NEWS

Mini: i modelli green da qui al 2023

Pubblicato 29 ottobre 2020

Tre nuovi modelli andranno ad arricchire la gamma della Mini: una citycar e una crossover puramente elettriche e una monovolume con motori termici, ibridi ed EV.

Mini: i modelli green da qui al 2023

HANNO UN PIANO - La Mini ha elaborato il piano industriale che le consentirà di affrontare questa travagliata fase di transizione dai motori termici quelli elettrici. Nei prossimi anni, seguendo la strategia della casa madre BMW, offrirà auto con motore puramente termico, ibride ed elettriche. La casa inglese ha già nel listino la Countryman Plug-in Hybrid e la Cooper SE, che attualmente rappresentano il 10% di tutte le nuove immatricolazioni del marchio, ma da qui al 2023 la gamma si arricchirà di altri tre modelli. 

LA ROCKETMAN - Uno dei nuovi modelli della Mini sarà la Rocketman, una citycar puramente elettrica, più piccola della Mini 3 porte, quindi lunga circa 350 cm, sviluppata con il partner cinese Great Wall sulla base della piattaforma ME di quest’ultimo. Finalmente sembra che questo modello, del quale nel 2011 era stato realizzato un prototipo (nelle foto), si farà. Per anni la Mini ha cercato di far quadrare i conti rendendolo profittevole, ma senza riuscirci: ora l'arrivo dei cinesi e la relativa condivisione dei costi ha dato il via libera al progetto.

LA TRAVELLER - Il secondo nuovo modello della gamma Mini, che potrebbe chiamarsi Traveller, sarà una monovolume di dimensioni compatte (quindi lunga circa 430 cm) sviluppata sulla base della piattaforma FAAR della BMW, disponibile con tre diverse tipologie di propulsore: termico, ibrido o puramente elettrico.

LA PACEMAN - Terzo modello, che potrebbe rispolverare il nome Paceman, dovrebbe essere una crossover solo elettrica, più piccola della Countryman (che è lunga 430 cm), basata su una nuova piattaforma sviluppata dal gruppo BMW insieme alla Great Wall. Questa nuova ossatura potrebbe fare da base anche per la sostituta dell’attuale BMW i3.

LA FABBRICA CINA - Dal 2023 sarà operativa la nuova fabbrica cinese della joint venture BMW-Great Wall, nei pressi Shanghai, dove dovrebbero essere prodotte sia la Rocketman, sia la Paceman.





Aggiungi un commento
Ritratto di BioHazard
29 ottobre 2020 - 16:45
Immagino che capolavoro sarà la Rocketman fatta da Great Wall...
Ritratto di Meandro78
29 ottobre 2020 - 19:39
Magari sarà una sorpresa
Ritratto di Challenger RT
30 ottobre 2020 - 03:07
Almeno è di nuovo piccola e tre porte nella vera tradizione Mini. Mi spaventano invece monovolume e crossover, sicuramente gonfie come le parenti termiche, e in più ripiene di salsa cino-bavarese!
Ritratto di CIABATTA
30 ottobre 2020 - 08:50
Concordo al 100%...
Ritratto di Miti
31 ottobre 2020 - 15:04
1
Challenger ma l'hai vista bene ? Già ti vedo alla guida di una roba del genere ! Non la prendere perché dovrai cambiare il nickname. E non sarà facile trovarti uno.
Ritratto di Challenger RT
31 ottobre 2020 - 18:57
Miti, l'ho vista e fotografata alla sede BMW di Monaco di Baviera nell'agosto del 2018. Un giocattolino elettrico... divertente ma che ovviamente non è nei miei progetti. Sono stato molto di più ad ammirare la Rolls Royce Wraith che era lì in esposizione ...
Ritratto di Miti
31 ottobre 2020 - 19:09
1
Meno male ... Del resto solo dire Rolls Royce Wraith ... Potenza e stile insieme.
Ritratto di desmo3
29 ottobre 2020 - 16:46
è un modellino per bambini?
Ritratto di RubenC
30 ottobre 2020 - 09:19
1
E' un concept del 2011, quella di serie sicuramente non sarà uguale.
Ritratto di katayama
29 ottobre 2020 - 17:22
La rivoluzione sarà questa, come avvenuto in molti altri settori. L'appoggio esterno da parte di ODM cinesi e la vendita a marchio proprio.
Pagine