NEWS

UE e Corea protestano per i nuovi incentivi USA

Pubblicato 12 agosto 2022

Gli USA varano un nuovo pacchetto di incentivi per le auto elettriche, ma a patto che siano costruite entro i confini nazionali e con materiali non importati.

UE e Corea protestano per i nuovi incentivi USA

RIDUZIONE DELLE EMISSIONI O GUERRA COMMERCIALE? - Una buona notizia per l’ambiente - il Senato USA ha ripristinato il credito d’imposta per l’acquisto dei veicoli elettrici - rischia di scatenare una guerra commerciale perché le norme penalizzerebbero le automobili europee e coreane. Esponenti dell’Unione Europea e della Corea del Sud hanno infatti dichiarato che le nuove norme potrebbero discriminare i veicoli di costruzione straniera e violerebbero persino i trattati della WTO, l’Organizzazione mondiale del commercio. Il faraonico piano Inflation Reduction Act, approvato domenica scorsa dal Senato degli Stati Uniti e che vale 430 miliardi di dollari, aumenterebbe il tetto massimo del credito d'imposta (attualmente di 7.500 dollari) concesso a chi acquista veicoli elettrici ma contiene diverse restrizioni, compresa quelle che permette soltanto ai veicoli assemblati nel Nord America di accedere al credito.

LE PROTESTE EUROPEE E COREANE - Questo vincolo fa parte di un piano più articolato che include anche disposizioni pensate per limitare l'importazione di componenti delle batterie, compresi quei minerali “critici” che attualmente provengono in massima parte dalla Cina. Reuters riporta le affermazioni della portavoce della Commissione europea Miriam Garcia Ferrer:  "Pensiamo che queste norme stiano discriminando i produttori stranieri rispetto a quelli statunitensi e questo significherebbe la loro incompatibilità con i regolamenti del WTO”. La portavoce  ha ricordato che l'UE concorda con il governo americano sul fatto che i crediti d'imposta sono un incentivo importante per orientare la domanda di veicoli elettrici e promuovere la transizione verso il trasporto sostenibile. Queste misure debbono però essere eque e non discriminatorie e quindi la UE chiede agli Stati Uniti di rimuovere questi elementi discriminatori dal disegno di legge. Anche la Corea del Sud ha espresso preoccupazione per il fatto che il disegno di legge potrebbe violare le regole del WTO e un accordo bilaterale di libero scambio firmato con gli stati Uniti, con Ministero del Commercio che ha chiesto alle autorità USA di allentare i requisiti sui componenti della batteria e l'assemblaggio del veicolo. Il Ministero ha anche incontrato rappresentanti di Hyundai Motor e dei produttori di batterie LG Energy Solution, Samsung SDI e SK, che hanno chiesto un sostegno politico affinché questo disegno di legge non le mettesse in svantaggio competitivo nel mercato statunitense.

ACCORDI VIOLATI - La Korea Automobile Manufacturers Association (KAMA) ricorda che la Corea del Sud ha incentivi anche per i veicoli elettrici prodotti negli Stati Uniti e ha chiesto agli Stati Uniti che vengano inclusi nel programma degli incentivi i veicoli elettrici e i componenti della batteria prodotti o assemblati in Corea del Sud in base all’accordo di libero scambio citato più sopra. Hyundai si è detta "delusa dal fatto che questa legislazione limiti gravemente l'accesso ai veicoli elettrici e la scelta dei consumatori americani, rallentando la transizione verso la mobilità sostenibile". In effetti il Dipartimento dei trasporti statunitense aveva chiesto agli Stati di fissare gli obiettivi per ridurre le emissioni (qui la notizia). Ricordiamo che l’azienda attualmente importa i suoi veicoli elettrici di punta dalla Corea ma ha recentemente annunciato investimenti per 10 miliardi di dollari negli USA, compresi insediamenti produttivi per gli EV in Alabama e Georgia.  

QUALCUNO È CONTENTO - Lo strapotere della Cina nel settore degli elementi necessari alla costruzione di batterie e motori elettrici è noto e non riguarda soltanto il litio ma anche cobalto e grafite (qui per saperne di più). Queste misure sui materiali, che entreranno in vigore in due scaglioni - al 31 dicembre 2023 per i componenti “fabbricati o assemblato da un'entità estera di interesse” e al 31 dicembre 2024 per i “minerali ‘critici’ contenuti nella batteria” - accelereranno la creazione di una filiera statunitense per l’estrazione dei minerali e la costruzione dei componenti delle batterie e delle batterie stesse. Si tratta di elementi critici come lo sono i chip e quindi non ci stupiamo nel vedere che il Governo spinga in tal senso come ha già fatto per i semiconduttori (qui la notizia). Le società minerarie degli Stati Uniti sono ovviamente molto interessate a questa prospettiva di grande crescita della loro attività. Todd Malan, Chief External Affairs Officer di Talon Metals, ha per esempio dichiarato a Cleantechnica che "l'Inflation Reduction Act è un enorme impulso all'intera catena di approvvigionamento di veicoli elettrici statunitensi, dall'estrazione dei minerali alla produzione delle batterie fino al riciclaggio dei materiali. Le nuove regole garantiscono che i lavoratori negli impianti nazionali di estrazione e lavorazione dei minerali contribuiranno alla transizione verso i veicoli elettrici. È importante anche il consenso politico bipartisan sul fatto che la catena di approvvigionamento delle batterie per veicoli elettrici è una questione di sicurezza nazionale”.


