NEWS

Nio: in Europa con il “battery swap”

Pubblicato 24 settembre 2022

La Nio propone una formula diversa rispetto alla concorrenza, un sistema di cambio rapido delle batterie abbinato a un leasing più “leggero”.

Nio: in Europa con il “battery swap”

La cinese Nio, specializzata in auto elettriche, ha piani ben precisi per l’Europa. Dopo la Norvegia sarà la volta della Germania, dove debutterà il 7 ottobre 2022, seguita da Olanda, Svezia e Danimarca e, successivamente, da altre nazioni. Per penetrare questi mercati la Nio vuole distinguersi proponendo un’inedita formula di leasing associato al sistema di cambio rapido delle batterie (battery swap), che avviene in apposite stazioni proprietarie (guarda il video più in basso). In questo modo la Nio è in grado di scorporare la batteria, che è il componente più costoso, dalla proprietà dell'auto, e quindi ridurre i prezzi dei canoni.

In Norvegia la Nio vende la suv ES8 senza batteria a un prezzo equivalente di circa 54.000 euro. I clienti possono spendere circa 9.000 euro in più acquistare anche la batteria da 75 kWh, ma la maggior parte preferisce pagarla in abbonamento mensile equivalente a 140 dollari. Sono state vendute 800 ES8 quest’anno in Norvegia, dove la Nio ha installato anche due stazioni di cambio rapido della batteria.

La Nio prevede di costruire 1.000 stazioni di battery swap al di fuori della Cina entro il 2025, la maggior parte delle quali in Europa. Stazioni che saranno destinate a servire la gamma di veicoli elettrici della casa cinese, che oltre alla ES8 sarà composta anche dalle berline ET7 ed ET5.

Questo mese la Nio ha aperto il suo primo stabilimento  in Ungheria per produrre prodotti energetici come le stazioni di cambio delle batterie, così da ottimizzare i costi (spedirle dalla Cina, a causa delle loro maxi dimensioni, è molto costoso).

Le stazioni di cambio delle batterie di Nio permettono agli automobilisti di disporre di una batteria completamente carica in pochi minuti, in una modalità più veloce rispetto alle attuali alternative di ricarica. Una strategia che differenzia la Nio dalle rivali, ma che di fatto sposta costi e rischi sull'azienda. Questo è il motivo principale per cui la maggior parte delle case automobilistiche ha preferito una soluzione con batterie fisse lasciando lo sviluppo della rete di ricarica alle aziende energetiche.

In Cina la Nio ha creato una società con diversi partner, tra cui il gigante delle batterie CATL, al fine di acquistare i pacchi batteria destinati al leasing e poi coprire parte di questo costo attraverso la riscossione dei canoni di abbonamento degli utenti.

Il fatturato della Nio è cresciuto del 22% nel secondo trimestre rispetto a un anno fa, mentre la perdita netta è più che quadruplicata, raggiungendo l'equivalente di 410 milioni di dollari. Il valore delle azioni è più che triplicato da quando la Nio ha deciso di quotarsi alla Borsa di New York, esattamente quattro anni fa. L'azienda, nel corso degli anni, è riuscita a costruirsi una base di clienti in Cina grazie al design delle sue vetture e ai prezzi relativamente competitivi.

VIDEO


Aggiungi un commento
Ritratto di Flynn
24 settembre 2022 - 14:09
Mha ... io farei l’opposto: terrei la batteria e cambierei la carrozzeria, che ste Nio hanno l’aria triste e dismessa.
