PRIMO CONTATTO

Volkswagen Touran: praticità a piene mani. Ma senza fretta

La Volkswagen Touran ora è più grande, sicura e meglio rifinita: è costosa e ha una dotazione non inappuntabile, ma in quanto a praticità è da lode. Un po’ pigro il 1.6 TDI da 110 CV.

2 luglio 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 33.050
  • Consumo medio

    22,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    118 grammi/km
  • Euro

    6
Volkswagen Touran
Volkswagen Touran 1.6 TDI 110 CV Highline
Sembra più “schiacciata” a terra
 
Rispetto al modello che sostituisce (nato nel lontano 2003), cambia tutto tranne il nome: la piattaforma della nuova Volkswagen Touran è quella modulabile MQB usata per l’attuale Golf e Passsat; di conseguenza, la lunghezza è aumentata di 13 cm e il passo (la distanza tra i mozzi delle ruote anteriore e quello posteriore) di 11. Le linee rigorose, con le marcate nervature e i vetri che risalgono leggermente verso il portellone, sono state conservate, ma ora l’auto sembra più “schiacciata” a terra: merito anche delle luci più basse e “stirate” e della larghezza aumentata di 4 cm (uno solo, invece, quello in meno in altezza). Tre i motori per l’Italia, tutti turbo: il 1.2 TSI a benzina da 110 CV, il 1.6 TDI a gasolio della stessa potenza e il 2.0 TDI (con 150 o 190 cavalli). Optional a 1.800 euro, per le Touran turbodiesel, il cambio robotizzato DSG a doppia frizione (ma le prime auto con questa trasmissione non arriveranno prima di dicembre). Già ordinabile, la Touan ha prezzi che vanno da 24.500 a 38.950 euro.
 
Con un pizzico di originalità
 
A bordo, sono evidenti gli sforzi fatti per conferire personalità all’abitacolo di questa Volkswagen Touran: la plancia è a sviluppo orizzontale e le bocchette dell’aria non sono più simmetriche fra la parte destra e quella sinistra dell’abitacolo; inoltre, il pulsante delle “quattro frecce” (in posizione alta e ben raggiungibile) ha una curiosa forma a trapezio. Non mancano piccole raffinatezze come il lettore dvd e per due schede 2 sd (per musica e navigatore: di serie nella Business e nell’Executive, nelle altre si paga almeno 1.040 euro) nascosti dietro la fascia verniciata sopra il cassetto destro, lo specchietto centrale senza cornice e l’ampio tetto in vetro apribile con luci ambientali poste lungo il suo perimetro (1.380 euro). Di serie per tutte troviamo l’Esp, sette airbag (compreso quello per le ginocchia del guidatore e quello destro disattivabile), l’avviso contro il colpo di sonno e la radio/mp3/Aux. A partire dalla Comfortline sono di serie anche la frenata automatica d’emergenza a bassa velocità, il cruise control, i fendinebbia, i cerchi in lega e il “clima” trizona. La Business aggiunge il navigatore e i sensori di distanza posteriori, la Highline anche il cruise control adattativi, i cerchi di 17’’ (anziché di 16’’), il vivavoce Bluetooth e i sedili sportivi. La più ricca Executive somma gli optional della Business a quelli della Highline.
 
Da noi, solo a sette posti
 
La seconda fila di sedili conserva lo schema della Volkswagen Touran in via di pensionamento: tre comodi posti (quelli laterali larghi 46 cm e il centrale 40) che possono scorrere indipendentemente di ben 19 cm, con lo schienale regolabile nell’inclinazione e ripiegabili tirando una cordicella. In Italia, la Touran è venduta in versione a sette posti (la cinque posti è proposta a costo zero, ma non dà diritto ad alcuno sconto, mentre per la “vecchia” Touran venivano rimborsati 341 euro); nell’ultima fila si viaggia un po’ con le ginocchia “in bocca”, ma non peggio che nelle rivali, e solo chi è più alto di 180 cm “tocca” il soffitto con la testa. A dispetto delle dimensioni decisamente maggiori della carrozzeria, però, il baule è più grande solo con tutti i sedili in posizione d’uso: 137 litri contro 121. Con la seconda e terza fila ripiegata (il piano di carico è perfettamente piatto), invece, la nuova Touran offre meno spazio: rispettivamente 655 e 1857 litri contro i 696/1989 della vecchia.
 
