PRIMO CONTATTO

Alfa Romeo Giulietta: col nuovo motore, grinta (e limiti) di sempre

Il recente leggero aggiornamento non ha cambiato l’aspetto dell’Alfa Romeo Giulietta che, con il nuovo 2.0 turbodiesel da 150 cavalli, si conferma brillante nella guida e confortevole. Sempre carenti la visibilità posteriore e la disponibilità di portaoggetti.

22 ottobre 2013
  • Prezzo (al momento del test)

    € 28.835
  • Consumo medio

    23,8 km/l
  • Emissioni di CO2

    110 grammi/km
  • Euro

    5
Alfa Romeo Giulietta
Alfa Romeo Giulietta 2.0 JTDm 150 CV Exclusive
Diversa in pochi dettagli
 
A tre anni dal debutto, l’Alfa Romeo Giulietta si aggiorna più che altro negli interni, nella meccanica (con il nuovo 2.0 turbodiesel da 150 CV della vettura del test, che sostituisce il precedente con 10 cavalli in meno) e, più leggermente, nell’aspetto. A distinguerla sono solo le diverse “lamelle” dello scudetto Alfa Romeo, i fendinebbia con la spessa cornice tipo alluminio e gli inediti cerchi in lega.
 
La puoi pagare in due rate
 
L’Alfa Romeo Giulietta offre come in passato un’estesa gamma di allestimenti e di motori a benzina, a gasolio e a Gpl. I prezzi sono compresi fra i 19.105 euro della 1.4 Turbo Impression a benzina da 105 CV (di serie “clima”, radio e sistema Dna che varia su tre impostazioni la risposta di motore, sterzo, freni e Esp), e i 30.751 euro della 1750 TBI Quadrifoglio Verde da 235 CV (cerchi in lega di 17” e interni in Alcantara e pelle). La ricca Alfa Romeo Giulietta 2.0 JTDm Exlcusive del test non costa poco (28.835 euro), ma ha di serie i cerchi in lega di 17”, i sedili in pelle e i sensori di parcheggio anteriori e posteriori. Nella meno cara Distinctive (27.423 euro), questi ultimi sono solo dietro, i cerchi restano di 17” ma hanno un diverso disegno, il “clima” è sempre bizona e i sedili sono in tessuto. In tutti i casi, nuova pure la possibilità di finanziare l’importo dell’auto in due maxi rate: si versa la metà del prezzo all’acquisto della vettura e, dopo due anni, si può decidere se saldare il rimanente o restituire l’auto, per acquistarne una nuova.
 
Dentro è cambiata
 
Nell’accogliente abitacolo dell’Alfa Romeo Giulietta le novità si concentrano nella plancia: è realizzata con nuovi materiali di buona qualità e, al centro, sfoggia un inedito navigatore con schermo di 6,5” (1.260 euro). Chiaro e facile da utilizzare, permette di inserire la destinazione anche con comandi vocali. Più pratica la posizione delle prese Aux e Usb, ora alla base della consolle (accanto al manettino del sistema Dna), a spese, però, del piccolo portaoggetti preesistente, che è stato eliminato. In compenso, se ne sono aggiunti due: uno sopra la plancia (al posto del vecchio navigatore estraibile) e l’altro a sinistra del volante. Novità apprezzabili, ma che non risolvono la scarsa disponibilità e capienza dei portaoggetti (minuscole, per esempio, le tasche nelle porte). Tornando all’abitacolo, che ha perso i caratteristici tasti a bilanciere nella consolle, si respira una gradevole atmosfera grintosa ma elegante, impreziosita dal pacchetto Sportiva (1.210 euro) della vettura del test: raffinati sedili avvolgenti in pelle con logo Alfa Romeo, finiture in Alcantara e pedaliera in metallo. Quanto allo spazio, dietro non è abbondante e, complice il soffitto basso, il divano è comodo solo per due adulti di media statura. Discreta anche la capacità del baule (350 litri a divano su).
 