 



Aggiungi un commento
Ritratto di alvola2023
12 agosto 2022 - 15:38
Vabbé, per parlarne va pure bene, ma tanto praticamente all'italiano medio (e anche meno medio, a dire il vero), con un venduto nazionale che se va bene (nonostante, appunto visto che è l'argomento, gli incentivi) fa il 3% o poco più: che je cambia/interessa? Tanto si è capito che con questa nuova tecnologia accadrà (ai piani alti) tutto e il contrario di tutto: in italia - EU e a quanto pare in tutto il mondo. Alla fine si è capito che conta la qualsiasi, in questo "nuovo gioco", tranne quello che vorrebbe la grossa, grossissima, percentuale dei consumatori/automobilisti. Per come è nata storta la cosa, sarà difficile rimetterla dritta in futuro, pare evidente.
Ritratto di Oxygenerator
13 agosto 2022 - 17:17
Ma solo io, non ho capito il commento ?
Ritratto di Mc9
15 agosto 2022 - 09:51
Riassumendo, ha scritto che se in Italia applicassimo la stessa politica con il 3% di mercato dell'elettrico non ci cambierebbe nulla a livello economico. Concludendo che l'elettrico nom va nella direzione voluta dai consumatori, penso si riferica ad autonomia, prezzi e design. Ma prendilo con le pinze.
Ritratto di Oxygenerator
15 agosto 2022 - 10:30
:-))) Grazie
Ritratto di cava64
12 agosto 2022 - 15:39
......i paladini del libero mercato ......a casa degli altri , pero'.
Ritratto di Oxygenerator
13 agosto 2022 - 17:16
Vero
Ritratto di Road Runner Superbird
12 agosto 2022 - 15:59
Gli Stati Uniti attualmente dipendono troppo dall'estero, soprattutto dalla Cina, per quanto riguarda materiali preziosi per la filiera produttiva di alta tecnologia, leggasi batterie e semiconduttori, fondamentali per l'industria della difesa. Questo "pacchetto" di norme va inquadrato in uno piu' ampio piano di autonomia strategica. La cosa divertente è che era tra gli stessi piani dell'amministrazione Trump, ma se lo fanno i democratici allora è condivisivibile per l'opinione pubblica. L'UE dovrebbe svegliarsi e fare una volta tanto un'unica potenza che raggruppi tutti i membri ed iniziare politiche mirate all'autosufficienza e alla propria posizione nel mondo.
Ritratto di Road Runner Superbird
12 agosto 2022 - 16:32
Nel senso che l'UE trovi una politica industriale ed energetica comune per affrontare le nuove sfide mondiali, ragionado come una unica testa, di non dipendere troppo dagli USA (piuttosto diventare alleati di pari livello) e stare attenta a minacce quali Russi e Cinesi, oltre a creare una barriera da quell'area di instabilita' che si espande sempre di piu' dall'Africa.
Ritratto di chinaobbrobri
12 agosto 2022 - 17:31
Road concordo su tutta la linea...
Ritratto di Il Bavarese
12 agosto 2022 - 22:02
Quale UE? Quella dove appena partì la pandemia si iniziarono a fregare le mascherine tra una nazione e l’altra? Al primo vero problema dal dopoguerra dopo cinque minuti frontiere chiuse e ognuno per sé! La UE…
Ritratto di Al Volant
13 agosto 2022 - 06:44
L'unione europea è molto più sveglia di quello che credi, infatti siamo in guerra con la Russia per la CONQUISTA dell'Ucraina, che, diciamolo per la centesima volta, ha uranio litio e cobalto sufficienti per una quarantina d'anni per la domanda europea.. (dopo si spera in nuove tecnologie, ma un passo per volta).
Ritratto di AndyCapitan
13 agosto 2022 - 19:48
4
...ma sei ironico o dici davvero?....conquista de che...ti ricordo che la guerra la sta vincendo la russia...ha preso tutto il mar nero+donbass e crimea....sono i luoghi piu' forniti di materie prime....terre rare e gas ...petrolio e acciaio....nonche' porti dove arrivano grano e fertilizzanti....come ciliegina sulla torta la UE sta facendo solo le sanzioni a noi stessi...ottimo...ottimo...molto sveglia la UE...ahah
Ritratto di Miti
14 agosto 2022 - 13:14
1
Andy ... l'Europa non fa una politica pro-europea. Ma pro-americana. Mi dici con che politici dobbiamo noi fare il "gioco" europeo? Quando in una comunità di stati si prende la decisione di "aiutare" obbligatorio lo stato con l'economia più potente diventata così proprio perché ( i tedeschi) non hanno mai badato ad una politica economica comunitaria ma esclusivamente alle tasche proprie, al made in Germany, il risultato è questo. Tolto il gas russo il castello tedesco inizia sgretolarsi. A questo punto dobbiamo essere tutti solidali perché se crolla l'economia tedesca... crolla l'intera comunità. Ma sempre a questo punto mi chiedo... quale sarebbe questa comunità? E dov'è la sua sostanza? l'America ha fatto e fa sempre il suo interesse. L'ha fatto in tutte le guerre che non hanno mai vinto ma da dove , dal punto di vista finanziario, hanno sempre avuto da guadagnare. L'ho fanno adesso in Ucraina riuscendo risuscitare un'organizzazione militare moribonda proprio perché in Europa, vincitrice del Nobel per la pace, sono riusciti iniziare una guerra. Armare fino ai denti l'Europa con ,ovviamente , equipaggiamento made in USA. Soldi a palate da febbraio per tutte le aziende americane di armamento. E tutte le altre che sono collegate a queste. Politica penosa europea e addirittura schifosa quella russa. Con quella cinese a mille facce. Con l'interesse del turco nel farsi un nome sempre più importante nel mondo. L'americano farà sempre il suo gioco, che sia chiara. E questo si chiama dollaro. Si chiama intromettersi nei affari degli altri stati. Nel sottomettere. In nome della democrazia di casa. Da esportare a qualsiasi condizione in giro per il mondo. E se per questo può anche scoppiare qualche conflitto, pazienza, è solo un incidente di percorso.