Ritratto di alvola2023
24 settembre 2022 - 14:37
Addenzzione che ora arriva l'armata brancabevleone a supporto... Stai, comunque, parlando male di un'elettrica! Preparati alle storie e situazione più ai limiti dell'immaginabile che tu possa supporre (bambini guidando loro accompagnano i genitori a lavoro e poi vanno all'asilo; auto da guidare esclusivamente in retromarcia per tutta la vita che ci si sono trovati meglio; ecc.ecc.ecc.) :)
Ritratto di Flynn
24 settembre 2022 - 14:47
Vabbè scusa ma se uno deve spendere 63.000 per un auto, tralasciando il marchio, deve almeno piacergli. Altrimenti elettrico per elettrico ti compri una Dacia Spring
Ritratto di Vincenzo1973
24 settembre 2022 - 17:17
vedo contro corrente per una volta e dico che , esteticamente, le berline et7 e 5 sono belle. mi piacciono. le stazioni di cambio dovrebbero invece spuntare come funghi visto che in 3 anni dovranno essere 1000 ed ora sono 2. mah... ma non è meglio fare come i super changer di Tesla?
Ritratto di alvola2023
25 settembre 2022 - 07:52
Probabilmente fino a tot anni fa con ricariche DC dell'ordine del paio d'ore, qualcosina poteva forse pure interessare qualcuno, ma con le velocità delle attuali ricariche fast onestamente non ci vedo più alcuna utilità. Magari, poi, mi sfugge qualcosa (?)
Ritratto di TheViking
25 settembre 2022 - 13:30
Fondamentalmente cambia che il valore dell'auto non è più legato allo stato di salute della batteria (salute che peggiora all'aumentare del numero delle ricariche fast effettuate). Se l'idea prendesse piede potrebbe essere una buona misura per giustificare un prezzo più alto della vettura, dato che a quel punto ci sarebbero solo i costi dovuti alle ricariche domestiche e alla manutenzione ordinaria (freni e filtro aria abitacolo) ed il valore del veicolo come usato non calerebbe come avviene adesso.
Ritratto di Flynn
25 settembre 2022 - 18:19
Si ma paradossalmente è una formula che si presta meglio al noleggio/leasing. Acquistandola dopo 10 anni avresti un’ auto meccanicamente valida, ma comunque vetusta e avresti speso un botto di noleggio batteria.
Ritratto di AlViolino
25 settembre 2022 - 22:53
Risi fortemente
Ritratto di BETTER
26 settembre 2022 - 15:03
Questa secondo me è l'idea giusta! Compro l'auto e non le batterie, che mi vengono sostituite ad ogni "pieno" in pochi minuti. In questo modo si risolvono 3 problemi seri delle vetture elettriche: 1) tempi di ricarica. 2) durata e "vita" delle batterie. 3) Costo di acquisto superiore alle vetture tradizionali. Questa secondo me è l'idea giusta!
Ritratto di alvola2023
24 settembre 2022 - 14:11
A fronte di almeno (ma a essere buoni) 2-3 anni che ne """parliamo"" come se stessero dominando commercialmente l'Europa, beh ho appena controllato vendono ancora 108 (NB non 108 mila ma proprio 108) auto a Giugno 2022, e tenetevi forte 37 a Luglio!!! Vai Giulio, alla grande!!! Ahhahhnahn
Ritratto di Flynn
24 settembre 2022 - 15:10
Ho paura che sta Nio se non rivede i prezzi vada poco lontano. Mi sa che i cinesi non hanno capito che i cinesi sono loro.
Ritratto di alvola2023
24 settembre 2022 - 15:22
Bah... Onestamente la convenienza di voler metter su tutto un sistema/organizzazione per, alla meglio un centinaio di vetture mese, quando va bene. Boh...?
Ritratto di giulio 2021
24 settembre 2022 - 19:35
Si il primo mese...
Ritratto di alvola2023
24 settembre 2022 - 19:58
Magari. Qui sono almeno 2 anni (ma anche 3) che ne parliamo a pieno règime...
