NEWS

Buon semestre per il gruppo Fiat

30 luglio 2013

Oltre metà del giro d’affari (21,8 miliardi di euro) deriva dalle operazioni nordamericane.

Buon semestre per il gruppo Fiat
337 MILIONI IN PIÙ - Quadro generale buono, giro d’affari lievemente cresciuto, contenimento delle perdite in Europa e meno positivo del previsto lo scenario nordamericano: questa è la fotografia economica del primo semestre 2013 per il gruppo Fiat (nella foto la sede del Lingotto a Torino). Il fatturato complessivo è stato di 42,082 miliardi di euro, che rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso significano 337 milioni in più, lo 0,8% di aumento. 
 
UN PO’ MENO UTILE - Da questo giro d’affari la gestione ordinaria ha realizzato utili per 1,647 miliardi, con una diminuzione di 107 milioni nei confronti del primo semestre 2012. L’Ebit (risultato prima degli oneri finanziari) è stato di 1,660 miliardi, anch’esso in calo, per la precisione di 107 milioni. L’utile prima delle imposte è stato di 715 milioni, contro gli 816 milioni dei primi sei mesi del 2012. L’utile netto è di 466 milioni, cioè 35 meno dell’anno scorso. 
 
QUADRO VARIEGATO - Tra i vari scenari che formano la galassia del gruppo Fiat a risultare l’elemento più importante è il mercato nordamericano (Nafta) che da solo produce un poco più del 50% dei ricavi del gruppo. La regione Emea, che comprende l’Europa, il Medio Oriente e l’Africa, in termini di fatturato “vale” meno della metà dell’America del Nord (9,13 miliardi contro 21,5). È però importante che, rispetto all’anno scorso, il gruppo sia riuscito a contenere le perdite. Nel primo semestre del 2012 il “rosso” della regione era stato di 345 milioni mentre quest’anno si è attestato a 255 milioni. La Fiat spiega questo risultato con una efficace politica di contenimento dei costi e un riposizionamento del prodotto.
 
MOLTO BENE IL LUSSO - Da sottolineare infine i risultati brillanti conseguiti dai marchi di lusso, Ferrari e Maserati. Nel semestre entrambe hanno aumentato il numero delle vetture consegnate alla rete di vendita (senza contare gli esemplari da competizione). La Ferrari nei mesi scorsi ha comunicato che non aumenterà la produzione per salvaguardare l’esclusività del marchio e le quotazioni dell’usato, intanto da gennaio a giugno ha consegnato 3.767 auto nel mondo, contro i 3.657 dell’anno passato. La Maserati è arrivata a quota 3.597 unità, contro le 3.155 del primo semestre 2012. 
 
IL PRIMO SEMESTRE IN CIFRE
 

 

Ricavi netti

in miloni di euro

Utile gestione ordinaria

in milioni di euro

EBIT1

in milioni di euro

Consegne veicoli

alla rete

 

