NEWS

Nissan Qashqai: debutta la seconda generazione

7 novembre 2013

Elegante e raffinata, la Nissan Qashqai è tutta nuova e vanta una dotazione di sicurezza degna di nota.

Nissan Qashqai: debutta la seconda generazione
 
PIATTAFORMA COMUNE - Fin dalla presentazione avvenuta nel 2007, la Nissan Qashqai ha goduto di un notevole apprezzamento su tutti i mercati, e l’Italia non fatto certo eccezione: sino a oggi ne sono stati immatricolati ben 180.000 esemplari. E ora, con l’intento di rinverdire questo successo, è in arrivo la nuova generazione: il debutto nelle concessionarie italiane è previsto per metà febbraio, con ordini a partire da gennaio e prezzi indicativi da 20.000. Nata sulla nuova piattaforma Nissan CMF (Common Module Family) che verrà usata anche per altri modelli, questa seconda generazione della Nissan Qashqai non eredita praticamente nulla dal modello attuale, se non il nome e alcuni elementi meccanici. Minimi anche i cambiamenti nelle dimensioni: l’auto è più lunga di 5 cm e più larga di 2, mentre l’altezza cala di un solo centimetro; quanto basta, comunque, per darle più slancio. 
 
 
UNA CODA QUASI SPORTIVA - Le linee della Nissan Qashqai non sono rivoluzionarie, ma senza dubbio moderne, equilibrate e gradevoli: nel frontale “a freccia”, all’apparenza molto aerodinamico, il marchio Nissan è contornato e messo in evidenza da una spessa “U” satinata. Caratteristico, nella fiancata dalle forme “pulite” ed eleganti, il profilo inferiore dei finestrini che sale verso la coda, mentre è apprezzabile la fascia in plastica nera che contorna la parte bassa della carrozzeria; evita danni alla verniciatura dovuti al pietrisco sollevato dalle grosse ruote, e snellisce le forme. Gli enormi fanali orizzontali, parzialmente sul portellone, si inseriscono bene nella coda, dove il lunotto molto inclinato e sormontato da un ampio spoiler fa quasi “coupé”. 
 
 
CRESCE IL BAULE - La crescita nella lunghezza ha consentito di aumentare di venti litri la capacità del baule della Nissan Qashqai, che ora arriva a 430. Migliora anche la praticità: il pianale può essere posizionato su due altezze differenti (in modo da creare un doppio fondo oppure un solo vano più ampio) e ha un lato rivestito in moquette e uno con materiale facilmente lavabile (da usare con carichi particolarmente sporchevoli). Interessante anche il fatto di poter posizionare in verticale una parte del fondo, per dividere il baule in due e separare i carichi. A quanto pare, invece, non sarà riproposta la versione allungata e a sette posti "+2" (scelta oggi solo da un cliente italiano su dieci): il suo posto verrà preso dalla prossima X-Trail (strettamente imparentata con la nuova Qashqai e già vista all'ultimo Salone di Francoforte: la vedremo sulle nostre strade dopo luglio).
 
 
DUE A BENZINA E DUE DIESEL - I motori della Nissan Qashqai saranno tutti dei quattro cilindri turbo e a iniezione diretta. I due a benzina sono il 1.2 DIG-T da 115 CV (consumo medio dichiarato: 17,9 km/litro) e il 1.6 DIG-T con 150 cavalli (debutterà nel corso dell’estate, e avrà consumi analoghi). A gasolio, invece, il 1.5 dCi da 110 CV (profondamente aggiornato rispetto all'attuale e con consumi ufficiali di 26,3 km/l) e il 1.6 dCi (22,7 km/l il dato omologato, che passa a 21,7 km/l col cambio automatico a variazione continua di rapporto CVT, e a 20,9 se abbinato alla trazione integrale e al cambio manuale).
 
 
FRENA E PARCHEGGIA DA SOLA - Per cercare di bissare il successo del modello in via di pensionamento, la nuova Nissan Qashqai punterà molto anche sulla sicurezza: oltre all'immancabile Esp e a un "battaglione" di airbag, debutteranno un dispositivo anticollisione, un sistema di monitoraggio della stanchezza del guidatore e uno che riporta nel cruscotto i segnali stradali. Non mancheranno neppure il dispositivo che avvisa in caso di cambio involontario di corsia, quello di monitoraggio dell'angolo cieco dei retrovisori e il sistema di assistenza al parcheggio con allerta degli oggetti in movimento (pensato per evitare collisioni in retromarcia con bambini o animali non visibili dal lunotto) oltre alle telecamere che, in fase di parcheggio, forniscono una visione dall’alto della vettura e degli ostacoli che le stanno a fianco.
 