Ritratto di Rush
25 settembre 2022 - 00:18
Però
Ritratto di Rush
25 settembre 2022 - 00:22
Però perché ce ne sono sì di però di se e di ma da utilizzare… ora parto con il pipp.one…-:))). Scherzi a parte il problema di reperire energia sembra essere più grande di quello stimato. Mi spiego. La Francia che è un paese che di energia ne produce parecchia in questi giorni ha già fatto una scelta importante ovvero non ci venderà più energia nei prossimi 2 anni. Inoltre a causa del problema energetico che hanno (si perché a quanto pare lo hanno ed è bello grosso) stanno discutendo a livello politico di prendere la decisione di riaccendere tutte le centrali nucleari che hanno ma non si può fare dalla sera alla mattina. In sostanza per restare in tema il governo sta valutando seriamente di spegnere tutte le colonnine di ricarica durante il giorno (quando si raggiunge il picco massimo) per riattivarle dalle 20:00 alle 08:00. Se si dovesse realmente verificare una situazione del genere allora l’idea avuta da Nio avrebbe ancor più ragione di esistere. Non credo che in Nio ci siano 4 Sfi.gati come abbiamo noi al governo e se investono in un progetto simile forse sanno in anticipo cose che potremmo sapere anche noi se solo la stampa le affrontasse in modo serio e non facendo 2 righe in croce nascoste. Guarda caso in Francia la benzina costa meno di 1,4 euro ed il gasolio meno di 1,6 euro. Poi in verità io tutte ste elettriche in giro non le vedo salvo qualcuna ma con targa belga e olandese. Francesi che comprano ibrido si ma neanche poi più che da noi (ripeto stando a quello che ho visto e vedo…non raccontato). In sostanza se si verificasse davvero un lockdown sulle colonnine l’unica alternativa per non restare a piedi potrebbe essere fare un pit stop e viaaaaaa… certo che sta benedetta transizione ha diversi ostacoli da superare e non sono solo economici…
Ritratto di alvola2023
25 settembre 2022 - 07:58
E che fai, come azienda, ti tieni circa per ogni auto venduta una batteria a magazzino? Sarebbe, penso, un delirio commercialeconomico (just in time di toyota, che ha cambiato il mondo, ha portato tutti sull'esatto orientamento opposto). Gli conviene, all'eventuale acquirente, tenersi di scorta la pandina anni '90 buttata/parcheggiata da qualche parte nel quartiere, per l'evenienza di cui parli tu :)
Ritratto di giulio 2021
25 settembre 2022 - 08:41
Guarda che anche meno di 100 Nio al mese solo in Norvegia non sono per nulla poche, questi ci vedono lungo, altro che noi con le nostre Giulia della Polizia che poi inizieranno da subito a restare ferme per riparazione...
Ritratto di alvola2023
25 settembre 2022 - 09:27
Veramente a luglio '22 tutto il marchio Nyo dichiara 38 ( t R e N t O t T o ) auto in tutta europa. Praticamente un decimo di quella che è stata la sola fornitura fatta in un solo colpo di Giulia come da te ricordare. Ora Giulia sarà una delle meno vendute, ma non so se sia il caso di sottolinearlo, nel momento in cui tutta Nyo è fra le poche entità esistenti che riesce a fare peggio e non di poco :) :)
Ritratto di giulio 2021
25 settembre 2022 - 09:45
In Norvegia, sai che mercato immenso...
Ritratto di alvola2023
25 settembre 2022 - 09:51
Vedi che l'Europa sta sempre nello stesso posto, non è che si sia andata a nascondere che non la trovano più e non sanno come appioppargli le perle di prodotto che """qualcuno""" già da un paio di anni fa aveva predetto ci avrebbero con ""paurosa"" imminenza ""invaso"", eh :)
Ritratto di Flynn
25 settembre 2022 - 17:42
Ammirevole come, dopo aver disatteso le aspettative degli “esperti, ” la Norvegia in soli sei mesi sia stata declassata da “Paese della auto da sogno” a “mercato di serie C”.
Ritratto di Rush
25 settembre 2022 - 21:47
Alvola penso che i conti li abbiano fatti e spero per loro che abbiano ipotizzato anche gli incrementi delle vendite e quindi l’organizzazione completa. Poi quanto uno debba e soprattutto voglia spendere per questo servizio molto dipenderà dal canone che dovrà pagare. Di fatto da più parti stiamo leggendo che il futuro (per le case) sarà sui servizi che ci venderanno. Potrebbe essere il nuovo business come per esempio han fatto con gli smartphone. Una volta che sei dentro non ne esci più. Internet i social e quant’altro sono i servizi che hanno arricchito… molto più della vendita degli smartphone. L’auto sta decisamente cambiando e si avvicina alle nuove generazioni che oramai hanno tutto subito e usa e getta. Personalmente sono sulla linea di Vecchio Caprone… però oramai non faccio più testo…-:)))) io sono ancora per la qualità e la riparazione… qualità non va di pari passo con consumismo.