Ritratto di AndyCapitan
14 agosto 2022 - 15:02
4
...Miti....son pienamente d'accordo con te....dov'e' l'europa?....e' unita?...o il primo che si sente in difficolta' pensa al proprio orticello???...boo...allora cosa l'abbiamo fatta a fare questa finta unione ? ...possiamo anche viaggiare ognuno per conto nostro...
Ritratto di Miti
14 agosto 2022 - 17:12
1
Andy , è proprio questo il problema. Non si può . Non più. Perché ogni paese in se è troppo piccolo per le sfide di adesso nel mondo. Ma l'Europa, questi politici di m devono capire che, se non lasceranno il loro interesse da parte una volta per tutto, l'Europa verrà veramente mangiata viva delle potenze del mondo. Per me si deve iniziare un vero discorso con la Russia. Fin quando non è troppo tardi. Ma davvero un dialogo da dove tutte due avere benefici. Non obbligatorio nel danno degli americani o ucraini ma assolutamente non nel danno dell'Europa. Perché la Russia non può vivere senza l'Europa e viceversa. Le ricchezze della Russia possono diventare il motore economico dell'Europa. Fare della Russia un vantaggio non un nemico. Pensa su un po' ...chi potrebbe volere bene economicamente l'Europa? La Cina ? Gli Stati Uniti? Gli arabi? Penso che nessuno di loro , ogni uno ha il suo interesse. Se sai essere persuasivo , metti gli americani allo stretto. Vedi Erdogan con i sistemi russi S400. Sono abilità diplomatiche e militari che l'Europa deve iniziare di mostrare. Il cinese vuole vendere ? Si ma nel guadagno di tutte due. E lo stesso per tutti. O l'Europa tira fuori le @@ o ... La guerra ci ha messo ad un bivio...con la pandemia ogni uno ha gestito a razzo di cane. Con la crisi economica peggio. Cosa vogliamo fare ? Pur troppo, con una guerra in corso , l'Europa è come una vecchia signora alettata. Prossima alla coma , dal punto di vista economico-militare-strategico-politico. E gestita con i farmaci sbagliati. Ovviamente dal sistema politico militare americano.
Ritratto di Miti
14 agosto 2022 - 17:12
1
Andy , è proprio questo il problema. Non si può . Non più. Perché ogni paese in se è troppo piccolo per le sfide di adesso nel mondo. Ma l'Europa, questi politici di m devono capire che, se non lasceranno il loro interesse da parte una volta per tutto, l'Europa verrà veramente mangiata viva delle potenze del mondo. Per me si deve iniziare un vero discorso con la Russia. Fin quando non è troppo tardi. Ma davvero un dialogo da dove tutte due avere benefici. Non obbligatorio nel danno degli americani o ucraini ma assolutamente non nel danno dell'Europa. Perché la Russia non può vivere senza l'Europa e viceversa. Le ricchezze della Russia possono diventare il motore economico dell'Europa. Fare della Russia un vantaggio non un nemico. Pensa su un po' ...chi potrebbe volere bene economicamente l'Europa? La Cina ? Gli Stati Uniti? Gli arabi? Penso che nessuno di loro , ogni uno ha il suo interesse. Se sai essere persuasivo , metti gli americani allo stretto. Vedi Erdogan con i sistemi russi S400. Sono abilità diplomatiche e militari che l'Europa deve iniziare di mostrare. Il cinese vuole vendere ? Si ma nel guadagno di tutte due. E lo stesso per tutti. O l'Europa tira fuori le @@ o ... La guerra ci ha messo ad un bivio...con la pandemia ogni uno ha gestito a razzo di cane. Con la crisi economica peggio. Cosa vogliamo fare ? Pur troppo, con una guerra in corso , l'Europa è come una vecchia signora alettata. Prossima alla coma , dal punto di vista economico-militare-strategico-politico. E gestita con i farmaci sbagliati. Ovviamente dal sistema politico militare americano.
Ritratto di Volpe bianca
12 agosto 2022 - 16:46
Lungi da me incensare gli Usa ma é un provvedimento saggio a mio parere, che punta dritto a un nazionalismo economico piuttosto auspicabile specie in questo periodo di transizione all'elettrico. Come si dice, chi fa da sé... Quello che inquieta e che sempre viene minimizzato invece è "... l'enorme impulso all'estrazione e lavorazione dei minerali necessari ecc ecc... "
Ritratto di pokemon64
16 agosto 2022 - 21:56
3
Concordo, inoltre per loro è una questione di sicurezza nazionale, oltre che di affari. Inoltre, mio personalissimo parere, visto che gli incentivi sono in dollari trovo giusto che vengano distribuiti in loco, e non all'estero per importazioni di auto e/o componenti; magari l'avessimo fatto anche noi in Italia per l'ambito UE
Ritratto di chinaobbrobri
12 agosto 2022 - 17:28
Ma protestare cosa!!! Ammesso che Biden per me è ancor più delinquente del suo predecessore, una nazione avrà pure il diritto ad autoregolamentare quello che gli pare...o no? Perchè debbo regalare incentivi ad altri, ancor peggio se ai cinesi con i loro rottami? Ma che si inc...no!!