 
ELETTRONICA "DA CURVA" - Freschi di debutto anche l'Active Trace Control (simula mediante i freni anteriori la funzionalità di un differenziale autobloccante), il Body Motion Control (compensa intervenendo sui freni eventuali "scossoni" prodotti da un fondo stradale irregolare) e l'Active Engine Brake (abbinato al cambio a variazione continua di rapporto, gestisce il freno motore in curva o in fase di decelerazione in modo da migliorare il comfort). Infine, non manca il tasto per variare su due livelli (Normal o Sport) la servoassistenza dello sterzo.
 
Nissan Qashqai
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
103
126
76
43
46
VOTO MEDIO
3,5
3.5
394
Aggiungi un commento
Ritratto di PariTheBest93
7 novembre 2013 - 17:07
3
Davvero niente male, mi sembra migliore della precedente anche per l'estetica...
Ritratto di Chris94
7 novembre 2013 - 17:08
Solo a me il posteriore sembra della ford? Comunque non male nel complesso
Ritratto di Fr4ncesco
8 novembre 2013 - 02:44
Si vero, nelle foto non ingrandite sembra un Kuga.
Ritratto di fabio80
8 novembre 2013 - 13:06
Sembra anche un pò IX 35
Ritratto di Gordo88
7 novembre 2013 - 17:16
Il posteriore sa molto di ford kuga ma qui i fanali risultano troppo grandi!! Per il resto sembra fatta bene ed il salto qualitativo negli interni è notevole ma quei fanaloni rovinano un pò il tutto
Ritratto di MatteFonta92
7 novembre 2013 - 17:16
3
Indubbiamente il design è molto migliorato, ora l'auto è più grintosa ed equilibrata. Ma la sostanza non cambia: rimane sempre una Crossover modaiola. Vedremo quale sarà il prezzo, ma credo che la filosofia non discosti molto dal v.ecchio modello.
Ritratto di Williams
7 novembre 2013 - 18:27
il Qashqai non mi sembra modaiolo, è sempre stato un tranquillo e sobrio suvvetto da famiglia, piace perchè è compatto e ben proporzionato (e costa il giusto)
Ritratto di MatteFonta92
7 novembre 2013 - 20:35
3
Il Qashqai vende perché è l'auto che ha ufficialmente lanciato la moda dei Suv, non certo perché è pratico, dato che dentro c'è più o meno lo spazio che c'è in una Punto, se non meno. E non venirmi a dire che costa il giusto: le versioni diesel partono da 21.050 €, e per una seg. B solo un po' più alta da terra mi sembra davvero esagerato! Oltretutto le finiture interne non sono granché. Per me questo tipo di auto come prezzo non dovrebbe superare i 16.000 €, dato che rispetto ad una normale seg. B non hanno niente di più.
Ritratto di pippoc73
7 novembre 2013 - 21:23
3
e quindi i prezzi sono equiparabili alle vetture del segmento C. Sulle finiture ti do ragione e mi auguro che siano notevolmente migliorate rispetto alla versione precedente. Inutile dirti che i vantaggi rispetto a una normale berlina sono molteplici, tipo: altezza da terra, guida alta, la possibilità di entrare con un bimbo dentro senza abbassarti troppo con la schiena, vano di carico e non ultimo, appaga come design. I monovolumi hanno queste caratteristiche, ma ll 90 % di queste vetture non ti da l'ultimo punto, cioè un design appagante.
Ritratto di MatteFonta92
7 novembre 2013 - 21:40
3
I Suv/Crossover sono auto difficilmente inquadrabili nei vari segmenti, e il Qashqai ancora di più, perché ha una lunghezza di una seg. C, ma uno spazio interno (ci sono salito) di una seg. B. In ogni caso, per me il suo prezzo è esagerato. Riguardo ai "vantaggi", beh, dipende dai punti di vista: l'altezza in più da terra comporta un baricentro più alto e di conseguenza rollio, beccheggio e instabilità maggiori rispetto ad un'auto più bassa (non lo dico io, ma le leggi della fisica). Se poi l'unico vantaggio reale di un Suv rispetto ad una monovolume è il design... beh, essendo l'estetica una cosa soggettiva non penso che possa essere una costante sempre valida.
Pagine