Dieci e lode in praticità
 
Grande l’attenzione data alla praticità: a destra della leva del cambio c’è una rete fermaoggetti e sopra la consolle centrale un vano con sportello. Inoltre, sul retro degli schienali anteriori trovano posto due tavolini pieghevoli e nel soffitto altrettanti vani con sportello a discesa frenata. Il bracciolo centrale ospita anche un piccolo cestino porta rifiuti asportabile. Naturalmente, le finiture sono di qualità anche nelle aree più nascoste, e le superfici color nero laccato danno un tocco d’eleganza. Nel baule della Volkswagen Touran non mancano una torcia asportabile a led (si ricarica durante la marcia), due guide con ganci fermacarico scorrevoli poste appena sotto i vetri laterali, un fermacarico ripiegabile con fissaggio a velcro e un vano per il tendalino avvolgibile (quando non in uso). La “furba” apertura Easy Open del portellone (con le chiavi in tasca, basta muovere il piede davanti a un sensore sotto il paraurti posteriore) si paga invece 710 euro; 380 il solo portellone motorizzato. 
 
Tanta tecnologia: basta pagare
 
A dispetto del prezzo “salato”, la dotazione della Volkswagen Touran non è inappuntabile: gli indispensabili sensori di distanza posteriori sono di serie solo per Business ed Executive mentre per quelli anteriori si spendono almeno 195 euro. Comfortline e Business fanno pagare addirittura la porta Usb per la musica e il vivavoce Bluetooth (170 euro) e, per tutte, servono altri 70 euro per “dialogare” con i dispositivi Apple. Senza contare che anche nelle Touran più costose si pagano gli airbag laterali posteriori (340 euro) e il sistema di mantenimento di corsia (500 euro). Il lungo listino degli optional permette, comunque, di arricchire la vettura con contenuti “di peso”: fari e fanali a led (rispettivamente, a 1655 e 365 euro), sospensioni elettroniche (945 euro) e i più moderni dispositivi per interfacciarsi con gli smartphone (CarPlay per cellulari Apple, Android Auto e Mirrorlink, il tutto nel pacchetto App-Connect a 190 euro ma solo se si ha un navigatore). Con 580 euro, infine, si può disporre di un modem che sfrutta le reti dei cellulari per creare un wi-fi di bordo, mentre i genitori più “tecnologici” possono tenere d’occhio i bambini sul divano sfruttano la funzione del navigatore che permette di visualizzare nello schermo centrale il video trasmesso da una microcamera GoPro compatibile. 
 
Fluido, non vivace
 
A dispetto del fatto che il test si sia svolto nelle scorrevoli (e totalmente pianeggianti) strade che circondano Amsterdam, il 1.6 TDI a gasolio ha messo subito in chiaro che la vivacità non è il suo punto di forza. L’erogazione è regolare, ma già a 3000 giri viene voglia di passare al rapporto superiore (anche perché, insistendo con l’acceleratore, aumenta più che altro la rumorosità del quattro cilindri, che ha un marcato timbro da diesel). Scontato il fatto di dover scalare una o due marce (abbastanza preciso, ma un po’ duro negli innesti, il cambio) per effettuare un sorpasso; eppure, le sospensioni che non concedono troppo al rollio e lo sterzo piuttosto preciso invitavano a una guida più brillante. L’insonorizzazione è curata, mentre per quanto riguarda il giudizio su consumi e assorbimento delle asperità della strada sospendiamo il giudizio in attesa di provarla sulle meno “lisce” strade italiane.
 
Secondo noi
 
PREGI
Abitabilità. Lo spazio per le persone abbonda, ancora di più che nella “vecchia” Touran.
Finiture. Materiali e montaggi non deludono: neppure la più grande e costosa Sharan è rifinita così.
Praticità. Tanti i vani e le soluzioni che semplificano la vita in automobile.
 
DIFETTI
Brio. Il 1.6 TDI non è vivace: se viaggiate spesso a pieno carico, valutate il due litri da 150 CV.
> Optional. troppi gli accessori a pagamento. Per esempio, gli indispensabili sensori di distanza   costano 195 euro.  
> Versione a cinque posti. Per la vecchia, chi rinunciava ai due sedili aveva uno sconto di 341 euro. Ora non più. 
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 81 (110)/3200-4000 giri
Coppia max Nm/giri 250/1500-3000
Emissione di CO2 grammi/km 118
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 187
Accelerazione 0-100 km/h (s) 11,9
Consumo medio (km/l) 22,2
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 453/183/163
Passo cm 279
Peso in ordine di marcia kg 1464
Capacità bagagliaio litri 137/n.d.-655/1857
Pneumatici (di serie) 215/55 R17

 