Ritratto di alvola2023
26 settembre 2022 - 07:08
È una proposta, lo scrivevo anche più sotto nei commenti, chi lo sa alla fine fra il variegato parco clienti bev (in genere sia più facoltoso che pioniere della media). L'unica cosa è che questa mi sembra un'idea mantenuta più perchè oramai messa su ma prima che i fast charger facessero il salto prestazionale cui ora riescono a caricare, quindi mi sembra sì peculiare ma poco pratica per i più come idea. Inoltre notando che praticamente nessuno o quasi li sta a seguire, nonostante non sia una cosa che hanno in essere da non poco, trovo difficile possa essere la tariffa flat internet o lo smartphone incluso nel piano telefonico che invece hanno avuto successo per come ci dicevi in ambito telefonia; altrimenti penso in molti li avrebbero già seguiti.
Ritratto di Rush
26 settembre 2022 - 20:30
Anche a me pare un po’ forzata. Però mi chiedo perché volerla a tutti costi… per perdere soldi? Non credo che gli azionisti accetterebbero… poi dall’articolo addirittura in borsa volano. Sono più propenso a pensare che sanno cose che noi comuni acquirenti non sappiamo e che scopriremo sulla nostra pelle.
Ritratto di Flynn
24 settembre 2022 - 14:21
Comunque un noto “esperto” di auto spergiurava che la ES8 sarebbe costata 38.000 euro. Tuttavia non ha sbagliato di molto, in effetti costatano “solo” il 50% in più. Un affarone anche la batteria, per la ridicola cifra di 1700 euro l’anno: ecco, forse questo è il segreto del successo di Nio in Norvegia, cioè 800 auto in 9 mesi sono numeri pazZzIiEsschiIiiiii
Ritratto di alvola2023
24 settembre 2022 - 14:33
Praticamente quasi i numeri fatti dalla Giulia esclusivamente riguardo ad un'unica fornitura alle forze di polizia nostrane, giusto per collegare all'altro articolo :)
Ritratto di giulio 2021
24 settembre 2022 - 19:28
E quante Giulia hanno venduto all'estero...
Ritratto di alvola2023
24 settembre 2022 - 19:38
Madò, era una battuta. Diciamo tranquillamente che Giulia e Nyo si possono dare la mano (o prendersi a braccetto, vedi tu) in quanto a (in)successo commerciale al di fuori della propria madrepatria.
Ritratto di giulio 2021
25 settembre 2022 - 08:43
La Nio ha venduto tanto in realtà, molte più Nio in Norvegia che Giulia in Italia, poi senza considerare le 4.700 Nio Et7 in un mese in Cina e la Et5 avrà numeri sconvolgenti. La Nio Es8 è un modello di 5 anni fa...
Ritratto di alvola2023
25 settembre 2022 - 09:27
Ma Nyo in China è come Fiat in Italia. Se non se le comprano là...
Ritratto di giulio 2021
25 settembre 2022 - 09:48
In Italia non comprano le Fiat al posto delle BMW credo... Ecco in Cina le Nio Et7 già si stanno avvicinando alle berline BMW tradizionali, per quanto riguarda la berlina elettrica BMW i4 è stata superata dalla Nio Et7 (ed è solo la Et7 non ancora la Et5 la vera concorrente) circa 100 a 1... L'unico altro mercato che ha Nio al momento è la Norvegia, ora per il 2023 ha mezza Europa e al momento l'unica auto confrontabile è la europeissima Tesla3...
