NEWS

La Volkswagen rivoluziona il metodo di vendita

17 ottobre 2018

La casa tedesca ha annunciato il suo modello di organizzazione commerciale dal 2020. Internet ne sarà l’elemento fondamentale.

La Volkswagen rivoluziona il metodo di vendita

INTERNET CHIAVE DI VOLTA - Nella mega convention riservata ai concessionari europei che si è tenuta ieri a Berlino, la Volkswagen ha presentato il nuovo modello di contratto di concessione che sarà applicato dall’aprile del 2020. Illustrando le linee guida ai 5.400 concessionari europei, la Volkswagen ha messo in evidenza i punti di riferimento della politica commerciale per il futuro: le nuove tecnologie di comunicazione, le nuove forme di mobilità e la trazione elettrica. In pratica si tratta del pieno dispiegamento delle potenzialità offerte da Internet, le varie forme di mobilità che non prevedono il possesso del veicolo, la guida autonoma e l’auto elettrica. Un quadro su cui la Volkswagen ha costruito il suo piano di sviluppo e crescita Transform 2025, con il grande ruolo assegnato alla trazione elettrica e alla guida autonoma, considerate soluzioni tecniche ideali per la diffusione dell’auto condivisa.

I GIUSTI STRUMENTI PER VENDERE - Secondo i vertici Volkswagen un piano del genere ha bisogno anche di una rete di vendita adeguata e attrezzata per muoversi in sintonia con il nuovo mondo dei trasporti. Con questo obiettivo e con un lavoro preparatorio durato un paio d’anni, è stata messa a punto la nuova piattaforma di concessione che nelle prossime settimane i concessionari cominceranno a firmare, con i suoi contenuti che dovranno essere messi in pratica dall’aprile del 2020. Il dettaglio si conoscerà nelle prossime settimane, intanto la casa ha diffuso quelli che sono gli obiettivi di fondo. È il caso del traguardo di 5 milioni di clienti che ogni anno la Volkswagen conta di introdurre alle nuove forme di mobilità. Oppure il ruolo determinante che dovrà avere Internet nell’attività di vendita. In pratica, è stato detto, il cliente potrà acquistare l’auto compiendo via Internet ogni atto necessario, senza dover visitare la concessionaria, se non nella fase finale per il ritiro della vettura. “Volkswagen - è stato detto -  svilupperà una piattaforma Internet che gestirà ogni fase del processo di vendita, finanziamento e ritiro dell’usato compresi”.





Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
17 ottobre 2018 - 13:00
Io che ho una VW è posso dire che i concessionari e la serietà post vendita sono superiori alle stesse loro auto, penso che tanti comprino VW anche per questo. E adesso saranno all'avanguardia anche nell'organizzazione di vendita, fossero all'avanguardia anche (di nuovo) nel design come solo 3/4 anni fa...
Ritratto di Prrrrr
17 ottobre 2018 - 13:58
3/4 Anni fa? E che facevano al livello Desing.. le VW proprio sono abbastanza sobrie in questo, come Audi d'altronde, non ricordo picchi di originalità.. so Tedeschi.
Ritratto di Giuliopedrali
17 ottobre 2018 - 14:46
Si molto sobrie e di design quasi Bauhaus/protestante da Germania del nord, però qualche anno fa nel loro genere erano all'avanguardia, ora hanno un design troppo statico e squadrato che a me sa un po' di vecchio, cioè hanno lo stesso identico design del 2012.
Ritratto di GeorgeN
17 ottobre 2018 - 17:13
" i concessionari e la serietà post vendita sono superiori alle stesse loro auto" se erano così superiori non sarebbero peggiori nella classifica sulle lamentele e richiami pubblicata dallo stesso AV......
Ritratto di Giuliopedrali
17 ottobre 2018 - 17:48
Si può essere, io mi sono trovato bene però, le VW invece sono proprio basiche.
Ritratto di Santhiago
17 ottobre 2018 - 14:07
"Nuove forme di mobilità"+"auto condivisa" = maggiori margini per i produttori, maggiori costi per il cliente finale. (Ho letto un' intervista a DeMeo che parlava dei margini attesi dalla diffusione delle forme di' non possesso', confrontati con quelli generati dalla vendita tradizionale..). "Piattaforma Internet che gestirà l' intero processo di vendita "= minori costi per il produttore, meno personale e meno posti di lavoro nel settore, a fronte di nessun reale beneficio per il cliente finale. CHI CI GUADAGNA E CHI CI PERDE DA QUESTA EVOLUZIONE??? ...che futuro pessimo che stiamo creando
Ritratto di ConteBerengario
17 ottobre 2018 - 15:10
Vero, purtropoo in tutti i settori. Nell' high-tech ancora peggio, vedo cose disarmanti. Non so come reggeremo il passo, in fin dei conti non e' che l'uomo puo fare l'upgrade per mangiare/dormire/crescere piu velocemente...
Ritratto di Dr.Torque
17 ottobre 2018 - 14:26
Non amo VW ma ammetto che qesto significa essere pronti al mondo di domani. Onore al merito (ed alla montagna di soldi che permette loro di investigare seriamente certi scenari).
Ritratto di Santhiago
17 ottobre 2018 - 17:03
Pronti a dare il proprio contributo per peggiorare il mondo di domani, sfruttando questo peggioramento a proprio favore, vorrai dire.
Ritratto di Dr.Torque
18 ottobre 2018 - 15:09
Direi "a cambiare" poi se il cambiamento significa peggioramento o miglioramento è soggettivo.
Pagine