Tutta da guidare
 
Il nuovo 2.0 turbodiesel da 150 cavalli dell’Alfa Romeo Giulietta spinge deciso fin dai bassi regimi e, forte di 380 Nm di coppia già a 1750 giri, fornisce una  progressione vigorosa (pur senza far sentire molto la sua voce nell’abitacolo): i soli 8,8 secondi promessi per lo “0-100” ci sembrano verosimili, come la velocità massima di 210 km/h. All’altezza della situazione la risposta del cambio (breve la corsa della leva e abbastanza morbidi gli inserimenti), del volante (preciso, anche se nella modalità Dynamic del Dna è fin troppo pesante) e dei potenti freni “maggiorati” del pacchetto Sportiva. Facile e intuitiva nella guida, quest’agile Alfa assorbe meglio di prima le sconnessioni della strada, nonostante l’assetto sportivo e le larghe gomme di 18” (entrambi nel pacchetto Sportiva). Caratteristica che, insieme all’efficace insonorizzazione dell’abitacolo, mantiene elevato il comfort. Restano i limiti in fatto di visibilità posteriore (per via dei vetri piccoli), solo in parte ovviati dai sensori di distanza. Quanto ai consumi, secondo il computer di bordo nel corso del test (in autostrada e su strade tortuose affrontante brillantemente) sono stati bassi: 15 km/l di media.
 
Secondo noi
 
Pregi
> Guida. Gradevole e facile.
> Motore. Spinge bene ed è poco rumoroso.
> Navigatore. Quello nuovo è intuitivo e funziona bene.
 
Difetti
> Abitabilità posteriore. Lo spazio è discreto: è ok per due passeggeri.
> Portaoggetti. Sempre pochi e piccoli.
> Visibilità. Dietro non si vede granché.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1956
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 110 (150)/3750 giri
Coppia max Nm/giri 320/1500
Emissione di CO2 grammi/km 110
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 435/180/147
Passo cm -
Peso in ordine di marcia kg 1320
Capacità bagagliaio litri 350/1045
Pneumatici (di serie) -

 

Alfa Romeo Giulietta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
478
234
135
60
116
VOTO MEDIO
3,9
3.87781
1023
Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
22 ottobre 2013 - 12:02
4
i millessei sono sempre una scelta economica che smorzano le velleità di una berlina sportiva...continuo a non gradire gli interni di questa Giulietta
Ritratto di lollo76
22 ottobre 2013 - 19:47
1
cmq 28000 euro di questi tempi mi sembrano sempre una follia............... mi chiedo chi possa ancora permettersi queste macchine?!?
Ritratto di IloveDR
22 ottobre 2013 - 20:25
4
i direttori di banca...ho un amico direttore di una banca nel milanese che la scorsa estate era interessato all'acquisto della Giulietta...io glielo dico sempre "La banca è ladra", lui sorride e scappa via!!!
Ritratto di lollo76
23 ottobre 2013 - 12:04
1
il cerchio si sta chiudendo e tra un po oltre a saltare i privati cominceranno a saltare anche loro banche e dipendenti pubblici come giusto che sia!!!!!!!!!!!!
Ritratto di loba15
31 ottobre 2013 - 20:05
2
L'ho provata a noleggio per 2000 km circa e.... quella macchina è solo motore (era la 140 cv)! si sente il motore in mano, nel senso buono: sportivo e generoso. ma per il resto è una vera e propria baracca! da seduto dietro si tocca il soffitto con la testa, c'è un rumore assordante tanto da non riuscire ad ascoltare le persone sedute davanti. le porte sono fatte di lamierino e lo si può vedere direttamente dagli alloggiamenti per le casse. la plastica dell'abitacolo è posticcia e sembra attaccata con uno sputo. sono deluso, se ne parla continuamente ma non vale un gran che, il posizionamento della fascia prezzo è completamente sbagliato! era molto meglio la mia vecchia 307 del 2002!!
Ritratto di vinsex
12 luglio 2014 - 15:22
Ecco il fenomeno che esagera nei commenti... ma su dai anche io l'ho provata a noleggio la 1.6 ed è rifinita molto bene... e che caspita dai
Ritratto di lollo76
22 ottobre 2013 - 19:47
1
cmq 28000 euro di questi tempi mi sembrano sempre una follia............... mi chiedo chi possa ancora permettersi queste macchine?!?
Ritratto di sam93
22 ottobre 2013 - 12:53
La Giulietta è bellissimaaa.....pero costa troppo....;(
Ritratto di vinsex
11 giugno 2014 - 23:08
Hai mai visto i prezzi delle concorrenti? dai un'occhiata
Ritratto di MatteFonta92
22 ottobre 2013 - 13:08
3
Sempre molto bella e... sempre molto cara! Meno male comunque che hanno migliorato la qualità degli interni, quelli pre-restyling lasciavano un po' l'amaro in bocca se paragonati al prezzo della vettura. Però al tempo stesso hanno perso originalità, mi piacevano di più i tastini a bilanciere della "vecchia" versione.
Pagine