NEWS

In Veneto fino a 8.000 euro per cambiare l’auto

Pubblicato 30 aprile 2021

La regione Veneto approva un pacchetto di incentivi per l’acquisto di un’auto a basse emissioni cumulabile con il bonus statale.

In Veneto fino a 8.000 euro per cambiare l’auto

I residenti in Veneto che si apprestano a cambiare l’auto avranno una bella sorpresa. La regione Veneto ha infatti pubblicato un bando che mette a disposizione dei residenti fino a 8.000 euro di incentivi per sostituire la propria vettura con una nuova elettrica, ibrida, o termica conforme alle ultime normative. Questo contributo è inoltre cumulabile con l’Ecobonus statale. In ogni caso, per usufruire del bonus, è necessaria la contestuale rottamazione di un’auto a benzina fino a Euro 4, a gas (metano, anche monofuel, o Gpl), e diesel fino a Euro 5. Il contributo può essere richiesto solo dai residenti che hanno un reddito imponibile non superiore a 75.000 euro.

L’importo massimo di 8.000 euro è previsto per l’acquisto di un’auto elettrica. In quest’ultimo caso il contributo, essendo cumulabile con l’Ecobonus statale, può raggiungere quota 18.000 euro (8.000 della regione più 10.000 previsti dallo Stato). Il bando prevede contributi non solo per le elettriche ma anche per ibride (6.000 euro), bifuel metano e gas (5.000 euro), e per le termiche (4.000 euro). In ogni caso i modelli devono avere emissioni di ossidi di azoto (NOx) inferiori o uguali a 0,12 e CO2 tra 110 e 145 g/km. L’importo del contributo è infatti scaglionato in due distinte fasce di emissione: CO2 ≤ 110 e CO2 tra 110 e 145. 

Per richiedere il contributo è necessario presentare una domanda preliminare sulla piattaforma regionale entro le ore 12 del 15 giugno. Successivamente seguiranno la valutazione delle domande e la formazione di una graduatoria con punteggi che tengono di diversi parametri: reddito, tipologia di veicolo che si andrà a richiedere, residenza in uno dei comuni virtuosi della regione, che dal 2018 hanno adottato ordinanze per il miglioramento della qualità dell’aria. Tutti coloro che risulteranno idonei dovranno formalizzare la loro domanda, sempre online, dalle 10 del 15 luglio alle 12 del 30 settembre 2021. Al momento non è stata indicata la copertura.





Aggiungi un commento
Ritratto di Quello la
30 aprile 2021 - 18:57
Ecco. Adesso devo decidermi!
Ritratto di Mbutu
30 aprile 2021 - 19:10
Come per quello lombardo, penso che l'importo sia eccessivo. Vista la cumulabilità potevano dimezzarlo per raddoppiare la platea. Come per quello lombardo, beato chi lo sfrutta.
Ritratto di deutsch
30 aprile 2021 - 19:15
4
co2 ok perchè sono pubblicati sul sito del produttore e sui giornali, ma tutti gli altri dati dove li trovi ......
Ritratto di MS85
30 aprile 2021 - 20:38
Alcuni costruttori li pubblicano. In ogni caso qualsiasi vettura E6D rientra già di default in quei parametri per quanto riguarda particolato e NOx
Ritratto di deutsch
3 maggio 2021 - 09:42
4
il nuovo è per forza euro 6 d quindi non avrebbe senso indicare quei aprametri er il bonus. mi sa che c'è qualcosa che mi sfugge
Ritratto di MS85
3 maggio 2021 - 11:07
Ci sono anche gli E6D-temp-evap. Ad ogni modo non sfugge a te, sfugge al funzionario regionale che ha redatto il bando. Aveva fatto lo stesso anche la regione Lombardia, solo che loro prima della partenza si sono coordinati con l’UNRAE che ha chiesto di specificare semplicemente la classe omologativa (E6D o E6D-temp-evap). La regione Veneto ha fatto per i fatti suoi senza consultarsi e infatti ha pure messo dentro un sistema di graduatoria che è abbastanza demenziale. (Hanno invece messo un cap al reddito, cosa corretta che era mancata per gli incentivi lombardi).
Ritratto di giulio21
30 aprile 2021 - 19:19
l'anno scorso davano 3000 euro in meno per ogni tipologia, fesso chi l'ha fatto l'anno scorso
Ritratto di zioesse
30 aprile 2021 - 20:21
Forse è una questione posta male la mia, ma l'inquinamento che limitatamente a una sua parte degli spostamenti, una sua parte perchè tanto poi ci sono i treni le navi e gli aerei che potrebbe lo stesso prendere, vale su una singola persona o fosse pure un nucleo familiare fino a 10 più 8 mila euro di appoggio pubblico a coprire forse un arco temporale di una decina d'anni e per abbattere poi nemmeno totalmente quanto inquinerà per l'auto con cui circolerà? no perchè se li danno a me 18 mila euro potrei essere disposto a spostarmi per 10 anni esclusivamente a piedi o massimo bici classica, e quindi davvero a emissioni zero, senza mai mettere nemmeno piede su un mezzo che abbia una minimo di propulsione :)
Ritratto di Truman200
30 aprile 2021 - 20:38
Qui in lombardia in mezza giornata esaurito tutti i bonus,finalmente capiscono qualcosa,x una elettrica pura anche 10000 euro dovrebbero dare,i diesel puzzolenti andrebbero tutti rottamata,anche gli euro 6
Ritratto di zioesse
30 aprile 2021 - 21:00
Sia chiaro. in alternativa all'andare a piedi anche a me se ne avesssi la possibilità pago di tasca mia in tutto mille euro e mi porto a casa una dacia spring correrei in concessionaria a fare la fila anche a quest'ora di questo giorno tenendo conto che domani è festivo e poi c'è domenica :) il discrorso era solo su quanto renda la spesa pubblica fatta, ossia quanto incida sull'abbattimento dell'emeissioni investire 18 mila o peggio 20 mila euro per sostituire ammettiamo anche una diesel euro zero con una elettrica. cioè 20 mila euro sono 20 mila euro, cadauna, e in italia il parco circolante è di quasi 40 mln di auto
Pagine