NEWS

Nissan Qashqai, parte la produzione

22 gennaio 2014

Dalla fabbrica di Sunderland esce una Nissan Qashqai ogni 61 secondi. La crossover è già in vendita a partire da 19.900 euro.

Nissan Qashqai, parte la produzione
L’INGHILTERRA RINGRAZIA - Cosa riuscite a fare in poco più di un minuto? A Sunderland, nel Regno Unito, riescono a fabbricare una Nissan Qashqai ogni 61 secondi. Un intervallo di tempo ridotto all’osso per far fronte all’ingente richiesta del mercato di quella che è la crossover più venduta in Europa.  Proprio a Sunderland, fabbrica fiore all’occhiello della casa giapponese, si è celebrata oggi la cerimonia per l’avvio della produzione della Qashqai. Con la propria presenza produttiva nel Regno Unito la Nissan assicura 40.000 posti di lavoro, 7.000 dei quali impegnati proprio presso lo stabilimento della Qashqai. 
 
 
È TUTTA NUOVA - Disegnata, progettata e realizzata in Inghilterra grazie ad un investimento di oltre 650 milioni di euro, la Nissan Qashqai di seconda generazione è un’auto tutta nuova. Nata sulla piattaforma CMF (Common Module Family) del gruppo Renault-Nissan, è cresciuta di 5 cm in lunghezza (438 cm), di due cm in larghezza (181 cm) e ha un bagagliaio più grande di 20 litri (430). Portatrice dei nuovi tratti distintivi del marchio, può contare su diversi aiuti elettronici e, secondo la casa, “beve” meno che in passato grazie all’aerodinamica affinata e al contenimento dei pesi. In Italia, la Qashqai è disponibile in tre allestimenti (Visia, Acenta e Tekna), con un motore a benzina, il 1.2 DIG-T da 116 CV e due diesel, il 1.5 dCi da 110 CV e il 1.6 dCi da 131 CV. Il cambio è un manuale a sei marce (il CVT è a richiesta sulla 1.6), la trazione può essere anteriore o integrale (solo per la 1.6). Il listino prezzi varia dai 19.990 euro della 1.2 Visia ai 31.890 della 1.6 dCi Tekna 4x4 (la Limited Edition è proposta a 32.970 euro).
Nissan Qashqai
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
103
126
77
44
46
VOTO MEDIO
3,5
3.49495
396


Aggiungi un commento
Ritratto di diablonex
22 gennaio 2014 - 12:31
Mi chiedo come sia possibile che una macchina appena messa sul mercato, monti un motore euro 5. Dico..ma stiamo scherzando??!! Dovrei spendere 25-30.000 euro ed avere un motore che tra 7-8 mesi sarà già vecchio? (mi riferisco all'entrata in vigore della normativa euro 6 - 01.09.2014). Se così fosse, credo sarebbe un terribile autogoal da parte di Nissan. Io, che ero intenzionato ad acquistarla di sicuro non commetterò questo errore. Con quei soldi mi compro una euro 5 di un paio di anni, ma di un brand più prestigioso
Ritratto di DaveK1982
22 gennaio 2014 - 13:25
7
sui nuovi modelli (di cui qashqai evidentemente non fa parte). Per l'intero listino auto la data è 01/01/2016, quindi ci sono ancora 2 anni prima che l'euro 5 vada in pensione. Senza contare che oggi solo una decina di modelli (togliendo i marchi premium) diesel a listino sono euro 6. Piuttosto che comprare un usato euro 5, che non cambia nulla rispetto alla qashqai, penso sia meglio dirigersi su un nuovo di altra marca euro 6 o aspettare ad acquistare l'auto.
Ritratto di Moreno1999
22 gennaio 2014 - 17:06
4
Euro6, più potente ma consuma uguale, più bella e spaziosa però! Per 2000 euro in più si può anche fare, se non vuoi un usato...
Ritratto di mario opel
22 gennaio 2014 - 13:20
di estetica è molto bella :)
Ritratto di Porsche
22 gennaio 2014 - 15:03
Ci credo, se non fosse per i giapponesi sarebbero solamente produttori di carta straccia. "L'alta finanza" che ha disintegrato mezzo mondo.... speriamo almeno che i giapponesi gli abbiano fatto i corsi di assemblaggio come si deve.
Ritratto di Fr4ncesco
22 gennaio 2014 - 15:08
Fa sempre piacere quando industrie di un certo tipo danno ancora lavoro nei Paesi tradizionalmente industrializzati
Ritratto di fabri99
22 gennaio 2014 - 15:53
4
Gran bel SUV, non credo avrà molti problemi a replicare il successo della precedente. Sì, si sono aggiunte molte rivali, ma l'interesse per questo tipo di auto è aumentato e così anche la richiesta, inoltre la Qashqai si è fatta un nome mentre gli altri marchi dormivano, quindi non credo avrà molti problemi...
Ritratto di diablonex
22 gennaio 2014 - 16:08
Ho capito,quindi una macchina commercializzata 8 mesi prima dell'entrata in vigore dei nuovi limiti di co2,non fa parte "dei nuovi modelli"...mah. La Mazda con il CX-5 (commercializzata nel 2012!!!!) rispetta la normativa EURO 6. Visto che vivo a Roma (dove un giorno si e l'altro pure bloccano i veicoli più inquinanti,ovviamente non è il caso di un euro 5), vorrei acquistare una macchina che tra qualche anno non incappi già in questi ridicoli ed inefficaci stop
Ritratto di FollowMe
23 gennaio 2014 - 00:22
Ciao a tutti, scusate se mi intrometto ma credo che vada chiarita un po meglio l'informazione sull'entrata in vigore dei motori Euro6, ossia, la commercializzazione (cioè la vendita) è un conto e tutt'altra cosa è l'omologazione. La data 1 settembre 2014 è il "limite" oltre il quale i costruttori non potranno più OMOLOGARE nuovi modelli con motori non rispondenti alla norma Euro6 mentre i veicoli con motore EURO5 possono continuare ad essere venduti fino al 31 dicembre 2015. Diversamente, dal 1 gennaio 2016, potranno essere commercializzati (cioè venduti) solamente veicoli dotati di motori rispondenti alla norma EURO6.
Ritratto di Merigo
22 gennaio 2014 - 16:28
1
Produrre 1 auto ogni 61" sembra un dato eccezionale ma non è così. Corrisponde infatti a 59 vetture/ora (3.600" : 61") cioè, lavorando su tre turni, 1.416 vetture/giorno (59 x 24 h): tante da vendere (anzi tantissime), ma non così tante da produrre. Come ricordato più volte, a Melfi al lancio della Punto nel 1993 (e per diversi anni dopo) se ne producevano 3.000 al giorno, cioè 125 auto/ora, cioè 1 ogni 29" e, con ogni probabilità, gli stessi numeri li stanno realizzando a Wolfsburg sulla linea della Golf. Il problema come detto è venderle le auto, ed in questo tanto di cappello a Nissan (e VW che ho tirato in ballo)!
Pagine