Abarth 124 Spider 1.4 Turbo MultiAir

Pubblicato il 21 luglio 2016

Listino prezzi Abarth 124 Spider non disponibile

Ritratto di Vespa Primavera
alVolante di una
Fiat Punto 1.2 5 porte HLX
Abarth 124 Spider
Qualità prezzo
3
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
3
Confort
3
Motore
4
Ripresa
5
Cambio
5
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
5
Media:
4
Perchè l'ho comprata o provata
In un pomeriggio infuocato di metà Luglio, circondato da un deserto di asfalto rovente, mi imbatto in uno scorpione che ha punto la nuova Fiat 124, iniettandole un bel po' di cattiveria. Esternamente si riconosce per disegno specifico del paraurti anteriore , dei cerchi in lega da 17’’, dei quattro terminali di scarico e per le prese d’aria aggiuntive. La livrea con cofano opaco, come quelle degli anni 70, è su richiesta. La presenza scenica dell’auto, in questa livrea milanista, è quasi minacciosa. I più attenti si saranno accorti che questa è la stessa identica auto che si trova in copertina su alVolante di Luglio 2016, cambia solo l’ultimo numero della targa :)
Gli interni
Più che salire si scende nell’abitacolo, dove i sedili racing si rivelano più comodi e contenitivi rispetto a quelli standard. Le regolazioni a disposizione del pilota sono poche, non ci si può ritagliare la posizione al millimetro, ma in compenso bastano pochi movimenti per sentirsi a proprio agio, ma sempre relativamente visto che la 124 calza come un guanto! Pochi gli stravolgimenti degli interni, segnalo il cruscotto con contagiri rossi e tachimetro con fondoscala a 270km/h, mentre a livello di finitura compare l’alcantara nella parte bassa della plancia, proprio come nella MX-5 2.0 Sport. Piacevole da impugnare pure il pomello del cambio a forma di cubo. Difetti: oltre alla praticità di livello poco più che motociclistico è sgradevole l’assenza degli alzavetro automatici ambo i finestrini, si abbassano leggermente da sé solo quando si aziona il meccanismo per aprire la capote, ma nelle salite e discese complete vanno “accompagnati”; personalmente avrei gradito pure la ripetizione in digitale della velocità visto che il tachimetro non si legge “al volo” (la velocità è indicata ogni 30km/h), nonostante il cruscotto, al pari del display centrale, sia illuminato in HD.
Alla guida
Premessa l’auto è ancora un prototipo, le tarature sono definitive all’80% ed è leggermente depotenziata (158cv). Il 1.4 Multiair ha subito numerose modifiche per essere adatto ad un pianale progettato per ospitare un motore longitudinale. Iniziamo dalle prestazioni: in partenza l’auto schizza con verve in avanti già con un filo di gas, sotto i 3000rpm è ben gestibile ma è sopra questa soglia che inizia a “svegliarsi” davvero per poi “ribellarsi” dai 4500 sino ai 6000rpm, il limitatore comunque è a quota 6500; l’erogazione lungo tutto l’arco è progressiva e lineare. Davvero sportivo il cambio: frizione e cambio, senza essere stancanti, sono duri il giusto ed hanno una corsa breve, la leva va azionata con un movimento secco e deciso: una volta fatta l’abitudine ai passaggi di marcia “ravvicinati” si è letteralmente invitati ad abusarne, anche se non ce ne sarebbe bisogno per via della risposta pronta del motore in ripresa. Viaggiando a capote abbassata, l’isolamento dalle turbolenze è ottimo quello acustico invece ve lo lascio immaginare: le note allo scarico, condite da “ringhi” e “scoppiettii”, sono una piacevole soundtrack, ma se volete andare piano c’è pur sempre l’impianto audio Bose di serie… In termini di assetto l’auto è molto composta in curva, rigida e ben bilanciata, segue fedelmente la traiettoria impostata, sembra un’auto di categoria superiore quanto a tenuta di strada e stabilità. Lo sterzo si impugna bene non è troppo leggero ed è diretto, ma secondo me manca un pelino di “feedback” in più per essere perfetto. Nonostante la sportività apertamente dichiarata il comfort è quasi buono per via dei già citati sedili racing e per la capacità di assorbimento delle asperità del raffinatissimo telaio.
La comprerei o ricomprerei?
Rispetto ad una Fiat/Mazda il sovrapprezzo è salato. Devo essere sincero, la 124 Abarth è un’ottima sportiva con limiti elevati e prestazioni ben gestibili, tuttavia rispetto alla già provata Mazda mx-5 1.5 vuoi (relativamente parlando) per il muso più pesante, l’assetto più corsaiolo e il motore turbo mi hanno fatto sembrare la 124 più simile ad altre sportive in commercio. Insomma la Miata mi è parsa decisamente fuori dal coro, quest’Abarth un po’ meno. La neonata dello scorpione rimane comunque uno sfizio (e magari un investimento se diventerà istant classic in futuro) per chi cerca un’auto vistosa esteticamente e “cattivella” alla guida. Ora si attengono le varianti stradali più performanti!
Abarth 124 Spider 1.4 Turbo MultiAir
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
10
2
0
1
0
VOTO MEDIO
4,6
4.615385
13


Aggiungi un commento
Ritratto di Vespa Primavera
16 agosto 2016 - 23:18
Grazie Matteo, se vuoi stilare qualche nuova prova ti aspetto dove ci siamo incontrati fra qualche settimana, cioè a metà settembre ;)
Ritratto di MatteFonta92
17 agosto 2016 - 10:24
3
@Vespa - Intendi a Marzaglia? Per caso c'è un altro evento tipo quello della Peugeot Experience? Nel caso dimmelo (anche in privato o via e-mail), così se bisogna prenotarsi mi attivo subito ;-)
Ritratto di Vespa Primavera
17 agosto 2016 - 12:21
No si chiama Top Gear Cup, l'anno scorso era a Giugno, quest'anno a Settembre. Ho visto che faranno guidare su strada due Lexus la IS e la GS. Non c'è bisogno di prenotazione online perché quella è riservata a chi vuole guidare in pista con la sua auto. Se bisogna fare una prenotazione la si puà fare al momento per fare un giro in pista come passeggero su una gt86 (io l'ho già fatto l'anno scorso)
Ritratto di MatteFonta92
17 agosto 2016 - 17:32
3
@Vespa - Ok, l'idea mi alletta parecchio... allora mettiamoci d'accordo e andiamoci lo stesso giorno, ok? Basta che sia nel fine settimana ;-)
Pagine
listino
Le Abarth
  • Abarth 500C
    Abarth 500C
    da € 28.700 a € 34.700
  • Abarth 500
    Abarth 500
    da € 21.200 a € 36.500

LE ABARTH PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE ABARTH

  • Ripercorriamo la storia della Abarth dagli inizi, alla fine degli Anni 40, fino ai giorni nostri. Qui per saperne di più.

  • La casa dello Scorpione ha presentato a Palermo, in occasione della Targa Florio Storica le nuove versioni 2019 del suo modello. Qui per saperne di più.

  • Le novità estetiche per la nuova Abarth 595 non sono eclatanti. E anche i motori hanno guadagnato giusto qualche cavallo. Ma questa Gran Turismo in miniatura resta tra le auto più divertenti.