Ritratto di Ferrari4ever
12 agosto 2022 - 17:49
1
Nessuno sarà mai un delinquentie più di capelli arancioni trumpolo.
Ritratto di chinaobbrobri
12 agosto 2022 - 20:25
Tu dici? Ti ricordo che da quando questo troglodita è al potere si sono scatenate 2 guerre ed altre due sono sul chi va là. Oltre ai ritorni di fiamma di tanti altri focolai sopiti da tempo…Questo è più massone di Trump, fidati!
Ritratto di pokemon64
16 agosto 2022 - 21:58
3
In effetti l'Ucraina è stata invasa dagli USA!
Ritratto di gainfranco
13 agosto 2022 - 08:39
sarà ma di guerre non ne ha fatte !!
Ritratto di AndyCapitan
14 agosto 2022 - 15:11
4
se guardiamo i fatti....trump ha ritirato le truppe da parecchie parti del mondoe ha pensato agli affari interni senza rompere i cosiddetti a nessuno mentre obama, biden ,i clinton e bush invece son stati i piu' guerrafondai di tutti...forse ci vorrebbero piu' persone terra terra come trumpolo ...va a sapere....magari l'abbiamo tutti criticato ingiustamente guardando solo all'invidia per il suo stato finanziario....comunque di una cosa son sicuro al 99%....se c'era Trump il Putin non avrebbe iniziato questa guerra...poi mi posso sbagliare eh
Ritratto di Andre_a
12 agosto 2022 - 23:57
9
Assolutamente no. Dove ci sono accordi internazionali non fanno come gli pare
Ritratto di chinaobbrobri
13 agosto 2022 - 07:25
Perché secondo te la China aderisce e/o rispetta o ha mai rispettato accordi internazionali? A me pare di no! Ergo…
Ritratto di Andre_a
13 agosto 2022 - 07:54
9
Probabilmente la Cina no, infatti sono l'UE e la Corea del Sud a lamentarsi della decisione americana.
Ritratto di chinaobbrobri
13 agosto 2022 - 08:19
Esticaxxi! Devono imparare anche loro ad autoregolamentarsi! Guarda che questo provvedimento, comunque, nasce per stroncare sul nascere le velleità della china…Purtroppo ne faranno le spese agli inizi anche gli europei ed i coreani ma vuol essere un segnale. È chiaro che ormai parliamo di guerra sostanzialmente persa ma a sti maledetti non gli metti ogni tanto un bastone tra le ruote tra neanche 10 anni avranno anche il potere di dirti quante volte devi andare al cesso! Già oggi si vedono effetti deliranti con rincitrulliti che osannano le loro auto ed il loro design (quando va bene copiato ed incollato, quando va male vomitevole), figurati da qualche decennio!!! Mamma mia che sfascio!!!
Ritratto di Andre_a
13 agosto 2022 - 08:46
9
Il problema è che, se c'è un paese che può prosperare a frontiere chiuse, è proprio la Cina, hanno tutto ciò di cui hanno bisogno. Noi con l'export ci campiamo, e politiche isolazioniste ci faranno più male che bene.
Ritratto di pokemon64
16 agosto 2022 - 22:01
3
Non è proprio così, la Cina deve esportare per vivere. Noi europei o americani senza prodotti cinesi campiamo lo stesso, loro senza export no
Ritratto di giulio 2021
13 agosto 2022 - 09:20
Cinaobbrobri : ma aggiornati, sono i cinesi che anticpano il design oggi, anche se non hanno il gusto degli italiani secondo me, però alla fine l'industria italiana a cosa si è ridotta: se non ci fosse la 500 e la Ferrari... Sto leggendo un sacco di articoli della rivista Auto & Design di fine anni 80 (secoli fa) e tutti compreso un certo Giorgetto Giugiaro erano concordi sul fatto che l'industria giapponese, la grande novità all'epoca, ci aveva già superato anche in termini di design, di potenza di fuoco, di potenzialità, (poi in realtà dopo quell'epoca le industrie che hanno fatto davvero paura sono state quella tedesca e coreana più che i giap), oggi sarebbe ora di prender coscienza di qualcun'altro, e invece c'è qualcuno che ci vede ancora solo dei copia-incolla...
Ritratto di alvola2023
13 agosto 2022 - 09:48
Ancora con sti carillon.... Il fatto che japponesi e koreani abbiano da tempo stabilito la loro valenza automobilistica, non fa altro che sommare altri infiniti concorrenti, anzi detentori di quote di mercato. Quindi un ostacolo in più ai vari chinesi, vietnamiti, maliwensi o qualsiasi altra industria automobilistica agli albori (magari limitate al solo fare sotto licenza di gruppi occidentali auto per il proprio mercato locale, spesso con l'intento di riciclare un po' di materiale delle generazioni precedenti), per i quali ti si accende la fantasia quando sotto un video yt in cui ne parlano vedi che ha fatto wooow BEN 10.000 visualizzazioni :)
Ritratto di alvola2023
13 agosto 2022 - 09:57
Fermo restando che non si capisce quale dovrebbe essere il valore aggiunto del costruire (e avere una propria fabbrica) in Usa, che ogni tanto sbandieri per qualcuno. Stellantis farà lì metà della sua produzione, e ti fanno notoriamente tutte skyfo le auto del gruppo, incluso skyfare l'eventuale qualità coi relativi legami al luogo di produzione...