Ritratto di alvola2023
25 settembre 2022 - 10:02
Ma vedi che stai confondendo la causa con l'effetto: non è che vendono poco perché solo in Norvegia, bensì vendono solo in Norvegia perché l'unico possibile minimalissimo sbocco in EU. Cioè la iX nemmeno esisteva che già Nyo, "ci si diceva", era il top indiscusso. Ora di sole iX in Norvegia, visto che vogliamo ragionare su questa specifica nazione" ne vendono un bel 400-500 e volendo anche 600 al mese, dove -----tutto---- il marchio Nyo ha fatto 38 a luglio :( Oh, ma se per te è un successo...
Ritratto di giulio 2021
26 settembre 2022 - 18:17
Ora sono già in altri Paesi europei, vediamo come risponderanno i tedeschi, perchè sono gli unici che perlomeno risponderanno...
Ritratto di PONKIO 78
24 settembre 2022 - 14:35
Flynn, non lo dire all’esperto che poi si incaxxa… ;-)))
Ritratto di Flynn
24 settembre 2022 - 15:05
E’ da un mesetto che “l’esperto” cerca di diluire le cifre nel vano tentativo di nascondere le manina dopo aver lanciato il sasso. Tra l’altro qui abbiamo sforato , e alla grande il prezzo della versione R.
Ritratto di Flynn
24 settembre 2022 - 15:06
Della Golf R
Ritratto di giulio 2021
24 settembre 2022 - 19:30
55.000 Euro al Golf R, e si parla dell'enorme Nio Es8, la Et5 più piccola costerà sui 38.000.
Ritratto di Flynn
24 settembre 2022 - 20:17
Listino Vw la R 52.980.Ma comunque dire pure che costerà 10.000 euro, tanto quando uscirà il listino ufficiale ci faremo comunque delle belle risate !
Ritratto di giulio 2021
25 settembre 2022 - 08:44
Si si mi farà delle grosse risate, anche perchè più costano più ne vendono, cosa che per le auto italofrancesi non esiste da decenni a meno che non si parli di supercar.
Ritratto di alvola2023
25 settembre 2022 - 09:28
Ora la 208, spesso sul tetto delle più vendute d'Europa, è diventata una supercar (??!!??) :) :)
Ritratto di giulio 2021
25 settembre 2022 - 09:48
la vendono perchè costa tanto...
Ritratto di Gordo88
24 settembre 2022 - 15:53
1
Come marchio nio penso che la et5, quando sarà disponibile, dovrebbe costare meno ed essere più appetibile per il nostro mercato ( come rivale della model 3).. ripeto quando e se sarà disponibile
Ritratto di giulio 2021
25 settembre 2022 - 08:47
Nio Et5 e BYD Seal oltre che probabilmente la Xpeng P7 sembrano tutte migliori in qualcosa della Tesla3, cioè non fosse altro che per gli interni meno francescani, e l'Europa è un mercato di conquista, cioè dove anche la stessa Tesla è venduta davvero solo nel nord, cioè per il resto partono un pò tutte nello stesso momento come immagine e vendite diffuse.
Ritratto di alvola2023
25 settembre 2022 - 09:31
Secondo me da quando hanno visto Nyo ben 38 auto vendute in un SOLO mese in EU, in Tesla tremano :)
Ritratto di giulio 2021
25 settembre 2022 - 09:49
Magari sono più delle Tesla3 vendute in un mese in Italia.
Ritratto di alvola2023
25 settembre 2022 - 10:08
Ovviamente. Qui la berlina preferita rimane la Giulia.
Ritratto di giulio 2021
26 settembre 2022 - 18:18
Di Giulia auto nazionale, ne hanno vendute circa quella cifra in Italia, mercato 10 volte più grande...
Ritratto di Ennio78
24 settembre 2022 - 15:18
Che peccato, a saperlo prima non spendevo 30.000€ per un suv Diesel nuovo quando con soli 24.000 euro in più potevo avere un SUV cinese elettrico senza batteria che se mi fossi trovato per caso in Norvegia a corto di carica avrei potuto anche approfittare dell'area dedicata agli scambisti di batteria. Mi consolerò pensando che con quello che ho risparmiato potrò comprare 14.000 litri di gasolio.
