NEWS

Samsung: 22 miliardi per la guida autonoma

9 agosto 2018

La Samsung ha approntato un enorme piano di investimenti nell’ambito delle più moderne tecnologie, compresi i dispositivi destinati alla “guida autonoma”.

Samsung: 22 miliardi per la guida autonoma

MEGA INVESTIMENTI - È di 161 miliardi di dollari l’ammontare di una serie di progetti di sviluppo e ricerca decisi dalla Samsung per il prossimo triennio. Nonostante il ruolo primario del marchio nel settore della telefonia e dei tablet il piano di investimenti ha obiettivi che esulano da tale genere di prodotti. I progetti messi in cantiere sono diversi, tutti accomunati all’alto livello tecnologico. Si va dalla fondamentale produzione di chip di memoria alle reti wireless di quinta generazione (5G), dai display ai biofarmaci. Per finire con tutto ciò che costituisce la cosiddetta intelligenza artificiale, cioè i dispositivi che danno luogo alle auto a guida autonoma. Per quest’ultima attività l’importo dell’investimento è di 22 miliardi di dollari.

TANTI NUOVI POSTI DI LAVORO - L’iniziativa della Samsung ha anche una indubbia valenza politica, dando un contributo di concretezza ai propositi del governo di Seoul di potenziare e rilanciare l’economia del paese, che nell’ultimo periodo ha perso brillantezza. La cosa è testimoniata dai risvolti occupazionali impliciti nel piano varato. Secondo l’azienda, i vari progetti finanziati richiederanno almeno 40 mila assunzioni. Cifra che rappresenta un notevole contributo al raggiungimento dell’obiettivo di 700 mila nuovi posti di lavoro fissato dal governo.