2013

2012

2013

2012

2013

2012

2013

2012

Nordamerica

21.509

21.354

1.065

1.274

1.133

1.312

1.082.000

1.068.000

America latina

5.307

5.211

410

473

351

473

488.000

441.000

Asia-Pacifico

2.085

1.477

199

141

174

145

70.000

51.000

Europa-MO-Africa

9.130

9.428

-255

-345

-185

-354

532.000

561.000

Ferrari

1.177

1.099

176

144

176

144

3.767

3.657

Maserati

439

375

5

31

5

31

3.597

3.155

Componenti e Sistemi2

4.055

4.037

93

82

95

82

-

-

TOTALE

42.082

41.745

1.647

1.745

1.660

1.767

2.172

2.121

 
1) EBIT sta per Earnings before interest and taxes, cioè il valore del profitto senza tenere conto degli oneri finanziari e delle tasse;
2) Fanno parte del comparto Componenti e sistemi di produzione la Teksid, la Magneti Marelli e la COMAU;
Aggiungi un commento
Ritratto di 52armando
30 luglio 2013 - 20:50
1
Forza fiat- resisti ancora un po- Quando questa bufera (che ha colpito maggiormente le persone economicamente medio/basse ai quali si rivolge iltuo prodotto) passerà sarai molto più forte di prima- Viva il prodotto italiano e i lavoratori italiani- ciao
Ritratto di napolmen
30 luglio 2013 - 21:17
io lo chiamo: "I FATTI DI MARCHIONNE"!!!! il resto sn chiacchiere o pseudo tifo od esterofilia da bar
Ritratto di Porsche
31 luglio 2013 - 11:22
tu lo sai che il segmento A è passato nelle mani di Vw, almeno per i dati preliminari dell'anno vero ? (europa) Parli di tifo da stadio, ma ti ricordo che Marchionne rideva quando gli anno detto se temeva la UP. Non mi interessa l'ennesima diatriba, voglio solo porre l'accento sul fatto che segmenti strategici, così come le quote di mercato vengano persi continuamente e tutti a fare l'aola. Io sono più critico.
Ritratto di Giuss
31 luglio 2013 - 15:12
una articolo dove si diceva che le tre gemelle avessero superato la sola Panda. la 500 in effetti non era menzionata. Quindi Up!+Citigo+Mii sarebbero in numero maggiore rispetto a Panda+500?
Ritratto di Porsche
31 luglio 2013 - 15:19
cosa centra la 500 adesso ? La up è una sola auto, un solo pianale quello della famiglia small, per cui è un solo prodotto. I marchi sul cofano non dicono nulla, la fabbrica è la medesima. 500 e panda non penso siano le stesse....
Ritratto di LucaPozzo
31 luglio 2013 - 15:52
Vedi Giuss, non capisci. Se si parla di nuovi prodotti si deve dire che Fiat non ne produce. Quindi la Panda, non é altro che "il solito rimaneggiamento della 500 e della Panda 2003". E a sua volta la 500 é "il solito rimaneggiamento della Panda 2003". Stessa cosa devi dire della Y. Se peró parliamo di copertura del segmento, allora devi cambiare argomenti e dimostrare che in realtá non lo copre, quindi devi smettere di considerarla la stessa auto e dire che "il segmento A é passato nelle mani di VW". Bisogna insegnanti proprio tutto
Ritratto di wiliams
31 luglio 2013 - 17:32
Bella fatica PORSCHE!!!!!VOLKSWAGEN per entrare nel segmento A ha dovuto ricarrozzare la lavatrice UP! anche con il marchio SKODA e SEAT!!!!!!!!!! Allora FIAT dovrebbe sommare le vendite di PANDA e 500 visto che sono dello stesso segmento (E DELLA STESSA MARCA!) così forse possiamo fare un confronto alla pari.Vergogna!
Ritratto di wiliams
30 luglio 2013 - 21:26
Adesso mi raccomando:continuate pure a criticare MARCHIONNE.........carta canta,MARCHIONNE è un grande.....mentre tutti i principali concorrenti di FIAT presentono novità a go go per poi avere perdite milionarie il GRUPPO FIAT nella sua austerità rimane a galla,e questa sua strategia molto criticata da chi ha poca materia grigia è in realtà la carta vincente per andare avanti!!!A sentire i soliti ITALIOTI-ANTI MARCHIONNE-TEDESCOFILI-MANGIA CRAUTI sembra che il GRUPPO FIAT stia sbagliando tutto e che MARCHIONNE non capisca niente,mentre la concorrenza sta andando benissimo,macina utili,zero perdite........ma ormai non vi crede più nessuno,siete solo pagati da qualche concessionaria estera per dire cose false!!!!!!!VERGONA!!!!!!!!!!!!!!!!
Ritratto di superblood
31 luglio 2013 - 09:24
Ti consiglierei di contare fino a 10 prima di commentare, e magari di evitare di urlare :-) Poi, se credi veramente che tutti quelli che commentano qui siano pagati dalle concessionarie, mi chiedo perchè TU non dovresti essere pagato da una concessionaria :-) W Fiat, l'indotto che crea, le tasse che paga e W l'Italia!
Ritratto di Porsche
31 luglio 2013 - 11:11
ce la fai a fare un commento leggermente diverso dai soliti ? Sforzati che nessuno di denuncia
Pagine