Ritratto di puccipaolo
24 settembre 2022 - 15:42
6
Lo sostengo da una vita....batterie compatibili a sgancio rapido. Arrivi stacchi e rimonti in 3 minuti ce l'hai carica di nuovo e la batteria è in comodato d'uso
Ritratto di Gordo88
24 settembre 2022 - 15:44
1
L' unico modo per rendere giustificabile l' acquisto di un' auto elettrica..
Ritratto di Road Runner Superbird
24 settembre 2022 - 16:30
Ero convinto che fosse una Xpeng nella foto.
Ritratto di Volpe bianca
24 settembre 2022 - 16:53
In Germania, Olanda, Svezia e Danimarca stanno arrivando le Nio. Adesso capisco perché c'è il "fuggi-fuggi" dalla Russia.
Ritratto di Mbutu
24 settembre 2022 - 17:18
Non so. Il battery swap continua a convincermi poco. Sicuramente lo vedo bene per le flotte dello scooter sharing. Magari per le lunghe percorrenze su gomma (che in realtà andrebbero eliminate) tipo pullmann autostradale. Quindi sempre flotte. Ma per i privati vedo tanti problemi che non controbilanciano i vantaggi.
Ritratto di alex_rm
24 settembre 2022 - 17:44
che design orrendo,in confronto anche le scialle tesla sono capolavori
Ritratto di giulio 2021
24 settembre 2022 - 19:34
Lo trovo il design migliore in assoluto, quello che non saprei imitare, cioè nasce per sottrazione come tutti i veri capolavori, tra poco se ne accorgeranno tutti di quanto vecchie sembrano le auto normali rispetto alle Nio, comunque è la mia marca preferita, ha realizzato d asubito dei sogni su 4 ruote, ma non sogni per i prezzi innavicinabili o altro, ma perchè sono auto semplicemente un pò più in là delle altre, credo che la Nio Es8 in Europa forse manco al vedremo, sarà una presenza più simbolica che altro, ma le berline Et7 e poi Et5 sono da paura, faranno sembrare da poveracci tutte le belrine della triade.
Ritratto di Road Runner Superbird
24 settembre 2022 - 20:00
La Xpeng G9 ha caratteristiche numeriche superiori alla Nio ES8 oltre ad una linea piu' filante e premium.
Ritratto di Tonio K.
24 settembre 2022 - 20:42
Sulla linea non mi pronuncio, ma in generale le Nio sono auto di categoria superiore rispetto alle piu' popolari xiao peng. La ES8 e' sui livelli della tesla model X (apparte la minore efficienza energetica) e la ES6 - sempre efficienza energetica a parte, dove la tesla non ha rivali - e' per molti aspetti superiore alla model Y (e lo dico da possessore di una model Y).
Ritratto di Road Runner Superbird
24 settembre 2022 - 21:54
Con le berline penso di si, ma col SUV c'è stato il sorpasso (considerando che è anche più nuovo di 5 anni) e costa anche di piu'.
Ritratto di Tonio K.
25 settembre 2022 - 05:30
I numeri cinesi bisogna prenderli col beneficio di inventario. Sicuramente questa non ha i 700 km di autonomia promessi (qui i consumatori cercano di protestare questa farsa dei kilometraggi dichiarati da molte marche che sono spesso il doppio di quelli realmente raggiungibili, ma vengono messi a tacere). L'unico numero sulla carta superiore e' la velocita' di ricarica (tutta da verificare), ma comunque non esistono caricatori cosi' veloci... Il SUV non costa di piu': il G9 va da 310 a 470mila rmb mentre (senza scomodare ES8 che costa molto di piu') ES6 va da 380 a 550mila rmb. Personalmente mi comprerei volentieri la G3 che trovo molto carina (a 170/200mila rmb) ma per spendere 300 e passa mila rmb vado di model Y senza indugio (la mia usata a un anno dall'acquisto vale di piu' di quanto la pagai...). E se avessi mezzo milione da buttare comprerei la ES6, non certo la G9
Ritratto di giulio 2021
25 settembre 2022 - 08:49
Si la Xpeng G9 è superiore alla Nio Es8 (a parte il design, bisogan dire che hanno personalità tutte e due) infatti l'ho già detto, però è uscita anche 5 anni dopo.