Ritratto di giulio 2021
13 agosto 2022 - 10:04
alvol2023 : ma non capisci che la minaccia cinese è uguale identica a quella giap o coreana (alla fine l'unica concreta poi è stata quella tedesca: 30 anni fa se dicevi che prendevi un'Audi al posto di una Lancia ti ridevano dietro...) solo moltiplicata per 1.000, cioè alla fine non soccombe nessuno, solo si ridistribuiscono le produzioni, il fatto è che poi queste industrie diventano sempre più prestigiose.
Ritratto di alvola2023
13 agosto 2022 - 10:41
Ti dico la verità gli davo più credito qualche anno fa, quando essendosi avviati prima in massa sull'elettrico davano l'impressione (e anzi c'era anche della sostanza) di avere una mezza marcia in più (niente a che fare ovviamente con Tesla, ma sui segmenti più popolari e di basso livello magari...). A distanza di diversi anni, visto come si stanno evolvendo le cose (parlo di bev al di fuori del loro mercato, e in particolare nel ns. di mercato EU), si è molta affievolita quella sensazione. Poi oh, se vogliano per anni e anni e anni e anni continuare a ripetere il solito "adesso arrivano", facciamolo pure eh; siamo in sezione commenti appunto per un po' di chiacchiericcio (quasi sempre a vuoto, lo si sa e accetta).
Ritratto di alvola2023
13 agosto 2022 - 10:52
Poi oh, dimmi tu: se a differenza mia ti risulta una classifica europea in cui in top 10 metà o anche 1/3, e anzi voglio essere magnanimo, anche solo 2 delle 10 sono chinesi e in particolari chinesi bev, beh dimmi pure eh, che poco poco poco che lo stesso rappresenterebbe tale risultato (te lo evidenzio così magari te ne rendi conto meglio: avere piazzato alla fine 2 sole auto in uno solo dei tanti mercati EU) almeno abbiamo/avremmo una base reale sulla quale parlare e fare previsione, comunque, a lunga anzi lunghissima scadenza (visti i ritmi).
Ritratto di chinaobbrobri
13 agosto 2022 - 15:38
Giulio, Giulio…troppo Lambrusco mantovano DOC fa male…ma quale design? Ma quale sorpasso? Ma di che accidenti stai parlando? Di rottami messi assieme per i saloni e poi venduti in qualche migliaio di esemplare in giro per il mondo? Di auto inguardabili che poi si smontano da sole alla prima curva? Di vetture che montano di serie pneumatici di plastica che si sgranano dopo neanche 5 mila km? Di batterie che prendono fuoco? Di alimentazioni a GPL che vanno in tilt dopo neanche due anni? Ma taci per Di*!
Ritratto di Miti
14 agosto 2022 - 14:11
1
@China.... guarda che la Cina non è arrivata da sola a questo record di essere il motore economico del mondo. Un motore economico comunista per il mondo capitalista. Ti rendi conto dell'assurdità di questa cosa ? Ma dall'altra parte, dobbiamo anche elogiare la fantastica voglia di fare di quel popolo. Magari se l'Europa avesse la metà della velocità cinese e della sua determinazione dei ultimi trent'anni. Perché, Cina , e facile dire così o cosa di questa gente ...ma mentre l'Europa deve gestire continuamente delle onde anomale al suo interno, la Cina ha semplicemente tirato benefici di questo. l'Europa non ha una politica economica comune, non ha una politica fiscale comune, non ha una politica estera comune. Non ha una politica energetica, semplicemente. Si vive di diktat, si vive di evasione, la malavita fiorisce in tantissimi stati. E potrei continuare al infinito. La globalizzazione ha fatto nascere l'Europa per fare in modo che sia più facile difendersi. Ma se il concetto di globalizzazione cadrà , e gli americani hanno tutto l'interesse che succeda ( non crederai che al America sta così al cuore Taiwan ad esempio?!) ... gli Stati Uniti accrebbero semplicemente tanto da guadagnare. Tutti i problemi del mondo ( il clima con la siccità e la fame , potenziali pandemie o la pericolosità di una guerra nucleare) cadono nel anonimato. Pur troppo non sono valutate in Borsa. Perché qui non si tratta se la Cina ci dirà quante volte andare in bagno ma se andremo liberi ... perché non mi piacerebbe nemmeno andare quante volte vuole il russo o i sauditi o che ne so io chi. l'Europa non ha una voce propria perché non ha una personalità propria. Assomiglia ad una specie di carrozza dove i cavalli tirano senza una logica e in maniera molto diversa. Sarà la nostra scelta se diventare semplicemente un mercato o un pezzo importante sulla scacchiera del mondo.
Ritratto di alvola2023
13 agosto 2022 - 09:41
Ma secondo me in Usa nemmeno lo sanno che in china fanno anche delle auto loro. Il massimo che penseranno/immagineranno è che qualche loro (americano) marchio-gruppo ci va a costruire auto per il mercato locale (chinese), vedi GM o Tesla stessa.
Ritratto di Ferrari4ever
12 agosto 2022 - 17:48
1
Perché dovrebbe favorire i produttori esteri, a discapito di quelli nazionali???
