NEWS

Sistemi di assistenza alla guida: non tutti li tollerano

Pubblicato 30 agosto 2019

Uno studio ha evidenziato che una parte degli automobilisti americani ritengono i sistemi di assistenza alla guida troppo invasivi.

Sistemi di assistenza alla guida: non tutti li tollerano

ASSISTENZA ALLA GUIDA - I sistemi avanzati di assistenza alla guida ormai fanno parte dell’equipaggiamento dei moderni veicoli e sono sempre più richiesti dagli utenti, perché in grado di rendere la marcia più sicura e meno stressante. Ma non tutti i possessori di auto la pensano così. Infatti, secondo l’indagine condotta dall’istituto di ricerca J.D. Power, negli Stati Uniti molti proprietari di nuovi veicoli non sono affatto stati conquistati da queste nuove tecnologie. Lo studio, che ha coinvolto 20.000 utenti neo-possessori di veicoli nell'anno 2019, ha analizzato la loro interazione con 38 diverse tecnologie nell’arco dei primi 90 giorni di proprietà. Le principali categorie tecnologiche analizzate nello studio sono: intrattenimento e connettività, sistemi anticollisione, comfort, assistenza alla guida, mirroring dello smartphone (come lo smartphone si interfaccia con il sistema multimediale) e navigazione.

MANTENIMENTO DI CORSIA - Nello specifico, molti degli intervistati hanno espresso le loro lamentele nei confronti dei sistemi di assistenza al mantenimento della corsia; il 23% ha dichiarato di ritenere questi sistemi fastidiosi e, tra loro, il 61% li ha disabilitati del tutto. Lo studio ha inoltre rilevato che il 21% degli intervistati ha dichiarato di disabilitare il mantenimento di corsia a prescidere. Su un totale di 1000, che rappresenta il punteggio pieno per il gradimento del pubblico, tra le sei categorie misurate nello studio il sistema anticollisione ha ottenuto il punteggio più alto (813). Il mirroring dello smartphone (789) si è collocato al secondo posto, seguito da comfort (787), intrattenimento e connettività (782), assistenza alla guida (768) e navigazione (744).

CARPLAY E ANDROID SONO OK - L'indagine della JD Power ha anche esaminato la soddisfazione dei clienti per i sistemi Apple CarPlay e Android Auto (per connettersi al sistema multimediale e attraverso il quale utilizzare alcune applicazioni dello smartphone); degli intervistati il 69% aveva veicoli compatibili con Apple CarPlay o Android Auto e il 68% di essi ha dichiarato di desiderare un sistema di navigazione installato di fabbrica nella propria futura auto (rispetto al 72% di coloro con auto senza Apple CarPlay o Android Auto). 

I MODELLI - Lo studio ha consentito di rilevare anche la soddisfazione dei clienti nei confronti dei sistemi di bordo dei singoli modelli (tabella qui sopra): la Hyundai Kona e la Toyota C-HR si sono classificate al primo posto nel segmento small; la Kia Forte ha ricevuto il premio nel segmento compact; la Kia Stinger nel segmento compact luxury; la Chevrolet Blazer nel segmento midsize; la Porsche Cayenne nel segmento midsize luxury; e la Ford Expedition nel segmento large. 





Aggiungi un commento
Ritratto di NeroneLanzi
30 agosto 2019 - 23:28
Abbastanza preoccupante che più di due terzi di coloro che hanno Apple CarPlay o Android auto pensino di prendere in futuro una vettura con navigatore integrato. Dá l’idea di quanto la gente o non sappia usare quello che ha o non ne capisca l’impatto.
Ritratto di Mattia Bertero
31 agosto 2019 - 10:16
3
Concordo. Io ho il navigatore di serie sulla mia versione della Stonic ma utilizzo solo più Android Auto con Google Maps come navigatore, sempre aggiornato ed è estremamente chiaro.
Ritratto di svedishcar
2 settembre 2019 - 17:17
6
Ho visto una Corolla nuova e il proprietario con il telefono all'orecchio. Non sarà nemmeno in grado di collegare il Bluetooth. Ho perso fiducia nell'intelligenza umana...
Ritratto di Greycar
31 agosto 2019 - 07:49
Oggi la vita è frenetica e la gente vuole le comodità a portata di mano. Dover collegare e scollegare con un cavetto USB il proprio smartphone all'auto ogni volta che si sale e si scende rappresenta un adempimento di troppo. Più comodo il normale collegamento Bluetooth per telefonare che avviene in automatico e il navigatore integrato sempre disponibile in plancia...
Ritratto di NeroneLanzi
31 agosto 2019 - 15:45
Sì può essere una fatica eccessiva a volte collegare il cavo. È per quello che si sta lavorando per avere le funzioni di entrambi i dispositivi di mirroring attive su Bluetooth. Il fatto è che entrambi si sono dimostrati più chiari, leggibili, rapidi da usare in tutti i test effettuati per misurare la sicurezza delle due alternative. Ovviamente lato utente sono preferenze personali. Personalmente preferisco spendere quei due secondi a collegare il cellulare ad un cavo e avere uno strumento più efficace, proprio perché la vita è frenetica.
Ritratto di Greycar
3 settembre 2019 - 07:57
Ragionamento condivisibile. Tuttavia se avessi un'auto più moderna dotata dell'attuale tecnologia di bordo, ammesso che vi sia l'utile nav integrato (viste le compatibilità Android- auto e Apple Carplay i nav integrati spesso sono dati come accessori a pagamento), userei la porta usb per la musica e il Bluetooth per il telefono. E' tutto quanto serve alle mie esigenze, in comodità e sicurezza. Ma è un punto di vista personale e un'antipatia per il collegare e scollegare il cavo usb.
Ritratto di Spock66
31 agosto 2019 - 09:53
Presente tra quelli che disattivano subito il mantenimento di corsia..fastidio totale e inutilità massima
Ritratto di Mattia Bertero
31 agosto 2019 - 10:24
3
La gente deve imparare ad accettare queste cose, oramai il futuro è questo. Sulla mia Stonic ne ho qualcuno e ci ho fatto l'abitudine. Personalmente trovo molto utile la frenata d'emergenza se è tarata bene è un gran aiuto contro la gente che inchioda di colpo o ti taglia la strada, il Cruise non adattivo che ti abbatte i consumi e ti fa riposare il piede ti basta e avanza, quello adattivo mai provato. Il mantenitore c'è l'ho solo con il segnale acustico e lo disattivo sempre che è fastidioso, utile se sei stanco e devi guidare. Per quanto riguarda Android Auto ed Apple Car Play ora non ne potrei fare a meno, ho Android Auto che funziona benissimo ed è comodissimo.
Ritratto di Mbutu
31 agosto 2019 - 14:40
Ho sempre preferito Maps o Tom Tom ai (rari devo ammettere) navigatori integrati che ho provato. La frenata di emergenza fortunatamente non mi è mai servita, al massimo sono arrivato al cicalino; però sono contento di averla. Quel 21% che disattiva a prescindere si commenta da se. Non ho capito il criterio per cui anti collisione ed adas siano state considerate due categorie distinti. Ad ogni modo mi pare un alto gradimento per tutte le categorie a riprova del fatto che quando certi sistemi ci sono poi le persone li trovano utili.
Ritratto di Rocki
31 agosto 2019 - 16:13
La frenata di emergenza ottima devono farla assolutamente obbligatoria ,anche a me non è masi entrata in funzione ,ma penso che con tutti i distratti al telefonino eviterà molti incidenti . Obbligatoria da subito !
Pagine