NEWS

La Opel Corsa OPC si scatena al Ring

16 gennaio 2016

La Corsa OPC conosce bene le curve del Nürburgring visto che vi è stata sviluppata e collaudata. Non è un caso che abbia fatto un figurone.

La Opel Corsa OPC si scatena al Ring
VECCHIA CONOSCENZA - Non nascondiamo di avere un feeling particolare per la Opel Corsa OPC: non solo per averla abbondantemente provata al Nürburgring a più riprese, ma anche perché ci ha permesso di primeggiare in una vera e propria gara fra tester e giornalisti di svariate parti del mondo organizzata dalla casa tedesca, nel settembre del 2015, proprio sulla Nordschleife. 
 
NATA E SVILUPPATA AL NÜRBURGRING - Come tutte le vetture prodotte dalla OPC, la divisione sportiva dalla quale escono le Opel più performanti, anche la più pepata fra le Corsa è stata sviluppata e messa a punto nel cosiddetto “Inferno Verde” per un totale di 10.000 km, che (secondo la casa) equivalgono a ben 180.000 km su strade normali. Questa versione “al peperoncino” non è molto diversa dalla Corsa “base”: a parte gli spoiler aggiunti più estesi, le minigonne e due coreografici terminali di scarico separati, la differenza la fa soprattutto il motore. Si tratta di un 1.6 turbo a benzina dalle notevoli credenziali: potenza di 207 CV a 5800 giri e 245 Nm di coppia massima (che, grazie all’overboost, salgono a 280 Nm per alcuni secondi quando si preme a fondo l’acceleratore). 
 
TANTA GRINTA IN UN PACCHETTO - A un prezzo davvero abbordabile, in pista la Opel Corsa OPC permette di assaporare emozioni davvero gratificanti, che solo vetture ben più costose e potenti possono garantire. Un temperamento ulteriormente esaltato dal “Pacchetto Performance”, che comprende cerchi in lega leggera di 18” con pneumatici di generosa sezione (215/40), dischi dei freni anteriori maggiorati e il differenziale autobloccante meccanico sull’asse anteriore: un meccanismo “vero” (non simulato, cioè, dall’elettronica) che ottimizza la trazione quando si accelera in uscita di curva, in sintonia col controllo elettronico della stabilità. 
 
UN VERO ANIMALE DA PISTA - Piena di grinta, ma anche estremamente bilanciata, la più piccola fra le OPC può essere sfruttata a fondo in piena sicurezza sia per l’ottimo bilanciamento, sia proprio grazie al differenziale. In pista, infatti, è una “belva”, agilissima e fulminea nelle variazioni di traiettoria, che si rivela sicura, sincera e ben gestibile persino in mani non troppo esperte. Difetti? Poco di che: la frizione pesante e il cambio, talvolta ruvido e impreciso. Agevolato dalla relativa mancanza di traffico, ma fortemente penalizzato dalla pista scivolosa, il tempo sul giro documentato dal nostro video è di rilievo: 8’38”28. Una prestazione non troppo distante dalla migliore rilevata nel corso di tutto il nostro test: 8’32”20 (per questioni tecniche e pratiche, durante la prova non è possibile viaggiare per tutti i giri di pista sempre con le telecamere installate a bordo).
VIDEO
Opel Corsa
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
64
86
74
50
66
VOTO MEDIO
3,1
3.09412
340


Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
16 gennaio 2016 - 11:58
3
OPC. Un capolavoro. Basta vedere il suo comportamento in pista per capirlo, sicura, agile, reattiva. Brava Opel.
Ritratto di MAXTONE
16 gennaio 2016 - 12:02
1
Ormai tutte le auto, quale più quale meno, sono in grado di fare bella figura al ring. A maggior ragione, essendo il circuito in larga parte molto stretto, quando sono piccole come la Corsa. Più difficile, in proporzione, fare un tempone con una supercar larga che si prende per lei tutta quella minuscola porzione d'asfalto.
Ritratto di vecchio osservatore
16 gennaio 2016 - 13:36
Dovreste fare uno sforzo in più e mettere i giri record. Le cameracar sono tra i video su youtube, potreste fare il botto con pochi investimenti.
Ritratto di Simo37
16 gennaio 2016 - 14:37
Ma allo stesso prezzo non sarebbe molto meglio una Nissan 370Z o una Maserati GranSport con pochi km invece di questa cafonata?...
Ritratto di MAXTONE
16 gennaio 2016 - 20:03
1
Obviously! Ma siamo in Italia dunque spremuti come limoni quando si parla di tasse legate all'auto e alle accise dei carburanti.
Ritratto di superblood
6 febbraio 2016 - 09:03
Soluzione easy? Opel speedster, + punto 1.3 mjet e hai una vera auto da pista, e una vera macchinetta da spostamenti senza cadere in inutili e assurdi compromessi.
Ritratto di Ivan92
16 gennaio 2016 - 15:21
6
Un piccolo animale da pista con ottime doti dinamiche. Complimenti Opel
Ritratto di dolce fata
18 gennaio 2016 - 09:00
Giusto. Sorvolando l'estetica soggettiva son convinta ke l opc sia un reparto ke sa il fatto suo
Ritratto di SSS94
16 gennaio 2016 - 15:34
ottima auto, brava Opel...
Ritratto di Vespa Primavera
16 gennaio 2016 - 15:44
Bruttina dal vivo, preferisco le francesine.
Pagine