Ritratto di NITRO75
12 agosto 2022 - 17:58
Maaaa......leggetela per quello che è ...... non è la stessa cosa che ha fatto qualcuno in un ben noto paese dell'EST? Solo che lì la forza per prodursi le cose in casa ce l'hanno anche a scapito di eliminare dei particolari (ho letto che stanno producendo vetture senza ABS ed AIR BAG.......). Gli americani penso non rinuncerebbero nemmeno ai portabicchieri......E poi, quanto auto elettriche vengono INTERAMENTE prodotto in USA, con componenti MADE IN USA???????? Questo vuol dire fare una normativa at personam.
Ritratto di Alvolantino
12 agosto 2022 - 18:28
Fanno benissimo, stessa cosa che dovrebbe fare l'Italia, basta dipendere dalla Cina! Le auto elettriche sono un bene prezioso e vanno incentivate il più possibile per la loro diffusione, e soprattutto per l'ambiente ⚡
Ritratto di NITRO75
12 agosto 2022 - 18:34
Peccato che se lo facessimo qui da noi cosa riusciremo a mettere insieme? La Mole Urbana? Ma nemmeno. Siamo troppo dipendenti dall'Oriente e quello è soprattutto colpa di una politica fiscale che è talmente mortale che conviene ADDIRITTURA, far produrre all'estero ed importare....ditemi voi se non è un paradosso.
Ritratto di AndyCapitan
13 agosto 2022 - 19:54
4
esatto....sono gli stati europei che vogliono autocancellarsi con burocrazia...tasse galattiche e poco sostegno alle aziende...l'italia e' una delle prime nazioni in questo....delocalizza tutto e poi si lamenta...
Ritratto di Goelectric
12 agosto 2022 - 19:26
Magari lo facessimo qua sul cibo, con le eccellenze che abbiamo, mangeremmo sicuramente sano e buono, ma tanto sono pieni i mc donald quindi...
Ritratto di Volpe bianca
12 agosto 2022 - 21:36
+1
Ritratto di Mbutu
13 agosto 2022 - 01:51
Mc donald che usa carne italiana del gruppo cremonini. Giusto per dire che le bandiere non fanno qualità.
Ritratto di Volpe bianca
13 agosto 2022 - 07:05
@Mbutu, il gruppo Cremonini è una multinazionale che non utilizza solo carne italiana ma anche (per alcuni tagli) proveniente da Polonia, Australia, Uruguay, Francia. Carni provenienti da altri paesi o capi nati nei suddetti paesi e poi ingrassati qui in Italia. Molti di coloro che vanno al McDonald sono convinti di mangiare carne italiana, ma in realtà non è sempre così.
Ritratto di Andre_a
13 agosto 2022 - 07:56
9
Come è una possibilità in più. Non è che McDonald's, Starbucks e simili abbiano fatto fallire i ristoranti e i bar tipici italiani. Se uno ci vuole andare, ci può andare, se no no. Perché impedire agli altri di andarci?
Ritratto di AndyCapitan
13 agosto 2022 - 19:59
4
il gruppo cremonini a mio parere deve avere qualcosa di veramente losco dietro le quinte....se vuoi macellare un animale in italia puoi solo se passi dai centri cremonini e la carne e' distribuita ovumque...non solo per mcdonalds...anche gli steak house si forniscono da loro e poi spacciano la carne per americana o argentina....
Ritratto di Quello la
13 agosto 2022 - 09:32
Stavolta non sono d'accordo con il caro Goelectric (e di conseguenza con il carissimo Volpe). Capita. Non entro nel merito prodotti italiani sani Vs. McDonald's. In Italia puoi mangiare le eccellenze E il McDonald's (che a me non piace ma non reputo il male assoluto). C'è spazio per tutti e se al cliente non piace (vedi Domino's Pizza) il prodotto viene eliminato. Dal mercato però. Magari fosse così anche per la scelta dei motori tra vent'anni: a tizio piace l'elettrico e si sceglie l'elettrico, a caio il diesel e si compra il diesel e così via. E invece.
Ritratto di Volpe bianca
13 agosto 2022 - 13:49
@Quello la, vero, per i motori ci sarà spazio solo per una scelta
Ritratto di Mbutu
13 agosto 2022 - 15:10
Quello la, ma ancora con sta storia della scelta? Ma ancora non lo volete accettare che certe scelte ce le siamo giocate? Ormai siamo al surreale.
Ritratto di Andre_a
13 agosto 2022 - 16:23
9
Considerando l'impianto ambientale dell'industria della carne, mi sa che anche il McDonald's così come lo conosciamo durerà poco
Ritratto di Mbutu
13 agosto 2022 - 19:38
Certo andre_a, il mc e non solo lui. Mi domando solo se tutti quelli che fino ad oggi hanno scritto "se la prendono solo con la macchina, cominciassero con allevamenti ed agricoltura che inquinano di più" saranno disposti a cambiare abitudini alimentari. Ma anche qui stiamo andando OT.
Ritratto di Goelectric
14 agosto 2022 - 00:12
Non capisco perche io sono "caro" e volpe "carissimo", sono geloso....:P
Ritratto di Quello la
14 agosto 2022 - 09:21
:-))))) grande, caro Goelectric! :-P
Ritratto di Volpe bianca
15 agosto 2022 - 10:27
@Goelectric :-)))
Ritratto di Mbutu
12 agosto 2022 - 20:47
Fatta così sa tanto di gretto sovranismo. Ma alla fine gli usa sono così e difficilmente miglioreranno. Io continuo ad essere a favore di un meccanismo di "dazi a compensazione": per ogni paese si fa una pagella che riguarda i diritti dei lavoratori e la protezione dell'ambiente. Ed in base ai risultati si mettono dei dazi.
