Felice 2024.
Ritratto di Oxygenerator
9 dicembre 2023 - 21:15
Come si fa ad affermare che sia irrazionale e illogico asserire che all’estero Fiat non venda ? Ma scusi. Panda e tipo, auto low cost, vendono in tutta la loro vita, quello che gli altri marchi generalisti, vendono in un anno, anche se costano molto di più. Quindi voglio dire come fa a decretare queste vendite come un successo ? Il discorso della 500 nel mercato tedesco ha un che di “strano’ come le dicevo in un altro post, visto che fino ad ora non è mai accaduto, neanche con auto “ fresca “. Poi solo in Germania. Mah. Per fix it again Tony, è stato riutilizzato da Fiat nel rientro nel mercato americano nel 2014, tanto era persistente la fama negativa delle auto italiane in America. Però la pubblicità non è bastata: nell’ultima classifica “J.D. Power” 2015 sull’affidabilità, la Fiat è arrivata ultima con 273 problemi segnalati per 100 automobili. La media del settore era a 147 problemi. Lexus ha vinto con 89. L’attuale classifica non è migliorata di molto, portando giù anche jeep. Qui non è questione di piaccia o non piaccia , che è un altro modo di dire da fiattaro. Stellantis è ben altra roba rispetto ad FCA e ancor prima Fiat. Bisogna dimostrare coi fatti, queste vendite, che in realtà latitano, visti i costi inferiori della Fiat . Ammesso che per lei vendere , la stessa quantità di auto degli altri marchi in 7 anni, invece che in 1, sia un enorme successo. Allora forse dovremmo metterci d’accordo sul significato della parola successo. Qui non si tratta di sparare a zero sui prodotti Fiat Lancia alfa o Maserati. E non è una lotta tra le auto ritenute “ italiane o tedesche ”. Per questo è in ritardissimo. Auto italiane son rimaste talmente poche, rispetto alle tedesche, che il rapporto è improponibile. Volks è la prima o seconda, dipende dagli anni, azienda per vendite globali di auto, nel mondo. Poi, per quello che riguarda la Germania, nel conteggio auto, andrebbero aggiunte, Mercedes, BMW, Smart. Quindi per favore non facciamo nazionalismi antichi che abbiamo perso in partenza. Favorire le vendite delle tedesche ? Che vuol dire ? Stellantis è il quarto gruppo per vendite e raccoglie un numero considerevole di marchi (15). Questo vuol dire che tre aziende fanno meglio. Non solo tedesche, ma anche giapponesi. FCA al tempo era 8va. Credere nel prodotto “ italiano “ va benissimo. Ma non inventarsi successi mai avvenuti. Se no rischiamo di fare la figura, di quelli che parlano a vanvera e non concludono niente. Non si spara a zero. Bisogna essere obiettivi, e tenere a bada il proprio tifo.
Ritratto di dkc powered
5 dicembre 2023 - 20:54
ma è ancora italiana?o ha solo il nome?
Ritratto di Gighi 88
5 dicembre 2023 - 21:13
Ragazzi il famoso tavolino è fatto in plastica riciclata con scaglie dorate particolari sempre derivate da qualche reciclo..serve per appoggiare il cell ricarica senza cavi ( parte gommata verso i tasti) ..ciao Ps: non penso che lo lasceranno dopo i primi esemplari cassina
Ritratto di SedanoTurbo
6 dicembre 2023 - 14:44
Bravi come sempre! La Lancia Ypsilon ha fatto scuola con le sue linee pur non finendo nel banale scopiazzare e nel corso degli anni ha saputo non invecchiare troppo così come le altre auto del gruppo (vedi Punto e Alfa Mito). Sono sicuro che avrà molto successo, e sotto certi aspetti ci credo ;) visti gli obbrobri che vengono sfornati ultimamente hahaha Buon Natale a tutti
Ritratto di TDI_Power
6 dicembre 2023 - 15:31
A sto perchè chiamarla Lancia Y, chiamatela Y e basta tanto c'è solo questa ahahha
Ritratto di Un Italiano
8 dicembre 2023 - 20:48
Seguiranno, con cadenza biennale, anche una Lancia Delta (vecchio cavallo di battaglia del marchio, di cui si parla da anni e che gli appassionati reclamano) e una Lancia Gamma, di segmento C e, probabilmente, quest'ultima, solo in versione elettrica elettrica.
Ritratto di palazzello
7 dicembre 2023 - 11:43
Il tavolino mica mi fa impazzire e non lo vedo molto ben integrato....sicuramente è più comodo e indirizzato al pubblico femminile. Intanto attendo con impazienza come sarà all'esterno soprattutto la versione HF.