NEWS

Nuova Nissan Leaf: a marzo 2018 in concessionaria

15 dicembre 2017

La nuova edizione della Nissan Leaf può essere acquistata con rate mensili che includono l’istallazione della colonnina Enel nel box. 

Nuova Nissan Leaf: a marzo 2018 in concessionaria

INSIEME ALLA COLONNA DI RICARICA - La Nissan Leaf, che abbiamo già avuto modo di vedere da vicino (vedi qui il nostro incontro ravvicinato in Giappone) arriverà nelle concessionarie a marzo 2018 (le consegne andranno a regime da aprile): in Italia è esposta in anteprima a Milano, in Piazza XXV Aprile, fino al 22 dicembre 2017 (foto qui sopra). Un’occasione, per i potenziali clienti, per cominciare a “familiarizzare” con la media elettrica giapponese, presentata dentro una teca trasparente con strisce luminose di led che si illuminano per simulare il flusso di corrente elettrica. Accanto alla vettura, è in esposizione una colonnina V2G (Vehicle to Grid, cioè “dal veicolo alla rete”): questo dispositivo, sviluppato in collaborazione con l’Enel, consente il trasferimento di corrente dalle automobili alla rete elettrica e viceversa, permettendo così alle auto elettriche in sosta di fornire un ausilio alla durante i picchi di richiesta. La Nissan, in collaborazione con l’Enel, ha installato già un’ottantina di queste colonnine in Europa: ma, entro il 2020, saranno 7.000 quelle disponibili solo in Italia. La Nissan Leaf adotta una batteria agli ioni di litio da 40 kWh (il modello precedente ne sviluppava 10 di meno) che, per la casa, consente di coprire fino a 378 km. Il tempo di ricarica per percorrere 100 km da una colonnina pubblica è di 15 minuti; da casa, invece, sale a 4 ore e mezza. 

CON LA RATA, TUTTO COMPRESO - La Nissan Leaf andrà in vendita a partire da 33.070 euro per la versione Visia, acquistabile anche con 36 rate mensili di 299 euro e una maxirata finale (per dare un’idea, “dando dentro” come anticipo un’auto usata del valore di 9.950 euro, il saldo finale è di 14.551 euro, e il taeg è del 2,88%). La formula prevede pure due anni di ricariche gratuite dalle colonne pubbliche (fino un massimo di 1350 kWh ) e la Wall Box Enel installata gratuitamente nel garage di casa. L’equipaggiamento di serie, per tutte le Leaf, include l’ePedal, un acceleratore “intelligente” che in rilascio frena anche la vettura (il pedale del freno resta disponibile per le situazioni di emergenza), consentendo così di aumentare o diminuire la velocità senza spostare il piede destro da un pedale all’altro. Secondo la casa giapponese, questo facilita le partenze in salita e accresce il comfort nel traffico caotico. Il sistema, in ogni caso, non sostituisce del tutto il pedale del freno, che va premuto nei rallentamenti più decisi. Il sistema di guida semi-autonoma ProPilot (di serie solo per le ricche N-Connecta e Tekna) si può attivare da 30 km/h premendo un pulsante e controlla in automatico lo sterzo, i freni e l'acceleratore, gestendo la guida (a patto che l’auto rimanga nella stessa corsia di marcia) e mantenendo la distanza di sicurezza in modo automatico. La vettura offre pure un evoluto sistema di parcheggio automatico, il ProPilot Park (500 euro, solo per la Tekna): la vettura riesce a individuare e a inserirsi da sola negli spazi di sosta non solo paralleli alla strada, ma anche a spina di pesce.

Nissan Leaf
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
21
29
15
9
8
VOTO MEDIO
3,6
3.560975
82
Aggiungi un commento
Ritratto di jabadais
15 dicembre 2017 - 19:12
Ancora decisamente troppo costose queste elettriche, sopratutto se si comsidera che una1.4 TFSI 110 CV Sport g-tron S tronic viene via a 30200 euro. Con i quasi 3000 euro che ci ballano hai voglia a comprare metano.
Ritratto di jabadais
15 dicembre 2017 - 19:13
Audi A3 sportback 1.4 TFSI 110 CV Sport g-tron S tronic.
Ritratto di lucios
15 dicembre 2017 - 20:49
4
Beh se vuoi esagerare!!!! Ma se ti accontenti, prendi la Golf a metano intorni ai 20 mila!
Ritratto di jabadais
16 dicembre 2017 - 16:52
Esatto, ma non ole o lasciare adito a dubbi
Ritratto di jabadais
16 dicembre 2017 - 16:53
*volevo, scusatemi a volte lo smartphone fa le bizze.
Ritratto di grande_punto
15 dicembre 2017 - 19:59
3
Questa macchina E' IL FUTURO.
Ritratto di Illuca
16 dicembre 2017 - 15:45
boh esteticamente .mi ricorda l'ultima lancia delta sono comunque curioso di provarla
16 dicembre 2017 - 16:57
Un gran progetto costantemente evoluto, francamente i confronti con le auto a motore termico mi sembrano inappropriati perché un elettrica si compra per il piacere di guidare qualcosa di diverso, unico, spirituale se vuoi.
Ritratto di lucios
17 dicembre 2017 - 09:39
4
Beh, MAXTONE, purtroppo la stragrande maggioranza della gente valuta, pondera e poi decide. Solo l'estetica ha secondo me un ascendente determinante, però io credo che chi ragiona solo per piacere è perché ha buone possibilità reddituali. Il resto ci pensa bene, moooooooooooooolto bene!
17 dicembre 2017 - 12:18
Mah, costa quanto una segmento C tedesca a gasolio premium con qualche, dico qualche, mica tanti, optional, esse partono già da una media di 25.000€ con motorizzazioni basic e dotazioni ridotte all'osso, qui ci sono contenuti tecnologici di pregio e il piacere (per me, poi per altri può non esserlo) di guidare una vera auto elettrica. Francamente non mi pare abbia un prezzo alto per ciò che offre in cambio. Se mi dici che costa molto rispetto ad un Auris HSD posso essere d'accordo ma non sono a mio avviso paragonabili per la loro diversa natura (ibrido puro vs elettrico), per me costituiscono entrambe, nelle rispettive categorie, prodotti dall'eccellente rapporto contenuti/prezzo. E sono ansioso di vedere come andrà la nuova, bellissima Model 3.
Pagine