Ritratto di Volpe bianca
12 agosto 2022 - 21:13
La pagella della Cina in base ai diritti dei lavoratori e al rispetto per l'ambiente sarebbe uno zero assoluto, a meno che gli Usa non siano talmente ingenui e sprovveduti da credere alle favole che si raccontano da quelle parti. Pagella e relativi dazi che molto difficilmente verrebbero accettati, tra diatribe varie, polemiche infinite e reciproche accuse... Se non le si vuole consegnare il mondo economico in mano (in alcuni settori già si è andati oltre), con le relative complicazioni, la scelta è quasi obbligata. A mali estremi, estremi rimedi.
Ritratto di giulio 2021
13 agosto 2022 - 08:53
E la pagella degli stabilimenti VW Audi e Hyundai Kia o Suzuki etc etc di Slovaccchia e Ungheria dove un operaio prende metà della paga che in Cina dove vogliamo metterla...
Ritratto di alvola2023
13 agosto 2022 - 10:05
Su questa tua considerazione mi hai acceso una curiosità: il maggiolone (ultimo) era fabbricato in germania o proveniva da dove?
Ritratto di giulio 2021
13 agosto 2022 - 10:24
Messico, sempre prodotto in Messico, con paghe comunque superiori alla media messicana, mentre la metà delle Audi che bramate sono costruite dove costa davvero poco, cioè comunque è un fatto che la Cina non stia dietro neppure come condizioni di lavoro a Paesi a poche ore di macchina o di treno da noi.
Ritratto di alvola2023
13 agosto 2022 - 12:25
Va beh, dai, stanno provando a metterci una pezza. La Q6, per tenerti contento, glie la faranno fare proprio in china :) :)
Ritratto di Andre_a
13 agosto 2022 - 16:28
9
La cosa davvero bella, forse l'unica, del lavorare in Ungheria è il tasso di disoccupazione. Attualmente intorno al 3%, in passato anche meno. Il risultato? Se tu operaio pensi di essere trattato male da Audi, mostri il ditino medio al tuo superiore e stai tranquillo che trovi un altro lavoro prima che ti scada il preavviso. Possono essere poco pagati (ma anche lì è relativo, la vita costa meno), ma state tranquilli che di maltrattamenti non ce ne sono.
Ritratto di Il Bavarese
12 agosto 2022 - 22:03
“America first”
Ritratto di gainfranco
13 agosto 2022 - 08:37
la presidenza Bidon fa veramente schifo !! e molti gli portano la borsa !!
Ritratto di giulio 2021
13 agosto 2022 - 08:56
Quindi negli USA ci saranno incentivi più per BMW, VW più altri costruttori europei che producono localmente o Honda etc che per alcuni americani che producono magari di più in Oriente, per le Tesla e quindi anche per la Vinfast che aprirà il suo grandioso stabilimento nel North Carolina.
Ritratto di alvola2023
13 agosto 2022 - 10:15
E quindi il fatto che fabbricherebbe/fabbricherà in Usa, quale particolare eccellenza dovrebbe rappresentare, andandosi semplicemente ad aggiungere agli innumerevoli esistenti Stellantis (coi tanti marchi) - GM (coi tanti marchi) - Ford - ecc.ecc. Mi sembra un po' come sentirsi culinariamente e socialmente al settimo cielo per essere passati dal mangiare la pizza al taglio portata a casa, al andarsi a mangiare la pizza al piatto in pizzeria (cosa che gli altri fanno da sempre).
Ritratto di giulio 2021
13 agosto 2022 - 10:25
Cioè oggi tutti produrranno molto di più localmente, e la Vinfast l'ha capito subito.
Ritratto di lucios
13 agosto 2022 - 09:45
4
Quando è uscito pensavo avesse portato dei miglioramenti ma la sua politica si sta rivelando peggiore di quella di TRUMP.
Ritratto di giulio 2021
13 agosto 2022 - 10:10
ormai ci sono industrie vincenti: Orientali in generale (cioè tutti) + i tedeschi (ancora per un pò) e lo sfacelo totale per le industrie USA, britannica, francese e la nostra, non nel senso che non produciamo anche noi buoni prodotti, e anche di successo almeno all'interno dei rispettivi mercati, però il vero mercato internazionale del prestigio è ormai in mano solo a quelli vincenti (le eccezioni sono il super lusso italiano o britannico Ferrari o Rolls), la eterna 500, o i SUV pick up GM, Ford e Mopar Stellantis prodotti a milionate ma solo per l'immenso mercato USA, cioè il 90 % dei mercati (le auto di massa magari anche di un certo prestigio è in mano giap / coreani, ai tedeschi e ora anche ad altri, questo articolo sulla proposta di Biden dimostra questo, figuratevi se la misura avrebbe un senso in Germania, Giappone, Corea o soprattutto Cina...
