NEWS

Volvo: a Skovde la fabbrica a impatto zero

18 gennaio 2018

Da inizio 2018 la fabbrica si alimenta grazie a rifiuti, combustibili ecologici e scarti dell’agricoltura.

Volvo: a Skovde la fabbrica a impatto zero

IMPATTO ZERO - La strategia della Volvo per il taglio delle emissioni inquinanti non è basata soltanto sui motori ed i consumi di carburante, ma prevede anche maggiori attenzioni nelle fabbriche. L’intenzione della casa svedese è quella di azzerare l’impatto sul clima delle attività produttive globali entro il 2025. Un primo passo è stato compiuto con lo stabilimento di Skovde (Svezia), che è diventato il primo della Volvo a impatto zero sul clima, ciò significa che non dovrebbe alterare il bilancio naturale di anidride carbonica (CO2), metano o altri gas inquinanti del sistema-ambiente.

DA FONTI RINNOVABILI - Un percorso, quello della fabbrica di Skovde, iniziato nel 2008. Da allora la produzione di elettricità fornita all'impianto deriva da fonti rinnovabili ottenute da rifiuti, biomasse e biocombustibili di riciclo. Ora anche la fornitura di calore per i macchinari e il riscaldamento proviene dalle stesse fonti e dunque l’impianto è stato dichiarato a impatto zero. Qui la Volvo impiega circa 3.200 persone e costruisce i motori a quattro cilindri benzina e diesel di 1.5 e 2.0 litri.

Aggiungi un commento
Ritratto di otttoz
18 gennaio 2018 - 19:44
impatto zero un ciufolo! con tutto quel terreno sottratto all'agricoltura per installare uno stabilimento che poteva essere collocato su spazi già costruiti ma abbandonati...
Ritratto di Tatra70
18 gennaio 2018 - 19:56
Bruciare rifiuti a impatto ambientale zero, che belle novelle per noi sognatori....
Ritratto di acterun
18 gennaio 2018 - 22:21
D'accordissimo con i commenti giá inseriti e aggiungo: l'impatto zero non esiste, è una frottola per fare profitto con i gonzi. Vogliamo l'impatto zero? Torniamo all'etá della pietra!!
Ritratto di tigerman
21 gennaio 2018 - 15:15
Ma quante ca@@ate scrivete, quanto fatto nella fabbrica volvo è molto positivo, non possiamo tornare all’età della pietra possiamo solo progredire nel rispetto del pianeta
Ritratto di Peregomike24
22 gennaio 2018 - 17:48
esprimo lo stesso concetto, non possiamo tornare all'età della pietra, comunque anche all'epoca c'era produzione di rifiuti che la natura riciclava e rifiuti che sono diventati reperti storici (vasellame, armi, ecc...) Impatto zero (0) è un po' altisonante, dovrebbe essere più giusto dire a impatto ridottissimo, ma vuoi mettere l'enfasi di uno 0 (zero)???