NEWS

La Opel nega di superare i limiti sulle emissioni

24 ottobre 2015

La Deutsche Umwelthilfe sostiene che le emissioni della Opel Zafira non rispettano gli standard di legge. La casa nega e accusa l’ong di scorrettezza.

La Opel nega di superare i limiti sulle emissioni
ATTACCO PESANTE - In una conferenza stampa appositamente convocata la organizzazione tedesca Deutsche Umwelthilfe ha reso noto il risultato di test svolti in Svizzera con una Opel Zafira 1.6 CDTi Euro 6 (nella foto) in cui la monovolume della Opel “in alcune situazioni di guida avrebbe fatto registrare emissioni di NOx 17 volte superiori a quelle ammesse”. L’Opel Zafira 1.6 CDTi avrebbe fatto registrare risultati diversi a seconda delle modalità di svolgimento dei test, per esempio se con due o quattro ruote in funzione.
 
LA OPEL REPLICA - La Opel contesta quanto affermato dalla Deutsche Umwelthilfe, dichiarando che i dati comunicati sono “falsi e infondati”, sottolineando di aver sottoposto a sua volta il modello a nuovi test e tutto è risultato “in regola con le norme vigenti”. La Opel ha anche voluto sbarazzare il campo da possibili accuse di analogie con il caso Volkswagen, precisando che: “Fra i software elaborati dalla General Motors nessuno è in grado di stabilire se il veicolo stia effettuando un test delle emissioni”. Inoltre la casa automobilistica ha rimproverato alla Deutsche Umwelthilfe di essersi rifiutata di fornire il dettaglio dei risultati del test svizzero.
 
UN IMPEGNO NON NUOVO - Da parte sua l’ong accusatrice ha spiegato il diniego con la volontà di evitare il blocco della pubblicazione degli esiti del test, nella convinzione che il tema delle emissioni delle vetture diesel rappresentino un tema di grande importanza e che sia necessario affrontare l’argomento con determinazione. Gli ambientalisti della Deutsche Umwelthilfe hanno ricordato che da anni denunciano il problema alle autorità tedesche ma che queste ultime hanno sempre evitato qualsiasi iniziativa per “lo strapotere - ha sostenuto Jurgen Resch, presidente dell’organizzazione tedesca - della lobby delle case costruttrici”.
 
AUSPICATI NUOVI TEST - Il presidente della Deutsche Umwelthilfe ha anche spiegato perché il test sulla Opel Zafira è stato fatto presso la Fachhochschule di Berna, in Svizzera. “I test in grado di verificare l’effettivo grado di inquinamento delle auto sono possibili anche in Germania ma non ci è mai stato possibile farli eseguire perché chi può effettuarli si rifiutano - ha continuato Resch - perché in caso contrario perderebbero i contratti con le case automobilistiche”. Il dirigente dell’organizzazione ha concluso chiedendo la verifica dei test da parte di organismi indipendenti.
 
CONTROLLO DELLE EMISSIONI - Come si vede, al centro delle accuse della Deutsche Umwelthilfe non c’è tanto la Opel quanto il sistema di controllo delle emissioni, nel suo insieme. Essa infatti parla di sforamento dei limiti in determinate modalità di uso della vettura, mentre la casa automobilistica risponde che nei test di legge la Zafira ha emissioni regolamentari. Due cose che di per sé non sono in contrasto.


Aggiungi un commento
Ritratto di Claus90
24 ottobre 2015 - 12:26
Ne vedremo delle belle
Ritratto di gaswagen
25 ottobre 2015 - 11:06
Non certo per FIAT. Conoscendo i teutoni e gli svisseri di sicuro hanno già passato al vaglio, ma ad un vaglio sottilissimo, i motori FIAT. e di sicuro per primi. Garantito al 1.000%.
Ritratto di cris25
24 ottobre 2015 - 12:51
1
Opel ne uscirà pulita, ne sono sicuro. Solo perché è toccato a Volkswagen non bisogna accusare tutte le case tedesche ;)
Ritratto di AMG
24 ottobre 2015 - 13:57
Ahahah che simpatico che sei! Come se opel fosse tedesca
Ritratto di italiano2010
24 ottobre 2015 - 16:19
Opel è tedesca esattamente come Lamborghini è italiana, il fatto che faccia parte di General Motors non implica che non sia più tedesca
Ritratto di Strige
24 ottobre 2015 - 22:18
Opel Europa è tedesca, la vauxhall e l'opel extra europea è americana
Ritratto di AlexTurbo90
25 ottobre 2015 - 02:38
Non dategli retta ragazzi! E' stato investito da una Opel quando era piccolo... Adesso ha deciso di intraprendere un' inutile ed infondata "crociata" contro questo Costruttore, appoggiando chiunque voglia "remargli contro". Come questa stupida associazione di ambientalisti ipocriti...
Ritratto di AMG
25 ottobre 2015 - 11:12
Scusami se nell'altro articolo mi eri sembrato un'utente più maturo, ora commenti solo per ripicca. Mah, ok. È piuttosto infantile il gesto non credi? Comunque non ho volgia di rispiegare Opel, a te piace? Prendetela (se puoi permettertela)
Ritratto di AlexTurbo90
25 ottobre 2015 - 22:55
Certo che me la posso permettere! In teoria potrei permettermi di acquistare tranquillamente qualsiasi modello di TUTTI i marchi generalisti compreso Volkswagen fino al segmento D (però con Volkswagen mi fermerei alla Golf/Golf Variant, con la Passat andrei già fuori budget)!
Ritratto di steves
26 ottobre 2015 - 01:08
No, la Vauxhall non è extraeuropea. La Vauxhall è una casa automobilistica inglese. A Londra per esempio le Opel si chiamano Vauxhall e sono sostanzialmente la stessa auto, cambia solo lo stemma anteriore.
Pagine