NEWS

Monti, Marchionne e due piccole suv

20 dicembre 2012

Cerimonia di avvio della trasformazione della fabbrica di Melfi per arrivare alla produzione dei due primi modelli previsti dai programmi Fiat per l’Italia.

Monti, Marchionne e due piccole suv

RIPARTENZA - Appuntamento al Sud tra Sergio Marchionne e il presidente del Consiglio Mario Monti. Per la precisione a Melfi, nello stabilimento Fiat (nelle foto). Motivo dell’incontro la cerimonia simbolica per l’avvio della nuova vita dello stabilimento creato per la produzione della Fiat Punto. E Monti ha voluto sintetizzare il senso della giornata con un gioco di parole ispirato proprio al modello di successo della Fiat. “Qui nacque la Punto - ha detto il Presidente del Consiglio - oggi comincia la fase che bisognerebbe chiamare punto a capo”. 

MOMENTO SOLENNE - Con ciò Monti ha voluto probabilmente significare molte cose, politiche ed economiche, ma l’espressione trova anche una sua pertinenza anche in ciò che la fabbrica di Melfi andrà a fare. Lo ha spiegato anche con una certa aria emozionata. Marchionne ha spiegato che l’impianto di Melfi affronterà l’adeguamento necessario per consentire la produzione di due nuovi modelli a partire dal 2014. 
 
 
 
COPPIA DI SUV ITALO-AMERICANI - Si tratterà di due suv di piccole dimensioni, uno con il marchio Jeep e l’altro chiamato Fiat 500X (ancora più grande della 500L e conferma della strategia volta a usare il nome 500 come un marchio). Melfi sarà l’unica sede produttiva al mondo per la piccola Jeep. Per l’operazione è stato fatto un investimento di un miliardi di euro. Nel suo discorso Marchionne ha sottolineato come l’operazione di Melfi sia la prima di una serie che porterà alla produzione in Italia di 17 modelli nuovi e sette restyling entro il 2016. Una produzione che dovrà essere per buona parte esportata. Per quanto concerne l’automobile,  “Punto a capo” è probabilmente questo: la trasformazione della produzione italiana in qualcosa che trova mercati all’estero. 
 
ATTO DI CORAGGIO - Marchionne ha anche parlato della piattaforma che sarà impiegata per i due modelli che usciranno da Melfi. Sarà una soluzione modulare che consentirà di usare la piattaforma anche per modelli più grandi. Più in generale Marchionne ha voluto evidenziare l’importanza dell’impegno Fiat a Melfi: “Il nostro è un piano coraggioso, non per deboli di cuore. - ha detto l’amministratore della Fiat - L'evento di oggi, qui a Melfi, è il primo passo concreto. È stata una decisione non facile e non scontata in un mercato in caduta libera. Se siamo qui è perché abbiamo scelto la strada del coraggio; ma la  nostra non è una strategia azzardata”.


Aggiungi un commento
Ritratto di MatteFonta92
20 dicembre 2012 - 18:11
3
Marchionne e Monti... che bella coppietta che fanno insieme... potrebbero fondare la M&M, società specializzata nel distruggere e rovinare aziende e/o Paesi interi con poche semplici manovre! Complimenti...
Ritratto di OrgoglioItaliano
20 dicembre 2012 - 21:04
Annunciano che investiranno un miliardo di euro per rilanciare l'impianto,dopo aver salvato Pomigliano e tu che fai???Critichi a palla!!Ragazzi ma che c.....o volete???Cioè quando le cose vanno male critichiamo.Quando sembrano migliorare critichiamo.Mah...certe teste non le capisco.PS:i lavoratori hanno applaudito quando hanno saputo la notizia!!Non dico che la cosa è fatta perchè Fiat ci ha deluso tante volte e quindi bisogna andarci con i piedi di piombo.Ma partire subito con critiche e pessimismo mi sembra veramente ridicolo.
Ritratto di MatteFonta92
20 dicembre 2012 - 23:57
3
Io alle promesse fatte da Marchionne ho imparato a non dare troppo peso. Se se lo meriterà, lo loderò quando le cose buone che auspica di fare per l'Italia saranno reali e tangibili, altrimenti non se ne farà nulla. Hai già dimenticato la famosa promessa illusoria Fabbrica Italia?
Ritratto di OrgoglioItaliano
21 dicembre 2012 - 00:21
Su questo hai pienamente ragione.Però non possiamo perdere la speranza.Anche io se non vedo non credo,purtroppo è la realtà che ci abitua a continue delusioni.Però dopo un annuncio del genere non possiamo fare altro che incoraggiare tutti per potere migliorare la situazione.Se falliranno allora verranno giudicati,e severamente.Ma se andrà in porto sarà un passo avanti notevole,dato che in piena crisi invece di chiudere stabilimenti,si vanno ad investire cifre astronomiche.Io posso dire che il lavoro fatto con Pomigliano è stato eccellente.La fabbrica è diventata un esempio di eccellenza,sono stati vinti numerosi premi internazionali,riconosciuti bonus ai lavoratori e tutti ci hanno guadagnato.Naturalmente ancora molto deve essere fatto,ma se questa è la strada io dico:AVANTI TUTTA!!
Ritratto di MatteFonta92
21 dicembre 2012 - 00:32
3
Sono abbastanza d'accordo, un annuncio del genere dovrebbe far provare un certo ottimismo, io però non sono del tutto convinto... anche se spero vivamente di sbagliarmi. Vedremo se Marchionne saprà smentire il mio scetticismo, almeno lo spero per lui e per tutti i lavoratori di Melfi.
Ritratto di zivo1960
25 dicembre 2012 - 17:24
Loro non investono un bel niente noi investiamo e loro guadagnano e fanno macchine che sono le piu' care continuano a rubarci dei soldi
Ritratto di briar
27 dicembre 2012 - 11:49
Spiega un pò meglio cosa intendi per "continuano a rubarci soldi"...
Ritratto di zivo1960
28 dicembre 2012 - 08:47
Loro usano con soldi ricevuti dallo stato in tutti questi anni per poi investire all'estero con catene di montaggio e altri marchi.Non fanno ricerca sull'ibrido, GM e FORD che nel 2009 era in crisi come mai quest'anno i loro dipendenti,anno ricevuto 8000 dollari di bonus come anche AUDI.Dimenticavo BMW nel 2012 ha venduto 1,8 milioni di auto in più.La FIAT????
Ritratto di briar
28 dicembre 2012 - 10:36
Continui a non spiegare cosa intendi. Quali soldi? quelli della cassa integrazione forse? Ma perchè non confronti la situazione della Fiat con dei marchi alla sua portata? Sai come sono messe PSA e Opel per caso? Ah e comunque quante auto ha venduto la BMW visto che dici che ne ha vendute 1,8 milioni in più. Vatti a vedere un pò di numeri...
Ritratto di zivo1960
30 dicembre 2012 - 09:45
Scusa per 1,8 milioni non sono in più ma obiettivo raggiunto più 10% in più nei primi 11 mesi 20% in più solo a novembre. Comunque l' articolo è su Repubblica motori. Perchè investono solo all'estero abbiamo perso tutto Alfa cosa fa,Lancia cosa fa.
Pagine