Ritratto di alvola2023
13 agosto 2022 - 10:26
Ma cosa questa accozzaglia di sensazioni paranormali e ipotesi-tesi ultrafallaci ? :) :) :) Tutta questa costruzione artifiziosa per arrivare al prossimo commento a sostenere che? Ah, non me lo dire: per sostenere che il vero lusso che avanza è, come già hai sostenuto, è la bid dolphin da 10k dollari :) :)
Ritratto di alvola2023
13 agosto 2022 - 10:31
E il bello è che hai fatto anche proseliti (facepalm)... La bid han ev pare sarà l'auto che cambierà le sorti e la storia del mercato auto EU. No, non andare a cercare in merito a una sua imminente nuova edizione; si parlava proprio della Han che nella sua variante EV poi in china stessa da un paio d'anni non tiene nemmeno il passo della solita Model 3 (se ne producono la metà), oltre che essere la stessa auto se cerchi on line già dal 2020 si leggevano articoli-proclami che era pronta a invaderci (tu ne hai mai vista una, anche semplicemente in video, che percorra una qualsiasi strada di una qualsiasi nazione del continente europeo?)
Ritratto di giulio 2021
13 agosto 2022 - 10:28
però quello che è impressionate è che le auto di quelli coi sandali e coi calzini a birre e salsiccia, cioè le auto tedesche si siano conquistate un posto in paradiso assieme a quelle orientali, cioè certo la qualità delle auto tedesche è nota, ma un tempo esisteva quasi solo il Maggiolino (sarò quello ad aver costruito il mito) e comeunque è l'unica industria europea che non deve imitare gli altri, cosa che ormai capita anche agli americani i dominatori del mondo fino a qualche decennio fa.
Ritratto di alvola2023
13 agosto 2022 - 12:24
In verità la linea data al tuo maggiolone (e quelli antecedenti) i tedeschi stessi l'hanno evidentemente ripresa dall'originale che è la ora cat uscita diversi decenni dopo, per fare un classico ragionamento tipo quelli che fai tu :)
Ritratto di AndyCapitan
14 agosto 2022 - 15:24
4
i tedeschi , si son saputi vendere!!!..c'e' poco da ridire...il maggiolino comunque lo copiaronoaddirittura dai cechi della tatra....negli anni si son saputi creare un sistema di assemblaggio standard di livello qualitativo e con una buona organizzazione hanno costruito come formiche operaie...con costanza e caparbieta'....guarda il gruppo VAG....volswagen che poi ha comprato audi e poi seat , skoda e pure lamborghini, dando la possibilita' a tutti di crescere ma rifilandogli sempre i loro pezzi....chiamali stupidi....
Ritratto di giocchan
13 agosto 2022 - 14:58
"È importante anche il consenso politico bipartisan sul fatto che la catena di approvvigionamento delle batterie per veicoli elettrici è una questione di sicurezza nazionale" Quando negli stati uniti vogliono far approvare qualcosa basta tirare in ballo la "sicurezza nazionale"... così se ti opponi non sei nazionalista, non hai a cuore il futuro dei tuoi bambini (che dobbiamo assolutamente proteggere usando l'esercito più grande al mondo - messico e canada sono una minaccia!)... più probabilmente sei un terrorista arabo/russo/cinese che mangia i bambini.
Ritratto di Andrea Zorzan
13 agosto 2022 - 19:40
Legge sensata dal loro punto di vista. Il problema sono quei Paesi (di solito non democratici) che non rispettano le proprietà intellettuali, i brevetti e si fanno ricchi sfruttando la povera gente. Non solo la Cina, anche se è il principale nemico degli USA. La UE dovrebbe limitare fortemente i Paesi membri pseudodemocratici e i partiti sovranisti antieuropei ed attuare una vera ed efficace politica comune in grado di fronteggiare le sfide del futuro.
Ritratto di AndyCapitan
14 agosto 2022 - 15:31
4
...i paesi sovranisti ci sono perche' l'europa non fa bene il suo lavoro provocando malcontento per aumento delle tasse e obblighi vari nonche' vere e proprie imposizioni fittizzie e senza un senso logico....ci hanno imposto per decenni euro 1...2...3...4...5...6 per poi venire a sapere che nel 2019 una UAZ russa con tecnologia del 1962 si poteva omologare euro 6 con un semplice pezzo di marmitta in piu'?....maddaiii....ci hanno preso tutti per i fondelli i tuoi UE.....UE....UElaaaaaa.....
Ritratto di Lorenz99
15 agosto 2022 - 01:14
STO BIDEN HA STUFATO CON LE SUE POLITICHE DI PENALIZZAZIONE DELLE COLONIE STORICHE, PRIMA CI PORTA GUERRA E GAS AL DOPPIO IN UE, POI CERCA DI PORTARE LA GUERRA A TAIWAN, PER CREARE CASINI AI GIAPPONESI, E ORA VUOLE BOICOTTARE I COREANI, SAREBBE IL MOMENTO DI CREARE UNA NATO DI EX COLONIE E LIBERARCI DA STE LOBBY AMERICANE . ALLA FINE I CINESI HANNO DIMOSTRATO CHE SI PUÒ CONTARE NEL MONDO ANCHE SENZA SCATENARE GUERRE OGNI 6MESI.
Ritratto di luigigor
15 agosto 2022 - 20:45
HaHaHaHa.. e tutti applaudivano all'elezione di bidet.. bene : é la prima decisione che approvo del presidente rimbambito. Peccato che riguarda le elettriche.
Ritratto di brogip
16 agosto 2022 - 11:05
Dico solo che se questa mozione fosse stata presentata (o forse già ci aveva provato) l’amministrazione Trump, subito sarebbe stata respinta per gravi atti di nazionalismo , sovranismo, xenofobia contro il mercato etc etc…. Mentre se lo fa chi è dall’altra parte: “Sta tutt’appost”