Volkswagen Touran 1.6 TDI 110 CV Highline
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
3
11
10
7
9
VOTO MEDIO
2,8
2.8
40
Aggiungi un commento
Ritratto di Bear Boss
2 luglio 2015 - 15:23
Ha una bella linea moderna e un piglio sportivo niente male. Molto belli gli interni e come al solito per vw, la plancia e' davvero appagante. Peccato per la dotazione di serie non molto generosa: Su auto di questo genere non viene molta voglia di spendere tanti soldi per vestirsi su misura l'auto come invece accadrebbe con una ben più sfiziosa Golf, sui minivan invece, auto pratiche per antonomasia, meglio trovare tutto di serie imho.
Ritratto di rikykadjar
2 luglio 2015 - 15:25
3
Mi piace molto, i fari anteriori sono belli e non sono fotocopiati dalle altre Vw, l' unica cosa che stona è il volante della Polo.. Comunque buona auto, meglio della 500l living anche se su tutte preferisco la C-Max7. Un saluto a tutti
Ritratto di DK45
2 luglio 2015 - 17:21
3
Più che della polo, il volante è della golf che poi a sua volta è delle altre volkswagen di fascia media
Ritratto di cris25
2 luglio 2015 - 15:27
1
rispetto al modello che sostituisce è sicuramente più guardabile, ma di certo non è che sia bella, anzi. Solite linee tese tipiche delle ultime VW che forse solo alla Passat stanno bene! Gli interni sembrano come al solito ben fatti e di qualità, ma nel complesso è un'auto che non acquisterei, piuttosto opterei per altre rivali...
Ritratto di Mattia Bertero
2 luglio 2015 - 15:35
3
Auto di sostanza più che di cuore. La linea segue i classici disegni stilistici Volkswagen, la trovo riuscita senza troppi fronzoli, così come gli interni. Qualità ai massimi livelli per la categoria, un'ottima versatilità, un prezzo un po' elevato e da integrare con gli optional. Secondo me il 1.6 TDI sarebbe il motore ideale per quest macchina, credo che chi acquisti macchine di questo tipo vuole che il motore sia fluido nel comportamento e che consumi poco e questo Diesel ci riesce alla grande, per cui, almeno per me, non vedo il brio come un difetto visto che non si ricerca di sicuro quello in questa Touran.
Ritratto di superblood
2 luglio 2015 - 16:45
Eheh, dipende da che brio si parla, non so se hai mai fatto passi dolomitici o comunque strade impervie a pieno carico. Poco brio sul piano si trasforma in penitenza e delirio in salita! Tutti i valori che hai letto (tipo i 22,2 con un litro) sono dati dichiarati, monovolume di questo tipo sono piccole petroliere che girano e se va bene farà 16 km/l, i 1464 kg per 110CV poi parlano chiaro, il 150 CV secondo me è la scelta intermedia giusta.
Ritratto di superblood
2 luglio 2015 - 16:32
A me piace, però i sensori di parcheggio a 195 euro su un'auto da 33.000 euro in versione Higline ... è un po' fuori luogo o sono io che son barbone? Va bene la personalizzazione, ma siamo realistici, che senso ha spendere quei soldi per il touran, quando con gli stessi soldi si può puntare su una citroen C4 picasso o Gran picasso (che a mio gusto personale trovo più originali e carine) e avere TUTTO, compreso un 2.0 da 150 CV?
Ritratto di PongoII
2 luglio 2015 - 16:47
7
Nel solco della tradizione che tende ad ingigantire le auto ad ogni loro rinnovo (mi pare che l'attuale Polo sia grande come la prima Golf...) anche questa Touran aumenta le dimensioni, principalmente nel passo, a tutto beneficio dell'abitabilità, anche se rischia di essere una "gemella diversa" della sorellona Sharan, al pari della quale ha un prezzo eccessivo e parte come 5 posti. Il motore oggetto della prova non lo pensavo così "fiacchetto", visto che alcune monovolumi anche di taglia grossa sono dotate di ben più ridicoli frullini, ma in ogni caso concordo con l'articolo che consiglia il 2 litri.
Ritratto di DK45
2 luglio 2015 - 17:17
3
La trovo ancora equilibrata nel complesso, monovolume dalle dimensioni non esagerate e dalla linea gradevole (anche se preferisco ancora la prima generazione ) e 7 posti giusti. Gli interni a mio dire sono dei più curati e gradevoli come tutti quelli delle altre volkswagen dopo l'uscita della golf 7 e li trovo molto riusciti nel complesso. Per ora la mia preferita rimane la Zafira Tourer per quanto riguarda la linea, ma la Touran la batte sicuramente negli interni e la terza fila che sulla Zafira è un pò scomoda
Pagine