NEWS

Stellantis: Tavares a Mirafiori e Grugliasco

Pubblicato 25 febbraio 2021

Nella sua seconda visita agli impianti italiani il ceo di Stellantis conferma gli investimenti della Maserati, ma sottolinea che il costo di produzione in Italia è troppo alto.

Stellantis: Tavares a Mirafiori e Grugliasco

VISITA LE FABBRICHE - Come riferisce il Sole 24 Ore, il ceo di Stellantis, Carlos Tavares, ha fatto visita agli stabilimenti italiani di Mirafiori e Grugliasco. Un incontro con i rappresentanti dei lavoratori di tutte le sigle sindacali durato oltre un’ora. Mirafori e Grugliasco sono due realtà industriali italiane ancora molto importanti e perciò la scelta di Tavares è anche simbolica a poche settimane dalla fusione tra FCA e PSA. Il ceo di Stellantis è stato a Mirafiori, dove nasce la Fiat 500 elettrica, e a Grugliasco, dove si realizzano le Maserati Ghibli e la Quattroporte. E proprio a Grugliasco ha ribadito la sua intenzione di voler lavorare intensamente per il rilancio della Maserati. 

TEMI CRUCIALI - Secondo i sindacalisti i colloqui si sono svolti in un clima sereno, apprezzando la volontà di Tavares di aprire un dialogo con le organizzazioni sindacali su temi importanti come il costo del lavoro, la produzione, la competitività degli impianti. La visita a Torino segue quella fatta allo stabilimento di Melfi e di Cassino.

RILANCIO DELLA MASERATI - La situazione delle fabbriche torinesi ed è legata soprattutto alle attuali difficoltà della Maserati sul mercato. Grugliasco era la sfida di Fiat Chrysler sul polo del lusso e sul rilancio del brand Maserati ai tempi di Marchionne. E dopo i buoni risultati del 2017 i volumi sono calati e alla gamma si è aggiunta soltanto la Levante. E lentamente il mercato ha perso quote. C’è grande attesa per quello che il piano industriale di Stellantis indicherà per il rilancio del Tridente.

COSTO DI PRODUZIONE - Un altro nodo fondamentale al centro del confronto con i sindacati è il tema del costo del lavoro. Il ceo di Stellantis ha avuto colloqui anche con i rappresentanti dei sindacati delle fabbriche italiane di Fiat Chrysler e pare abbia lamentato i costi di produzione troppo elevati, da Mirafiori a Grugliasco e forse anche altrove, sono costi più alti rispetto a quanto avviene nelle fabbriche ex PSA di Francia e Spagna. E avrebbe aggiunto che i costi più alti non derivano certo dai salari rispetto ai lavoratori francesi e spagnoli.





Aggiungi un commento
Ritratto di Claus90
25 febbraio 2021 - 11:06
Fatele in Turchia le Maserati, addio made in Italy, chi compra un'auto del genere è appassionato anche del made in Italy e mette in conto di spendere qualche migliaio di euro in piu' su un auto da oltre 70 mila euro, non capisco il ragionamento di Tavares sul massimizzare a tutti i costi il profitto.
Ritratto di Check_mate
25 febbraio 2021 - 11:16
"chi compra queste auto", infatti, chi le compra??
Ritratto di Claus90
25 febbraio 2021 - 11:27
Il mercato del lusso non è mai in crisi, probabilmente in FCA non c'è mai continuità sui prodotti negli aggiornamenti o nelle novità, l'attenzione magari si sposta sull' acquisto sicuro di una Porsche o Audi di alta gamma.
Ritratto di Check_mate
25 febbraio 2021 - 11:38
Il mercato del lusso/Premium no, è vero. Ma l'offerta ed il conseguente mercato del Premium FCA hai voglia se lo è. In Italia o ci adeguiamo al passo dei mercati internazionali o rimarremo sempre fermi a contemplare il buon nome del Made in Italy mentre tutti gli altri corrono, fregandosene di quel che fu.
Ritratto di Vincenzo1973
25 febbraio 2021 - 13:07
ha parlato solo di costi elevati e non per colpa dei salari. quindi significa che ci sono passaggi della produzione che vanno rivisti, immagino questo almeno
Ritratto di Check_mate
25 febbraio 2021 - 13:09
Non parlo di salari, lungi da me dal criticare chi fatica in fabbrica. Io critico mentalità ed approccio che si hanno qui in Italia, con un occhio e mezzo sempre a ricordare i fasti passati e mai al futuro.
Ritratto di Vincenzo1973
25 febbraio 2021 - 14:04
vero. pero' strano parlino di Maserati che e' quella con i piani meglio avviati nel gruppo FCA. probabilmente ci sono dei processi da rivedere. abbassare i costi e ottimizzare e' obbligatorio. Maserati non e' spostabile dall'Italia per 1000 e 1000 motivi
Ritratto di Meandro78
25 febbraio 2021 - 14:29
Maaserati non ha immatricolato meno veicoli di Ferrari nel 2020? Pensano che che la MC20 risolva tutti i problemi?
Ritratto di Giuliopedrali
25 febbraio 2021 - 19:07
Secondo me si: ritorno alle origini, con la MC20 niente da dire, con le misteriose berline e SUV il confronto coi tedeschi è troppo devastante.
Ritratto di Flavio8484
25 febbraio 2021 - 13:38
Te lo spiego io:ha fatto notare come le tasse in italia siano molto alte, e che purtroppo il costo piu alto, non va a beneficio dei lavoratori, ma nelle tasche di chi governa, piu semplice di cosi...
Pagine