Ritratto di alvola2023
24 settembre 2022 - 20:03
A me sopra ha fatto ridere :) chi ha ammesso candidamente di averla scambiata con xpeng (fra l'altro ammetto a mia volta, in assenza di titolo o didascalia davanti a una foto in quanto tale pure io fra le 2, e ci aggiungo anche bid seal, probabilmente avrei difficoltà a definire di quale si tratti).
Ritratto di Edo-R
24 settembre 2022 - 20:38
@giulio2021 ti riescono a mala pena le fiancate , è normale che ti risulta difficile anche questo sciattissimo "desaaiinn". La sentenza sulla superiorità alla triade, solo nel tuo mondo immaginario. Ti ricordo che i cinesi comprano Apple e auto tedesche e giapponesi. Milano ne è pieno.
Ritratto di giulio 2021
25 settembre 2022 - 08:54
Edo-R se confondi i cinesi di Milano con i cinesi veri... Anche gli italoamericani del New Jersey compravano le Impala Chevrolet o le Chevelle e non le 500 o le 126 ovvio... il design Mercedes come quello Jaguar o quello Lexus e forse anche quello Audi è più sciatto di quello Nio, basterà metterle vicine, il fatto che si confondano non è un male, anche le muscle cars USA si confondevano, voglio vedere chi distingue davvero una Plymouth GTX del 1969 da una Road Runner o una Olds 442 da una Cutlass S, e anche alcune hypercar non sono così diverse, anche le modelle sono tutte uguali...
Ritratto di Truman200
24 settembre 2022 - 20:46
I milanesi son tutti ricchi, hanno tutti BMW e Mercedes.........
Ritratto di giulio 2021
25 settembre 2022 - 08:58
Qua siamo davvero ai discorsi da bar o forse da Italia mussoliniana, e oggi ci sono anche le elezioni... sai gli 8 milioni di baionette che avevamo nel 1940 (le baionette quei fuciletti che forse si usavano nella guerra di Adua nel 1896...) poi gli alleati purtroppo un secondo dopo aver sferrato la coltellata sul fianco della Francia nel 1940 ci piombarono addosso col le Fortezze Volanti; UFO per noi... Ma possibile che non avevamo manco controllato che noi producevamo 40.000 auto in tutto il 1939 e gli ammmerigggannii 4 milioni di auto, solo per fare un confronto di capacità industriale...
Ritratto di alvola2023
25 settembre 2022 - 09:32
Noi non avremo controllato i 40.000 del 1939, ma tu non hai controllato le 38 Nyo a Lug 2022 :)
Ritratto di alvola2023
25 settembre 2022 - 09:34
Guarda, se gli fossi davvero così devoto, dovresti convertire il nick in giulio38 :) :)
Ritratto di giulio 2021
25 settembre 2022 - 09:55
Va bè in Norvegia che appunto non sono numeri piccoli un mega SUV elettrico a 7 posti in 38 esemplari, aspetta che arrivano in mezza Europa gli altri modelli Nio e poi ne riparliamo, comunque esteticamente hanno già superato Mercedes e Jaguar le berline Nio, e probabilmente anche Lexus e Audi, sai anche le nostre Giulia e le ipotetiche Alfetta oltre che la Peugeot 508, le Citroen C5x e le DS9 : ma esistono davvero (e mi vengono in mente di nuovo gli 8 milioni di baionette... ), possono competere con BMW, Mercedes e Tesla (ne vendono sempre in rapporto 100 a 1...) questi al primo modello già sono i competitor dei tedeschi, anzi volendo in Cina sono loro ad aver superato il modello elettrico BMW i4 100 a 1.
Ritratto di alvola2023
25 settembre 2022 - 10:11
@38 :) Sì Ok, ma qui (e rifiniamo sempre a bomba) nessuno ha mai detto che la Giulia o Lexus si andava a conquistare il mercato Norvegese...