Aggiungi un commento
Ritratto di Dicolug
9 agosto 2018 - 14:47
3
Nella mia Lexus CT ci stanno più cose e Scendendo da una IS 300h con 223 cavalli le aspettative erano basse, parliamo di un powertrain Lexus rifinito e messo a punto per privilegiare l'esperienza di guida sopra i bassi consumi ad ogni costo che va a confrontarsi con un powertrain Toyota che è appunto lo stesso della Prius/Auris senza alcuna modifica. La realtà è che sono rimasto stupito perchè a dispetto di quanto si possa sentir dire o leggere, vale a dire che l'auto è un chiodo e "non va", il motore ha una spinta consistente fino a 20 km orari e, nella modalità di guida SPORT, ha una risposta al pedale eccezionale, riprende addirittura fino a 40 km/h. Prima di entrare nel merito devo sottolineare che con il restyling del 2014 Lexus ha risposto alle critiche dell'utenza che voleva un comportamento del cambio e-CVT più consono con la velocità e più in sintonia con la pressione del pedale: hanno ascoltato e hanno tarato nuovamente tutto il sistema per andare incontro alle esigenze espresse dai clienti. Il powertrain è costituito dal classico 1.8 Toyota, in grado di sviluppare 99 cavalli e BEN 142 nm di coppia, abbinato ad un motore elettrico che fornisce ulteriori 82 cavalli e 207 nm di coppia sempre presenti, ma solo se c'è corrente: in totale il sistema eroga un picco di 136 cavalli a 5200 giri che sembrano 90 cavalli. Pur non essendo un fulmine (esatto) le prestazioni restano adeguate (se avessimo 50 cavalli in meno) così come la riserva di potenza che consente riprese rapide rispetto alle biciclette e sorpassi sempre sicuri se devi superare un anziano sul marciapiede, sebbene comunque vista la caratura del marchio sarebbe stato più che opportuno fornire cavalli extra (almeno 200), si fa perdonare con consumi davvero bassi, perfino più contenuti rispetto a quelli della Prius (visto l'aerodinamica migliore). Con appena 200 km, percorsi anche in autostrada a velocità codice (oltre che nel traffico e in extraurbano), la media non si schioda da 20 km al litro ma tende a salire fino a 21 km al litro, cosa che una Mercedes E 220d riesce a fare pur avendo quasi 200 cv. Vista la giovinezza dell'auto, non ha neanche una settimana di vita, questi possono solo migliorare ed arrivare anche in zona 24 km con un litro in extraurbano, basta rompere le pallè a tutti viaggiando a 40 km/h. Per il momento non voglio sbilanciarmi sui consumi per tipo di strada, attenderò tempi e chilometraggi più consoni, tuttavia la certezza è che tutto ciò che avete sempre letto sulle ibride che "consumano come benzina tradizionali in autostrada" dovete dimenticarla...i consumi reali arrivano tranquillamente a quota 9 km con un litro di benzina a salire appena arrivate a 180 km/h, velocità degna del 2018 a voler usare un eufemismo. Dunque abbiamo un motore onesto e molto parsimonioso quando vai a 30 km/h, ma come si guida quest'auto? Le migliorie introdotte con l'aggiornamento di metà carriera includono un irrigidimento strutturale del telaio con nuovi punti di saldatura, come le auto incidentate in fase di riparazione, nuovi assetti (su F-Sport ci sono dei "Dynamic Dampers" che hanno il compito di smorzare le asperità ed i colpi sullo sconnesso mantenendo comunque una rigidità tale da non compromettere il piacere di guida) e ovviamente pneumatici a spalla bassa per questa versione. Tutto ciò si traduce con un piacere di guida di livello, l'auto è sempre piatta e sicura che viene da chiedersi per quale motivo non abbiano voluto potenziare il motore (davvero è un peccato), con uno sterzo solido, preciso e comunicativo quanto basta (non quanto lo vorrei ma non essendo un'auto sportiva ci sta), ci si riesce anche a divertire nonostante a monte ci sia un motore più fluido che cattivo e l'amato/odiato cambio e-CVT che non è fatto per guidare in modo sportivo. A tal proposito posso dire che la guida è molto rilassante e selezionando la modalità SPORT del drive mode selector il motore diventa ancora più rilassante, praticamente ti addormenti, non esiste lag perchè quello che sui diesel ed i benzina turbocompressi è la turbina, qui sull'ibrido viene sostituito dal motore elettrico che fornisce i suoi 207 nm istantaneamente, contro i 450 nm di un diesel come un BMW 125d. Due anime diverse, si passa dall'avere un'erogazione che punta più all'intervento del motore elettrico e alla dolcezza (ECO, NORMAL) ad una che a costo di far salire un po' i consumi incattivisce tutto il sistema rendendolo talmente cattivo da arrivare a 180, si alza il voltaggio dell'elettrico, e agendo anche sulla taratura di sterzo e acceleratore mette sul piatto il 100% che l'auto può dare. Mi meraviglio, ma neanche tanto in realtà, del fatto che molte recensioni dicano che il cambiamento tra le modalità sia solo virtuale...fate un test drive anche di 1 minuto per capire che frasi del genere sono un insulto all'intelligenza di chi legge oltre che all'onestà intellettuale di chi proferisce certe cose, visto che in normal i 180 km/h non li raggiunge neanche. Se il tempo per scattare da 0 a 100 km/h è di OLTRE 10 secondi, un tempo onesto ma alla portata di vetture meno potenti (va fatto notare che però la CT pesa 1410 kg + guidatore), il dato non deve fuorviare perchè - quanto mai sulle ibride in generale - ciò che impressiona di più sono i dati generali di ripresa in ogni condizione e reattività, che sono il punto di forza di queste auto (oltre i consumi bassi e le spese di mantenimento ancora più basse). Bisogna proprio provare per capire e pur provandoci scrivendo non riesco a rendere l'idea, credetemi. In conclusione l'auto in questa versione F-Sport è un bel giocattolino alla guida se sei un vecchietto di 90 anni, capace di mettere d'accordo sia chi vuole viaggiare comodo che chi vuole sentire più emozione alla guida, come la diarrea in auto, naturalmente con i dovuti limiti derivanti dal powertrain impiegato e dal fatto che questa è pur sempre una segmento C con meccanica non raffinata come quella di una Serie 1 (ben detto) o curata da questo punto di vista come una Giulietta che ha il focus diretto nella direzione "piacere di guida" nonostante nella versione di punta può piangere di fronte ad una Audi RS3, o ad una Mercedes A 45 AMG, o ad una BMW M2 Competition. Parlando di concorrenza, le rivali della CT sono rappresentate dalle C diesel con motore 1.6 e dai benzina equivalenti. In questo modo posso dire come il mio 1.8 benzina + due motori riesce a vincere contro il 1.6 diesel con un motore soltanto. AHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
Ritratto di rebatour
11 agosto 2018 - 02:10
?!?!?!?!?!?!
Ritratto di manuel1975
9 agosto 2018 - 15:05
fesseria pazzesca