NEWS

Pneumatici invernali: scattano le prime ordinanze 2020-21

Pubblicato 16 ottobre 2020

In Valle d’Aosta e in altre strade montane, dal 15 ottobre è obbligatorio montare i pneumatici invernali o avere le catene nel bagagliaio. 

Pneumatici invernali: scattano le prime ordinanze 2020-21

PER LA SICUREZZA - Come tutti gli anni, il 15 ottobre entrano in vigore le prime ordinanze che impongono agli automobilisti di circolare con pneumatici invernali o catene a bordo nelle strade italiane in cui vige l’obbligo: a partire da oggi, queste dotazioni sono obbligatorie per chi percorre tutte le strade della Valle d’Aosta e alcune strade montane di altre Regioni, come ad esempio una parte della strada statale del Colle del Sestriere, in Piemonte. L’elenco delle strade interessate alle ordinanze locali è visibile sul sito internet Pneumatici sotto Controllo.

DAL 15 NOVEMBRE - Tuttavia, la maggior parte degli automobilisti ha ancora tempo prima di adeguarsi alle ordinanze: in molte altre strade, l’obbligo di pneumatici invernali o catene scatta dal 15 novembre. La norma riguarda per lo più strade provinciali o regionali e autostrade, dove fino al 15 aprile 2021 l’Ente proprietario della strada o il gestore possono prescrivere che i veicoli siano muniti, ovvero abbiano a bordo, mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio, come prevede l’articolo 6 del Codice della Strada. 

MEGLIO IL FIOCCO DI NEVE - Per essere in linea con il Codice della strada, i pneumatici invernali devono avere sul fianco il codice M+S. La marcatura M+S corrisponde a una semplice autocertificazione del costruttore: attesta che sui fondi viscidi, come fango e neve (la sigla M+S sta proprio per Mud and Snow), questi prodotti fanno più presa di quelli estivi. Alcuni pneumatici possono avere anche il logo di una montagna stilizzata con un fiocco di neve, che indica gomme ancora più efficaci su fondi a bassa aderenza, ma non è indispensabile avere questo simbolo per rispettare la legge. Il simbolo del fiocco di neve può essere apposto soltanto dopo rigorosi test di omologazione sulla neve, svolti alla presenza di un incaricato del Ministero, quindi l’efficacia della gomma è ben superiore.  

MULTE DA 41 EURO - È essenziale montare 4 pneumatici invernali e non solo 2 sull’asse di trazione, per avere un comportamento omogeneo della vettura e mantenere stabilità in curva e frenata. Con temperature rigide, dotare il veicolo di pneumatici invernali significa diminuire lo spazio di frenata fino al 15% su fondo bagnato e fino al 50% in presenza di neve. Se proprio non si ha intenzione di montare le invernali, in alternativa è possibile circolare con gomme estive, a patto che a bordo ci siano le catene da neve. La multa per chi viene sorpreso senza pneumatici M+S o senza catene da neve a bordo va da 85 a 338 euro, ma se l'infrazione viene commessa in città (a patto che sia in previsto l'obbligo) si pagano da 41 a 169 euro.





Aggiungi un commento
Ritratto di ste74
17 ottobre 2020 - 00:51
sì, certo, il 15 ottobre, a Mantova come a Livigno, a Rovigo come a Misurina, a Piacenza come sulla Cisa,... senza differenziazione... ma cosa c'hanno nel cervello questi?
Ritratto di Andre_a
17 ottobre 2020 - 08:24
5
No, il 15 ottobre solo in Val d’Aosta e in alcune strade di montagna.
Ritratto di Mbutu
17 ottobre 2020 - 14:12
Ste74, stai inanellando una figura da gonzo dietro l'altra. Ti converrebbe fermarti un attimo.
Ritratto di gv83
19 ottobre 2020 - 11:52
20 anni fa c'erano precipitazioni nevose piu frequenti e avrebbero avuto un senso. Onestamente adesso e' un'esagerazione, in pianura si vive tranquillamente con le estive tutto l'anno