Ritratto di giulio 2021
26 settembre 2022 - 18:23
Infatti loro assieme a Xpeng, BYD e Hongqi lo hanno conquistato il mercato norvegese e sono solo ancora dei paralleli che le hanno importate un pò a casz... Il successo della Hongqi E-Hs9 è stato del tutto inaspettato, ha venduto in rapporto molto più che in Cina, comunque ora Hongqi è nella top 20 cinese per la prima volta, ed è solo la lussuosa ex Bandiera Rossa, non un marchio proprio popolare, a dimenticavo in Cina l'ultimo mese c'erano 77 marchi cinesi su 106 marchi venduti... Praticamente un rapporto più alto di quello tra marchi giapponesi e stranieri in Giappone, insomma nuovo record mondiale: ma i cinesi non anelavano tutti a qualunque auto occidentale...
Ritratto di Giuliano Della Rovere
25 settembre 2022 - 11:54
Battery swap, rete di ricarica pubblica rete di ricarica proprietaria. A giudicare dalle vendite è l'ultimo sistema ad avere la meglio. Gli utenti apprezzano l'affidabilità e il sistema plug&charge dei supercharger, infatti, altri operatori si stanno muovendo in quella direzione.
Ritratto di alvola2023
25 settembre 2022 - 12:39
Va detto, a favore di Nyo o chi altri volesse proporsi in maniera alternativa, che il cliente bev lo vedo (e per ciò lo invidio) più rilassato. Poco a che vedere con me/noi che, per fare un esempio, anche 2 minuti di attesa al distributore già infastidiscono. Per cui nulla toglie, in assoluto, che magari per alcuni (penso ai più facoltosi) anche il battery swap per auto di un certo livello potrebbe essere una scelta-opzione valida, chissà (bev di un certo livellom ché per le medio-piccole ad uso ""locale"" invece la farà da padrona la ricarica casalinga, con l'uso più esteso ad ampio raggio essenzialmente un dato potenziale sulla carta e poco più, poi).
Ritratto di lucios
25 settembre 2022 - 15:48
4
Ognuno propone la soluzione sua per la gestione delle batterie. Vabbè, l'elettrica la compro tra 15 anni! Auando la potrò usare (forse) come il mio attuale diesel euro 6 che fa il 20 al litro. Fino ad allora, CIAONEEEEE!
Ritratto di deutsch
26 settembre 2022 - 12:40
4
break even point a 5 anni circa
Ritratto di BETTER
26 settembre 2022 - 15:02
Questa secondo me è l'idea giusta! Compro l'auto e non le batterie, che mi vengono sostituite ad ogni "pieno" in pochi minuti. In questo modo si risolvono 3 problemi seri delle vetture elettriche: 1) tempi di ricarica. 2) durata e "vita" delle batterie. 3) Costo di acquisto superiore alle vetture tradizionali. Questa secondo me è l'idea giusta!
Ritratto di giulio 2021
26 settembre 2022 - 18:28
Difficile dire se il battery swap avrà successo da noi, intendo in Europa, l'Italia ancora non fa testo o quasi, il problema è secondo me che sarà superato fra pochi anni, vedo in realtà più moderne e futuristiche in senso buono la Lightyear olandese costosissima e la economica Sono Motor bavarese col loro elettrico solare, comunque mi sembra che il battery swap che in ogni caso ha avuto successo in Cina il Paese più elettrificato del mondo, diventerà presto uno status symbol, secondo me è 50 % praticità e 50 % status / immagine, e finora ce l'ha solo Nio.
Ritratto di alex_rm
26 settembre 2022 - 21:44
Sará status symbol nella chinatown di Mestre,oramai i cinesi si stanno comprando tutta venezia
Ritratto di BETTER
28 settembre 2022 - 16:21
Sinceramente è un'idea che io reputo intelligente perché l'avevo "buttata lì" parlando tra colleghi nel 2016, mentre sparlavamo di una BMW i3 (in vendita da noi) che dopo poco più di 80.000 chilometri aveva le batterie che rendevano già la metà (da un dichiarato di 190.000 KM di autonomia era scesa ad un 80.000 reale massimo).